Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 210  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12887
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/10/2010, 20:14 
Cita:
rmnd ha scritto:

Sondaggio,10% tedeschi rivuole dittatura

13 Ottobre 2010 19:31

(ANSA) - BERLINO - Un terzo dei tedeschi ritiene che in Germania ci sia un influsso eccessivo di stranieri, mentre il 10% di loro sogna un nuovo fuhrer. Un sondaggio della Friedrich-Ebert-Stiftung rivela che in 2 anni in Germania il consenso per i movimenti di estrema destra e' cresciuto molto a causa della crisi. 'Nel 2010 c'e' stato un aumento delle posizioni antidemocratiche e razziste: il 30% degli intervistati pensa che gli stranieri dovrebbero 'tornare a casa'' perche' rubano il posto ai tedeschi.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Sondaggio-tedeschi-rivuole-dittatura/13-10-2010/1-A_000132574.shtml

E inevitabilmente la storia si ripete.[:D]


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/10/2010, 20:17 
Cita:
bleffort ha scritto:

Cita:
rmnd ha scritto:

Sondaggio,10% tedeschi rivuole dittatura

13 Ottobre 2010 19:31

(ANSA) - BERLINO - Un terzo dei tedeschi ritiene che in Germania ci sia un influsso eccessivo di stranieri, mentre il 10% di loro sogna un nuovo fuhrer. Un sondaggio della Friedrich-Ebert-Stiftung rivela che in 2 anni in Germania il consenso per i movimenti di estrema destra e' cresciuto molto a causa della crisi. 'Nel 2010 c'e' stato un aumento delle posizioni antidemocratiche e razziste: il 30% degli intervistati pensa che gli stranieri dovrebbero 'tornare a casa'' perche' rubano il posto ai tedeschi.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Sondaggio-tedeschi-rivuole-dittatura/13-10-2010/1-A_000132574.shtml

E inevitabilmente la storia si ripete. [:D]


Già... il nostro periodo è terribilmente simile a quello degli anni '30.
Borsa appena crollata, crollo economico generale.. e la gente inizia a votare i partiti di destra (estrema per lo più).

Chiaramente un nuovo Hitler non credo proprio di poterlo rivedere, dato che gli assetti politici sono molto diversi da allora. Però il dato dovrebbe far riflettere. [;)]



_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13581
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/10/2010, 21:12 
Cita:
Lawliet ha scritto:

Cita:
bleffort ha scritto:

Cita:
rmnd ha scritto:

Sondaggio,10% tedeschi rivuole dittatura

13 Ottobre 2010 19:31

(ANSA) - BERLINO - Un terzo dei tedeschi ritiene che in Germania ci sia un influsso eccessivo di stranieri, mentre il 10% di loro sogna un nuovo fuhrer. Un sondaggio della Friedrich-Ebert-Stiftung rivela che in 2 anni in Germania il consenso per i movimenti di estrema destra e' cresciuto molto a causa della crisi. 'Nel 2010 c'e' stato un aumento delle posizioni antidemocratiche e razziste: il 30% degli intervistati pensa che gli stranieri dovrebbero 'tornare a casa'' perche' rubano il posto ai tedeschi.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Sondaggio-tedeschi-rivuole-dittatura/13-10-2010/1-A_000132574.shtml

E inevitabilmente la storia si ripete. [:D]


Già... il nostro periodo è terribilmente simile a quello degli anni '30.
Borsa appena crollata, crollo economico generale.. e la gente inizia a votare i partiti di destra (estrema per lo più).

Chiaramente un nuovo Hitler non credo proprio di poterlo rivedere, dato che gli assetti politici sono molto diversi da allora. Però il dato dovrebbe far riflettere. [;)]


Il rischio è reale è dipende dalla degenarazione delle politiche sociali.
Quando si impone alla gente un modello sociale non compreso e condiviso, l' unica difesa delle persone è quello di rifugiarsi in partiti che propagandano l' ordine sociale, spesso deviando in estremismi.
Questo fenomeno è paradossalmente più evidente in paesi dove le condizioni sociali e la forma di stato sono più "progredite" rispetto alla nostra.
Austria, Olanda, Svezia sono gli esempi più evidenti e l' Europa unita è il classico esempio di imposizione sociale ed economica.



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/10/2010, 13:54 
Cita:
greenwarrior ha scritto:

Il rischio è reale è dipende dalla degenarazione delle politiche sociali.
Quando si impone alla gente un modello sociale non compreso e condiviso, l' unica difesa delle persone è quello di rifugiarsi in partiti che propagandano l' ordine sociale, spesso deviando in estremismi.
Questo fenomeno è paradossalmente più evidente in paesi dove le condizioni sociali e la forma di stato sono più "progredite" rispetto alla nostra.
Austria, Olanda, Svezia sono gli esempi più evidenti e l' Europa unita è il classico esempio di imposizione sociale ed economica.


QUOTO.

http://flv.kataweb.it/repubblicatv/file/2010/10/sveziaxenofobi151010.mp4

Cita:
leader del partito di estrma destra svedese:
Il problema non sono gli immigrati ma la nostra politica d'immigrazione sotto tre aspetti.
1- economico: costano troppo al sistema pubblico
2- sociale: portano un sacco di criminalità
3- culturale: per colpa loro gli svedesi si sentono sempre meno a casa nel loro stesso paese


Se sparissero (gli immigrati) x l'economia non sarebbe un problema. I mestieri umili li farebbero i disoccupati locali.

Ridurre del 90% i flussi e solo chi lavora potrà entrare

Il bersaglio principale sono musulmani


L'islam non è compatibile con la democrazia;opprime le donne e non ha mai creato una società libera. D'altronde Maometto era un guerriero che prendeva i prigionieri di guerra , li torturava e li uccideva.

Sulla pulizia interna al partito: 'abbiamo solo avuto persone che non avrebbero dovuto essere nel partito ma abbiamo fatto pulizia'.


ministro socialdemocratico nelle ultime 4 legislature fa autocritica: "ci hanno battuto perchè abbiamo perso il contatto con gli umori del popolo"

Il partito socialdemocratico ha sbagliato ad allearsi con le sinistre massimaliste e i verdi intransigenti.


L'ex ministro socialdemocratico teme che o partiti xenofobi continueranno a crescere nei prossimi anni non solo in svezia ma in tutta Europa.



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/10/2010, 19:14 
Cita:
[color=blue]Chiesta l'assoluzione per il leader islamofobo in Olanda.
La procura: non ha istigato all'odio razziale

Immagine
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-10-15/chiesta-assoluzione-leader-islamofobo-175658.shtml?uuid=AYghDNaC

La procura di Amsterdam ha chiesto l'assoluzione del leader del partito di estrema destra olandese Pvv (Partito della Libertà), Geert Wilders. Il leader xenofobo, sotto processo ad Amsterdam, deve rispondere di cinque capi d'accusa per istigazione all'odio razziale e alla discriminazione verso i musulmani.

Secondo la procura Wilders «non è colpevole di istigazione all'odio razziale». L'opinione è stata espressa dal magistrato Birgit van Roessel. «La critica verso una religione - ha detto van Roessel - è autorizzata fino a quando non sfocia in incitamento all'odio verso coloro i quali la praticano». In questo senso le affermazioni di Wilders «non hanno scavato fossati invalicabili. Chiediamo quindi che venga fatto cadere il capo di accusa».

In un documentario anti-islamico Wilders aveva paragonato la fede islamica al nazismo e sostenuto la necessita di bandire il Corano. Nonostante il fatto che Wilders rischia fino a 16 mesi di carcere e 7600 euro di multa, il governo si è ugualmente servito nei giorni scorsi del suo appoggio per riuscire a varare un esecutivo di minoranza.[/color]



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/10/2010, 22:33 
Finalmente iniziano a capirlo anche 'loro' che una società multiculturale (e non multietnica) è un fallimento. Quasi quasi lo posto sul topic delle buone notizie.

http://www.repubblica.it/esteri/2010/10/16/news/merkel_modello_multiculturale-8138678/?ref=HREC1-7
[:D]

Cita:
GERMANIA
Angela Merkel non ha dubbi
[color=blue]"Il modello multiculturale è fallito"

La cancelliera al congresso dei giovani di Cdu e Csu: "Il Paese non può fare a meno degli immigrati, ma si devono integrare e devono adottare i valori tedeschi"

Angela Merkel non ha dubbi "Il modello multiculturale è fallito"

BERLINO - Il modello multiculturale in Germania è fallito. La lapidaria affermazione, che sicuramente farà discutere, è della cancelliera tedesca, Angela Merkel.

Durante il congresso dei giovani di Cdu e Csu - i due partiti al governo con i liberali di Fdp - a Potsdam, Merkel ha detto che il modello multiculturale è "totalmente fallito". "La Germania non ha manodopera qualificata e non può fare a meno degli immigrati, ma questi si devono integrare e devono adottare la cultura e i valori tedeschi" ha aggiunto.

In Germania il dibattito su questi temi si è acceso dopo la pubblicazione del saggio "La Germania si disfa" di Thilo Sarrazin, nel quale l'ex senatore socialdemocratico ed ex membro del direttorio della Bundesbank sostiene che gli immigrati, a cominciare dagli arabi e dai turchi, stanno portando il Paese all'abbrutimento.

La classe politica ha condannate questa tesi, ma i sondaggi rivelano che la maggioranza dei tedeschi è d'accordo con Sarrazin. Un'indagine i cui risultati sono stati resi noti qualche giorno fa ha evidenziato che più del 50% tollera poco i musulmani, oltre il 35% ritiene che la Germania sia "sommersa" dagli stranieri e il 10% pensa che dovrebbe essere governata "da una mano ferma".

In questa situazione, la cancelliera sembra voler conciliare le posizioni dell'ala liberale del suo partito e di quella conservatrice, guidata dal capo della Csu Horst Seehofer.


(16 ottobre 2010) [/color]


Ultima modifica di rmnd il 16/10/2010, 22:34, modificato 1 volta in totale.


_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/11/2010, 22:05 
La campagna shock del Partito popolare svizzero (Svp) ha scatenato naturalmente le polemiche politiche (Foto Iberpress)


Cita:
Immagine

All'inizio sono così. Belle con il fondoschiena in prima fila e immersione con vista nel lago di Zurigo.


Cita:
dopo....Nella seconda immagine quello che si rischia in futuro. Di bello non c'è nulla: solo donne malvestite che vociano e fumano in acqua. E' l'immagine del degrado da immigrazione.
Immagine



[}:)]


Ultima modifica di rmnd il 18/11/2010, 22:07, modificato 1 volta in totale.


_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/11/2010, 10:53 
Cita:
26/11/2010, 05:30
[color=blue]Berlino attacca l'Italia solo per il suo tornaconto

Un editoriale della Frankfurter Allgemeine Zeitung avverte: “L’Italia si avvicina all’abisso”. Se non è un invito agli speculatori ad accomodarsi contro i nostri titoli pubblici e privati, poco ci manca.

http://www.iltempo.it/economia/2010/11/26/1219413-berlino_attacca_italia.shtml?refresh_ce

“Ein Volk, ein Reich, ein Fürher”. È lo slogan che sembra tornare di moda in certi ambienti finanziari tedeschi. Una conferma ci viene da un editoriale della Frankfurter Allgemeine Zeitung dal titolo “L’Italia si avvicina all’abisso”, e dalla conclusione che l’autore ne fa disinvoltamente discendere: “Quando il cancelliere Angela Merkel e il ministro delle Finanze Wolfgang Schauble discuteranno con i partner la riforma del Patto europeo di stabilità dovrebbero mettere in conto la possibilità di una crisi italiana». Se non è un invito agli speculatori ad accomodarsi contro i nostri titoli pubblici e privati, poco ci manca. Per carità, la libertà di stampa va difesa di qua e di là delle Alpi. Non quella però di dire sciocchezze che potrebbero (e i tedeschi lo sanno molto bene) prestarsi a secondi fini. La Faz, il quotidiano della city germanica, basa tutto il suo ragionamento sul fatto che il debito pubblico italiano è salito a settembre a 1.845 miliardi, «150 in più della Germania». Innegabile. Ma a quanto ammontava il debito tedesco corretto da Eurostat a fine 2007, prima dell'esplosione della crisi? A 1.470 miliardi di euro. E quello italiano? Era di 1.600 miliardi. E di quanto è cresciuto? Di 245 miliardi: non ci pare molto più di quello tedesco. Ma siccome in base al trattato di Maastricht si valuta non solo l'entità di debiti e deficit in rapporto al Pil, ma anche la tendenza, vediamo le performance in percentuale dei due paesi.


La Germania ha visto aumentare il proprio debito del 15,3%. L'Italia esattamente del 15,3%. Stessa progressione. Anzi. Secondo recenti stime del Fondo monetario internazionale, il debito tedesco potrebbe tra un po' sorpassare quello italiano: 2.130 miliardi contro 1.930. Dunque se ci avviciniamo all'abisso noi, alla stessa velocità, o anche più, ci si avvicinano i tedeschi. Sarà questo il loro problema? O sarà il nervosismo che pervade l'intero establishment germanico per i ripetuti salvataggi di paesi a rischio default, che non vanno giù ai contribuenti? Vediamo. Ieri Angela Merkel ha lanciato un messaggio tranquillizzante ai mercati e agli europei tutti: «La Germania vuole un euro forte e non c'è alcun rischio, per nessun paese dell'eurozona, di una ristrutturazione del debito». La Cancelliera ha anche aggiunto di essere «più fiduciosa rispetto a primavera», e che il suo paese «è pronto ad agire in solidarietà». Ventiquattrore prima, al Bundestag, il Parlamento di Berlino, aveva più o meno affermato il contrario: «Siamo in una situazione straordinariamente seria per quel che riguarda lo stato dell'euro». E sia lei sia il suo ministro Schauble avevano lasciato ampiamente trapelare l'idea di una possibile uscita dalla moneta comune, di un ritorno al marco, che ovviamente sarebbe un super-marco. Sentimenti, appunto, largamente condivisi dall'opinione pubblica, e di facile presa elettorale: tutto il mondo è paese. Ma siccome la Faz accusa di irresponsabilità la nostra classe dirigente, e in questo momento ogni parola detta a certi livelli pesa come un macigno, sarebbe il caso di domandarsi chi è più irresponsabile. A meno che, come sospettano molti, e come abbiamo scritto anche ieri, il mondo finanziario e politico tedesco non stia utilizzando la crisi per i propri tornaconti.


La Faz ce ne fornisce, forse involontariamente, una conferma: «È solo una questione di tempo» scrive «su quando gli investitori tireranno le conseguenze con una fuga dai titoli di Stato». Magari per riversarsi sui Bund tedeschi, che potranno così essere piazzati all'estero ad interessi sempre più bassi? Consentendo nel frattempo alle banche teutoniche, col paracadute di Stato, di investire sui paesi a rischio? Già, perché c'è una cosa che la Frankfurter si dimentica di ricordare: l'esposizione bancaria tedesca verso – facciamo un paese a caso – l'Irlanda. Al 31 marzo era di 205,8 miliardi di dollari. La seconda al mondo dopo la Gran Bretagna. Per la cronaca, quella delle banche italiane è di 28,6. Come definirla? Forse il nostro Gordon Gekko, girando i polllici nei bretelloni, direbbe semplicemente: «Bellezza, la speculazione cammina sulle voci».[/color]



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7087
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/11/2010, 13:51 
Attivate i sottotitoli in italiano:


Ultima modifica di Angel_ il 28/11/2010, 13:52, modificato 1 volta in totale.


_________________
"Sei quello che sei, anche se non lo sai..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5107
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/11/2010, 20:53 
Dove finiscono i soldi dei contribuenti europei

- 14.000 sterline in benefici agli agricoltori nel Tirolo, Austria, per incentivare il loro legame emozionale con il territorio che coltivano»;

- 6.500.000 sterline in campagna di pubbliche relazioni - compreso un programma TV settimanale - per promuovere i finanziamenti europei in Andalusia, nel sud della Spagna;

- 1.400.000 sterline di sussidi al re di Svezia per tenute agricole che affitta nel sud del Paese;

- 350.000 sterline ai Flying Gorillas, una squadra britannica di danza la cui specialità è la “Danza dei Piedi Puzzolenti” e 2.200.000 sterline ad un’altra troupe di danzatori itineranti austriaci;

- 43.000 sterline ad un laboratorio di hip-hop (danza moderna) con sede in Lione, Francia, per la mancanza di cooperazione nell’hip-hop europeo;

- gli eurocrati beneficiano in Lussemburgo di 4.400.000 sterline per club culturali con ristoranti esclusivi e club sociali come uno dedicato alla danza scozzese;

- 10.300.000 sterline per un impianto di riciclaggio nel nord-ovest della Spagna, di cui si dice interri due terzi degli scarti discarica;

- 420 sterline in scontrini di aperitivi durante un viaggio degli eurocrati alle isole Fiji...

Immagine

Questi dettagli sono stati rivelati ieri dal think-tank Open Europe, il giorno successivo al fatto che i revisori si siano rifiutati - per il 16° anno di fila - di chiarire se l’Unione Europea stia operando correttamente sui suoi conti.

Mats Persson - direttore di Open Europe: «Il budget dell’Unione Europea è irrazionale, ipercomplesso e obsoleto. Enormi quantità di denaro sono sperperate in progetti che non fanno niente per aiutare l’economia dell’EU a rientrare sui suoi binari. Non ci dovrebbe essere alcuna discussione su aumenti di budget finché non verranno eliminati sprechi e cattive gestioni".

I membri del Parlamento Europeo e della Commissione devono rendersi conto della realtà economica che li circonda….

Fonte
http://www.ecplanet.com/node/1916


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5107
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/11/2010, 20:55 
Cita:
Angeldark ha scritto:

Attivate i sottotitoli in italiano:




Nigel Farage a van Rompuy al Parlamento Europeo: il vostro sogno dell'euro è finito

“Buongiorno Mr. van Rompuy, siete in carica da un anno ed in questo tempo tutto l'edificio ha cominciato a sgretolarsi: c'è caos, il denaro sta finendo. Dovrei ringraziarvi: forse dovreste essere il ragazzo immagine del movimento degli euroscettici. Ma guardatevi intorno in questa sala questa mattina, guardate queste facce, guardate la paura, guardate la rabbia.

Povero Barroso: sembra che abbia visto un fantasma. Stanno cominciando a capire che la partita è persa. Ma ancora nella loro disperazione per conservare il loro sogno, vogliono rimuovere dal sistema ogni restante traccia di democrazia. Ed è piuttosto chiaro che nessuno di voi ha appreso qualcosa.

Quando lei stesso Mr. van Rompuy dice che l'euro ci ha portato stabilità, suppongo di poterla applaudire per il suo senso dell'umorismo: non è questa veramente la mentalità del rifugio-banca? (In inglese gioco di parole tra bunker e banker)

Il suo fanatismo è alla luce del sole. Parlate del fatto che è stata una bugia credere che lo stato-nazione potesse esistere nel mondo globalizzato del XXI secolo. Si, potrebbe essere vero nel caso del Belgio che non ha avuto un governo per 6 mesi, ma per il resto di noi, per ogni stato membro in questa unione, sempre più persone stanno dicendo: “Non vogliamo quella bandiera, non quell'inno, non vogliamo questa classe politica, vogliamo che tutto venga consegnato al bidone della spazzatura della storia”.

All'inizio di questo anno abbiamo avuto la tragedia della Ggrecia ed ora abbiamo la situazione in Irlanda. So che la stupidità e l'avidità dei politici irlandesi hanno molto a che fare con questo: non avrebbero mai dovuto unirsi all'euro.

Soffrivano di bassi tassi di interesse, un falso boom ed un enorme fallimento. Ma guardi la sua risposta a loro: ciò che si dice loro, mentre il loro governo sta collassando, è che sarebbe inopportuno per loro avere delle elezioni generali. Infatti il commissario Rehn qui ha detto che prima di avere il permesso di fare delle elezioni generali, dovrebbero accordarsi su un budget.

Ma chi cavolo vi credete di essere voi? Siete persone molto molto pericolose veramente: la vostra ossessione di creare questo stato europeo significa che siete felici di distruggere la democrazia, sembra che siate felici dei milioni e milioni di disoccupati e poveri. Indicibili milioni di persone soffriranno perché il vostro sogno dell'euro possa continuare.

Bene, non funzionerà, perché il prossimo è il Portogallo: con i loro livelli di debito al 325% del PIL, sono i prossimi sulla lista e dopo di loro sospetto la Spagna e il piano di risanamento per la Spagna sarà 7 volte la misura dell'Irlanda e a quel punto il denaro per il risanamento sarà finito: non ce ne sarà più.

Ma è ancor più serio della economia, perché se derubate le persone della loro identità, se le derubate della loro democrazia, allora non resta loro che il nazionalismo e la violenza. Posso solo sperare e pregare che il progetto dell'euro sia distrutto dai mercati prima che veramente si realizzi".

Fonte
http://www.ecplanet.com/node/1932


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 360
Iscritto il: 23/03/2009, 12:29
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/12/2010, 20:27 
[size=125]Mentre l’Europa impone drastici piani di austerità, gli eurocrati si aumentano gli stipendi![/size]

E’ una vittoria imbarazzante per Bruxelles. In un momento in cui la Commissione mette a stecchetto gli Stati, questo mercoledì la Corte di giustizia europea ha dato ragione ai funzionari UE che difendevano il loro diritto ad un aumento del 3,7% dei salari. Una rivalutazione difficile da digerire per i Ventisette, che volevano ridurre questo aumento della metà “per tener conto della crisi.”

Nella sua sentenza, la Corte ha dichiarato che il Consiglio (che riunisce i 27) “non aveva alcun margine di discrezionalità” per modificare la remunerazione dei 45.000 dipendenti pubblici in tempi di crisi. In realtà la loro retribuzione è rivalorizzata automaticamente ogni anno, e solo la Commissione può far valere una clausola di esenzione nei casi di “grave e improvviso peggioramento della situazione economica e sociale”. Cosa che non corrisponde alla situazione attuale, secondo l’esecutivo Ue. “Non possiamo dire che è una crisi improvvisa,” ha detto Michael Mann, un portavoce della Commissione. “E ‘una crisi che dura da anni. A nostro avviso, la clausola non è applicabile “.

Giuridicamente, la decisione non è una sorpresa; già nel 1972 una disputa simile era stata risolta a favore dei funzionari. Ma il tempismo è disastroso, perché la decisione cade nel giorno di uno storico sciopero generale contro l’austerità in Portogallo, e la presentazione di un drastico piano di austerità da parte dell’Irlanda.

Con un po’ di imbarazzo, la Commissione spiega che gli aumenti sono calcolati in base alle modifiche degli stipendi dei dipendenti pubblici in otto paesi, e che il giro di vite attuale si ripercuoterà a livello europeo con un certo ritardo. Si ricorda poi che i funzionari versano anch’essi un contributo per la crisi. Ma queste spiegazioni non passano, dato il confortevole livello dei redditi (da 2.300 a € 16.000 lordi escluse le indennità), anche se è vero che i livelli contrattuali meno ben trattati sono sempre più numerosi.

La questione rischia di inasprire il braccio di ferro sul bilancio comunitario tra il Parlamento europeo e i 27, che vogliono mettere un tetto agli aumenti di spesa al 2,9%. Il bilancio 2011 è attualmente bloccato; per uscire dall’impasse, la Commissione dovrà presentare un nuovo piano nei prossimi giorni.

fonte: STAMPA LIBERA
http://www.stampalibera.com/?p=19134#more-19134

...pare sia un semplice adeguamento alla scala mobile che in Belgio tutti i lavoratori (beati loro) hanno mantenuto...
...ma a me...burp! [xx(] dà la nausea lo stesso...



_________________
Strano come una discesa vista dal basso somigli tanto ad una salita... (Pippo)
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/12/2010, 16:48 
Euro: Merkel vuole uscire

"Se questo è il tipo di club che l'euro sta diventando, forse la Germania dovrebbe uscirne": il Cancelliere tedesco Angela Merkel non avrebbe usato mezzi termini nel corso del vertice Ue di Bruxelles nell'ottobre scorso, dominato dal dibattito sulla crisi finanziaria irlandese.

Immagine

Pubblicato il 04 dicembre 2010 - Ore 13:33

Fonte:
http://www.wallstreetitalia.com/article ... ge=1048690

"Se questo è il tipo di club che l'euro sta diventando, forse la Germania dovrebbe uscirne": il Cancelliere tedesco Angela Merkel non avrebbe usato mezzi termini nel corso del vertice Ue di Brxelles nell'ottobre scorso, dominato dal dibattito sulla crisi finanziaria irlandese.

Secondo quanto riferisce il quotidiano britannico The Guardian, Merkel avrebbe reagito alle critiche del premier greco George Papandreou, che l'aveva accusata di difendere iniziative "poco democratiche": in particolare, l'adozione di un meccanismo di salvataggio automatico per i Paesi in difficoltà (obbiettivo peraltro raggiunto) e la proposta di togliere il diritto dei voto ai Paesi poco "virtuosi" (che sembra invece naufragata). Il portavoce di Merkel, Steffen Seibert, non ha commentato la notizia ma ha definito la minaccia "poco plausibile": "Il Cancelliere considera l'euro un progetto europeo fondamentale e vuole difenderlo e renderlo sicuro: la Germania è incondizionatamente impegnata nell'euro".



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13581
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/12/2010, 20:26 
Vedi che qualcuno, quando diceva che l' unione europea così come era nata era una porcheria, aveva ragione!!!!!!!!



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1492
Iscritto il: 17/01/2009, 23:10
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/12/2010, 23:13 
Cita:
Angeldark ha scritto:

Attivate i sottotitoli in italiano:



Bravissimo, un applauso!



_________________
E molto piu` facile parlare di cospirazione, quando si ignorano le cause ed i motivi.

Pain is weakness leaving the body. US Marine Corps

Immagine
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 210  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 30/10/2020, 05:07
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org