Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 210  Prossimo
Autore Messaggio

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 575
Iscritto il: 08/12/2008, 22:17
Località: rimini
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/05/2011, 21:10 
i paesi europei con più debiti sono costantemente sotto presione e quest'ultimi nn fanno altro che chiedere nuovi e più massicci rifinanziamenti.
cio nn di meno nn si fà niente per liberare costoro dalle minacce finanziarie anzi,sembra guasi che il nucleo forte dell'UE nn speri altro che facciano bancarrotta.
e la speculazione fà il suo lavoro.
la stessa che ad esempio nn se lo sogna nemmeno però di attaccare la california 4° paese al mondo per pil(se fosse uno stato indipendente),ma con i conti pubblici peggiori della grecia ne tanto meno il $,sapendo che essa è saldamente nel paniere USA come un sol pezzo.
la ns EU è una pagliacciata a confronto.
nn si é trattato d'altro che di un tentativo di irrobustire un pò meglio alcuni stati in cambio di un quadro geopolitico complesso che prevedeva sacrifici i quali sono stati scaricati interamente sui paesi europei più deboli.


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1173
Iscritto il: 30/03/2011, 19:03
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/05/2011, 22:24 
Come era prevedibile quando il caos voluto dal sistema aumenta, sorgono invocati a furor di popolo nuovi sistemi forti per contrastare il caos.

Purtroppo nessun sistema forte di nessuna fazione ha dato risultati positivi nel tempo, ma neanche quelli deboli e democratici.

Danimarca: sospeso accordo Schengen
Ministro annuncia: controlli alle frontiere
11 maggio, 20:04

(ANSA) - BRUXELLES, 11 MAG - La Danimarca, in deroga agli accordi di Schengen, è pronta a reintrodurre i controlli alle proprie frontiere per frenare il flusso di immigrati irregolari e l'aumento della criminalità organizzata. Lo ha annunciato il governo di centrodestra guidato da Lars Lokke Rasmussen, che ha raggiunto un accordo politico con gli alleati del Partito popolare danese (Df), formazione di estrema destra che garantisce all'esecutivo un appoggio esterno.


http://ansa.it/web/notizie/rubriche/top ... 75012.html


Sembrerebbe che l'Europa dia segni di cedimento con le sue politiche atte a ridurre sul lastrico nazioni, e omologare le genti.



_________________
"Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.
Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei" - Oracolo di Delfi
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13581
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/05/2011, 19:37 
Chi di spada ferisce, di spada perisce.[8D]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 575
Iscritto il: 08/12/2008, 22:17
Località: rimini
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/05/2011, 23:40 
e si,solo che la coscienza per far male prima bisogna averla


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2011, 18:41 
Atene - A UN PASSO DAL BARATRO, anche se la speranza è quella di salvarsi, sia pure in extremis. E' questo, riferito alla Grecia, lo stato d'animo dei mercati finanziari. Ad Atene i rendimenti dei titoli di stato continuano a salire, mentre crescono i timori di un possibile default sul debito del paese. Il rendimento sui bond a 10 anni è cresciuto oggi di 61,5 punti base al 16,75%: è il nuovo massimo storico. Lo spread rispetto ai bund tedeschi è di conseguenza salito a un nuovo record anche perché i rendimenti dei titoli di stato della Germania sono scesi al 3,12%, segno che ancora una volta nell’incertezza si punta sull’asset considerato sicuro per antonomasia.

Fitch declassa il rating Nuovo declassamento del rating sulle emissioni del debito greco. L’agenzia Fitch ha deliberato il downgrade sulle emissioni a lungo termine che passano da BB+ a B+. Resta la B per quelle a breve. L’agenzia ha disposto anche un rating watch con implicazioni negative. Già una decina di giorni fa erano circolate voci sul nuovo declassamento del rating della Grecia da parte dell’agenzia. Senza un nuovo programma d’aiuti alla Grecia interamente finanziato dall’Unione europea e dal Fondo monetario internazionale, Fitch potrebbe nuovamente tagliare il rating portandolo alla categoria CCC, "che indica alta probabilità di un default". Lo scrive in una nota l’agenzia di rating, secondo cui anche la "ristrutturazione soft" adombrata dall’Unione europea, cioè una dilazione delle rate sul debito, sarebbe considerata un evento di default.

Come uscire dalla crisi Prosegue il dibattito sulla possibile soluzione della crisi greca dopo che numerosi esponenti di primo piano della Bce, e nelle ultime ore anche il cancelliere Angela Merkel, si sono opposti con decisione contro una ristrutturazione del debito greco, quantomeno nel prossimo futuro. Mentre si parla di un nuovo piano di aiuti Ue-Fmi da 60 miliardi di euro in aggiunta a quelli per 110 miliardi concessi nella primavera dell’anno scorso, da registrare le parole di Hans Werner Sinn, ex numero uno del noto istituto di analisi economiche Ifo, secondo cui la miglior soluzione per la Grecia sarebbe l’abbandono dell’euro e il ritorno alla dracma. Uno scenario delineato peraltro anche da altri economisti di chiara fama fra cui Nouriel Roubini.

Papandreou prova a rassicurare Il primo ministro greco George Papandreou ha detto che non ci saranno ritardi nel rimborso del debito e che i creditori saranno ripagati in tempo e del totale dell'importo dovuto. Secondo alcuni analisti il Paese non potrà evitare una ristrutturazione del debito, ma la Banca centrale si oppone all'idea.



http://www.ilgiornale.it/economia/tassi ... comments=1


p.s. ma non ci era stato inculcato che con l'europa unita certi rischi non sarebbero esistiti?questo non e' l'europa dei popoli,in effetti nei referendum l'ideale europa e' stato sempre sconfitto [:246] [:81] [:39]


Ultima modifica di ubatuba il 20/05/2011, 18:47, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/05/2011, 20:38 
Ocse, bufera da Atene: "L'addio all'Euro ormai è sul tavolo". Papandreu: "Basta starci addosso".

( Italia, bilancio promosso)


La Grecia sconvolge il forum Ocse e l'Eurozona. Prima, davanti alla platea di economisti, ministri delle finanze ed esperti del settore, è stato il premier George Papandreou a ribadire che Atene "sta facendo ogni sforzo giorno per giorno" per fare "quello che è necessario" per uscire dalla crisi e dal rischio-default, finendo in un lacrimevole: "Vi prego, lasciateci in pace". Se il primo ministro ha provato a scacciare gufi e avvoltoi, ha pensato però la Commissaria europea per la pesca, la sua connazionale Maria Damanaki, a riaccendere paure e dubbi: ""Lo scenario di una uscita della Grecia dall'Euro ormai è sul tavolo"."Sono obbligata a parlare apertamente - ha aggiunto la politica greca, membro del Pasok al governo, sul suo sito web personale -. Abbiamo la responsabilità morale di guardare al dilemma con chiarezza: o troviamo un accordo con i creditori in modo che il nostro programma di duri sacrifici abbia risultati, oppure torniamo alla dracma". Insomma, "la più grande conquista della Grecia nel Dopoguerra, l'euro e la presenza del nostro paese nel mercato europeo è in pericolo".

Leggi tutto: http://www.libero-news.it/news/746865/G ... pace_.html



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/05/2011, 20:44 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

Ocse, bufera da Atene: "L'addio all'Euro ormai è sul tavolo". Papandreu: "Basta starci addosso".

( Italia, bilancio promosso)


La Grecia sconvolge il forum Ocse e l'Eurozona. Prima, davanti alla platea di economisti, ministri delle finanze ed esperti del settore, è stato il premier George Papandreou a ribadire che Atene "sta facendo ogni sforzo giorno per giorno" per fare "quello che è necessario" per uscire dalla crisi e dal rischio-default, finendo in un lacrimevole: "Vi prego, lasciateci in pace". Se il primo ministro ha provato a scacciare gufi e avvoltoi, ha pensato però la Commissaria europea per la pesca, la sua connazionale Maria Damanaki, a riaccendere paure e dubbi: ""Lo scenario di una uscita della Grecia dall'Euro ormai è sul tavolo"."Sono obbligata a parlare apertamente - ha aggiunto la politica greca, membro del Pasok al governo, sul suo sito web personale -. Abbiamo la responsabilità morale di guardare al dilemma con chiarezza: o troviamo un accordo con i creditori in modo che il nostro programma di duri sacrifici abbia risultati, oppure torniamo alla dracma". Insomma, "la più grande conquista della Grecia nel Dopoguerra, l'euro e la presenza del nostro paese nel mercato europeo è in pericolo".

Leggi tutto: http://www.libero-news.it/news/746865/G ... pace_.html



...speriamo che si apra finalmente la porta di questa cella(l'europa dei banchieri)......che ci tiene oppressi da anni........ [:268] [:273] [:276]


Ultima modifica di ubatuba il 25/05/2011, 20:45, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/05/2011, 22:18 
Ma anche no. Ci sono Paesi che ne hanno giovato di più, altri di meno. Pensate che senza Europa l'Italia sarebbe diventata più ricca? Già con l'Europa a coprirci le spalle siamo preda di speculatori. Poi, ovviamente, come ci si sta in Europa dipende anche da chi gestisce le cose (è da novembre 2010 che siamo senza ministro delle politiche comunitarie, tanto per dirne una).

E comunque questo annuncio della greca Damanaki è politico, non economico: è una "pressione" (cioè, una minaccia, se volete) per avere i fondi per l'FMI, non un dato di fatto. Nessuno ha interesse a distruggere l'Europa (nessuno nel vecchio continente, cioè), a partire dalla Germania. E se ci sono problemi con gli americani, basta dirlo ai cinesi...


Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 131
Iscritto il: 28/11/2010, 06:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/05/2011, 07:59 
Cita:
sezione 9 ha scritto:

Ma anche no. Ci sono Paesi che ne hanno giovato di più, altri di meno. Pensate che senza Europa l'Italia sarebbe diventata più ricca? Già con l'Europa a coprirci le spalle siamo preda di speculatori. Poi, ovviamente, come ci si sta in Europa dipende anche da chi gestisce le cose (è da novembre 2010 che siamo senza ministro delle politiche comunitarie, tanto per dirne una).

E comunque questo annuncio della greca Damanaki è politico, non economico: è una "pressione" (cioè, una minaccia, se volete) per avere i fondi per l'FMI, non un dato di fatto. Nessuno ha interesse a distruggere l'Europa (nessuno nel vecchio continente, cioè), a partire dalla Germania. E se ci sono problemi con gli americani, basta dirlo ai cinesi...


Potrebbe essere vero quello che pensi e scrivi , peccato che qui in Italia un branco di imbecilli campagnoli NoTav stanno ottusamente contestando un progetto come la Tav che , con tutti i suoi eventuali difetti , ci farebbe arrivare soldi dall'europa e posti di lavoro per gli italiani , quindi bella roba stare in europa se poi non abbiamo il cervello di " usarla " come fanno gli altri stati membri che vanno oltre le loro faziosità interne

http://www.cronacaqui.it/torino/14910_s ... video.html



_________________
Dal film K-Pax :
"...non ho mai visitato un pianeta di classe BA-3 come il vostro , primo stadio evolutivo , futuro incerto "
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/05/2011, 10:35 
Il loro motto: "tanto peggio, tanto .... meglio!" [:o)]
Devono far vedere a tutti icosti che le cose vanno male, altrimenti chi li voterebbe? [;)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/05/2011, 12:43 
......che fosse andata meglio non so ......ma peggio certo che no......forse non ricordi altre grosse crisi in cui con la ns liretta (svalutata)si riprendeva il fattore economico in un lasso di tempo breve,qui purtroppo qualcuno(mortadella)ha svenduto l'italia alla germania'nel cambio lira/euro,il cambio giusto sarebbe stato sulle 1500lire/euro non quello subito....in effetti quando il genio ando' allapresidenza della ue si ricordano molto chiaramente i suoi interventi legislativi(riguardavano le misure dei cetrioli pomodori et vari ortaggi)certo un genio simile viene alla luce ogni mille anni [:76] [:43]


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/05/2011, 13:07 
La liretta andava bene proprio perchè era tale. Finchè eravamo "in via di sviluppo" bastava svalutare per sostenere crescita ed esportazioni. Peccato che la svalutazione significava inflazione anche al 20%

Io noto una cosa: che i Paesi in dubbio erano 2, Italia e Grecia. Stessi problemi e stessi dubbi: economia debole, debito alto, corruzione, criminalità instabilità politica eccetera. L'Italia è entrata subito, la Grecia no. La Grecia è già fallita, l'Italia (ancora?) no. Ma se l'Europa fa così schifo, com'è che ci sono così tanti Paesi che venderebbero madre, padre e genitori putativi pur di entrare? Sia chiaro: non è che sia contento di com'è l'Europa oggi, dico però che ci vorrebbe molta più Europa, e non solo economica, e molto meno Stato nazionale.

Che Prodi abbia svenduto l'Italia alla Germania, è un'idea tua. Io so che B. sta svendendo l'Italia a Libia e Russia (con cui la Germania è in grado di trattare in maniera molto diversa). Svendere è sempre brutto, ma anche il compratore conta, e se 15 anni fa siamo entrati in Europa chiedendo per favore, ora trattiamo con Gheddafi e "Luca" Shenko. Io pretendo sempre da chi mi governa la capacità di assumersi le responsabilità: se davvero si è convinti che l'Europa sia negativa, che agiscano di conseguenza.

PS: quando si ha a che fare con cittadini che si ritengono trattati ingiustamente, non gli si manda l'esercito come ha fatto Berlusconi nel 2005. Se c'è gente molto arrabbiata, non ci mandi la polizia a manganellarli. Vedo che nel 2006-2007 le cose si erano risolte, attraverso quella straordinaria conquista dell'evoluzione umana che si chiama PAROLA. Se in mezzo a questi cittadini ci sono movimenti politici che strumentalizzano (facciamo i nomi: Verdi e Rifondazione), se tu che governi sei PIU' intelligente e capace, sai trovare il modo per togliere spazio a questi partitini. A meno che anche a te, come destra, non faccia comodo strumentalizzare il problema, per esempio contro la Bresso, come è stato fatto.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/05/2011, 20:45 
...forse ti sei dimenticato eire-portogallo-spagna...economie tutte gonfiate che al primo sassolino si sono sgonfiate........cmq non riesco a capire una cosa ,chi prima della caduta del muro era antieuropeo ora e' diventato europeista superconvinto..strano come le idee cambiano velocemente (suppongo solo x interesse) [:76] [:34]


Ultima modifica di ubatuba il 26/05/2011, 20:46, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/05/2011, 20:52 
Infatti, i compagni non sopportavano tale idea! Poi, caduto il "muro", Europa, NATO, guerra in Libia ... (Penso sia per dimostraree che non mangiano più i bambini ..) [^]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/06/2011, 21:04 
In scia ad Atene crolla la Ue Bce: "Adesso rischiamo tutti"Premier offre le sue dimissioni per governo di unità. Grecia, quasi crac: violenze in strada. Eurotower: "Ora è concreta l'ipotesi contagio"
L
a Grecia è sull'orlo della bancarotta e l'Europa rischia di sgretolarsi come un castello di sabbia. Ad Atene il popolo è sceso in piazza per protestare contro il piano lacrime e sangue su cui lavora l'esecutivo: ne sono scaturite violenze e scontri. Il premier George Papandreou, nel pomeriggio, ha offerto le sue dimissioni: la priorità è varare le manovre di austerity, altrimenti crolla tutto. E se l'esecutivo a maggioranza socialista non può offrire queste garanzie, il primo ministro greco è pronto a fare un passo indietro. L'obiettivo è quello di varare un governo di unità nazionale focalizzato su un unico fine: relizzare il piano di austerità imposto da Unione Europea e Fondo monetario internazionale. "L'eventuale nuovo esecutivo dovrà garantire pieno appoggio al piano, senza tentare di aggirarlo o di modificarlo", ha tagliato corto Papandreou, incalzato dai cortei e dalle violenze che cingono d'assedio il Parlamento. La situazione è critica. Drammatica. E a peggiorare un quadro che potrebbe eufemisticamente essere definito a tinte fosche, è arrivato l'allarme della Banca Centrale Europea. Dopo il monito a cui ormai, nostro malgrado, siamo abituati - "Attenzione, la crisi non è finita" - la bordata in salsa ellenica: "Le difficoltà per il programma di consolidamento di Atene sono cresciute" rispetto allo scorso dicembre. La crisi di Atene, questo il funereo avvertimento, "è il rischio principale per la stabilità finanziara nell'area euro, e ha il potenziale per creare effetti di contagio" che travolgerebbero tutto il Vecchio Continente.

Slitta il piano Ue-Fmi - Nel pomeriggio di una giornata convulsa, si è appreso che il piano bi di aiuti finanziati da Unione Europe e Fondo Monteario Internazionale per la Grecia potrebbe slittare fino all'11 luglio, data in cui è programmata l'ultima riunione dell'Eurogruppo e dell'Ecofin prima delle vacanze estive. La notizia è stata riferita da fonti dell'Eurozona: il piano dovrebbe valere circa 120 miliardi di euro, considerando anche l'apporto del piano di privatizzazione varato da Atene. Inizialmente i ministri delle Finanze Ue puntavano a raggiungere un’intesa sul piano entro il 20 giugno ma già martedì, nella riunione informale dell’Eurogruppo, era stata ventilata l'ipotesi che l’accordo potesse non essere raggiunto entro il vertice dei capi di Stato e di governo in programma il 23 e 24 giugno. Una nuova riunione informale dell’Eurogruppo è stata comunque convocata per domenica.

I moniti della Bce - La Banca Centrale Europea, nel Financial Stability Review, sottolinea come la stretta interconnessione tra il settore pubblico e le banche, che possiedono ampie fette di titoli di Stato periferici, è il rischio principale per la stabilità finanziaria in Eurolandia che ha "il potenziale per creare effetti di contagio". Secondo l'Eurotower, considerate le implicazioni "potenzialmente molto pericolose" per il Paese debitore e per il suo disastrato sistema bancario in un'eventuale ristrutturazione del debito sovrano (ipotesi sempre più plausibile), si rendono ancora più necessarie riforme politiche macroeconomiche e strutturali. Poi l'avvertimento a tutta l'Europa: "Devono essere applicati con il massimo rigore i programmi di risanamento negoziati dai singoli Paesi con la Ue e con il Fmi". Ovvio però che questa frase sia rivolta in particolar modo ad Atene, dove il piano di rilancio ha sollevato una sollevazione popolare, e dove il governo è stretto nella morsa di una piazza inferociata e di una maggioranza refrattaria all'azione. L'immobilismo, come scrive la Bce, rischia però di far crollare tutto il castello e mettere in ginocchio il Vecchio Continente.

Il rafforzamento - La Bce, tuttavia, ha espresso fiducia per lo sviluppo positivo del rafforzamento di "altri Paesi dell'area euro che avevano mostrato alti rednimenti dei titoli governativi", ottenuti grazie agli sforzi di risanamento e al rafforzamento dei fondamentali economici e di bilancio. La Bce, inoltre, cita come "tallone d'achille" dei sistema bancari l'accesso alla liquidità, l'eterno problema di questa crisi economica, che nonostante la minore dipendenza dai mercati montari "continua ad essere" un problema soprattutto per le banche centrali dei Paesi con maggiori difficoltà di bilancio".

La risposta dell'opposizione - Dopo le dichiarazioni del primo ministro, i conervatori di Nuova Democrazia - il principale partito dell'opposizione in Grecia - hanno detto di essere pronti a entrare in un governo di unità nazionale, ma pongono una condizione: che non ne faccia parte il socialist Papandreou, che dovrà comunque dimettersi. L'opposizione chiede inoltre che venga rinegoziato il piano di austerità.

Gli scontri - Nel giorno del terzo sciopero generale, la polizia ellenica è intervenuta duramente contro i 25mila manifestanti scesi in strada nella capitale per protestare contro il piano di austee un giornalista, mentre un portavoce della polizia ha denunciato il ferimento di due o tre colleghi, tutti "in condizioni gravi": un agente, in particolare, è stato colpito a un orecchio da un razzo per le segnalazioni, mentre un altro ha perso alcune dita di una mano. I tumulti sono degenerati quando un gruppo a volto coperto ha cominciato a lanciare sassi e bottiglie incendiarie contro le forze dell’ordine, che hanno reagito con i gas lacrimogeni: ai violenti, che avevano tentato di assaltare il ministero delle Finanze, si sono peraltro opposti anche numerosi dimostranti. Al grido di "Traditori! Ladri"! Dove sono finiti i soldi?" la folla, che da settimane occupa la centralissima piazza Syntagma, ha circondato il Parlamento, mentre all’interno i deputati discutevano dei tagli per 28 miliardi di euro complessivi decisi dall’esecutivo del premier socialista George Papandreu. Stando sempre alla polizia, alle manifestazioni nella capitale greca hanno partecipato circa trentamila persone, ma secondo i mass media sarebbero state come minimo quarantamila.

Lo sciopero - A causa della protesta, la terza dall’inizio dell’anno, la Grecia si è ritrovata paralizzata: chiusi uffici, banche e scuole, personale ridotto all’osso in cliniche e ospedali, niente trasporti pubblici, traghetti di collegamento con le isole compresi, anche a causa della chiusura di diversi scali portuali. Il premier ha tenuto nel frattempo una riunione di emergenza con il presidente Karolos Papoulias, dopo che la crisi dal piano economico si è estesa anche a quello politico, in seguito alla defezione di un parlamentare socialista che ha lasciato il gruppo del Pasok, riducendo così ad appena cinque seggi il margine a disposizione della maggioranza, mentre un secondo deputato ha annunciato che voterà difformemente rispetto alle indicazioni del partito a favore dei tagli. "Ci troviamo in un momento cruciale dal punto di vista storico", ha dichiarato Papandreu al capo dello Stato. "Per vedere il Paese uscire dalla crisi, procederemo con responsabilità alle necessarie decisioni".

15/06/2011
http://www.libero-news.it/news/762298/I ... utti_.html

[:37] [:76]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 210  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 25/10/2020, 18:09
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org