Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 831 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54 ... 56  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12533
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 14/04/2019, 23:33 
Thethirdeye ha scritto:
Con l'arresto di Assange muore l'informazione.

Guarda su facebook.com


Questo video lo dedico a sottovento.


Ufologo e sottovento in futuro saranno liberi così di parlare senza controparte. [:D]
Esendo allineati e coperti. [:306] [:302]


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4432
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 00:26 
Le 10 rivelazioni di Assange che hanno cambiato il modo di vedere il potere


Immagine


¯
Mision Verdad

Nei suoi quasi 15 anni di attività, WikiLeaks ha diffuso oltre 10 milioni di documenti classificati. Tra questi, la maggior parte ha a che fare con piani segreti del governo degli Stati Uniti nei suoi programmi di intelligence, sicurezza e guerra.

La fondazione guidata dal detenuto Julian Assange è stata l'avanguardia in termini di informazioni classificate per anni. Tanto che i suoi principali portavoce sono stati perseguitati da governi alleati con Washington come Svezia e Gran Bretagna. Assange stesso è stato rifugiato dal 2012 in una piccola stanza dell'Ambasciata dell'Ecuador a Londra, fino a quando il governo di Lenin Moreno ha smesso di concedergli questo status.

1. Gli archivi di Guantanamo

Nel 2007, hanno pubblicato migliaia di documenti sotto forma di manuali e informazioni sul carcere inaugurato dall'amministrazione Bush nel 2002 a Guantánamo Bay, a Cuba. Gli archivi sono pieni di dettagli sui prigionieri e sui metodi di tortura utilizzati quotidianamente contro di loro nell'ambito di un programma di procedure per il trattamento di persone sospettate di essere terroristi. La Croce Rossa ha confermato che non tutti i prigionieri di Guantanamo sono terroristi e le critiche al funzionamento di questa struttura sono aumentate nel corso degli anni. Qui puoi controllare l'archivio di WikiLeaks sull'argomento.

2. Notizie segrete sulle guerre all’Afghanistan e all’Iraq

War Diaries è stato lanciato nel 2010 con quasi 400 mila resoconti riguardanti la guerra in Iraq dal 2004 al 2009. Possiamo trovare tutto, dalle attrezzature militari utilizzate dall'esercito USA in dettaglio, alle informazioni sugli obiettivi militari e civili uccisi, più abusi e torture di prigionieri di guerra nei rapporti. Per indagare sui file inviati, clicca qui.
. Cablegate: una lente d’ingrandimento sulla diplomazia statunitense

Nel 2010, WikiLeaks ha lanciato milioni di cable diplomatici scritti tra il 1966 e il 2010 e pubblicati in diversi media internazionali che mostrano le opinioni dei capi della diplomazia di Washington (tra cui Henry Kissinger) e le istruzioni ai loro diplomatici per spiare politici stranieri, meglio noti come CableGate. I cable confermano la battuta: "Perché non ci sono golpe negli Stati Uniti? Perché non c'è un'ambasciata statunitense”. Puoi controllarli qui.

4. Collateral Murder

Gli archivi filtrati grazie a Chelsea Manning, nel 2010 WikiLeaks hanno portato alla luce un video dal titolo Collateral Murder che mostra come le forze armate statunitensi sparano dagli elicotteri Apache contro obiettivi civili a Baghdad (capitale dell'Iraq), tra cui un giornalista della Reuters, che cadono fulminati al suolo. La registrazione risale al 2007.

Guarda su youtube.com


5. I documenti di Stratfor

Tra il 2012 e il 2013, oltre 5 milioni di e-mail sono trapelate dall'intelligence statunitense Stratfor. I Global Intelligence Files hanno rilasciato numerosi documenti in cui abbiamo appreso alcuni dettagli della rete interna di sorveglianza di massa negli Stati Uniti con la NSA come protagonista, nonché le operazioni segrete svolte da Washington in Siria, tutte tra il 2004 e il 2011, lasciando anche a nudo l'intimo legame che esiste tra l'intelligence americana e la comunità di sicurezza e alcune aziende che funzionano come carri armati e organizzazioni non governative al servizio delle loro élite. Puoi immergerti nel file qui.

6. Svelati TPP, TTIP, TISA

Dal 2013 al 2016, WikiLeaks ha pubblicato documenti successivi denunciando che il governo degli Stati Uniti stava segretamente negoziando accordi di libero scambio noti come Transpacific of Economic Cooperation (TPP, il suo acronimo in inglese), Transatlantic Trade Association e il Investimento (TTIP, il suo acronimo in inglese) e l'Accordo sugli scambi di servizi (TISA, il suo acronimo in inglese).
Prima dell’ascesa di Donald Trump, Washington aveva come strategia un nuovo sistema economico e legale in cui persino i diritti civili sarebbero stati profondamente calpestati in quasi tutto il mondo, sulla base di quegli accordi che non furono mai annunciati fino a quando non ci furono i leak. Controlla le pubblicazioni qui.

7. Alcune corporation a nudo

Dalla sua fondazione nel 2006, WikiLeaks ha pubblicato diversi file declassificati di società multinazionali che contengono informazioni segrete, come le conseguenze della fuoriuscita tossica in Costa d'Avorio da parte della compagnia energetica Trafigura che ha colpito più di 100 mila persone; allo stesso tempo, è stato scoperto che i media britannici erano complici di ciò quando falsificavano gli eventi (scoprilo qui). Inoltre, le attività off-shore della banca svizzera Julius Bär Group (qui) e le connessioni con la Casa Bianca e il complesso industriale-militare della società giapponese Sony (qui) furono anch'esse soggette a fughe di notizie. Pertanto, la politica governativa, ma anche quella imprenditoriale, sono obiettivi della fondazione di Julian Assange.

8. Lo spionaggio globale come strumento geopolitico

Nel 2016, abbiamo appreso che l'Agenzia per la Sicurezza Nazionale (NSA) ha intercettato i telefoni della cancelliera tedesca Angela Merkel e l'ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon, rubato cables della diplomazia italiana per conoscere quanto detto dall’ex premier Silvio Berlusconi con il suo omologo israeliano Benjamin Netanyahu su Barack Obama, ha spiato le comunicazioni dei ministri dell'Unione Europea e del Giappone per apprendere in dettaglio i loro accordi per evitare "l'ingerenza degli Stati Uniti" nel loro relazioni internazionali, tutto con uno scopo: accumulare dati per utilizzarli a vantaggio dei loro interessi come potere geopolitico in tutto il mondo. Tutto questo e altro ancora puoi scrutarlo qui.

9. La caduta di Hillary Clinton

Per tutto il 2016 sono state pubblicate circa 44.000 e-mail dal Comitato Nazionale del Partito Democratico, evidenziando la campagna di sabotaggio contro la candidatura di Bernie Sanders a favore di Hillary Clinton all'interno del partito. A loro volta, 30.000 di queste e-mail appartengono o sono state inviate a Clinton durante il suo mandato come Segretario di Stato, nell'era di Obama. Il suo ruolo nel golpe in Honduras nel 2009, gli affari corrotti della Fondazione Clinton ad Haiti, i suoi piani per intervenire segretamente nella guerra in Siria, i milioni di dollari che guadagna per dare lezioni a banche e compagnie americane, tutte queste informazioni hanno prodotto la caduta di Clinton durante la corsa contro Donald Trump per la Casa Bianca. Ancora molti analisti credono che il magnate sia stata l'opzione migliore. I file sono qui.

10. La CIA cibernetica

Nel 2017 è stato pubblicato Vault 7, la più grande pubblicazione di documenti della Central Intelligence Agency (CIA, il suo acronimo in inglese) fino ad oggi. Puoi leggere gli archivi di come la CIA possieda un immenso arsenale di computer hacking paragonabile a quello della NSA. La cosa più importante è che gli appaltatori e i funzionari dell'agenzia hacker hanno estratto migliaia di strumenti per il loro lavoro come "malware, virus, trojan, attacchi zero-day, sistemi di controllo remoto del malware e documentazione associata". Tutti questi dati sono ora al servizio degli hacker, che potrebbero persino conoscere il tuo indirizzo IP a causa della irresponsabilità della sicurezza della CIA. Puoi leggere i file qui.

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9252
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 11:45 
Da ascoltare, podcast della nostra radio

Immagine

Assange imbavagliato
15 aprile 2019


http://cdn.rsi.ch/podcast/download.cgi? ... e_2019.mp3



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 13:44 
bleffort ha scritto:
Ufologo e sottovento in futuro saranno liberi così di parlare senza controparte. [:D]

Esendo allineati e coperti. [:306] [:302]

Questa non l'ho capita.



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 13:51 
Wolframio ha scritto:
Per quanto sia sicura un rete intranet, è sempre possibile violarla dall'esterno elettronicamente, a meno che i servers siano dentro dei bunkers isolati.

Beh, non penso che Wikileaks abbia queste capacità di intrusione.



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9252
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 14:10 
Immagine
compresa la banca centrale dell'Ecuador [:)]
Quelli ripristinati saranno abbattuti nuovamente



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9252
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 14:13 
sottovento ha scritto:
Wolframio ha scritto:
Per quanto sia sicura un rete intranet, è sempre possibile violarla dall'esterno elettronicamente, a meno che i servers siano dentro dei bunkers isolati.

Beh, non penso che Wikileaks abbia queste capacità di intrusione.


Wikileaks non ha mai fatto intrusioni.



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 14:14 
Wolframio ha scritto:
sottovento ha scritto:
Wolframio ha scritto:
Per quanto sia sicura un rete intranet, è sempre possibile violarla dall'esterno elettronicamente, a meno che i servers siano dentro dei bunkers isolati.

Beh, non penso che Wikileaks abbia queste capacità di intrusione.


Wikileaks non ha mai fatto intrusioni.

Rispondevo alle tue osservazioni sulle reti intranet, ergo parlavo al condizionale.



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10810
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/04/2019, 15:06 
sottovento ha scritto:
Wolframio ha scritto:
sottovento ha scritto:
Wolframio ha scritto:
Per quanto sia sicura un rete intranet, è sempre possibile violarla dall'esterno elettronicamente, a meno che i servers siano dentro dei bunkers isolati.

Beh, non penso che Wikileaks abbia queste capacità di intrusione.


Wikileaks non ha mai fatto intrusioni.

Rispondevo alle tue osservazioni sulle reti intranet, ergo parlavo al condizionale.


CMQ si è sempre basata sulle "soffiate"... da parte di insiders.



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4432
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 16/04/2019, 04:57 
Wolframio ha scritto:
Da ascoltare, podcast della nostra radio

Immagine

Assange imbavagliato
15 aprile 2019


http://cdn.rsi.ch/podcast/download.cgi? ... e_2019.mp3



[;)]


Assange è Colpevole di Aver Rivelato al Mondo Intero l'Anima Malvagia dell'Imperialismo a Stelle e Strisce


Immagine


______________________________________________
Julian Assange è stato arrestato a Londra, portato via dalla Polizia Inglese dopo che il presidente dell’Ecuador, Lenin Moreno, ha dato il via libera all'espulsione dell’editore di Wikileaks. La vicenda di Assange è tragica ma allo stesso modo estremamente efficace nel dimostrare come il vero giornalismo sia ormai bandito in Occidente e quanto coordinamento ci sia tra politici, giornalisti, agenzie di stampa e think tank per silenziare persone scomode al potere Statunitense come Julian Assange e la sua fondazione Wikileaks
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



di Federico Pieraccini
¯
Assange ha due colpe enormi: aver pubblicato materiale autentico sui crimini guerra commessi degli Stati Uniti in Iraq ed aver contribuito, con la pubblicazione delle mail della Clinton, di Podesta e del DNC a rivelare al mondo intero il malaffare nella politica domestica USA con la frode ai danni di Bernie Sanders nelle primarie Democratiche.

Due vicende che colpiscono le fondamenta su cui si basa la retorica del ‘American exceptionalism’, ovvero la perfetta Democrazia di cui gli americani si vantano e le ‘Guerre giuste’ o ‘umanitarie’ come vengono definite da media e politici, ansiosi di accontentare i produttori bellici che spesso risultano essere anche gli editori dei giornali e i maggiori donatori ai partiti politici.

Rilasciare dei video in cui si vedono soldati Statunitensi trucidare ridendo decine di iracheni da un elicottero di guerra (Apache), nonostante fosse evidente che si trattasse di civili disarmati, è una delle più forti dimostrazioni che mai avremmo potuto avere di quanto sia falsa, artefatta e propagandistico il concetto di ‘guerra umanitaria’ o del ‘R2P’ (diritto di proteggere).

Nell’era della comunicazione in cui viviamo, quel video, quelle immagini, quelle risate, furono un messaggio molto potente contro le menzogne quotidiane a cui veniamo sottoposti.

I media non ci diranno mai che il motivo per cui Washington è in guerra un anno sì e due no, da circa duecento anni, è l’imperialismo USA, l’espansione (geo)politica per maggiori risorse energetiche o più in generale, semplicemente controllare una nazione o mandarla nel caos se non si può condizionare ed indirizzare.

Quel video smentiva in maniera fattuale e pratica migliaia di ore di propaganda dei media per convincerci che Washington bombarda le nazioni per portare democrazia e liberare le popolazioni oppresse.

Alla stessa maniera, Wikileaks dimostrando che le primarie democratiche furono una farsa, con la complicità di media come CNN, a danno del principale sfidante della Clinton per guidare il Partito Democratico, Bernie Sanders, dimostrarono in maniera molto solida come il concetto di democrazia sia logoro e ormai inesistente negli Stati Uniti. A guidare i partiti ci sono i soldi dei donatori e la conseguente copertura mediatica che si può comprare per ripetere all’infinito a decine di milioni di americani false notizie, bugie e promesse che mai verranno mantenute.

Diventa evidente, leggendo le rivelazioni pubblicate negli anni da Wikileaks come termini quali ‘democrazia’ e ‘Right 2 Protect’ non siano altro che delle scusanti o giustificazioni per permettere agli Stati Uniti di bombardare ovunque lo desideri, eleggere chi farà esclusivamente gli interessi dell’elite a scapito del popolo e dare lezioni di moralità al resto del mondo con evidenti doppi standard.

Tutto questo produce conseguenze nefaste per la propaganda dei media mainstream e quindi degli obiettivi in politica estera degli Stati Uniti. Senza la credibilità del pretesto, diventa più difficile convincere gli Europei e Nordamericani a mandare i propri figli a morire a migliaia di chilometri da casa.

L’unico antidoto è silenziare la fonte, ignorando le conseguenze, anche se si tratta di un giornalista con fama internazionale, premiato dozzine di volte e da 7 anni rinchiuso in un’ambasciata a Londra.

L’Australiano è riuscito a diventare contemporaneamente il nemico numero uno per l’apparato Militare Industriale, i democratici e successivamente per tutti quei russofobi Statunitensi. Ha svolto talmente bene il proprio lavoro, in maniera imparziale, che è riuscito a diventare un obiettivo di praticamente tutta Washington che non concordo su niente, se non che Assange va rinchiuso in galera a vita.

Il suo destino pare segnato, con la probabile estradizione negli USA dove lo attendo un processo segreto, su accuse false, senza nemmeno poter vedere le prove con cui è accusato.
Avrebbero fatto prima a portarlo a Guantanamo. L’effetto è comunque il medesimo. Certo, non per tutti. Molti gioiscono alla notizia del suo arresto. Tutto il movimento #MeToo e quei gruppi legati ai diritti umani, nemmeno una critica, anzi spesso applausi per la decisione di Lenin Morero e l’arresto da parte della polizia inglese. Agenti dell’imperialismo che si rivelano al momento opportuno, invece di far sentire la propria voce per un giornalista arrestato, tacciono in silenzio.

Giornali, TV, personalità mediatiche al di fuori dagli Stati Uniti sono parte integrante e contribuiscono intenzionalmente nel creare una coltre di disinformazione, omissioni e menzogne funzionali alla propaganda degli Stati Uniti. Possono dividersi sui presidenti Statunitensi e sulle politiche dei Democratici e Repubblicani, ma il mantra che Washington (e Tel Aviv) rappresenti sempre il ‘giusto’ e il ‘bene’ non si placa.

Intanto nel mondo assistiamo a sempre più guerre causate direttamente o indirettamente dagli Stati Uniti a prescindere da chi siede nella Casa Bianca. Il giornalismo autentico, vero, scompare inesorabile sotto i colpi della censura. Le menzogne in Occidente dilagano e la teoria del complotto generata dall’indagine di Muller, durata per 3 anni, rimarrà nella storia come l’esempio cardine di come si possa plagiare la mente di decine di milioni di persone semplicemente ripetendo una completa e assoluta falsità senza alcuna prova a sostegno.

L’arresto di Assange ci porta a fermarci un momento e riflettere sui cambiamente in atto e di come l’impero USA stia reagendo aggressivamente travalicando ogni limite per impedire l’inevitabile cambiamento in atto con una trasformazione dell’Ordine Mondiale da Unipolare a Multipolare. La perdita di prestigio, rispetto, dignità, lealtà e onestà sono tutte conseguenze che gli Stati Uniti affrontano anche a causa dell’ottimo lavoro giornalistico di Wikileaks negli ultimi 15 anni, senza mai essere smentiti o debunked.

Arrestare in un consolato straniero un giornalista, cittadino Australiano, estradandolo da un paese terzo negli Stati Uniti per essere processato in segreto, senza visionare le prove, è un nuovo livello di bassezza persino per Washington che dovrebbe preoccupare chiunque abbia ancora a cuore la libertà di informazione. Il comportamente compiacente dei colleghi giornalisti di Assange, che hanno di fatto legittimato l’azione di Washington, si può spiegare solo con le parole del defunto Udo Ulfkottes, giornalista Tedesco che ha rivelato di aver scritto articoli falsi su input della CIA, come quasi tutti i suoi colleghi:

"La copertura non ufficiale si verifica quando un giornalista lavora essenzialmente per la CIA, ma non in una capacità ufficiale. Ciò consente a entrambe le parti di raccogliere i frutti della partnership, garantendo allo stesso tempo una negazione plausibile per entrambe le parti. La CIA troverà giovani giornalisti e li guiderà. All'improvviso le porte si apriranno, i premi saranno dati, e prima che te ne accorga, devi tutta la tua carriera a loro. Questo è essenzialmente il modo in cui funziona. Pubblicavo articoli con il mio nome, ma scritti da agenti della CIA e altri servizi segreti, in particolare il servizio segreto tedesco. Ho imparato a mentire, a tradire e a non dire la verità al pubblico "

Oppure potremmo citare il rimpianto Robert Parry che scrisse:

"Questa perversione di principi - distorcendo le informazioni per adattarsi alle conclusioni desiderate - divenne il modus vivendi della politica e del giornalismo americano. E quelli di noi che hanno insistito per difendere i principi giornalistici di scetticismo e imparzialità sono stati sempre più evitati dai nostri colleghi, un'ostilità che è emersa prima sulla destra e tra i neoconservatori ma alla fine ha risucchiato anche il mondo progressista… La demonizzazione del presidente russo Vladimir Putin e della Russia è solo la caratteristica più pericolosa di questo processo di propaganda - ed è qui che i neocon e gli interventisti liberali si uniscono in modo significativo. L'approccio dei media USA alla Russia è ora praticamente una propaganda al 100%".

In fondo la colpa maggiore di Assange è aver rivelato con immagini, notizie, email, cablogrammi e video il vero volto dell’imperialismo a Stelle e Strisce che da decenni causa guerre, morti e distruzione in giro per il mondo per il proprio tornaconto politico ed economico, con giustificazioni improprie, false ed illegittime, avvalorate da autoproclamati esperti e amplificate e ripetute all’infinito dall’apparato mediatico mainstream.
_



Fonte


Guarda su youtube.com



Il video qui sopra è da consultare soprattutto in certe situazioni.
Così sarà possibile mentire a se stessi......... come se nulla fosse mai accaduto. Immagine



Metodo collaudato. Complimenti a chi si lascia trasportare sempre dai soliti “traghettatóri”. Immagine Immagine

Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4432
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 18/04/2019, 04:52 
Roger Waters: "La Gran Bretagna con l'arresto di Assange ha violato tutte le norme etiche, morali e legali. È diventata complice volontaria degli Stati Uniti"


Immagine


______________________________________________
Il musicista britannico crede che Londra, arrestando il fondatore di WikiLeaks, "abbia violato tutte le leggi, morali, etiche e legali".
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
In un'intervista concessa a RT il co-fondatore Pink Floyd e attivista politico Roger Waters ha sostenuto che l'arresto di fondatore di Wikileaks, Julian Assange, viola il diritto internazionale, e dimostra che il Regno Unito è stato disposto complice degli Stati Uniti .

"Vederlo portare con la forza, credo che fosse una divisione speciale, e metterlo nel furgone e portalo porta via, è stato assolutamente agghiacciante. E pensare che il Regno Unito è diventato un complice un satellite dell'impero americano che farebbe una cosa del genere contravvenendo tutto le norme, morali, etiche e legali, è assolutamente e incredibilmente atroce", ha affermato Waters.



Guarda su youtube.com



"Moreno è stato corrotto"

Per quanto riguarda la dichiarazione del Presidente dell'Ecuador Lenin Moreno, secondo il quale arresto è stato accelerato dopo che ha deciso di ritirare l'asilo goduto dal giornalista, il musicista britannico ha ribadito che il presidente ecuadoriano "costantemente e coerentemente mente" e "direbbe qualsiasi cosa per fare" soldi.

Inoltre, Waters ha insistito sul fatto che Moreno sia stato "corrotto con la promessa di un prestito del FMI di 4,7 miliardi di dollari" per prendere la decisione di permettere alla polizia del Regno Unito di entrare nell'ambasciata per catturare Assange.

"I suoi piani non finire con il fatto che Moreno abbandoni Assange.
Essi hanno anche in programma di consentire alla società di energia Chevron di iniziare l'estrazione del petrolio nel più grande parco nazionale in Ecuador", ha suggerito il fondatore dei Pink Floyd.

"La strada per la tirannia assoluta"

Per quanto riguarda la possibile estradizione di Assange negli Stati Uniti, Waters ha esortato il popolo britannico a impedire al suo governo di consentirglielo.

"Tutti dovrebbero concentrarsi su Assange, perché se permettiamo al Regno Unito di farla franca estradandolo negli Stati Uniti e permettiamo al suo governo di torturarlo e possibilmente fermarlo per il resto della sua vita, avremo permesso [ inizio] la strada verso la tirannia assoluta e probabilmente la distruzione del pianeta ", ha avvertito il musicista.

In questo senso, Waters ha suggerito che "la squadra Bolton, Abrahams, Pence e Trump stanno disperatamente cercando di lanciare il pianeta nella terza guerra mondiale".

Cosa succederà ad Assange?

Alla domanda sul destino che attende il fondatore di WikiLeaks e se sarà torturato a morte, Waters ha detto che le autorità statunitensi lo stanno già "uccidendo".

"L'hai visto quando ha lasciato l'ambasciata? Ha visto a malapena la luce del giorno in molti anni senza commettere alcun crimine, solo perché Donald Trump lo vuole morto, potrebbe davvero finire morto", ha concluso il musicista.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4432
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 27/05/2019, 06:10 
"Conto su di voi per salvarmi la vita": Assange, dal carcere, chiede una mobilitazione a coloro che condividono la sua battaglia


Immagine


______________________________________________
Il fondatore di WikiLeaks si dichiara indifeso e spinge l'opinione pubblica a combattere per i suoi ideali "fino al giorno in cui non sarà libero."
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



¯
Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, ha dichiarato in una lettera che non è in grado di esercitare la sua difesa in carcere di fronte ai tentativi degli Stati Uniti di ottenere la sua estradizione e forse la sua morte.

Nel testo, scritto a mano il 13 maggio scorso e inviato al giornalista indipendente britannico Gordon Dimmack, l'attivista australiano ha chiesto a tutti coloro che condividono i suoi ideali di combattere "fino al giorno in cui non sarà libero".

"Sono impotente e conto su di voi e su altre persone di buon senso per salvarmi la vita", ha scritto Assange, lamentandosi del fatto che coloro i quali avrebbero potuto organizzare la sua difesa si sono tirati indietro. "Tutti gli altri devono prendere il mio posto", ha aggiunto.

Nella sua prigionia all'interno della carcere britannica di Belmarsh, la Guantanamo inglese, il fondatore di WikiLeaks ha dichiarato di non avere alcun tipo di accesso a un computer, a Internet o qualsiasi altro tipo di fonte di lettura, e che se pure ci fosse riuscito "sarebbe solo per mezz'ora una volta alla settimana."

L'altro lato? Una superpotenza che si sta preparando da nove anni, con centinaia di persone e milioni di dollari nascosti che sono stati spesi per il caso", aveva spiegato Assange giorni prima che la giustizia degli Stati Uniti annunciasse 17 nuove accuse penali che portano a circa 175 anni la potenziale condanna contro di lui.

"Il governo degli Stati Uniti o, piuttosto, gli elementi deplorevoli che in esso odiano la verità, la libertà e la giustizia, vogliono aprire la strada alla mia estradizione e morte", ha affermato l'attivista prima di ricordare che il suo lavoro giornalistico è stato nominato sette volte per il Nobel per la pace.
"Nel lungo periodo, la verità è tutto ciò che abbiamo", ha concluso.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9252
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 27/05/2019, 22:18 
Nessuno fà piu nulla, è abbandonato al suo destino. Firmare petizioni online non serve a nulla, non si vede l'ombra di manifestazioni, i suoi avvocati possono solo tirarla alla lunga, ma alla fine tra un anno verrà massacrato dai giudici svedesi e poi americani.
Vergogna, vergogna.



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”Immagine
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2287
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 27/05/2019, 22:33 
lo hanno imbavagliato e lo hanno incriminato e farlo un martire è più di quello che avrebbe dovuto prevedere per se stesso, non ne è stato capace forse perchè pensava che sarebbe stata una passeggiata tra club di amici arcobaleno o meno che vanno avanti con striscioni e dichiarazioni dai balconi dei club con altri ad applaudirlo con vestiti millefiori,
voglio dire che in fondo possiede ingenua e colpevole deficienza,
come tale non si merita quello che gli stanno facendo



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 19015
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 28/05/2019, 12:58 
Wolframio ha scritto:
Nessuno fà piu nulla, è abbandonato al suo destino. Firmare petizioni online non serve a nulla, non si vede l'ombra di manifestazioni, i suoi avvocati possono solo tirarla alla lunga, ma alla fine tra un anno verrà massacrato dai giudici svedesi e poi americani.
Vergogna, vergogna.


Si è andato ormai.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 831 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54 ... 56  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 06/04/2020, 03:47
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org