Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 839 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 52, 53, 54, 55, 56
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9606
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 28/12/2019, 19:08 
15.04.2019 - 08:13


'La Svizzera offra asilo politico ad Assange'

Lo chiede il Partito comunista ticinese con una lettera inviata direttamente al consigliere federale Ignazio Cassis


Il partito comunista ticinese scrive a Ignazio Cassis, consigliere federale e responsabile del Dipartimento degli affari esteri, per chiedere che a Julian Assange venga concesso l'asilo politico in Svizzera. “L’arresto di Assange è avvenuto dopo forti pressioni del governo statunitense sui paesi implicati nella vicenda, in barba non solo alla sovranità degli stessi, ma anche in evidente disprezzo del diritto d’asilo. Come ha avuto modo di spiegare l’ex-procuratore pubblico ticinese Dick Marty”, si legge nella missiva.

“L’eventuale estradizione di Assange negli Stati Uniti potrebbe peraltro comportare la pena capitale, in quanto sarebbe trattato quale vertenza relativa alla sicurezza nazionale”, continua la lettera firmata da Massimiliano Ay.

“Chiediamo con la presente al governo del nostro Paese, tramite i servizi del suo Dipartimento, di presentare una nota di protesta al governo di Washington e che, nel rispetto della tradizione umanitaria, democratica e neutrale della Confederazione, venga concesso asilo politico al dissidente Julian Assange ingiustamente perseguitato per aver rivelato numerose atrocità nell’ambito della politica interventista statunitense. Ciò, peraltro, rientrerebbe pure nel mero interesse nazionale della Svizzera, in quanto si otterrebbero informazioni necessarie per capire come uno dei nostri attuali partner, gli Usa appunto, risultino del tutto inaffidabili e dannosi per il protagonismo del nostro Paese nell’ambito del mondo multipolare che si sta configurando”, si conclude.

https://www.laregione.ch/svizzera/svizz ... ad-assange






19 dic 2019


'La Svizzera conceda asilo politico ad Assange'


A chiederlo ONG, sindacati e diversi partiti di sinistra, che hanno manifestato a Ginevra per il rilascio del fondatore di WikiLeaks


Immagine
ONG, sindacati e le sezioni ginevrine di diversi partiti di sinistra invitano la Svizzera a concedere asilo politico al fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, detenuto in Gran Bretagna. Decine di persone hanno chiesto oggi a Ginevra il suo "rilascio immediato".

La giustizia britannica dovrà prossimamente decidere se autorizzare o meno l'estradizione dell'australiano verso gli Stati Uniti che lo accusano di spionaggio. Nel 2010, WikiLeaks - associazione senza scopo di lucro che riceve in forma anonima documenti di ogni tipo protetti dal segreto di stato per poi pubblicarli sul proprio sito web - aveva pubblicato oltre 700.000 documenti riservati sulle attività militari e diplomatiche degli Stati Uniti.

"Libertà per Assange", si leggeva su numerosi striscioni sventolati dai partecipanti alla manifestazione, indetta da una ventina tra organizzazioni e partiti politici dell'area rosso-verde. Scopo principale dell'azione il rilascio immediato di Assange, il suo trasporto "in un luogo sicuro", e, infine, l'asilo politico in Svizzera. Un appello analogo è stato lanciato qualche mese fa da una ventina di giuristi elvetici.

I Verdi ginevrini hanno annunciato la preparazione di una risoluzione per chiedere che al fondatore di WikiLeaks - che soffre di problemi fisici e psicologici - venga rilasciato un visto umanitario dalla Svizzera che gli consenta di essere curato negli ospedali universitari di Ginevra (HUG). La sezione ginevrina del Partito Socialista (PS) chiede dal canto suo che si delinei un quadro giuridico che protegga gli informatori.

Le organizzazioni che hanno partecipato all'azione odierna denunciano anche le "condizioni deplorevoli" in cui l'australiano - che ha trascorso quasi sette anni nell'ambasciata ecuadoriana - è detenuto a Londra. Hanno anche ricordato che il mese scorso il responsabile Onu contro la tortura, lo svizzero Nils Melzer, dopo aver visitato Assange nel carcere britannico di massima sicurezza, ha affermato che il fondatore di WikiLeaks "mostra tutti i sintomi tipici di un'esposizione prolungata alla tortura psicologica".

Dal canto suo l'ONG ginevrina Presse Emblème Campagne (PEC) ha espresso solidarietà nei confronti di qualcuno che "ha denunciato "abusi gravissimi".

Assange, 48 anni, è detenuto nel Regno Unito dal maggio scorso, dopo che l'Ecuador del nuovo presidente Lenin Moreno gli ha revocato l'asilo concesso 7 anni prima da Rafael Correa, cedendo alle pressioni americane. Nel frattempo ha finito di scontare la pena per violazione dei termini della libertà vigilata inflittagli nel 2012, quando si rifugiò nell'ambasciata ecuadoriana a Londra.

Ma rimane in cella in attesa dell'avvio delle udienze previste da febbraio 2020 sull'estradizione chiesta dagli Stati Uniti, paese dove rischia una condanna fino a 175 anni di galera. E dove secondo molti non può sperare in un giudizio equo.

https://www.ticinonews.ch/svizzera/4947 ... d-assange-



_________________
ImmagineImmagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”ImmagineImmagine
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 28/12/2019, 22:04 
se gli stati uniti fossero d'accordo lo manderebbero ovunque vogliano i suoi difensori,
ma non mi sembra che possa esserci una minima possibilità di questo risultato
per rilasciarlo lo vorrebbero innocuo, anche di testimoniare la verosimili torture psicologiche a cui viene sottoposto,
non credo che da parte usa ci possa essere l'intenzione di lasciare correre, nè prima nè dopo...
quindi?



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 14/02/2020, 20:33 
aggiornamenti su Assange?
secondo me in questo periodo lo hanno cotto, a fine febbraio se non ricordo male dovevano decidere qualcosa sull'estradizione,
secondo me sarà ridotto già uno zombie...



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 15321
Iscritto il: 01/10/2009, 21:02
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/02/2020, 09:02 
All'incirca. Aveva grossi problemi di salute fino a poco tempo fa.


Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 15/02/2020, 11:53 
Bastion ha scritto:
All'incirca. Aveva grossi problemi di salute fino a poco tempo fa.

il fatto che non ci siano stati clamorosi sviluppi, tipo rilascio (direi improbabile), indica solo che stanno portando avanti il loro "metodo"
era già una persona con alterazioni da stress da torture psicologiche già a novembre dicembre...
non ricordo, a quanto si leggeva, se simile a lento PTSD...
il "metodo" sarà sicuramente proseguito senza stop...
una persona contro i "metodi" di stato in questo caso non conta nulla... e conterà sempre di meno,
se esce vivo dirà ciò a cui è stato sottoposto...
... uscirà vivo...? forse per cure dell'ultimo momento?
nemmeno i difensori e quelli di Amnesty, a quanto leggo, che cioè, almeno io, non ho trovato nelle notizie quotidiane aggiornamenti... hanno riportato nel periodo qualcosa
avranno capito che anche loro non possono fare nulla...



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2760
Iscritto il: 15/02/2012, 13:31
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 13/03/2020, 00:09 
mi sono ricordato e ho voluto cercare aggiornamenti su julian assange

nei primi posti c'è un articolo del L'antidiplomatico, che però dà -errore 404-...

qui un altro link:
https://www.lastampa.it/esteri/2020/02/ ... 1.38510888
È iniziato oggi dinanzi alla Woolwich Crown Court, alla periferia di Londra, il processo di primo grado sulla controversa richiesta di estradizione negli Usa di Julian Assange. L'accusa principale è di cospirazione. Il fondatore di Wikileaks è inseguito da Washington fin dal 2010, a causa della pubblicazione di una caterva di documenti riservati imbarazzanti per le forze armate e la diplomazia americane, a iniziare da quelli sottratti dagli archivi del Pentagono dalla whistleblower Chelsea Manning. Al momento sono previste cinque udienze, fino al 28 febbraio e poi la conclusione a maggio. Alla fine ci sarà una sentenza appellabile con una decisione ultima attesa verso fine 2020.


non ci sono foto di assange recenti...
[:291]



_________________
Gli abortiti non sono figli della "libertà" di chi li ha uccisi.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 11/05/2020, 07:30 
Il relatore delle Nazioni Unite per la tortura dopo aver indagato sul caso Assange: "Ora ho paura di saperne di più sulle democrazie"


Immagine


Il funzionario, che l'anno scorso ha visitato Assange nella prigione di massima sicurezza di Londra, ha ricordato che l'attivista australiano ha mostrato "chiari segni di prolungata tortura psicologica".


¯
Il relatore speciale delle Nazioni Unite per la tortura Nils Melzer ha affermato che scoprire come la crudeltà subita da Julian Assange dalle democrazie occidentali sia stata premeditata ha aumentato la sua paura di saperne di più su come funzionano queste democrazie. Il fondatore di WikiLeads rimane incarcerato nella prigione di massima sicurezza di Belmarsh (Regno Unito).

"Oggi un anno fa, ho visitato Assange in carcere. E ha mostrato chiari segni di tortura psicologica prolungata. Per prima cosa sono rimasto sorpreso che le democrazie mature potrebbero produrre un tale incidente. Poi ho scoperto che non è stato un incidente. Ora ho paura di conoscere le nostre democrazie", ha scritto il relatore su Twitter.


Nils Melzer ha scritto:

Immagine

Today one year ago we visited #Assange in prison.

He showed clear signs of prolonged psychological #Torture.

First I was shocked that mature democracies could produce such an accident.

Then I found out it was no accident.

Now, I am scared to find out about our democracies...

Video su twitter

5:02 AM - May 9, 2020



Dopo che gli esperti medici che hanno accompagnato Melzer durante la visita dell'anno scorso hanno concluso che Assange era stato vittima di torture psicologiche a causa del suo arresto arbitrario, il funzionario delle Nazioni Unite ha esortato le quattro nazioni coinvolte: USA, Regno Unito, Svezia ed Ecuador - ad avviare un processo di indagine formale.

Melzer è stato coinvolto nel caso Assange nel marzo 2019, dopo due richieste precedentemente fatte dagli avvocati dell'attivista australiano. Immediatamente, indagando sul caso, si rese conto che "c'era qualcosa che non andava" .

A febbraio, il relatore ha rivelato l'assetto e alcune incongruenze che ha riscontrato in merito ai casi giudiziari contro il fondatore di Wikileaks in Svezia, Regno Unito e Stati Uniti, oltre al trattamento da parte dell'Ecuador dell'attivista. "Assange ha rivelato torture, è stato torturato e potrebbe essere torturato a morte negli Stati Uniti", ha avvertito Melzer.

Nello stesso mese, oltre un centinaio di medici hanno sollecitato il Regno Unito e l'Australia in una lettera aperta per porre fine alla "tortura" dell'attivista incarcerato nella prigione britannica in attesa della risoluzione di una richiesta di estradizione negli Stati Uniti.

Questa settimana, è stato rivelato che la seconda parte del caso di estradizione negli Stati Uniti di Assange è stato rinviato almeno al prossimo settembre. La decisione è legata alla quarantena imposta dal governo britannico a causa della pandemia di coronavirus.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 20180
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 11/05/2020, 12:15 
Pensa se fosse detenuto in cina o in russia... apriti cielo...



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 04/06/2020, 14:35 
Immagini esclusive TheGrayZone in un tribunale britannico. Così hanno ridotto Julian Assange


Immagine


di Max Blumenthal* – 29 maggio 2020
¯
Fotografie scattate di nascosto all’interno di un’aula giudiziaria britannica e fornite a The Grayzone mostrano un Julian Assange confinato in una gabbia di vetro e impossibilitato a comunicare con i suoi avvocati.


Fotografie scattate all’interno del Tribunale Reale di Woolwich, a Londra, e fornite in esclusiva a The Grayzone evidenziano le misure antidemocratiche imposte dallo stato di polizia britannico all’incarcerato editore di WikiLeaks Julian Assange.


Riprese durante le udienze per l’estradizione di Assange, che hanno avuto luogo tra il 24 e il 28 febbraio, le immagini evidenziano il confinamento cui è stato assoggettato Assange nonché il deterioramento fisico che ha subito da quando è stato arrestato nell’aprile del 2019 e imprigionato in un carcere di massima sicurezza.


Il 26 febbraio la giudice Vanessa Baraitser ha promesso di ritenere colpevole di oltraggio alla core chiunque scatti fotografie. Tuttavia un osservatore aveva scattato diverse foto prima dell’ammonimento della giudice.


Anonymous Scandinavia, un gruppo di sostenitori di Assange con sede in Svezia, ha fornito le foto a The Grayzone al fine di denunciare quella che considerano la repressione statale di un giornalista d’inchiesta.


Le immagini mostrano Assange confinato in una gabbia di vetro, fisicamente separato dalla sua squadra legale e non in grado di seguire il proprio processo.


Per tutte le udienze Assange ha contestato il suo isolamento, lamentando alla giudice Baraitser: “Sono tanto partecipe di queste procedure quanto sono a Wimbledon. Non posso comunicare con i miei avvocati o chiedere loro chiarimenti”. Ha detto alla sua squadra legale di non essere in grado di sentire dall’interno della gabbia di vetro.


Di seguito si può vedere un apparentemente demoralizzato Assange guardare attraverso i pannelli di vetro antiproiettile due dei suoi avvocati, Stella Morris e Baltazar Garzon.
Immagine

In un’accorata testimonianza in video diffusa questo aprile la Morris ha rivelato di essere la madre dei due figli piccoli di Assange.


Per tutto il 2017 la Morris è stata spiata da una società spagnola di sicurezza apparentemente assunta dalla CIA attraverso la Las Vegas Sands del mega donatore Repubblicano Sheldon Adelson. A un certo punto il direttore della società ha ordinato a un dipendente di rubare un pannolino di uno dei figli della Morris in un tentativo di confrontare il suo DNA con quello di Assange.


“Sapevo che i poteri che sono contro Julian sono feroci e che non c’erano limiti a essi”, ha commentato la Morris dopo aver appreso della campagna di sorveglianza. “Ed è per questo che sento di dovere [rivelarmi come madre dei figli di Assange]. Perché ho compiuto così tanti passi per così tanti anni e sento che la vita di Julian potrebbe star arrivando al termine”.



“La prolungata esposizione a tortura psicologica” prosegue in tribunale


Dalla sua fondazione nel 2010 WikiLeaks ha pubblicato miniere di documenti che denunciano i crimini di guerra, le interferenze e la corruzione degli Stati Uniti in tutto il globo. Dopo la diffusione di migliaia di dispacci classificati del Dipartimento di Stato forniti dalla talpa militare Chelsea Manning, il vicepresidente Joseph Biden ha denunciato Assange come un “terrorista dell’alta tecnologia”.


Nell’aprile del 2017 l’allora direttore della CIA Mike Pompeo ha etichettato WikiLeaks un’”agenzia spionistica ostile straniera”, denigrando Assange come un “ciarlatano” in un discorso che ha telegrafato la malvagia campagna di Washington contro l’editore.


In quel dicembre procuratori federali statunitensi hanno depositato un rinvio a giudizio accusando Assange di 17 capi di violazione della Legge sullo Spionaggio. Oggi egli rischia 175 anni in un carcere statunitense.


Nils Melzer, lo speciale relatore delle Nazioni Unite sulla tortura, ha avvertito che, se estradato, “Assange sarebbe esposto al reale rischio di gravi violazioni dei suoi diritti umani, compresa la sua libertà di espressione, il suo diritto a un giusto processo e del divieto della tortura e di altri trattamenti o punizioni crudeli, disumani o degradanti”.


Melzer è stato scosso dai tratti che ha osservato dopo aver incontrato Assange nel maggio del 2019. In un rapporto pubblicato dall’Ufficio dell’Alto Commissario dell’ONU per i Diritti Umani, l’esperto ha segnalato, “in aggiunta a disturbi fisici, il signor Assange ha mostrato tutti i sintomi tipici della prolungata esposizione a torture psicologiche, compresi stress estremo, ansia cronica e intenso trauma psicologico”.


La foto di seguito mostra un Assange visibilmente disorientato con un tetro pallore e uno sguardo privo di espressione.


Immagine





Gabbie giudiziarie nella storia
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Anche se Assange non è mai stato condannato per un reato e non ha precedenti di comportamenti violenti, la sua gabbia è stata più restrittiva di quella riservata a Adolf Eichmann quando il burocrate nazista di vertice fu sottoposto a processo a Gerusalemme nel 1961. Diversamente da Assange, Eichmann fu in grado di comunicare liberamente con il suo legale e di ascoltare una traduzione dal vivo del suo processo.

Immagine


Nel corso del suo processo a Mosca per corruzione nel 2005 l’oligarca russo Mikhail Khodokovskj fu analogamente tenuto in una gabbia. Dopo una contestazione formale del confinamento da parte del suo socio in affari e coimputato, Platon Lebedev, che aveva affermato che la gabbia costituiva una violazione del diritto alla presunzione d’innocenza, la Corte Europea dei Diritti Umani sentenziò che i due erano assoggettati a “condizioni disumane e degradanti nel tribunale”.

Immagine

Quando il primo leader democraticamente eletto dell’Egitto, Mohamed Morsi, crollò e morì in una gabbia insonorizzata in un tribunale, sei anni dopo essere stato deposto nel 2013 da un colpo di stato militare, i media occidentali e organizzazioni per i diritti umani , tra cui Human Rights Watch e Amnesty International, esplosero in un coro di condanna.

Immagine

Questi stessi gruppi per i diritti hanno detto poco riguardo alle restrizioni draconiane imposte dallo stato di polizia britannico ad Assange nel corso delle sue intere udienze per l’estradizione. Ma la loro reticenza può essere scusata in base al fatto che immagini chiare del suo isolamento non autorizzato in tribunale non sono state pubblicamente disponibili fino a oggi.
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯


Rimandata l’udienza di Assange e prorogato l’isolamento

Il carcere ‘super-massimo’ di Belmarsh dove Assange è detenuto è considerato come la versione britannica della struttura statunitense di Guantanamo. A parte Assange, il carcere ospita scagnozzi della mafia, membri di al-Qaeda e sicari neofascisti come Tommy Robinson. Circa il 20 per cento dei detenuti di Belmarsh è costituito da assassini e due terzi hanno commesso un crimine violento.


117 professionisti autorizzati della medicina di tutto il mondo hanno scritto ai governi britannico e australiano per condannare “la tortura di Assange”, “la negazione del suo diritto fondamentale a un’assistenza sanitaria appropriata”, “il clima di paura che circonda le cure sanitarie che gli sono praticate” e “le violazioni del suo diritto alla confidenzialità medico-paziente”.


Dopo la lettera aperta dei medici, Belmarsh è diventato un sito di contagio del COVID-19. Come ha scritto il giornalista Matt Kennard, un rapporto del 2007 dell’Ispettore Capo delle Carceri del Regno Unito ha rilevato che “il controllo dell’infezione è stato inadeguato” nella struttura di detenzione.


Anziché concedere ad Assange un permesso medico temporaneo, tuttavia, la giudice Baraitser ha rinviato di quattro mesi il suo processo per estradizione, facendolo di nuovo scomparire dall’occhio del pubblico.


“In vent’anni di lavoro con vittime di guerra, violenze e persecuzioni politiche”, ha detto Melzer dell’ONU a proposito del trattamento del fondatore di WikiLeaks, “non ho mai visto un gruppo di stati democratici darsi manforte per isolare, demonizzare e maltrattare deliberatamente un singolo individuo per così tanto tempo e con così poco riguardo per la dignità umano e il primato della legge”.


Quando Assange tornerà in tribunale il prossimo settembre, la gabbia di vetro sarà lì ad attenderlo.


*Max Blumenthal è un giornalista premiato e autore di diversi libri, tra cui i bestseller Republican Gomorrah, Goliath, The Fifty One Day War, e The Management fo Savagery. Ha prodotto articoli a stampa per una serie di pubblicazioni, molti servizi video e numerosi documentari, tra cui Killing Gaza. Blumenthal ha fondato The Grayzone nel 2015 per gettare una luce giornalistica sulla condizione di perpetua guerra degli Stati Uniti e sulle sue pericolose ripercussioni nazionali.
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 2761
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 04/06/2020, 22:31 
Io è dal 2010 che aspetto che la storia venga riscritta...


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 06/06/2020, 10:06 
Robiwankenobi ha scritto:
Io è dal 2010 che aspetto che la storia venga riscritta...


Hummm..... la vedo dura.

E nel tempo, se continua così (purtroppo la direzione è a senso unico, mentre le generazioni si susseguono on and on), conosceremo -forse- solamente le “facce” di coloro che vogliono evitare che la storia venga riscritta.
Troppo inganno è stato creato, meglio non correre rischi.
Meglio non fare sapere qual'è la verià. Altrimenti il ‘dividi e domina’ viene a mancare.



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 06/09/2020, 17:55 
Il regista Passarelli e il documentario su Assange: "Le persone hanno sempre più bisogno di sapere cosa viene fatto dai governi in loro nome"


Immagine


Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 13/09/2020, 12:13 
Gli USA ostacolano la Spagna nell'indagine sullo spionaggio contro Assange

Immagine


¯
Nel 2019 un'indagine sul quotidiano spagnolo EL PAIS, in base a una denuncia penale presentata da Julian Assange, sosteneva che numerose registrazioni illegali erano state effettuate dalla società di sicurezza privata spagnola UC Global mentre il fondatore di WikiLeaks Julian Assange viveva presso l'ambasciata ecuadoriana, dove ha chiesto asilo a 2012 per eludere la possibile estradizione negli Stati Uniti.


Gli Stati Uniti stanno ostacolando la cooperazione giudiziaria con la Spagna nella loro indagine in corso sul presunto spionaggio contro il fondatore di WikiLeaks Julian Assange durante il suo mandato di asilo presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra, riferisce El PAIS.

Secondo quanto riferito, i pubblici ministeri americani hanno basato la cooperazione sulla volontà di un giudice spagnolo di aprirsi alle sue fonti di informazione nel caso.

Il giudice Jose de la Mata dell'Alta Corte spagnola aveva in precedenza inviato una richiesta di cooperazione giudiziaria alle autorità statunitensi come parte di un'indagine che sta dirigendo in una società di sicurezza privata spagnola, UC Global SL, che era responsabile della sicurezza presso l'ambasciata, e il suo proprietario David Morales.

I pubblici ministeri statunitensi hanno risposto alla richiesta inviando una lettera a un giudice di collegamento per la Spagna negli Stati Uniti, chiedendole di trasmettere una serie di richieste a De la Mata.

Pertanto, al giudice spagnolo che indaga sul presunto spionaggio di Julian Assange viene chiesto di fornire la prova che le informazioni che cercano alle autorità statunitensi sono "rilevanti e sostanziali per l'indagine".

Inoltre, Washington chiede al giudice di rivelare le fonti di informazione su cui si basa la richiesta di cooperazione giudiziaria.

I pubblici ministeri statunitensi vogliono che il giudice spagnolo risponda a un lungo elenco di domande che coprono diversi aspetti delle indagini che sta conducendo, scrive lo sbocco.

Secondo quanto riferito, i pubblici ministeri vogliono sapere a chi il giudice pensa che Morales abbia fornito informazioni, se si ritiene che le sue azioni siano un caso di corruzione o se stesse lavorando per un servizio di informazione straniero.

L'informazione deve essere fornita alle autorità statunitensi entro il 16 ottobre, altrimenti “presumeremo che le autorità spagnole non siano interessate”, si legge nella richiesta dei procuratori americani, minacciando di “accantonare” la richiesta di cooperazione.

L'inchiesta spagnola

L'indagine giudiziaria sulla società di sicurezza spagnola UC Global SL è stata ordinata dal giudice Jose de la Mata settimane dopo che un'indagine di EL PAIS aveva pubblicato video, audio e rapporti nel 2019 secondo cui la società aveva spiato Assange mentre risiedeva presso l'ambasciata .

L'indagine è stata innescata da una denuncia penale presentata dallo stesso Assange, dove ha accusato Morales e la compagnia di violazioni della sua privacy e segretezza dei suoi diritti tra cliente-avvocato.

L'indagine condotta dal giudice spagnolo è incentrata sulle accuse secondo cui la società UC Global aveva registrato di nascosto gli incontri privati ??di Julian Assange con avvocati, politici, parenti e giornalisti presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra, dove si era rifugiato nel 2012. David Morales, il proprietario dell'azienda, è stato arrestato un anno fa e rilasciato in attesa del processo.

Morales, un ex militare, la cui compagnia era stata assunta dal governo dell'allora presidente ecuadoriano Rafael Correa, avrebbe dichiarato a diversi suoi dipendenti che lavorava anche "per gli americani", fornendo loro documenti, video e audio delle riunioni. che coinvolge Assange.

Il giudice, scrive il media spagnolo, ha chiesto la collaborazione dei procuratori statunitensi per fornire indirizzi IP di computer presumibilmente collegati dal territorio statunitense a un server della società di sicurezza privata presso la sua sede nella città meridionale spagnola di Jerez de la Frontera.

Morales è stato accusato di aver fornito alla CIA registrazioni e materiale video offrendo una visione dettagliata delle attività del fondatore di WikiLeaks all'interno della missione diplomatica fino al suo sfratto nell'aprile 2019.

Testimonianze di una serie di testimoni ed ex dipendenti di UC Global affermano che il server in questione ha archiviato tutte le registrazioni effettuate dalle telecamere presso l'ambasciata, compresi i rapporti redatti dai dipendenti dell'azienda che valutavano ogni visita ricevuta da Assange.

Si ritiene che i dati contengano anche immagini dei passaporti dei visitatori e fotografie dei loro cellulari e dispositivi elettronici. Ai servizi di intelligence statunitensi sarebbe stato concesso l'accesso a questo server centrale.

Attualmente, sono riprese le udienze presso la Corte penale centrale di Londra per decidere se il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, debba essere inviato negli Stati Uniti.

Il fondatore di WikiLeaks sta resistendo alla richiesta di estradizione negli Stati Uniti dove potrebbe rischiare fino a 175 anni di prigione per 17 accuse di spionaggio e un'accusa di cospirazione con una fonte per violare il Computer Fraud and Abuse Act per i suoi rapporti sugli Stati Uniti guerre in Iraq e Afghanistan


Notizia del: 11/09/2020

_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4628
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Wikileaks:
MessaggioInviato: 05/10/2020, 10:23 
Video. Pilger: Assange ha smascherato l'ipocrisia occidentale. Il suo processo è una "forma di vendetta"


Immagine


¯
Assange ha smascherato l'ipocrisia occidentale e ha scoperto "troppa verità", così il suo processo è diventato una forma di "vendetta", ha detto il giornalista e regista John Pilger* a Going Underground.

La parte principale del processo di estradizione di Julian Assange si è conclusa questa settimana e una decisione dovrebbe essere annunciata all'inizio di gennaio. Pilger, un sostenitore di lunga data del fondatore di WikiLeaks, ha monitorato da vicino i procedimenti, che sono stati a malapena coperti dai media occidentali nonostante le gravi ripercussioni per il giornalismo che una sentenza di estradazione di Assange comporterebbe.

Assange ha svelato "troppa verità" e ha smascherato l'ipocrisia occidentale, crede Pilger.

L'auto-percezione dell'Occidente è che generalmente non fa cose orribili e che i suoi politici sono per lo più sinceri e sono tenuti sotto controllo da media indipendenti. WikiLeaks ha dimostrato che tutte queste cose non sono vere, ha detto Pilger.

Di conseguenza, Assange è stato palesemente maltrattato dal sistema giudiziario britannico, sia durante il suo processo di settembre all'Old Bailey di Londra che prima. Ha ricevuto una condanna senza precedenti per aver saltato la cauzione, è stato rinchiuso in una prigione di massima sicurezza con terroristi e criminali violenti, gli è stato impedito di comunicare in modo ragionevole con la sua squadra di difesa e ha affrontato numerose altre ingiustizie.

Se Assange fosse estradato negli Stati Uniti e processato per cose che non sono diverse da ciò che molti altri giornalisti investigativi hanno fatto per decenni, costituirebbe un pericoloso precedente, ha avvertito Pilger. Manderebbe un segnale che gli Stati Uniti possono raggiungere chiunque in qualsiasi paese osi pubblicare qualsiasi cosa che non sia di gradimento di Washington.

Nonostante la posta in gioco, i media mainstream occidentali hanno chiuso un occhio sul processo, compresi quelli che erano felici di fare reportage sulla base delle rivelazioni di WikiLeaks.

“Il modo in cui si sono rivolti alla loro fonte perché non avrebbe fatto parte del loro club collusivo è stato una vergogna. Sanno che è stata una disgrazia", ha ricordato Pilger.


Segue video dell'intera intervista a Pilger:

Guarda su youtube.com



*Giornalista, regista e autore ha vinto due volte il più alto riconoscimento del giornalismo britannico. Per i suoi film documentari, ha vinto un Emmy e un British Academy Award, un BAFTA. Tra gli altri numerosi premi, ha vinto il premio per il miglior documentario della Royal Television Society. Il suo epico Cambogia Year Zero del 1979 è classificato dal British Film Institute come uno dei dieci più importanti documentari del XX secolo.



Notizia del: 03/10/2020
_



Fonte



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 839 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 52, 53, 54, 55, 56

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 29/10/2020, 08:36
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org