Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 75 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1184
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 18:50 
Ma tu lavori nell'ambito di queste cose? Curiosità mia.


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3133
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 20:44 
si,è uno dei miei hobbie preferiti.

Più di un hobbie : quasi un lavoro.

Vedi,mi sono reso conto che non ci dicono la verità,su molte cose terrestri e non.

In realtà c'è un Accordo del Silenzio ,come se,se si sapesse la verità,tutto potrebbe esplodere o,come sta succedendo ,IMPLODERE.

Siamo al terminale di un progetto fallito,e riconoscere questo fallimento significherebbe riconoscere di essere alla fine.

Quindi se la Terra fosse l'unico pianeta abitabile,la gente sarebbe convinta di doverci stare e condividerne l'eclissi.

Se però,si sapesse che esistono prospettive e,magari,vite o colonie su altri pianeti e lune del sistema solare,ALLORA LE COSE CAMBIEREBBERO!!

Perciò la direttiva è:

1)non esiste vita intelligente nel sistema solare ad eccezione della terra

2)non esistono forme di vita anche meno evolute ma complesse

3)non esistono anomalie nel sistema solare

quindi...

MA TUTTO QUESTO È FALSO!

1)Ci sono forme di vita intelligenti non umane anche sulla terra.

Massimo Teodorani,astrofisico del CNR,e altri suoi colleghi di varie nazioni,che studiano i fenomeni luminosi a Hessdalen e altrove,considerano perlomeno anomalo il 25% di queste luci,dato che resiste a qualsiasi protocollo scientifico .

Massimo considera possibile e probabile la vitalità intelligente di queste luci:

intelligenza matematica,geometrica,comunicativa.

Esistono anche intelligenze oltre la terra:

negli ultimi anni sono stati captati SEGNALI DAL POLO NORD DI GIOVE diversi da quelli captati di solito.

Segnali che non sono stati spiegati e che hanno poi portato all'invio della sonda
Juno su Giove.

Juno,ufficialmente sta lì per analizzare aspetti dell'atmosfera gioviana.

In realtà Junk,nel corso del suo viaggio,ha analizzato tutti i campi radianti e l'area della sua rotta verso Giove.

Inoltre ,ha il compito di CAPIRE QUEI SEGNALI,ma questo non è stato detto.

Non solo,Juno è una sonda di nuovo genere ,costruita apposta con tecnologie super attuali,come fosse anche un messaggero tecnologico.

E ancora,quando la sonda stava arrivando ,GIOVE HA PRODOTTO LE SUE PIÙ BELLE AURORE POLARI DELLA STORIA,aurore proprie di quel Polo da cui partono quei segnali!

Come dire : Benvenuti

CHI SA CAPIRE QUESTE COSE,HA NELLE MANI LAVERITÁ SUL SISTEMA SOLARE.

2)Esistono forme di vita complesse nel sistema solare,anche se non propriamente evolute:

questi nostri topic su Marte lo dimostrano !

3)esistono anomalie sulla luna,su Marte,su Europa luna di Giove,stranezze nel sistema di Plutone ,punti di domanda nella nube di Oort.

Quindi,non ci raccontino palle e la smettano di coprirsi e coprire,nascondersi e nascondere.

Io questo l'ho capito e non solo io.

Avendolo capito,lo spiego agli altri ,e lo spiego con i LORO MATERIALI che sono così vulnerabili e contraddittori,da essere,a volte ,ingenui (quando in buona fede!).

Ad esempio,nell'atmosfera marziana c'è più vapore acqueo che in quella terrestre(,fonte Inaf)

Un polo di Marte è stato analizzato negli ultimi anni :

3 km di spessore su una area molto vasta e...tutto di ghiaccio acqueo.

Se si sciogliesse ,ricoprirerebbe tutto il pianeta con 11 metri di acqua!!

Ecco dove è finita l'acqua di Marte,e non sottoterra:
nell'atmosfera in micro cristalli e sui Poli.

SOLTANTO CHE I POLI SI RESTRINGONO IN PRIMAVERA ED ESTATE,quindi dove va a finire quel ghiaccio che si scioglie?

Ovviamente nell'atmosfera e nei rigagnoli trovati nei crateri.

PERCIÒ SU MARTE EVAPORA IL GHIACCIO ,PIOVE ACQUA LIQUIDA,SI FORMANO RUSCELLI.

Quindi l'atmosfera non è quella che ci dicono

Infatti uno dei vostri bei topic è dedicato alle NUBI DI MARTE,e su Marte ci sono nuvole della Mad...a che tendono perfino ad uscire dall'atmosfera.

Per ora mi fermo qui,ma vi assicuro che c'è dell'altro e dell'altro ancora!!!

La Terra è una Grossa Patata Bollente rotonda come le Palle che racconta.

Una Patata che brucia proprio addosso a chi l'ha usata e abusata in questo senso .

E brucia al punto che,sul pianeta,Qualcuno pensa che sarebbe forse meglio una distruzione totale PIUTTOSTO CHE L'EVIDENZA DELLA VERITÁ,dato che questa evidenza sarebbe la peggiore delle evidenze e delle condanne.

Scusate l'ot e la lunghezza del post,ma andava detto quello che ho detto,senza peli sulla lingua.

[:290] [:306] [:264]


Ultima modifica di freelancer007 il 05/09/2016, 21:06, modificato 1 volta in totale.


_________________
https://thesky.freeforumzone.com/mobile ... 1&f=183131
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3133
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 20:44 
ho postato per sbaglio un doppione



_________________
https://thesky.freeforumzone.com/mobile ... 1&f=183131
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8940
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 21:35 
Immagine

Immagine

Immagine

Quella specie di folletto sembra che rispetto all'ultima sequenza si sia spostato leggermente a sinistra. O viceversa.
Ma guardando gli altri sassi è cambiata la prospettiva



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4375
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 23:03 
freelancer007 ha scritto:
A me si, mi ricorda un ornitorinco.


- A freelancer007 ricorda un'ornitorinco.

- Per me è la solita pareidolia:

Immagine





Qualcuno rammenta la lucertola su Marte?

Immagine


Vabbè.
C'è più fauna su Marte che sulla Terra.

Aspettando il drago di Komodo marziano. Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

Se rovini i giovani cambi il futuro del mondo.【Argla di UfoForum】
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8940
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 23:09 
Mentre facevo gli ingrandimenti delle tre sequenze che ho postato, vedevo un casino di facce.
Sembrava di vedere un limbo pieno di anime dannate. :-)



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 167
Iscritto il: 12/07/2012, 13:59
Località: Brescia
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 05/09/2016, 23:42 
TheObserver ha scritto:
Qualche dubbio la sequenza delle fotografie lo lascia ... il masso nero è visibile solo in Sol 1833 e Sol 1843 ( cliccare per ingrandire )

Sol1829 Navigation Camera Left
Immagine


Osservando con più attenzione sol1829 ho ritrovato il "masso nero" ..... i dubbi diminuiscono ... sequenza ingrandimento zoom 210% sol1829-1833-1843

Immagine
Immagine
Immagine

prospettiva ? .... [:306] [:246] [:291]
P.S. anche negli altri sol da me postati sembra spuntare una piccola parte del "masso nero" (forse in una foto non è visibile )... movimento da Dx a Sx per me PALESE



_________________
Chi rinuncia ai sogni è destinato a morire.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 00:03 
freelancer007 ha scritto:
zackmck,se tu confronti la posizione della terza roccia nelle due sequenze ,e la metti in un modello tre D che ti da la differenza angolare,non puoi spiegare il movimento dell'oggetto nero.

Io quell'oggetto l'ho ingrandito ,stasera ve lo mostro,e non sarà una vista molto allegra.


Ciao freelancer007, come ti ho detto anche io ero assolutamente convinto come te del movimento. Ma poi, su consiglio di 2di7 ho realizzato un modellino 3d utilizzando le coordinate del rover al momento dello scatto. E' stato un bel lavoro, ma alla fine si capiva perfettamente come il cambio di prospettiva e di direzione inducano a pensare che la "roccia nera" si muova realmente. Ma non e' cosi.

Se non ti fidi della mia parola non ti rimane che provare da te. Se hai tempo e voglia ti consiglio di andare qui: http://an.rsl.wustl.edu/mer/

Li puoi trovare i dati che ti servono. Studia le PDS label di tutte le immagini prese in esame e definisci l'esatta posizione e rotazione del rover e dei suoi strumenti e poi ricrea il paesaggio in 3d con i vari angoli di visuale (possibilmente confronta immagini tutte dello stesso tipo, ad esempio tutte sinistre o tutte destre).

Qui c'è una guida per interpretare tutti i dati http://an.rsl.wustl.edu/mer/help e poi si trovano anche molti altri documenti sui metadata delle immagini dei rover.

Studiare le immagini cosi', e' l'unico modo per togliersi tutti i dubbi.

Purtroppo non sono riuscito a ritrovare il modellino che mi ero fatto, ma ho trovato queste annotazioni fatte dopo la raccolta e l'analisi dei dati numerici:

  • la roccia nera e' in un piccolo avvallamento e le rocce piu' grosse e chiare sono invece su un piccolo promontorio
  • le distanze tra il rover e le rocce chiare sono solo di pochi metri anche se dalla foto sembrano molto lontane grazie all'effetto grandangolo. Ad esempio nella sol 1833 le rocce sulla cresta in fondo sono a circa 13 metri dal rover.
  • la roccia nera non e' adiacente alle rocce piu' chiare come invece sembra apparire nella foto del sol 1833 (anche in questo caso un errore dovuto alla prospettiva)
  • la distanza della roccia nera dalle rocce piu' chiare e' determinante per convalidare l'osservazione. Comunque dal mio schema basta una distanza di circa 1/4 della distanza che c'e' tra il rover e le rocce chiare. A distanze inferiori la variazione prospettica non e' piu' valida come spiegazione.


Spero ti siano utili.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3133
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 03:26 
Grazie per il contributo.

Ammettiamo per un momento che quella "roccia" non si sia spostata.

Come si può definirla roccia?

Ha un colore nero completamente diverso dai colori delle altre.

Ha una forma a campana con una protuberanza sulla parte superiore a forma di grosso flagello .

Questa protuberanza si vede in tutte le foto.

Io ne ho fatto un ingrandimento e quello che si vede non mi pare solo pareidolia!

Oltre a questo,si vede bene un oggetto bianco con due fori regolari, montato sulla parte superiore a sinistra della protuberanza.

Allora,se quello è un masso,io sono Madre Teresa di Calcutta.

Anche se quel masso non si fosse spostato di un mm,non cambierebbe il discorso sul suo essere non solo strano ma inquietantemente anomalo.

Poi c'è il masso con la coda.

Ammettiamo che la coda non si sia spostata:

secondo te,che cosa è quella spatola triangolare attaccata a un ci

grosso cordone che finisce nella parte destra del masso?

Come mai è appoggiata sul terreno?

Come mai quel masso ha una fascia di materiale semitrasparente sulla parte mediana che lo ricopre diagonalmente?

Come mai quel masso è diverso da tutti gli altri,costituito da tre gusci incastrati ,quello mediano ben protetto dagli altri due e diverso per colore e consistenza dagli altri due?

Come mai quel masso ha una forma animale così simpatica e quasi terrestre,mentre gli altri sono solo pietre a parte l'oggetto nero che sembra l'osservatore della situazione?!

Insomma, amico mio,anche senza supporre il movimento,quell' insieme di rocce è uno dei più strani e interessanti che io abbia mai visto !

Adesso,guarda bene:

1)prima foto oggetto nero:




Immagine

A)protuberanza

B)un volto demoniaco di cui si vede bene la firma,gli occhi e la bocca ,il tutto molto probabilmente metallico .

2)seconda foto oggetto nero:

Immagine

A)oggetto bianco chiaramente artificiale per come è fatto,montato e disposto.

B)questa è la protuberanza flagello :ti sembra una cosa rocciosa normale ?

C)il corpo è un insieme di pieghe simili a uno scheletro siliceo ,e la parte finale ricorda i lineamenti della faccia demoniaca,con riflessi chiaramente metallici .

Allora,secondo te questo è un masso?

Se lo fosse,bisognerebbe concludere che Giger è stato su Marte a scolpire progetti per Alien!

Infine,ha ragione Wolframio:

io ho ingrandito appena appena le rocce presenti sulla serie di foto Sol e quello che ne risulta è la più sfacciata raccolta di stranezze di Marte.

Se si trattasse di pareidolia,bisognerebbe dare a Marte il Nobel per gli effetti ottici umani e non!!!!

Anche ammettendo pareidolia a palla ,ci sono di quelle cose che meritano:

Immagine

A)roccia fazzoletto ben piegato,come all'Hotel

B)roccia ...trasparente?

****


Immagine

A)QUI IL MASSO CON UNA CODA TALMENTE EVIDENTE CHE GLI SEMBRA SIA STATA MESSA APPOSTA DALLA NASA!

UN CORPO COSÍ....ANIMALESCO E BEN FATTO DA FARE INVIDIA AGLI ALTRI SASSI!


B)Una lastra con incisa una croce :il tutto come il volto di un sofferente!

Io direi ,a questo punto,di lasciare da parte la spiegazione pareidologica,perché si rischia il ridicolo!

buona notte!



_________________
https://thesky.freeforumzone.com/mobile ... 1&f=183131
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1184
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 08:16 
Non credo che la spiegazione della diversa prospettiva sia quella corretta.
La "roccia" nera scompare ed appare nelle foto a giorni di distanza, qua c'è una bella spiegazione che lascia pochi dubbi sul fatto che questa "cosa" sia una semplice roccia:
http://www.thelivingmoon.com/43ancients ... Rocks.html
La prospettiva leggermente diversa,non giustifica l'apparizione di un oggetto a distanza di pochi giorni.
Immagine


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1184
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 09:53 
EDIT:
Ok ho capito anche io,la prospettiva e il diverso livello del terreno ci hanno giocato questo brutto scherzo,freelancer.
Nella foto SOL 1836 il rover sta muovendosi su un avallamento che non permette di vedere la roccia nera in quanto nascosta dal masso bianco davanti e in quanto posizionata in un livello di terreno più basso:
Immagine

Nella foto SOL 1843 si vede che il rover si è spostato di qualche metro ed è sceso anche di livello come girando intorno alla collinetta,per questo motivo il masso nero che sta in posizione più bassa ora si può osservare:
Immagine

E' l'unica spiegazione razionale che io possa dare,se questa non è valida allora vuol dire che,osservando bene le foto,ci sono tante altre rocce che si sono mosse o sono sparite durante i movimenti di Spirit.....


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 11:00 
Robiwankenobi ha scritto:
Ok ho capito anche io,la prospettiva e il diverso livello del terreno ci hanno giocato questo brutto scherzo,freelancer.
Nella foto SOL 1836 il rover sta muovendosi su un avallamento che non permette di vedere la roccia nera in quanto nascosta dal masso bianco davanti e in quanto posizionata in un livello di terreno più basso


Esatto, e' proprio cosi.

[:264] [:264]



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8132
Iscritto il: 24/01/2011, 14:04
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 12:08 
MaxpoweR ha scritto:
zakmck ha scritto:
Guarda in quest'ultimo caso ricordo che a suo tempo feci proprio un modello con la posizione delle rocce e con le posizioni del rover perché anche io non ero convinto della spiegazione prospettica ma mi dovetti ricredere. Le cose combaciavano perfettamente e quindi non c'era nessun movimento.

Un consiglio quindi. Sulle foto marziane occorre andarci sempre molto cauti e fare attente analisi includendo le posizioni e i dati tecnici. La sola vista inganna.

Quanto alla vita a base silicio anche se ne é parlato ma risulta impossibile dal punto di vista chimico



La vita a base di silicio dal punto di vista meramente chimico è possibile ma a quanto lessi genererebbe esseri viventi dal metabolismo lentissimo al punto da poterli scambiare quasi per delle rocce. questo perchè, se non ricordo male la spiegazione, il silicio tende a formare catene più lentamente rispetto al carbonio.

Mi pare fosse un documentario di National Geographic



Robiwankenobi ha scritto:
Ma risulta impossibile in base alle nostre conoscenze chimiche giusto?



freelancer007 ha scritto:
no,non è impossibile.

Infatti sono state trovate molecole organiche silicee nello spazio .

Inoltre,nei mari terrestri vivono spugne silicee,radiolari ed altri organismi prevalentemente silicei:


Intanto occorre prima capirsi sui termini.

Con vita a base silicio si intende comunemente una biochimica basata sul silicio al posto del carbonio. Quindi, gli esempi di spugne e radiolari non c'entrano per nulla in quanto sono comunque organismi con biochimica a base carbonio che sfruttano delle strutture a base silicio.

Detto questo, occorre anche intendersi su che cosa significhi biochimica anche se bisogna sempre ricordare, per onesta' intellettuale, che in questi esercizi di xenobiologia esprimiamo solo delle mere supposizioni per le quali al massimo siamo in grado di calcolarne la probabilita'. Ad oggi comunque non ci sono elementi in nostro possesso che possano far pensare, anche lontanamente, all'esistenza di una biochimica diversa da quella a base carbonio.

Fatta questa doverosa premessa, la biochimica a base silicio, pur avendo molte affinita' con quella a base carbonio, e' in realta assai poco probabile in quanto le differenze tra silicio e carbonio rendono molto difficile la formazione di catene sufficientemente lunghe e sufficientemente stabili. Si unisca a questo che i composti silicio-idrogeno (cioe' l'equivalente degli idrocarburi) sono fortemente reattivi in acqua. Le ipotetiche molecole organiche dovrebbero percio' basarsi su legami piu' stabili, come quelli Silicio-Ossigeno-Silicio (che poi sarebbero le rocce), ma in questo caso rimane pur sempre il problema che il diossido di silicio (l'equivalente del diossido di carbonio nella biochimica a base carbonio) e' un solido cristallino nella fascia 0-100 gradi centigradi, il che rende impossibile il processo di ossidazione (impossibile espirare solidi) e l'uso dell'acqua come solvente.

Inoltre non dimentichiamo che tra le molecole identificate nello spazio cosmico, quelle a base carbonio sono in rapporto 10 a 1 e tra quella a base silicio, la meta' e' a base mista carbonio/silicio, il che rende veramente poco probabile la diffusione di tale biochimica anche se non del tutto impossibile.

Insomma, almeno su Marte (cosi come sulla terra), le probabilita' di una biochimica a base silicio sono infinitesime, inoltre la presenza accertata su Marte di rilevanti quantita' di Metano punta decisamente il dito verso una vita a base carbonio.

Ne consegue che, nella fascia di abitabilita', la mera sostituzione del Carbonio con il Silicio non porterebbe molto lontano. Il discorso invece cambierebbe se anche l'ambiente nel suo complesso fosse differente. Infatti potrebbero esistere particolari ambienti esotici che consentirebbero migliori probabilita', ma questo ovviamente e' tutta un'altra faccenda.



_________________
"Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione" - Jean Kerr

"People willing to trade their freedom for temporary security deserve neither and will lose both" - Benjamin Franklin
"Chi e' disposto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non otterra' né la liberta' ne' la sicurezza ma le perdera' entrambe" - Benjamin Franklin

"Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni" - Emil Cioran

"Quanto piu' una persona e' intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo" - Joseph Conrad

"Guardati dalla maggioranza. Se tante persone seguono qualcosa, potrebbe essere una prova sufficiente che è una cosa sbagliata. La verità accade agli individui, non alle masse." – Osho

Immagine
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1184
Iscritto il: 16/12/2015, 09:33
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 12:16 
zakmck ha scritto:
Intanto occorre prima capirsi sui termini.

Con vita a base silicio si intende comunemente una biochimica basata sul silicio al posto del carbonio. Quindi, gli esempi di spugne e radiolari non c'entrano per nulla in quanto sono comunque organismi con biochimica a base carbonio che sfruttano delle strutture a base silicio.

Detto questo, occorre anche intendersi su che cosa significhi biochimica anche se bisogna sempre ricordare, per onesta' intellettuale, che in questi esercizi di xenobiologia esprimiamo solo delle mere supposizioni per le quali al massimo siamo in grado di calcolarne la probabilita'. Ad oggi comunque non ci sono elementi in nostro possesso che possano far pensare, anche lontanamente, all'esistenza di una biochimica diversa da quella a base carbonio.

Fatta questa doverosa premessa, la biochimica a base silicio, pur avendo molte affinita' con quella a base carbonio, e' in realta assai poco probabile in quanto le differenze tra silicio e carbonio rendono molto difficile la formazione di catene sufficientemente lunghe e sufficientemente stabili. Si unisca a questo che i composti silicio-idrogeno (cioe' l'equivalente degli idrocarburi) sono fortemente reattivi in acqua. Le ipotetiche molecole organiche dovrebbero percio' basarsi su legami piu' stabili, come quelli Silicio-Ossigeno-Silicio (che poi sarebbero le rocce), ma in questo caso rimane pur sempre il problema che il diossido di silicio (l'equivalente del diossido di carbonio nella biochimica a base carbonio) e' un solido cristallino nella fascia 0-100 gradi centigradi, il che rende impossibile il processo di ossidazione (impossibile espirare solidi) e l'uso dell'acqua come solvente.

Inoltre non dimentichiamo che tra le molecole identificate nello spazio cosmico, quelle a base carbonio sono in rapporto 10 a 1 e tra quella a base silicio, la meta' e' a base mista carbonio/silicio, il che rende veramente poco probabile la diffusione di tale biochimica anche se non del tutto impossibile.

Insomma, almeno su Marte (cosi come sulla terra), le probabilita' di una biochimica a base silicio sono infinitesime, inoltre la presenza accertata su Marte di rilevanti quantita' di Metano punta decisamente il dito verso una vita a base carbonio.

Ne consegue che, nella fascia di abitabilita', la mera sostituzione del Carbonio con il Silicio non porterebbe molto lontano. Il discorso invece cambierebbe se anche l'ambiente nel suo complesso fosse differente. Infatti potrebbero esistere particolari ambienti esotici che consentirebbero migliori probabilita', ma questo ovviamente e' tutta un'altra faccenda.


Tutto vero Zac,ma comunque ci basiamo sempre e solo sulle nostre conoscenze giusto?
Cioè è fantascienza,ma potrebbe essere plausibile che ci siano forme di vite che si sono adattate nei millenni a vivere con determinate condizioni anche completamente diverse dalle nostre?


Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3133
Iscritto il: 28/08/2016, 09:26
Località: Neutropoli
 Oggetto del messaggio: Re: Un masso...vivo e con la coda?
MessaggioInviato: 06/09/2016, 15:45 
come ho detto,anche se non ci fosse stato alcun movimento,il masso con la coda e l'oggetto nero sono del tutto anomali e diversi dagli altri.

Se un masso ha una coda,non occorre che la muova per dimostrare che l'ha:

quindi bisogna spiegare la coda in termini naturali

Quindi,bisogna spiegare in termini naturali la struttura di quel masso,i suoi gusci ad incastro,la differenza tra il guscio mediano e gli altri due.

Poi bisogna spiegare in termini naturali la fascia diagonale di materiale semitrasparente che lo ricopre.

Per l'oggetto nero bisogna spiegare il grosso flagello e la sua visione ingrandita.

Quindi quella specie di piccolo periscopio bianco con due probabili lenti.

NON METTIAMO VIA LA DISCUSSIONE NEGANDONE UNA VARIABILE.

DISCUTIAMO LE ALTRE A FONDO.



_________________
https://thesky.freeforumzone.com/mobile ... 1&f=183131
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 75 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 21/09/2019, 03:21
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org