Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 8951
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 18/12/2017, 11:12 
Dato il carattere storico e le sue immense implicazioni culturali apro qui .

Tutto da esplorare il tema , per iniziare

https://iltalebano.com/2012/03/09/la-tr ... othschild/

Consiglio un ottimo libro :

fiore.jpg



https://www.ibs.it/controstoria-dell-un ... 8817042819

Sul rientro del Re .... assolutamente d' accordo , tutti i Savoia a Roma ,

per trasferirli nella sede che meritano , in fondo al Tevere .




Mauro , hai carta bianca .


zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45290
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 18/12/2017, 11:19 
Un "bravo" Re che si è dato alla fuga! [:293]
E Mattarella, che con i nostri soldi e un aereo dell'A.M., l'ha riportato in Italia! Bel garante!
Se lo riprendessero i piemontesi/Savoia! Roma è già piena di monnezza ..! [^] (C'è rimasto solo lo "spelacchio"!) [:246]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7815
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 19/12/2017, 13:14 
caro barionu,

libri di questo mio compaesano.
https://it.wikipedia.org/wiki/Lorenzo_Del_Boca

ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 8951
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 19/12/2017, 13:19 
AGGIUNGO

https://it.wikipedia.org/wiki/Gigi_Di_Fiore


zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7815
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 19/12/2017, 21:13 
caro barionu,
Guarda su youtube.com


ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 45290
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 20/12/2017, 13:59 
Ma per la morte di Stalin il popolo dei moralisti impose il lutto all'Italia

Quante inutili polemiche sul re tenero con il fascismo. Con il dittatore sovietico invece ...

Tante polemiche per il rientro in Italia del corpo di Vittorio Emanuele III, un re che ebbe la colpa di non sapere fermare l'ascesa della dittatura fascista.

Immagine

E un re che, quando dal fascismo si staccò, ebbe la colpa di non riuscire in nessun modo a prevenire la reazione tedesca. Eppure il nostro Paese, in altri casi, non si è fatto mancare giganteschi rituali di lutto collettivo, per tiranni ben peggiori, e che per altro italiani non erano.

Basta pensare a come venne accolta la morte di Stalin, nel 1953. L'occhiello della prima pagina, bordata di nero, dell'Unità di venerdì 6 marzo 1953 così recitava: «Gloria eterna all'uomo che più di tutti ha fatto per la liberazione e il progresso dell'umanità». Venne anche organizzato un subitaneo lutto collettivo, imposto o no che fosse. Ecco come lo raccontava un altro degli organi di stampa più letti della sinistra dell'epoca, Rinascita: «La luttuosa notizia della morte del Capo amato dei lavoratori ha trovato la prima eco dolorosa nelle fabbriche e nei luoghi di lavoro di tutta Italia. In centinaia e centinaia di aziende, dai grandi complessi alle piccole officine, in ogni provincia, il lavoro è stato spontaneamente sospeso per qualche minuto. Le maestranze si sono raccolte in assemblea, hanno commemorato la figura e l'opera di Giuseppe Stalin; negli stabilimenti, nei reparti, nei cortili sono apparse le prime bandiere abbrunate, i primi ritratti, i primi registri per la raccolta delle firme».

E fu solo l'inizio. In onore del «Grande combattente della pace» le manifestazioni si moltiplicarono rapidamente: raccolte di firme da spedire in Urss, lezioni sospese in moltissime scuole, intere città, come le rossissime Livorno e Cerignola, vennero parate a lutto. Si arrivò anche a iniziative più bizzarre: ad Ancona si decise la diffusione di ventimila copie del discorso di Stalin al XIX congresso del Pcus; a Sbarre (Reggio Calabria) venne costituito, nel nome di Stalin, un nuovo reparto di Pionieri (l'organizzazione giovanile comunista). E qualcuno si precipitò verso il territorio sovietico più vicino e reperibile. Così di nuovo su Rinascita: «Gruppi di cittadini si recano a bordo delle navi sovietiche ancorate nei porti italiani, a recare agli ufficiali e ai marinai dell'Urss l'espressione del cordoglio e della solidarietà del nostro popolo».

Non si fece mancare nulla nemmeno il mondo politico: sia alla Camera sia al Senato, la seduta fu sospesa per un'ora in segno di lutto. Anche non comunisti, come il socialista Pietro Nenni, usarono toni a dir poco apologetici: «Onorevoli colleghi, nessuno fra i reggitori di popoli ha lasciato dietro di sé, morendo, il vuoto che ha lasciato Giuseppe Stalin».

Non bastando l'apologia collettiva partì la caccia ai pochi che ebbero il coraggio di dire, se non la verità sull'ideatore delle purghe più sanguinarie, almeno di correggere l'enormità di alcune di quelle bugie.

Alcide De Gasperi si limitò a puntualizzare che: «Da vivo, il dittatore non mostrò per il nostro Paese né comprensione né considerazione...». Venne sottoposto a un vero e proprio linciaggio morale.

Certo, si può ovviamente dire che nel 1953 non tutta la verità sul sistema concentrazionario era stata rivelata. L'Italia però non si fece mancare una nutrita delegazione ai funerali di Tito nel 1980. E anche in quel caso, seppure in tono minore, partì l'elogio collettivo (con poche eccezioni).

Eppure sulle foibe non c'era molto da scoprire. Evidentemente su un re che ebbe molte colpe, ma anche qualche merito, come la condotta specchiata durante la prima guerra mondiale, la tolleranza è minore.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/ ... 75569.html


Che Paese l'Italia! [:o)]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 8951
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 20/07/2018, 08:09 
Guarda su youtube.com



https://it.wikipedia.org/wiki/Li_chiamarono..._briganti!


Critica


È stato definito un film esempio di revisionismo storiografico sul risorgimento, volto a raccontare un'altra versione dei fatti avvenuti poco dopo il Risorgimento, in special modo nel Meridione.[3]


Il film fu penalizzato dalla critica e registrò un incasso irrisorio al botteghino (107.451.000 lire),[4] fu ritirato dalle sale cinematografiche ed è introvabile sia in supporto VHS che DVD. I motivi della sospensione non sono stati resi noti, sebbene i sostenitori teorizzino una vera e propria censura. Il giornalista revisionista Lorenzo Del Boca ha detto al riguardo che «per ammissione unanime dei commentatori, è stato boicottato in modo che lo vedesse il minor numero di persone possibile».[5]

Nel 2011 Adolfo Morganti, direttore della casa editrice Il Cerchio e coordinatore nazionale dell'associazione Identità Europea, dichiarò che il film venne ritirato a causa di pressioni da parte dello Stato maggiore dell'Esercito, poiché non avrebbe visto di buon occhio la raffigurazione dei metodi attuati dal Regio Esercito nel Mezzogiorno e la Medusa Film, all'epoca proprietaria della pellicola, si rifiutò di cederne i diritti di trasmissione.[6]

Il film è stato criticato da diverse testate giornalistiche per un supposto trattamento agiografico nei confronti di Crocco e una visione troppo sanguinaria di personaggi come Cialdini.[7] Il Dizionario dei film a cura di Morando Morandini lo giudicò: «Isterico più che epico. Un'occasione mancata di controinformazione storica»;[8] Steve Della Casa lo definì: «Un film interessante proprio perché fuori dal tempo»;[9] lo scrittore Nicola Zitara si espresse positivamente, giudicandolo:«un racconto epico e appassionante».[10]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 8951
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 20/07/2018, 09:20 

IN TEMA :

LA VERITA' SU PORTELLA DELLA GINESTRA ,

IN PARTICOLARE AL MINUTO 26 :

La perizia balistica




Guarda su youtube.com



zio ot [:305]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 8951
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio: Re: I SAVOIA E LA STORIA D' ITALIA
MessaggioInviato: 20/07/2018, 13:23 

Bronte: cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato





Guarda su youtube.com


https://it.wikipedia.org/wiki/Bronte:_c ... raccontato



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 19/04/2019, 16:24
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org