Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1070
Iscritto il: 01/06/2018, 10:10
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 30/08/2019, 10:09 
FABIOSKY63 ha scritto:
ciao:)

le web sono out... [:33]

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch-webcams.html

i sat del Grande Naso sono ora riattivati..."cielo coperto"...

https://www.volcanodiscovery.com/shivel ... mages.html

ma "coprire" per il Grande Naso ah!ah! è "arte allo stato puro" [:179] da 50 anni!..devo verificare, fino a stamattina erano TUTTI in stato out!.. [:305]

sto guardando l'Eos, se riesco a trovare giorni e altitudini, trovo solo tempeste e incendi [:280] indicizzati...vedremo... [:305]

https://worldview.earthdata.nasa.gov/?v ... 00Z&e=true

questo è l'aggiornamento! l'eruzione continua con il raggiungimento di quota 104.000 piedi...cioè circa 33.000 metri... [:246]

fonte [b]Tokyo Giapan[/b]...gli USA e getta, bombe & Co, hanno proferito abbastanza... [:215]

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html

leggi questo link aggiornato...ciao :)




Visto [:264] sto seguendo ! Smentite e aggiustamenti compresi... che situazioni paradossali.

Grazie sempre gentilissimo. [:)] [:)]



_________________
" Se vuoi scoprire i segreti dell' universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazioni. " (Nikola Tesla)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 561
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 31/08/2019, 08:43 
dovere Argla [:)]

questo il punto di ciò che sta accadendo...e come andrà a finire si comprende se si vuole!..

https://www.ilsole24ore.com/art/non-sol ... fresh_ce=1


EMERGENZA CLIMA

Non solo Amazzonia: dalla Siberia all’Alaska anche l’estremo Nord è in fiamme

Quest'estate oltre 600 incendi hanno consumato quasi un milione di ettari di foresta in Alaska e stanno inghiottendo vaste aree boscose nel Nord del Canada. In Siberia, il fumo emesso da oltre 5 milioni di ettari devastati dal fuoco copre città e paesi
di Elena Comelli

Tutto il mondo è in ansia per l’Amazzonia, ma anche l'estremo Nord del pianeta sta bruciando. Quest'estate oltre 600 incendi hanno consumato quasi un milione di ettari di foresta in Alaska e stanno inghiottendo vaste aree boscose nel Nord del Canada. In Siberia, il fumo emesso da oltre 5 milioni di ettari devastati dal fuoco copre città e paesi. Insieme, i due pennacchi si sono uniti a formare una coperta grigia grande quasi quanto l'Unione Europea.

Antti Lipponen, dell'Istituto meteorologico finlandese, stima l'area interessata attorno a 5 milioni di chilometri quadrati. «Per fare un confronto, l'area dell'Ue è di circa 4,5 milioni di chilometri quadrati e l'area degli Stati Uniti di circa 8,1 milioni di chilometri quadrati”, ha twittato.


Gli incendi estivi in queste aree sono normali, ma, come dimostrano gli studi del Centro internazionale di ricerca sull'Artico dell'Università dell'Alaska, negli ultimi anni sono molto aumentati e quest'anno si stanno estendendo nell’arco di tre mesi, mentre di norma non durano oltre la fine di luglio. A livello globale, giugno e luglio sono stati i mesi più caldi mai misurati. La regione artica, normalmente congelata, ha una funzione cruciale nel sistema di raffreddamento del pianeta, ma quest'anno invece sta contribuendo al riscaldamento del clima. «L'intensità del fuoco è ancora ben al di sopra della media», sostiene Mark Parrington, del Copernicus Atmosphere Monitoring Service.

Tonnellate di CO2 nell’atmosfera

I roghi che hanno colpito la Russia settentrionale, l'Alaska, la Groenlandia e il Canada hanno scaricato in atmosfera 50mila tonnellate di CO2 a giugno e 79mila tonnellate a luglio, superando di gran lunga il precedente record per l'Artico. L'emergenza persiste anche in agosto, con 40mila tonnellate emesse nei primi venti giorni, un evento senza precedenti negli ultimi 17 anni di monitoraggio.


«Le emissioni di CO2 sprigionate da questi incendi potrebbero esacerbare il riscaldamento climatico per decenni a venire», spiega Carly Phillips, dell'Union of Concerned Scientists. «Gli ecosistemi dell'Alaska immagazzinano enormi quantità di carbonio sia nel permafrost che nel suolo accumulato qui nel corso dei millenni. Gli incendi destabilizzano queste riserve di anidride carbonica, bruciando il suolo e accelerando il disgelo del permafrost, i quali rilasciano nell'atmosfera il gas intrappolato», sostiene Phillips.

L'area più colpita è stata quella russa, che ha registrato temperature insolitamente alte e un basso livello di umidità del suolo, creando le condizioni perfette per i roghi. Malgrado l'intervento dell'esercito, quattro regioni siberiane hanno dichiarato lo stato di emergenza e gli incendi continuano a imperversare.

In Groenlandia, le immagini satellitari di questo mese hanno rivelato incendi che si estendono su un'area larga 380 chilometri quadrati, aumentando le pressioni di un'ondata di calore che ha già provocato uno scioglimento record della seconda calotta glaciale del mondo, dopo l'Antartide. Dall'inizio dell'anno, secondo Greenpeace, in Groenlandia sono bruciati oltre 13 milioni di ettari, rilasciando una quantità di anidride carbonica equivalente ai gas di scarico di 36 milioni di auto.

Scioglimento più rapido

La fuliggine derivata dagli incendi aumenta lo scioglimento dei ghiacci, perché il nerofumo indebolisce la loro capacità di riflettere il calore del sole. La fuliggine interferisce anche con la capacità riflettente delle nuvole. «L'impatto climatico e ambientale del nerofumo sarà determinante nei prossimi anni per lo scioglimento dei ghiacci e l'evoluzione del riscaldamento del clima», sostiene Igor Semiletov, climatologo del Politecnico di Tomsk, che sta studiando queste interazioni.


L'ampliamento dei roghi incide poi sulla composizione della vegetazione. Se gli incendi sono troppo frequenti, intensi e gravi, la foresta più antica si riduce a favore della vegetazione giovane, che assorbe meno anidride carbonica. L'ecosistema boreale della taiga, la foresta settentrionale che copre il 17% dell'area terrestre del globo, si è adattato al fuoco. Brucia regolarmente da migliaia di anni. Le fiamme si diffondono senza ostacoli fino a quando cambia il vento e comincia a piovere. In Alaska, gli abeti rossi mantengono intatti dei coni resinosi per far ripartire nuove piantine quando l'albero brucia. La vegetazione a crescita rapida copre le cicatrici: mirtilli selvatici, salici, betulle e pioppi spuntano da ceppi e radici ancora in vita. In genere, il ciclo si completava nel giro di 200 anni. Ma oggi i roghi sono molto più aggressivi, i cicli sono più brevi di circa il 25% e questo riduce la capacità di rigenerarsi della vegetazione.

«I nostri studi dimostrano che, nel complesso, gli incendi nell'estremo Nord stanno diventando più grandi, più caldi e più frequenti», spiega Nancy Fresco, docente all'Università dell'Alaska e coordinatrice del gruppo di studio Scenarios Network for Alaska and Arctic Planning. «Le conifere più vecchie stanno perdendo terreno a favore di latifoglie più giovani, alterando interi ecosistemi. Questi alberi bruciano più facilmente, rilasciando più CO2, e anche il terreno brucia più profondamente rispetto al passato», precisa Fresco. Così si alimenta il circolo vizioso: più alberi che bruciano causano più riscaldamento del clima e il clima più caldo causa incendi sempre più devastanti. Tutto è collegato, dagli agricoltori dell'Amazzonia che bruciano la foresta pluviale per fare spazio agli allevamenti, alla Siberia che va in fumo per le alte temperature.


https://www.ilsole24ore.com/art/allarme ... ni-ACk2ZXe


il piano di Ciufettino per gli Usa in Terra...oltre la Luna, Marte & "l'infinito"... [:293]

https://www.ilsole24ore.com/art/groenla ... na-ACZgAjf

https://www.ilsole24ore.com/art/trump-a ... ia-AChtmZf

prevenire meglio che curare

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/0 ... e/5186439/

Immagine

il muro deciso da BuBuSettete e finito di realizzare da Ciuffettino... [:246]

https://it.wikipedia.org/wiki/Barriera_ ... _e_Messico


quando 130 milioni di zombie premeranno eh!eh! per entrare in Bassa California...3100 km di pali d'acciaio neri, a punta, alti da 6 a 12 metri, gli torneranno MOLTO utili!.. [:305]


il mondo è "grigio" il mondo è blu... [:295]

(edit crz sintassi)



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8188
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 31/08/2019, 10:33 
mah
wiki dice:La barriera è fatta di lamiera metallica sagomata, alta dai due ai quattro metri
e di punte non ne vedo [:291] [8D]
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3795
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 31/08/2019, 12:10 
FABIOSKY63 ha scritto:
dovere Argla [:)]

questo il punto di ciò che sta accadendo...e come andrà a finire si comprende se si vuole!..

https://www.ilsole24ore.com/art/non-sol ... fresh_ce=1


EMERGENZA CLIMA

Non solo Amazzonia: dalla Siberia all’Alaska anche l’estremo Nord è in fiamme

Quest'estate oltre 600 incendi hanno consumato quasi un milione di ettari di foresta in Alaska e stanno inghiottendo vaste aree boscose nel Nord del Canada. In Siberia, il fumo emesso da oltre 5 milioni di ettari devastati dal fuoco copre città e paesi
di Elena Comelli

Tutto il mondo è in ansia per l’Amazzonia, ma anche l'estremo Nord del pianeta sta bruciando. Quest'estate oltre 600 incendi hanno consumato quasi un milione di ettari di foresta in Alaska e stanno inghiottendo vaste aree boscose nel Nord del Canada. In Siberia, il fumo emesso da oltre 5 milioni di ettari devastati dal fuoco copre città e paesi. Insieme, i due pennacchi si sono uniti a formare una coperta grigia grande quasi quanto l'Unione Europea.

Antti Lipponen, dell'Istituto meteorologico finlandese, stima l'area interessata attorno a 5 milioni di chilometri quadrati. «Per fare un confronto, l'area dell'Ue è di circa 4,5 milioni di chilometri quadrati e l'area degli Stati Uniti di circa 8,1 milioni di chilometri quadrati”, ha twittato.


Gli incendi estivi in queste aree sono normali, ma, come dimostrano gli studi del Centro internazionale di ricerca sull'Artico dell'Università dell'Alaska, negli ultimi anni sono molto aumentati e quest'anno si stanno estendendo nell’arco di tre mesi, mentre di norma non durano oltre la fine di luglio. A livello globale, giugno e luglio sono stati i mesi più caldi mai misurati. La regione artica, normalmente congelata, ha una funzione cruciale nel sistema di raffreddamento del pianeta, ma quest'anno invece sta contribuendo al riscaldamento del clima. «L'intensità del fuoco è ancora ben al di sopra della media», sostiene Mark Parrington, del Copernicus Atmosphere Monitoring Service.

Tonnellate di CO2 nell’atmosfera

I roghi che hanno colpito la Russia settentrionale, l'Alaska, la Groenlandia e il Canada hanno scaricato in atmosfera 50mila tonnellate di CO2 a giugno e 79mila tonnellate a luglio, superando di gran lunga il precedente record per l'Artico. L'emergenza persiste anche in agosto, con 40mila tonnellate emesse nei primi venti giorni, un evento senza precedenti negli ultimi 17 anni di monitoraggio.


«Le emissioni di CO2 sprigionate da questi incendi potrebbero esacerbare il riscaldamento climatico per decenni a venire», spiega Carly Phillips, dell'Union of Concerned Scientists. «Gli ecosistemi dell'Alaska immagazzinano enormi quantità di carbonio sia nel permafrost che nel suolo accumulato qui nel corso dei millenni. Gli incendi destabilizzano queste riserve di anidride carbonica, bruciando il suolo e accelerando il disgelo del permafrost, i quali rilasciano nell'atmosfera il gas intrappolato», sostiene Phillips.

L'area più colpita è stata quella russa, che ha registrato temperature insolitamente alte e un basso livello di umidità del suolo, creando le condizioni perfette per i roghi. Malgrado l'intervento dell'esercito, quattro regioni siberiane hanno dichiarato lo stato di emergenza e gli incendi continuano a imperversare.

In Groenlandia, le immagini satellitari di questo mese hanno rivelato incendi che si estendono su un'area larga 380 chilometri quadrati, aumentando le pressioni di un'ondata di calore che ha già provocato uno scioglimento record della seconda calotta glaciale del mondo, dopo l'Antartide. Dall'inizio dell'anno, secondo Greenpeace, in Groenlandia sono bruciati oltre 13 milioni di ettari, rilasciando una quantità di anidride carbonica equivalente ai gas di scarico di 36 milioni di auto.

Scioglimento più rapido

La fuliggine derivata dagli incendi aumenta lo scioglimento dei ghiacci, perché il nerofumo indebolisce la loro capacità di riflettere il calore del sole. La fuliggine interferisce anche con la capacità riflettente delle nuvole. «L'impatto climatico e ambientale del nerofumo sarà determinante nei prossimi anni per lo scioglimento dei ghiacci e l'evoluzione del riscaldamento del clima», sostiene Igor Semiletov, climatologo del Politecnico di Tomsk, che sta studiando queste interazioni.


L'ampliamento dei roghi incide poi sulla composizione della vegetazione. Se gli incendi sono troppo frequenti, intensi e gravi, la foresta più antica si riduce a favore della vegetazione giovane, che assorbe meno anidride carbonica. L'ecosistema boreale della taiga, la foresta settentrionale che copre il 17% dell'area terrestre del globo, si è adattato al fuoco. Brucia regolarmente da migliaia di anni. Le fiamme si diffondono senza ostacoli fino a quando cambia il vento e comincia a piovere. In Alaska, gli abeti rossi mantengono intatti dei coni resinosi per far ripartire nuove piantine quando l'albero brucia. La vegetazione a crescita rapida copre le cicatrici: mirtilli selvatici, salici, betulle e pioppi spuntano da ceppi e radici ancora in vita. In genere, il ciclo si completava nel giro di 200 anni. Ma oggi i roghi sono molto più aggressivi, i cicli sono più brevi di circa il 25% e questo riduce la capacità di rigenerarsi della vegetazione.

«I nostri studi dimostrano che, nel complesso, gli incendi nell'estremo Nord stanno diventando più grandi, più caldi e più frequenti», spiega Nancy Fresco, docente all'Università dell'Alaska e coordinatrice del gruppo di studio Scenarios Network for Alaska and Arctic Planning. «Le conifere più vecchie stanno perdendo terreno a favore di latifoglie più giovani, alterando interi ecosistemi. Questi alberi bruciano più facilmente, rilasciando più CO2, e anche il terreno brucia più profondamente rispetto al passato», precisa Fresco. Così si alimenta il circolo vizioso: più alberi che bruciano causano più riscaldamento del clima e il clima più caldo causa incendi sempre più devastanti. Tutto è collegato, dagli agricoltori dell'Amazzonia che bruciano la foresta pluviale per fare spazio agli allevamenti, alla Siberia che va in fumo per le alte temperature.


https://www.ilsole24ore.com/art/allarme ... ni-ACk2ZXe


il piano di Ciufettino per gli Usa in Terra...oltre la Luna, Marte & "l'infinito"... [:293]

https://www.ilsole24ore.com/art/groenla ... na-ACZgAjf

https://www.ilsole24ore.com/art/trump-a ... ia-AChtmZf

prevenire meglio che curare

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/0 ... e/5186439/

Immagine

il muro deciso da BuBuSettete e finito di realizzare da Ciuffettino... [:246]

https://it.wikipedia.org/wiki/Barriera_ ... _e_Messico


quando 130 milioni di zombie premeranno eh!eh! per entrare in Bassa California...3100 km di pali d'acciaio neri, a punta, alti da 6 a 12 metri, gli torneranno MOLTO utili!.. [:305]


il mondo è "grigio" il mondo è blu... [:295]

(edit crz sintassi)

Pensi che gl'incendi siano causa degli umani e che Ciofforusso Sam voglia fermarli con le inferriate?



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18197
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 31/08/2019, 12:26 
Ma si vede anche dalla foto eh che quei pali non superano i 4 metri



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 561
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 31/08/2019, 23:29 
mauro ha scritto:
mah
wiki dice:La barriera è fatta di lamiera metallica sagomata, alta dai due ai quattro metri
e di punte non ne vedo [:291] [8D]
ciao
mauro



infatti, Mauro, questi fanno parte del "vecchio" muro che aveva fatto tirare su alla meno peggio BuBuSettete!..l'opera la dovrebbe terminare Enrichetto dal Ciuffettino in base ai finanziamenti richiesti che in parte il governo gli ha al momento NEGATO... [:246]

poteva mica dirgli che il muro serviva a fermare gli "zombie" mechicani quando l'acqua avrebbe reso invivibile quello stato!..BuBuSettete è stato tra i primi a saperlo -30/40 anni prima almeno- grazie alle sue "entrate", dal Mj12 & Co... [:246] [:305]


MaxpoweR ha scritto:
Ma si vede anche dalla foto eh che quei pali non superano i 4 metri


azz! con te è peggio che con un terno per il lotto!..a guardare le foto, quella che ho postato io, SI VEDE che è PIU' ALTO di 4(metri) e comunque questi sbarramenti fanno parte del "vecchio muro"... [:D]

@...
leggete i link che ho incluso nei post precedenti...c'è scritto tutto... [:)]

[:295]



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8188
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 03/09/2019, 09:02 
LA GUERRA DEL CLIMA CON LA MAZZA DA HOCKEY

Una bufala sui cambiamenti climatici crolla

La corte suprema della British Columbia respinge la causa per diffamazione di Michael Mann, l’ideatore del grafico a mazza da hockey

http://www.nogeoingegneria.com/tecnolog ... da-hockey/


ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18197
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 03/09/2019, 13:32 
Cita:
Michael Mann si e` rifiutato di consegnare i dati dietro il grafico, insistendo sul segreto invece che sulla trasparenza

Secondo quanto riferito, questa decisione del tribunale deriva dal fatto che Michael Mann ha rifiutato di consegnare i “numeri di regressione R2” al tribunale, che avrebbero rivelato le manipolazioni dei dati che hanno portato alla manipolazione del grafico della mazza da hockey. Questa riluttanza a rivelare l’algoritmo grafico e i dati rivela la totale mancanza di trasparenza e integrità scientifica che ha afflitto il presunto lavoro “scientifico” di Mann per decenni.

Come spiega American Thinker: La vera scienza, non la versione fasulla del “consenso”, richiede un accesso aperto ai dati, in modo che gli scettici (che svolgono un ruolo chiave nella scienza) possano vedere se i risultati sono riproducibili.


E' un vizietto quello di presentare modelli che vadano acquisiti per atto di fede senza presentare i dati a supporto... Col crollo dell'edificio 3 del WTC attribuito agli incendi è stato fatto lo stesso.



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 561
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 04/09/2019, 17:08 
citazione Morley...

"...Pensi che gl'incendi siano causa degli umani e che Ciofforusso Sam voglia fermarli con le inferriate?.."

lo hai letto bene il mio post e i link allegati?.. [8]

guarda che gli incendi sono in Brasile e NON in Messico... [8)]

il muro lo stanno RICOSTRUENDO in Bassa California cioè al confine con il Messico... [8]

gli incendi in Brasile sono appiccati volutamente da anni e i nativi dell'Amazzonia sono INCAZZATI da anni dato che gli stanno bruciando casa da anni, tu dove sei stato gli ultimi 40 anni?!?... [:305]


@PowerRanger
citazione
"...Col crollo dell'edificio 3 del WTC attribuito agli incendi è stato fatto lo stesso..."

c'è la dichiarazione del proprietario del WTC ai pompieri -comandanti- in azione sul luogo che hanno poi dichiarato ai giudici che lo stesso proprietario aveva AUTORIZZATO l'abbattimento dell'edificio 3 in quanto "NON recuperabile" -e pericoloso- secondo le presunte dichiarazioni degli stessi VdF...vi ho postato nell'altra discussione il link con le dichiarazioni e il discusso sulla questione! l'attribuzione agli incendi è stata fatta SICURAMENTE in quando essi avrebbero LESO -insieme ai crolli delle 2 torri- la struttura nelle portanti ma l'edificio è stato di fatto ABBATTUTO in un'operazione controllata dai VdF... [:305]


@Mauro
estratto dal tuo link... [:287]

"...L’imminente sconfitta di Mann è destinata a inviare ondate di shock in tutto il mondo all’interno della comunità delle scienze climatiche poiché il risultato sarà una rivendicazione sia legale che scientifica delle affermazioni del presidente degli Stati Uniti Donald Trump secondo cui il terrorismo climatico e` un “imbroglio”..."

e questo, caro Mauro, secondo me è il nocciolo della questione ed ANCHE "una motivazione" NOTEVOLE e SOSTANZIALE per "perdere" una causa basata su "un grafico" che VERO o FALSO che sia NON CAMBIA la sostanza RISCONTRATA dei "cambiamenti climatici " REALMENTE in corso e che stanno CAMBIANDO il volto del pianeta e MOLTO PRESTO -già da oggi VEDI FLORIDA in corso- metteranno a serio rischio LA VITA di tutte le specie viventi terrestri ed acquatiche e LA SOPRAVVIVENZA dell'umanità e della stessa civiltà terrestre... [:305]

questo signore, scienziato, è anche un premio Nobel, oltre ad essere "emerito" docente di una o due Università...NON credo che la sua causa sia SOLO una questione di "immagine & soldi" dato che chi si IMPEGNA personalmente in queste "questioni" ha obbiettivi PIU' alti! indubbiamente di più di chi cerca metodi e pretesti PER BLOCCARLI nell'opera che portano avanti... [:305]

https://en.wikipedia.org/wiki/Michael_E._Mann

certo, bisognerebbe capire PERCHE'?! ha negato i dati al giudice, ben sapendo di essere condannato se lo faceva! maaa visto che CIO' TORNA MOLTO UTILE "al suo" PRESIDENTE...direi c'è ALMENO da rifletterci.. [:305]

questa comunque la sua dichiarazione DOPO il verdetto...e mi sembra chiara... [:X]

"...There have been some wildly untruthful claims about the recent dismissal of libel litigation against Tim Ball circulating on social media. Here is our statement:

The defendant Ball did not “win” the case. The Court did not find that any of Ball’s defenses were valid. The Court did not find that any of my claims were *not* valid.

The dismissal involved the alleged exercise of a discretion on the Court to dismiss a lawsuit for delay. I have an absolute right of appeal. My lawyers will be reviewing the judgment and we will make a decision within 30 days.

The provision in the Court’s order relating to costs does NOT mean that I will pay Ball’s legal fees.

This ruling absolutely does not involve any finding that Ball’s allegations were correct in fact or amounted to legitimate comment. In making his application based on delay, Ball effectively told the world he did not want a verdict on the real issues in the lawsuit..."

quindi FATE VOI I VOSTRI CONTI...a me tornano... [:293] [:305]


@...
ora Ciuffettino VUOLE comprare GREEN LAND perché sa BENISSIMO che è UNA delle terre EMERSE del futuro! Alaska e Canada sono già sotto sfruttamento ma esse NON staranno "abbastanza SU" quanto INVECE sarà per la verde NUOVA terra, il NUOVO Paradiso!..l'enorme massa di ghiacci che la ricopriva e che per 3/4 ancora la copre SONO LA GARANZIA "dell'emersione" della stessa rispetto alle altre masse continentali la cui spinta da sotto NON muterà sostanzialmente quanto questa di G.L!..E LUI LO SA... [:246]


il cinema a suo modo, come per TUTTE "le altre storie" inenarrabili, ci ha raccontato ANCHE questa...riguardatelo... [;)]

https://it.wikipedia.org/wiki/Waterworld

è istruttivo!..e ormai anche MOLTO MENO fantascientifico, rispetto a 25 anni fa, se avete "studiato"... [:246]

e dato che lo scioglimento dei ghiacci della sola GREEN LAND porta ad un innalzamento medio dei livelli marini mondiali di 7(sette) metri! MAAA medio èh!?!...l'acqua poi si sa "va con le pendenze" eh!eh! gravitazionali, centrifughe, centripete, maree, caldo & freddo, salata & dolce, ecc.ecc... [8D] [:305]

(qui mi fermo se no al PowerRanger gli scoppia pure l'ultimo neurone! ah!ah! maaa...sarà un neurone?!.) [:297] )


[:295]



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3795
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 05/09/2019, 15:08 
https://www.scambiofigu.net/host/up/c74badeaf577.jpg



_________________
Qualcuno vuole vedere che fine fanno i ribelli?
https://www.scambiofigu.net/host/up/8dcda1bfb827.jpg
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8979
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 06/09/2019, 17:23 


Non vedo l'ora di assaggiare un:
https://www.buonissimo.it/lericette/747 ... n_le_olive



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 18197
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 07/09/2019, 12:39 
Wolframio ha scritto:


I civilissimi svedesi bianchi europei eh... [:246]



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4492
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 07/09/2019, 14:31 
MaxpoweR ha scritto:
Wolframio ha scritto:


I civilissimi svedesi bianchi europei eh... [:246]



Come diceva quella signora, un giorno le loro usanze saranno le nostre [:D] [xx(]


Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 561
Iscritto il: 27/08/2018, 05:22
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 07/09/2019, 16:16 
News | 07 settembre 2019
Cambiamento climatico, lo studio choc: “Napoli finirà sott'acqua”

https://www.iene.mediaset.it/2019/news/ ... 6092.shtml


@Morley
...ardi Roma!.. [:246]

[:295]



_________________
"...la vita è uno stato mentale..." tratto da "Oltre il giardino" di Hal Ashby
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12187
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: la Groenlandia sgocciola...questo è "l'inizio della fine
MessaggioInviato: 07/09/2019, 16:25 
FABIOSKY63 ha scritto:
News | 07 settembre 2019
Cambiamento climatico, lo studio choc: “Napoli finirà sott'acqua”

https://www.iene.mediaset.it/2019/news/ ... 6092.shtml


@Morley
...ardi Roma!.. [:246]

[:295]


Non possiamo perdere questo immenso Patrimonio Culturale [:296]

Non sarebbe meglio che almeno Roma la mettessimo sottoaceto. [:246]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 14/11/2019, 22:27
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org