Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 82 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Lucifero & Satana
MessaggioInviato: 19/05/2014, 14:49 
Colgo l'occasione di aver incrociato sulla mia pagina facebook un articolo di Biglino che parlava di Lucifero per introdurre un dibattito sulla figura di questo personaggio.

Chi era Lucifero? Quale ruolo ebbe nella storia dell'uomo?

LA TRADIZIONE RELIGIOSA HA DI FATTO REALIZZATO UNA FUSIONE TRA SATANA E UN’ALTRA FIGURA ANGELICA CONOSCIUTA CON IL NOME DI LUCIFERO.

Questo termine significa “Portatore di luce” e deriva dal latino lucifer (composto da lux, “luce”, e ferre, “portare”) e dal greco phosphoros (phos, “luce”, e pherein, “portare”); viene usato spesso per definire il pianeta Venere, che compare all’alba anticipando così la luce del giorno.

Immagine

In realtà questo abbinamento è giustificato solo quando è inserito nella definizione completa di “astro del mattino”, perché negli altri casi il termine richiama un non meglio identificato corpo celeste splendente.

Nella tradizione popolare con questo termine generalmente s’intende un ipotetico essere incorporeo e luminoso di natura eminentemente maligna, anzi viene addirittura spesso indicato come il capo dei demoni, il signore degli inferi in cui giacciono i dannati, ed è in questa accezione che in parte del giudaismo e del cristianesimo viene assimilato alla figura di Satana.

Questa sostanziale identificazione deriverebbe da tradizioni giudaico-cristiane che forniscono un’interpretazione particolare di un passo di Isaia che tra breve vedremo.

Nella fattispecie, il nome Lucifero sarebbe quello che l’entità possedeva prima della sua cacciata dal cielo da parte di “Dio”: l’angelo “portatore di luce” sarebbe cioè divenuto il Satana, cioè “l’avversario” per eccellenza.

I principali fautori di questa interpretazione sono stati Girolamo, Tertulliano, Origene, San Gregorio Magno, San Cipriano di Cartagine, San Bernardo di Chiaravalle, Agostino di Canterbury… che sostanzialmente concordano nell’affermare l’originario stato angelico di Lucifero/Satana e dei suoi angeli/demoni: una condizione paradisiaca da cui sarebbero decaduti a causa della superbia e della ribellione.

Possiamo dire in sostanza che questi Padri stabilirono l’identità fra il Lucifero di Isaia e il Satana di Giobbe e dei Vangeli, operando una saldatura che è entrata nella tradizione religiosa e popolare.

Per intanto ricordiamo come si sia appena visto che la definizione di “avversario di Dio” non è assolutamente calzante.

http://www.maurobiglino.it/?p=2240



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12120
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2014, 15:03 
E' stata fatta la stessa operazione di "marketing" per far diventare una figura come il "satan" cioè la pubblica accusa, di cui si serve spesso lo stesso YHWH ed addirittura nomina, in SATANA il signore degli inferi -_- Così come Belfagor, Belzebù altro non sono che nomi di Elohim contemporanea a YHWH o magari da esso differenti per modus operandi ed obiettivi che magicamente sono diventati NEMESI teologica diventando DEMONI degli inferi fiammeggianti ^_^


Se fosse ciò che la dottrina vuole che la gente creda perchè chiamare un proprio telescopio Lucifer? ^_^

http://attraversololtre.blogspot.it/201 ... fer-1.html

è un pò un controsenso no...


Ultima modifica di MaxpoweR il 19/05/2014, 15:05, modificato 1 volta in totale.


_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/05/2014, 15:28 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:

E' stata fatta la stessa operazione di "marketing" per far diventare una figura come il "satan" cioè la pubblica accusa, di cui si serve spesso lo stesso YHWH ed addirittura nomina, in SATANA il signore degli inferi -_- Così come Belfagor, Belzebù altro non sono che nomi di Elohim contemporanea a YHWH o magari da esso differenti per modus operandi ed obiettivi che magicamente sono diventati NEMESI teologica diventando DEMONI degli inferi fiammeggianti ^_^


Sono d'accordo... ma Lucifero doveva essere qualcosa di più... molto più vicino e partecipe al lato del Player B per chi conosce la chiave di lettura della "Scacchiera degli Illuminati"

[:p]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40
Iscritto il: 16/05/2014, 23:34
Località: Varese
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2014, 00:35 
Lucifero significa "portatore di luce", ma questo appellativo (nelle sue varie declinazioni) era associato alle Dee: Diana Lucifera, tanto per citarne una.

In effetti, in origine, "il portatore di luce" era "la portatrice di luce", perché erano le donne ad essere considerate veicolo di illuminazione, non gli uomini... questioni di filosofia esoterica lunghe millenni.

Andando al nocciolo che mi preme portarvi all'attenzione...
"Lucifero" era appellativo delle Dee, non degli Dei... in effetti, un'interpretazione vuole Lucifero associato con la Stella del Mattino e della Sera, che è Venere, che è sempre stata considerata una luce di carattere femminile.
C'è chi ha ipotizzato che il nome sia da riferirsi originariamente ad una dea madre, Asherah, la consorte di YHWH (no, non ho scritto male: gli ebrei in origine erano politeisti, poi hanno fatto piazza pulita dell'elemento femminile), che in soldoni condivideva gli stessi attributi di una Iside, di un'Inanna o di una Astarte. E che era madre di due gemelli, l'uno associato con la Stella del Mattino e l'altro con la Stella della Sera, come fossero due aspetti del medesimo astro. Questi due gemelli, nelle leggende mediorientali, divennero due aspetti del medesimo "demonio": Shaytan.

Se vi è di interesse, recupererò esattamente la leggenda e mi dilungherò un po' su Ashera... ma la vostra discussione mi pare andare in un senso diverso, e non vorrei andare troppo OT.

Comunque, esotericamente parlando, quelle luciferine sono energie che portano "illuminazione" e "consapevolezza"... come potrebbero altrimenti? Se Lucifero vuol dire "portatore di luce"...
Quindi, tornando al discorso intavolato nella Scacchiera degli Illuminati, Lucifero rientra tranquillamente nella categoria Player B. E questo potrebbe essere avvalorato anche da eventuali associazioni fra la figura di Lucifero e l'enkita di turno (è piuttosto difficile individuare un solo enkita che calzi sulla figura i Lucifero, perché in genere gli Dei schierati con Enki hanno caratteristiche estremamente peculiari, al contrario di quelle estremamente generiche di Lucifero). Player B, quindi, altroché...


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2014, 09:09 
Ottimo Nisaba... concordo su molti aspetti.

Riguardo alla questione di Asherah, consorte di Yahweh, ti invito a proseguire la discussione nel seguente thread

"La moglie di Yahweh"
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=14718

Invece, in merito al thread in questione imperniato sulla figura di Lucifero, mi piacerebbe approfondire insieme a te la figura di Shaytan.

Nel frattempo vi suggerisco la seguente lettura

Cita:
Cos’è il Luciferismo?

Immagine

Solitamente per “luciferianesimo” viene intesa l’interpretazione gnostica di Lucifero, visto nel dramma metaforico della genesi come colui che risveglia l’uomo alla conoscenza di sè andando contro il volere del Dio che voleva che la sua creatura non scoprisse il suo potenziale divino…

La differenza tra molti cristiani e i luciferiani è che i primi leggono la genesi alla lettera, mentre i secondi considerano il racconto biblico come una metafora, una metafora in cui vi sono forze, e non entità in carne ed ossa… In quest’ottica esiste Dio in quanto intelligenza latente dell’universo (la Forza), poi esiste un altro Dio malvagio o completamente folle identificato dai gnostici nel Dio dell’Antico Testamento e frutto solo della malata immaginazione dell’uomo.

Infine Lucifero rappresenta il Logos, la razionalità e la sapienza divina latente nell’uomo, l’anelito dell’uomo a scoprire i misteri dell’universo, ma anche il principio di ribellione verso ogni limitazione dell’essere e della libertà dell’uomo…

La morale gnostica e luciferiana si fonda tutta sul metro della libertà… Per esempio uccidere è sbagliato perchè limita la libertà di continuare a vivere di un altro… rubare è sbagliato perchè priva un altro della libertà di disporre dei propri averi e così via… vengono condannate invece tutte le imposizioni moralistiche riguardanti i gusti personali: ognuno è libero di pensare, esprimersi, vestire, mangiare e amare come gli pare… esprimersi su questi argomenti per il seguace di Lucifero è totalmente privo di senso e sciocco…

Un equivalente del mito gnostico di Lucifero è il mito greco di Prometeo, che sfidando il geloso Giove dona all’uomo il fuoco della conoscenza (Luci-Fero porta la luce) e insegna all’uomo a cavarsela da solo… Nel mito gnostico a volte Lucifero viene spesso immaginato donna, capelli neri, pallida e occhi verdi, vestita di nero e verde… E si chiama Sophia, ovvero Sapienza… “l’angelo verde” compare nella trilogia gnostica di Matrix nella figura dell’Oracolo (Prometeo significa che vede prima, cioè oracolo) che aiuta l’Eletto e il genere umano a difendersi dal controllo dell’Architetto, metafora del Dio dell’Antico Testamento…

Nel luciferianesimo Gesù Cristo non è una figura negativa, ma un eroe, definito il Vero Lucifero… Gesù per il luciferianesimo non è il figlio del Dio dell’Antico Testamento, ma è il Figlio dell’Uomo, la manifestazione del potenziale evolutivo e divino completo dell’uomo, “figlio” quindi di quel vero “Dio” che è la Forza latente dell’universo.

http://dimoradilucifero.altervista.org/ ... 2265625000


Ultima modifica di Atlanticus81 il 20/05/2014, 09:19, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40
Iscritto il: 16/05/2014, 23:34
Località: Varese
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2014, 22:49 
Cita:
Atlanticus81 ha scritto:
Riguardo alla questione di Asherah, consorte di Yahweh, ti invito a proseguire la discussione nel seguente thread
"La moglie di Yahweh"
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=14718


Grazie, non avevo visto lo avevate.
Ti ho aggiunto di là qualcosa di mio.

Grazie anche della lettura aggiunta qui, ma mi mette in difficoltà.
Io e lo gnosticismo facciamo a cavolotti da anni (non si contano le persone con cui ho litigato su questo argomento [:D]).
Trovo non abbia senso, comunque cercherò di seguire il filone e non brontolare troppissimo...

Gesù come Lucifero è un'idea che, per quanto mi riguarda, fa a cavolotti. Come Supermen potrebbe fare a cavolotti con Hulk, per capirci: in modo continuativo. [:D]

Il problema fondamentale è, a mio parere, che il Nuovo Testamento è stato montato nel 325 d.C. e questo ha portato ad edulcorare gli scritti dei primi cristiani dalla giusta matrice storica e culturale. E quella stessa matrice non la rintracci con facilità, se non forse nei testi di Nag Hammadi (datati fra il I e il IV sec. d.C.).
In quegli scritti ritrovi la matrice gnostica di cui si parla... ma non è la stessa matrice che viene espressa nell'articolo, né è totalmente affine, per dire, a quella catara.

Su "Gesù e gnosticismo" non mi esprimo oltre in modo autonomo... non è un argomento che riesco ad approcciare in modo così vago.

Riguardo a "Gesù come Lucifero", invece, mi esprimo eccome.
Gesù che porta luce? Mah.
A me pare, più che altro, che porti una promessa, quello sì, ma una liberazione che avviene attraverso un asservimento all'Amore (da intendersi come Agapé greco), non alla Conoscenza.
Amore e Conoscenza sono due modi di vivere il mondo che, pur non escludendosi a vicenda, non sono la stessa cosa. Motivo per cui Gesù e Lucifero non sono due figure paragonabili, a mio parere almeno.

Se posso permettermi una definizione stringata (e molto personale) di luciferianesimo (luciferismo non lo ho mai sentito [8]), è la seguente:
"studia, comprendi, divulga; la conoscenza comporta possibilità di scelta; la possibilità di scelta comporta libertà; aiuta chi vuole conoscere, non imporre conoscenza a chi vuole chiudere gli occhi".
Il luciferianesimo non è una "religione", ma un movimento filosofico diffuso nella storia umana e promosso da individui, in genere non organizzati (e generalmente inconsapevoli di essere dei "luciferiani").

Comunque, a parte questo... Shaytan, ci eravamo fermati qui.
Dunque. Innanzitutto, nome arabo.
Poi... parto un po' indietro perché ancora non so dove voglio arrivare. Mi è sfuggito il pensiero di ieri... [8)]

Perciò... Shalim e Shalem, o Shalem e Shahar, sono i gemelli figli della "vacca del cielo" e del "toro del cielo", divinità ugaritiche, quindi dei cananei. Le attestazioni provengono dalla Siria, dove non sono considerati figli di El e Anat (Asherah/Astarte), ma di El e due donne (presumibilmente umane) e solo allattati da Anat. Questo conferirebbe loro una natura semi-divina, piuttosto che divina.
Shalim è noto come "Stella del Crepuscolo", mentre Shalem come "Stella dell'Alba"... e questo rende chiaro quale sorta di dualismo li legasse: inizio e fine, sorgere e calare.

A questo punto, si dovrebbe tener conto del problema teologico circostante lo Shaytan. Il suo nome è genericamente tradotto come "Avversario" o "Negatore" e assume circa lo stesso ruolo dell' "Avversatore" citato nel Libro di Enoch (apocrifo ebraico).
Il fatto è che sono proposte due nature per lo Shaytan:
- quella di angelo decaduto, il che lo rende al pari del Satana cristiano
- quella di djinn, il che lo rende qualcosa che non ha niente a che fare con l'essenza divina di Allah; i djinn sono infatti forze della natura, "nerofumo", o fuoco... e il fuoco rimanda alle divinità solari.

I Gemelli Gentili Shalim e Shalem sono collegati ad una divinità solare, cioè Anat (anche a due, se vogliamo considerare il cielo come dominio del Sole e includere El -il cielo- fra le divinità solari). Le stelle (loro sono associati alle stelle) erano anticamente considerate fuoco astrale. E rieccoci al fuoco: due aspetti del fuoco, esattamente come lo Shaytan: nero e rosso, distruttivo e creativo, al tramonto e all'alba.
L'Islam nasce con Maometto attorno al 570 d.C. E' una tradizione molto tarda, che ha integrato di tutto un po' di quel che c'era prima e questo ha fatto confluire nei suoi testi innumerevoli tradizioni, provenienti dai territori in cui si è espanso in origine: Medioriente e Nord Africa.


Ultima modifica di Nisaba il 20/05/2014, 23:11, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2014, 23:06 
Da quel che leggo credo che sulla gnosi io e te avremo modo di scontrarci! Sempre in modo costruttivo ovviamente!

[;)]

Ora capisco anche il tuo intervento e il tuo dubbio in merito a una mia affermazione su Gesù e il Serpente dell'Eden nel thread "La Scacchiera degli Illuminati".

Shalim e Shalem, incroci tra "Dei" e "Umani"... mi ricorda tanto il passo del testo biblico ove si afferma che i figli di dio videro che le figlie degli uomini erano belle e si unirono a loro, generando la stirpe dei Nephilim, degli uomini famosi, eroi dell'antichità.

Ovvero coloro che in altri thread ricollego ai caratteri fenotipici del biondismo e del rutilismo. Caratteristiche che accompagnano i semi-dei e i sovrani divinizzati dei popoli antichi e descritti nei miti antichi e in quelli della grecia classica, sia al di qua che al di là dell'Atlantico.

Sovrani ed eroi di cui in molti casi sono state trovate tracce tangibili oltre che le descrizioni che ci offrono i testi dell'epica antica. Ricordiamo le mummie caucasiche e con i capelli rossi ritrovate in tutto il mondo.

Lucifero non sarà mica stato anch'egli un "biondo"?

Iniziamo allora a domandarci CHI o COSA fosse Lucifero...

- Un simbolo allegorico di un concetto o di un elemento astronomico?
- Una entità puramente spirituale/metafisica?
- Un essere in carne ed ossa?
- Un essere in carne ed ossa e in più del tutto simile a noi (solo un po' più alto, biondo e con gli occhi azzurri come un Cro-Magnon?)

Per me vale principalmente la quarta ipotesi, quella sottolineato, in perfetto stile neo-evemerista, ma integrata con la prima, secondo la chiave di lettura del Progetto Atlanticus così come descritta nel seguente mio articolo

Gli Antichi Dei, tra Neo-Evemerismo e Culti Astronomici
http://ufoplanet.ufoforum.it/headlines/ ... O_ID=10109

A voi la parola...

[:I]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12120
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2014, 23:48 
Io continuo a rimuginare sul fatto che il vaticano abbia chiamato così i 2 osservatori astronomici, secondo me parte della risposta su chi\cosa "sia" lucifero è lì. Ovviamente sanno benissimo che non è il demonio altrimenti dubito gli avrebbero dato querl nome.

Se non ho capito male tu stai dicendo che "lucifero" sarebbe una sorta di appellativo dato ad una determinata "razza"? Come ad esempio i rossi vengono definIti "pel di carota" o i bianchi "caucasici" magari con lucifer si intendeva un determinato fenotipo?



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/05/2014, 23:52 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:

Io continuo a rimuginare sul fatto che il vaticano abbia chiamato così i 2 osservatori astronomici, secondo me parte della risposta su chi\cosa "sia" lucifero è lì. Ovviamente sanno benissimo che non è il demonio altrimenti dubito gli avrebbero dato querl nome.

Se non ho capito male tu stai dicendo che "lucifero" sarebbe una sorta di appellativo dato ad una determinata "razza"? Come ad esempio i rossi vengono definIti "pel di carota" o i bianchi "caucasici" magari con lucifer si intendeva un determinato fenotipo?


No no... in realtà intendevo dire che Lucifero potesse essere un esponente di quella particolare razza portatrice di un particolare fenotipo... magari caratterizzato dall'occhio azzurro di cui abbiamo spesso parlato nel nostro podcast o nel blog.

Ricordi tutto il discorso del Mar Nero?

Il fenotipo cro-magnoide. Il che si ricollega ovviamente alle stirpi atlantidee antidiluviane accennate nell'Out of Atlantis, e, risalendo l'albero genealogico, agli Anunnaki descritti nei miti sumeri.



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40
Iscritto il: 16/05/2014, 23:34
Località: Varese
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2014, 09:18 
Cita:
Atlanticus81 ha scritto:
No no... in realtà intendevo dire che Lucifero potesse essere un esponente di quella particolare razza portatrice di un particolare fenotipo... magari caratterizzato dall'occhio azzurro di cui abbiamo spesso parlato nel nostro podcast o nel blog.

Il fenotipo cro-magnoide. Il che si ricollega ovviamente alle stirpi atlantidee antidiluviane accennate nell'Out of Atlantis, e, risalendo l'albero genealogico, agli Anunnaki descritti nei miti sumeri.


Quindi non sarebbe egli stesso un Anunnaki, ma un discendente degli Anunnaki?
Dati della genetica a possibile supporto della teoria ce ne sono?
Dal fronte genetica umana, intendo. Ridondanze particolari nei geni, anali su reperti particolari...


Cita:
Atlanticus81 ha scritto:
Shalim e Shalem, incroci tra "Dei" e "Umani"... mi ricorda tanto il passo del testo biblico ove si afferma che i figli di dio videro che le figlie degli uomini erano belle e si unirono a loro, generando la stirpe dei Nephilim, degli uomini famosi, eroi dell'antichità.

Storie che compaiono molto prima, vai alla radice: sumeri ed egizi (Shemsu-Hor).


Cita:
Atlanticus81 ha scritto:
- Un simbolo allegorico di un concetto o di un elemento astronomico?
- Una entità puramente spirituale/metafisica?
- Un essere in carne ed ossa?
- Un essere in carne ed ossa e in più del tutto simile a noi?

Nulla gli impedisce di essere tutte e quattro le cose.
I concetti metafisici sono tali perché l'osservatore (l'uomo, per dirla generica) attribuisce loro dei significati.
Entità spirituali/metafisiche lo si diventa con l'idealizzazione da parte della massa.
La carne e le ossa... beh, se le hai le hai. [:D]


Ultima modifica di Nisaba il 21/05/2014, 09:40, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Non connesso


Messaggi: 470
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2014, 10:20 
Secondo Aleister Crowley,occultista,Satana/Lucifero non esiste come "persona"in Magick descrive bene il suo pensiero.Si professava ateo e credeva nella deità dell'uomo.

Per alcune correnti gnostiche Satana/lucifero è il famoso "architetto" di questa realtà,San paolo lo definisce Dio di questo mondo.
Se prendiamo per vero quello che è scritto nella bibbia,Satana ci viene descritto come il grande tentatore,colui che corrompe l'animo umano.
Sarebbe interessante analizzare il suo "rapporto" con l'uomo.
Cosa offre Satana/Lucifero all'"uomo"?e in cambio cosa chiede?


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12120
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2014, 14:17 
Io sono dell'idea che sia solo una mistificazione la connotazione negativa data a lucifero. Se si vuole elevare "una parte" al rango di eroe questi hanno bisogna odi una controparte negativa. La domanda da farsi è: la storia l'hanno scritta i buoni o i cattivi? Perché se la storia che conosciamo ed il retaggio di lucifero che abbiamo è stato veicolato dalla controparte "cattiva" che ha vinto la sfida "mediatica" allora il vero diavolo potremmo avercelo alla guida.

Insomma Gheddafi, Hassad, Yanukovic tutta gente FATTA DIVENTARE lucifero pur essendo prima alleato\amico.


Ultima modifica di MaxpoweR il 21/05/2014, 14:18, modificato 1 volta in totale.


_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5914
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/05/2014, 15:18 
Cita:
rew63 ha scritto:

Secondo Aleister Crowley,occultista,Satana/Lucifero non esiste come "persona"in Magick descrive bene il suo pensiero.Si professava ateo e credeva nella deità dell'uomo.

Per alcune correnti gnostiche Satana/lucifero è il famoso "architetto" di questa realtà,San paolo lo definisce Dio di questo mondo.
Se prendiamo per vero quello che è scritto nella bibbia,Satana ci viene descritto come il grande tentatore,colui che corrompe l'animo umano.
Sarebbe interessante analizzare il suo "rapporto" con l'uomo.
Cosa offre Satana/Lucifero all'"uomo"?e in cambio cosa chiede?

Il problema è tutto qui, l'accostamento errato del termine satana a lucifero...
Per tentare di comprendere bisogna scavare a fondo su questi due termini e scoprire cosa veramente rappresentino...
E' utile allo scopo studiare i testi gnostici e i testi teosofici e tenere presente che si scopriranno cose pazzesche...eresie da rogo...[;)]



_________________
Immagine
"Dentro di noi abbiamo tutte le risposte, eppure proprio quando pensiamo di averle riscoperte ci sfuggono via, proprio come un sogno al risveglio che la mente non riesce a mantenere nitido e inesorabilmente si dissolve..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Non connesso


Messaggi: 470
Iscritto il: 03/10/2012, 07:06
Località: bs
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/05/2014, 10:37 
Al di là della gerarchia domoniaca,principe,re,Lucifero ha sempre esercitato un certo "fascino" per alcune persone.
Ammettiamo per un attimo che quello scritto nella bibbia sia "vero"
abbiamo un angelo che alla "creazione" dell'uomo ne rifiuta la deità,per questo suo atto di "superbia"viene bandito.
Dunque abbiamo un essere che ha dei "sentimenti" prova "emozioni"
tanto da classificare l'uomo essere "inferiore"Sà di "umano"
Ne segue una battaglia nei "cieli"con rovinosa "caduta".

In chiave gnostica è l'architetto di questa realtà,sembrerebbe realtà "materiale",offre all'uomo solo "cose materiali" vedi gesu nel deserto.
sicuramente non una "crescita spirituale", in cambio si "accontenta"dell'"anima".Perchè?perchè è cosi importante l'anima?perchè tutte le confessioni "religiose"puntano ad accaparrarsi
l'anima?
Se "l'essenza divina"che è in noi è cosi importante ci dovrà essere un motivo,
Lucifero come "padrone" di questa realtà ha come scopo di demolire con ogni "mezzo" la "volontà" affinchè ,stremata, un'anima continui a rimanere qui
Prostrandoci ai suoi piedi la nostra anima "alimenta" questa "realtà"dove "viviamo"senza questa "energia" questo "mondo/dimensione " crolla insieme al suo "creatore"

Per ovviare al problema i Catari pensarono che un suicidio collettivo di tutta l'umanità potesse porre fine a questa "illusione"


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5914
Iscritto il: 11/07/2009, 14:28
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/05/2014, 12:25 
Cita:
rew63 ha scritto:
Se "l'essenza divina"che è in noi è cosi importante ci dovrà essere un motivo,
Lucifero come "padrone" di questa realtà ha come scopo di demolire con ogni "mezzo" la "volontà" affinchè ,stremata, un'anima continui a rimanere qui
Prostrandoci ai suoi piedi la nostra anima "alimenta" questa "realtà"dove "viviamo"senza questa "energia" questo "mondo/dimensione " crolla insieme al suo "creatore"

Per ovviare al problema i Catari pensarono che un suicidio collettivo di tutta l'umanità potesse porre fine a questa "illusione"

La tua visione è del tutto errata...gnosticamente ragionando ovviamente eh, nessuna presunzione che la mia sia quella giusta!
Il Demiurgo/Satana, che ha creato questo mondo, è colui che blocca le anime quaggiù...colui che le condanna ad un ciclo reincarnativo infinito
Mentre Lucifero è proprio la metafora di quelli che sono stati sbattuti quaggiù all'alba dei tempi...
I Catari puri non facevano figli e arrivavano alla pratica dell'Endura, che era il lasciarsi morire di inedia (cosa assai diversa dal suicidio!)...ma tutto questo per combattere il loro nemico, che era il Demiurgo, non lucifero...erano loro "lucifero"!
Questi non sono argomenti da forum aperti però...molti potrebbero capire fischi per fiaschi...



_________________
Immagine
"Dentro di noi abbiamo tutte le risposte, eppure proprio quando pensiamo di averle riscoperte ci sfuggono via, proprio come un sogno al risveglio che la mente non riesce a mantenere nitido e inesorabilmente si dissolve..."
Angeldark
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 82 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 22/05/2017, 21:18
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org