Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 78 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: Anunnaki, Nephilim e Sapiens
MessaggioInviato: 18/08/2014, 17:47 
Riprendo un post pubblicato sul mio blog, ripreso a sua volta da

http://www.rosacroceoggi.org/pagine.eso ... efilim.htm

per aprire un nuovo fronte di ricerca su quella che potrebbe essere la natura dei Nephilim.

Cita:
Nephilim.. Questi Sconosciuti

Nefilim, Annunaki, Vigilanti, Jedi; quattro diversi nomi, per indicare la medesima razza a cui è attribuita l'origine della nostra e di cui perfino la bibbia parla. Nella bibbia il loro nome è figli di Dio, e dai rapporti con donne umane si sarebbe generata una nuova razza, quella dei giganti. Ma andando con ordine cerchiamo di capire un po' di più chi erano in realtà questi Nefilim, come i testi antichi ci hanno tramandato la loro civiltà e quale ruolo hanno avuto nello sviluppo della nostra.

Nella Bibbia (Gn 6,1-4) così si legge:

Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sopra la faccia della terra e nacquero loro delle figliole, avvenne che i figli di Dio videro che le figliole degli uomini erano piacevoli e se ne presero per mogli tra tutte quelle che più loro piacquero. Allora il Signore disse: "il mio spirito non durerà per sempre nell'uomo, perché egli non è che carne, e i suoi giorni saranno di centovent'anni". C'erano i giganti sulla terra a quei tempi, e anche dopo, quando i figli di Dio s'accostarono alle figliole dell'uomo e queste partorirono loro dei figli. Sono questi i famosi eroi dell'antichità.

Immagine

Non nascondo che la prima volta che lessi questo passo non poche domande mi balenarono nella mente: chi erano i figli di Dio? Chi ha creato i giganti? Chi erano i famosi eroi dell'antichità? Che vuole dire che i giorni degli uomini saranno di 120 anni?

Partiamo rispondendo all'ultima domanda; è lecito sapere che prima di quella "sentenza divina", gli uomini erano molto longevi, infatti in Gn 5,5 si può leggere che Adamo prima di morire visse ben 930 anni! Dio quindi, per punire gli uomini decide di abbassare il tetto dell'età degli uomini. Tutti sanno che è davvero improbabile che un uomo sia vissuto tanto e forse, l'abbassamento dell'età imposta da Dio potrebbe trattarsi di una correzione da parte degli "scrittori" della bibbia, che avrebbero così sanato l'incompatibilità vita reale. Per ora teniamo buona questa ipotesi.

I Figli di Dio, o Nefilim, sono secondo la tradizione biblica degli angeli caduti sulla terra e non più puri. Giunti sulla terra si sarebbero uniti agli uomini e avrebbero così dato origine ad una nuova razza: la razza dei serpenti.

I giganti e gli eroi erano i figli degli angeli caduti?

Sì, basti pensare alla mitologia classica: il figlio di un dio e di un uomo è generalmente un essere straordinario dotato di una forza sovraumana (Eracle) o immortali (Achille) o con conoscenze superiori all'uomo (Prometeo era un titano); erano insomma dei giganti, ossia più grandi degli uomini, dove quindi il termine gigante non sta per uomini dalle dimensioni spropositate, ma per uomini con qualità superiori a quelle degli uomini. Come tutti sanno Achille, Eracle e Prometeo, oltre ad avere doti straordinarie che li rendevano giganti tra gli uomini, vennero poi ritenuti dei veri e propri eroi, dopo tutto che titolo attribuire ad uno che contro il volere degli dèi insegna all'uomo il potere del fuoco, se non quello di eroe?

Ecco quindi chi erano i giganti e gli eroi di cui si parla in quel passo della genesi: "ibridi" nati dall'unione di uomini e Nefilim, la razza dei serpenti.

Mi si potrebbe obbiettare: "ma dal passo si intuisce che i giganti vivevano sulla terra già prima della venuta dei figli di Dio".

Ad una tale obbiezione non potrei che rispondere che è vero, i giganti vivevano sulla terra prima della venuta dei figli di Dio. Il fatto è che quella non fu l'unica volta in cui i figli di Dio si unirono con le "figliole degli uomini". Fin dalla sua creazione, l'uomo ha avuto a che fare con i Nefilim. Questa razza non è comparsa a sorpresa nella vita della nostra civiltà, ma da sempre sembra accompagnarci. Ma prima di addentrarci in questa, proviamo a dare una ipotetica descrizione di questi Nefilm.

L'antica letteratura giudaica attribuisce ai Vigilanti (Nefilim, Jedi, Annunaki, tutti sinonimi di una stessa civiltà) specifici tratti somatici: vengono descritti come esseri molto alti, di pelle bianca, con capelli bianchi lanosi, carnagione arrossata, occhi penetranti e volti di serpente; anche i testi mesopotamici ed altri racconti mediorientali sembrano confermare questa descrizione, arricchendola con altri particolari come "razze di giganti" e confermando che le divinità, antenate della civiltà, erano anch'essi di statura "gigante".

Dalla descrizione che i popoli antichi ci danno di questi strani uomini, possiamo azzardare l'ipotesi che non si tratti di esseri disumani.

La descrizione sembra combaciare con quella di un occidentale, che mediamente è più alto rispetto ad uno asiatico o ad un mediorientale (pensando al XI millennio a.C.).

Si tratta quindi, di una civiltà differente da quelle che abitavano la mezzaluna fertile, una civiltà di cui non ci è rimasta traccia se non nei racconti di questi popoli, se non nei miti e nelle leggende che narrano di questi Nefilim.

Le caratteristiche fisiche venivano poi accentuate per mettere in evidenza l'importanza che rivestivano questi uomini. Infatti nelle culture primitive, i re e gli uomini che ricoprivano incarichi di alto rango (aristocratici etc.), venivano raffigurati con dimensioni sproporzionate, rispetto agli altri uomini (comuni) quasi ad evidenziarne una sorta di divinazione. Tanto è vero che, ad esempio, l'unico documento per ora in nostro possesso sul mitico Re Scorpione, è una testa di mazza in cui il sovrano (il cui nome è scritto attraverso un pittogramma rappresentante uno scorpione) è riprodotto in dimensione eroica, proprio a testimoniarne l'importanza (a lui viene attribuita l'unificazione dei due Egitti).

Il libro di Enoch racconta che gli Angeli caduti rivelarono all'uomo i segreti proibiti del cielo. Azazel "insegnò agli uomini a fare spade, coltelli, scudi e corazze e fece conoscere all'uomo l'arte di lavorare i metalli". Altri Vigilanti sono accusati di aver addestrato i mortali in campi scientifici, quali l'astronomia e la geografia, l'arte di abbellire il corpo, addirittura insegnarono all'uomo come "abortire". Penemu, infine, istruì l'uomo sull'uso di "inchiostro e carta". Dunque, più che una razza proveniente dal cielo, gli Annunaki (così erano conosciuti tra i Sumeri) sembrano essere una civiltà evoluta (a sostegno della nostra tesi), che esporta la sua conoscenza verso popoli meno evoluti, civilizzandoli e creando quindi un rapporto si subordinazione tra i due popoli. Prometeo è un esempio di questo rapporto, che esisteva tra le due diverse civiltà: mosso da compassione per la condizione primitiva delle popolazioni della mezzaluna, decide di rilevare ad alcuni popoli determinate conoscenze (rappresentate dal fuoco, che è stato indubbiamente una grande scoperta dell'uomo), che la sua civiltà (quella dei Nefilim) conosceva e che non voleva che le altre civiltà non conoscevano. Venne quindi punito dal suo popolo; come tutti sanno infatti la sua condanna fu quella di subire tutti i giorni l'attacco di un aquila che gli divorava il fegato per tutto il dì, fegato che durante la notte ricresceva pronto per essere divorato il dì seguente. Ma gli Jedi non punivano solo i loro simili, persino gli uomini subivano le loro punizioni.

Alcuni studiosi, come Zecharia Sitchin, credono invece che la natura degli Annunaki non sia terrestre. Sitchin reputa infatti che gli Annunaki siano degli alieni provenienti da un decimo pianeta, che periodicamente si va a collocare tra Marte e Giove: Nibiru. Tale pianeta, secondo i testi sumeri studiati da Sitchin, ritornerebbe tra il pianeta rosso e il sole mancato ogni 3600 anni.

In ultima analisi, possiamo definire Nefilim, quella civiltà che civilizzò i popoli africani e della mezzaluna fertile (non solo questi popoli, gli Annunaki arrivarono a civilizzare le civiltà precolombiane e i popoli asiatici), insegnando loro l'arte della conoscenza. A mio parere , anche Osiride era un Nefilim, così come lo erano Iside, Thot e Set. Dunque gli Annunaki erano i colonizzatori che Atlantide mandava nel mondo per civilizzare quella parte di umanità che era agli albori della civiltà.

Ecco, qui di seguito, una parte del Documento di Damasco (CD II,14-III,1) in cui viene trattato il tema della caduta degli angeli, dei loro figli (i giganti) e degli uomini:

"Ed ora, figli, ascoltatemi ed io scoprirò i vostri occhi affinché possiate vedere e comprendere le opere di Dio, scegliere quanto gli è gradito e respingere ciò che odia, camminare alla perfezione in tutte le sue vie senza sgarrare secondo i desideri dell'istinto colpevole (yeser 'ashmah) e degli occhi lussuriosi (be'ene zenut) [cfr. Ezechiele 6,9]. Poiché molti, a causa di essi si sono smarriti, e hanno vacillato, a causa di essi, valenti eroi, dai tempi antichi ad oggi; avendo camminato nell'ostinazione del loro cuore, caddero i vigilanti del cielo; furono presi, a causa di essi, perché non avevano osservato gli ordini di Dio, e (a causa di essi) caddero i loro figli la cui altezza uguagliava quella dei cedri e i cui corpi erano come le montagne; ogni carne che era sulla terra esistiti, essendosi comportati secondo la loro volontà e non avendo osservato gli ordini del loro fattore, fino a quando arse contro di essi la sua ira. A causa di essi si sono smarriti i figli di Noè e le loro famiglie, a causa di essi furono recisi. Ma a causa di essi si sono smarriti i figli di Giacobbe e furono puniti secondo il loro errore".

Per l'autore di questo testo, gli angeli caddero (nafal) e peccarono, per non avere osservato i comandamenti (gli ordini) di Dio, e per lo stesso motivo caddero (nafal) i loro figli (cioè i giganti, i nefilim di Gen. 6; pur non citandoli espressamente con questo nome ce n’offre evidentemente un'etimologia).

Il termine nefilim cui qui c'è una chiara allusione, viene invece citato esplicitamente nell'Apocrifo della Genesi II,1:

"Ecco, pensai allora in cuor mio, che la concezione viene dai vigilanti e dal seme dei santi, e che questo bambino assomiglierà forse ai giganti (nefilim)".

Lamec è preoccupato dal sospetto che Noè sia nato da una relazione di sua moglie Bit-Enosh con i vigilanti, angeli a cui è dedicato un libro del pentateuco "enochico".

Dato il carattere lacunoso del testo, non è possibile decidere con sicurezza se "nefilim" vada considerato come il nome dei giganti, o semplicemente un participio passivo di nafal e quindi da tradursi «i caduti», cioè gli angeli caduti.

In alcuni testi paralleli la colpa dei vigilanti consiste nell'aver rivelato agli uomini i segreti cosmici.

Alla tematica dell'unione con le femmine ci riconducono anche il già citato Apocrifo della Genesi: L'interpretazione si riferisce ad Azazel e agli angeli che... entrarono dalle figlie degli uomini e generarono loro gli eroi (ghibborim).

Il frammento n. 2 di Qumran (n. 180) contiene un riferimento allo stesso episodio, ma il testo è ancora più lacunoso e non si possono trarre conclusioni certe.

La linea 2 cita la generazione dei giganti. e nella linea 4 si legge coloro che amano l'ingiustizia e trasmettono in eredità la colpevolezza.

Si può infine ricordare il frammento n. 4 che ricorda la punizione dei giganti nel diluvio, insieme al resto dell'umanità. - Azazel che viene qui menzionato, è l'angelo che in Enoc VIII, svela all'umanità le scienze che la corromperanno e viene punito - (sua è tutta la colpa della corruzione della terra e degli uomini). Per l'unione degli angeli con le femmine nasce la generazione dei giganti - Enoc IX,8 s. e X,11 s.

A causa sempre dello stato lacunoso del frammento non si può dire se si accentui lo svelamento delle scienze segrete, o l'unione con le femmine. Per entrambi questi aspetti, sembrano comunque valere la tesi secondo cui:

"Il vero disordine, nasce nell'universo, quando c'è un'unione indebita tra il divino e l'umano".

Ma questo disordine altro non è che una contaminazione: gli angeli che hanno trasgredito l'ordine di Dio, hanno anche infranto l'ordine della natura, si sono contaminati e hanno contaminato tutta la natura; l'hanno sciupata; per questo o è sorto il male o almeno il male è dilagato.

Ma come si può notare nel Documento di Damasco, esiste una certa riservatezza circa una caduta dell' essere umano. La caduta degli angeli sembra che interessi relativamente e sembra stare sullo stesso piano di quella degli uomini.

Un pensiero ebraico suppone che "è solo la dottrina dei due spiriti che sembra fornire una soluzione accettabile agli uomini della comunità. Bisogna fare risalire a Dio stesso la decisione di dare a questo mondo l'aspetto di un campo di battaglia tra le forze del bene e quelle del male, da lui stesso create, da lui stesso indirizzate a questo fine".

In questo scontro Dio stesso interviene direttamente: "Ma il Dio di Israele e l'angelo della sua verità soccorrono tutti i figli della luce", come nella battaglia escatologica, quando: "La grande mano di Dio s'alzerà contro Belial e contro tutto l'esercito della sua dominazione con una disfatta eterna (Regola della guerra XVIII,1)", ma anche per liberare ogni individuo dalla sua contaminazione radicale è necessario l'intervento purificatore di Dio e dello Spirito Santo:

"Con la sua verità, Dio allora vaglierà tutte le azioni dell'uomo e si monderà alcuni figli dell'uomo eliminando ogni spirito di ingiustizia dalle viscere della loro carne e purificandoli nello spirito santo da tutte le opere empie, aspergerà su di essi lo spirito di verità".

In vero, cosa può essere la caduta degli angeli?

Si tratta semplicemente della fuga dei coloni di Atlantide, che si staccarono dal cuore dell'impero Atlantideo, per formare nuove civiltà, per strappare le tribù indigene (quali, ad esempio, le popolazioni mesopotamiche, quelle precolombiane, etc.) dalla loro condizione barbara e non evoluta.

Poco sopra, ho definito gli Annunaki i colonizzatori che Atlantide mandava nel mondo per civilizzare quella parte di umanità che era agli albori della civiltà; ma questa affermazione è vera in parte.

Mi spiego meglio: in principio il cuore dell'impero mando questi colonizzatori ai quattro angoli del nostro globo col preciso scopo di civilizzare e assoggettare le popolazioni indigene (sottolineo che secondo Sitchin i vigilanti erano e sono degli alieni che hanno creato l'uomo con l'unico scopo di assoggettarlo e sfruttarlo, questa è una chiara prova a mio avviso, che gli atlantidei non si spinsero nei territori barbari mossi solamente da uno spirito misericordioso nei confronti delle tribù indigene); ma quando queste colonie crebbero si ribellarono al controllo dell'impero, così da arrivare allo sdegno di Dio (l'impero) che non riconosce come suoi i propri figli (le colonie) e decide di distruggerli (prova di questa mia affermazione sono le 12 fatiche di Eracle, come affermato da Axel Famiglini in un suo articolo "le civiltà antidiluviane", o ancora di più il mito popolare che vuole Atene avversaria degli eserciti atlantidei che volevano conquistarla).

http://www.progettoatlanticus.net/2013/ ... ciuti.html



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 18/08/2014, 17:52 
Spiego meglio cosa vorrei dimostrare.

La mitologia ci descrive cosa succede se un "figlio di dio" si unisce con una bella "figlia degli uomini" ovvero

Anunnaki + Sapiens = Nephilim

Nephilim antidiluviani che, se seguiamo i filoni di ricerca già affrontati dal Progetto Atlanticus dovrebbero avere avuto caratteristiche genetiche e fenotipiche ben specifiche rappresentate da:
- occhi azzurri o verdi
- capelli biondi (o rossicci)
- aplogruppi caucasici
- altezza media maggiore dello standard (come i cro-magnon)

Nephilim che sarebbero poi diventati gli "uomini famosi dell'antichità", quindi eroi, semi-dei, sovrani etc.etc. delle prime civiltà umane post-diluviane.

Ma cosa sarebbe accaduto dall'ulteriore unione tra un Nephilim e un Sapiens?!?!

Nephilim + Sapiens = ?

Possiamo pensare che:

- Nephilim + Sapiens = Nephilim di 2°livello
- Nephilim di 2° + Sapiens = Nephilim di 3°
- Nephilim di 3° + Sapiens = Nephilim di 4°
- .... = Nephilim di N°

Il che significa che l'umanità odierna è già ora in buona sostanza descrivibile come un mix di Nephilim di vario livello.

Gli Anunnaki ormai non esistono più... e ciò che consideriamo Sapiens Sapiens (noi) non è altro che una diversa gradazione di DNA Nephilim... come passare dal bianco al nero attraverso una scala di grigi.

Con l'unica particolarità che chi appartiene ai Nephilim di livello più alto, avendo preservato una 'certa' linea di sangue (o stirpe) non avendo "imbastardito" il loro sangue con continui incroci con i Sapiens oggi, così come decine di migliaia di anni fa, sono coloro preposti a controllare il mondo.

Quindi l'extraterrestre o il Nephilim è ormai indistinguibile dal Sapiens. Anzi, in buona sostanza ormai siamo diventati tutti un gruppo omogeneo.

A parte gli Anunnaki originari che possiamo pensare avere avuto fattezze come gli ingegneri del film di Prometheus...

Immagine

Che dite.. è una ipotesi plausibile?!

[8D]


Ultima modifica di Atlanticus81 il 18/08/2014, 17:52, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 63
Iscritto il: 03/12/2008, 13:11
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/08/2014, 11:50 
caro Atlanticus81-
ho letto con interesse non solo l'articolo Nephilim.. Questi Sconosciuti , ma anche gli altri analoghi , che indagano sulle nostre origini-
Con il risultato che se sono aumentate le informazioni mi è anche aumentata la confusione [:(] . Il puzzle si fa sempre più stimolante [:D]

Cita:
Ma cosa sarebbe accaduto dall'ulteriore unione tra un Nephilim e un Sapiens?!?!

Nephilim + Sapiens = ?

Possiamo pensare che:

- Nephilim + Sapiens = Nephilim di 2°livello
- Nephilim di 2° + Sapiens = Nephilim di 3°
- Nephilim di 3° + Sapiens = Nephilim di 4°
- .... = Nephilim di N°

Il che significa che l'umanità odierna è già ora in buona sostanza descrivibile come un mix di Nephilim di vario livello.

In questa tua considerazione non potremo inserire anche la variabile RH- e RH+ ?

Avevo trovato in rete delle ipotesi interessanti riguardo al fattore Rh-
e per esperienze personali ho verificato delle curiose diversità-

ciao


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 19/08/2014, 14:55 
Cita:
viaggiatore ha scritto:

caro Atlanticus81-
ho letto con interesse non solo l'articolo Nephilim.. Questi Sconosciuti , ma anche gli altri analoghi , che indagano sulle nostre origini-
Con il risultato che se sono aumentate le informazioni mi è anche aumentata la confusione [:(] . Il puzzle si fa sempre più stimolante [:D]

Cita:
Ma cosa sarebbe accaduto dall'ulteriore unione tra un Nephilim e un Sapiens?!?!

Nephilim + Sapiens = ?

Possiamo pensare che:

- Nephilim + Sapiens = Nephilim di 2°livello
- Nephilim di 2° + Sapiens = Nephilim di 3°
- Nephilim di 3° + Sapiens = Nephilim di 4°
- .... = Nephilim di N°

Il che significa che l'umanità odierna è già ora in buona sostanza descrivibile come un mix di Nephilim di vario livello.

In questa tua considerazione non potremo inserire anche la variabile RH- e RH+ ?

ciao



Direi proprio di sì!

[:D]



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8
Iscritto il: 03/05/2014, 21:36
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/08/2014, 01:42 
La questione dei nephilim, tutto sommato, non è molto difficile da comprendere.
Basta confrontare il relativo passo della bibbia con il libro di En.Ki per capire alcune cose.

1) I nephilim sono gli igigi (Coloro che Osservano e Vedono) citati nel libro di En.KI e, a loro volta, non sono altro che anunnaki destinati alla stazione di transito su Marte, non erano sulla terra.

2) Il termine nephilim è tradotto come "giganti" solo sulla bibbia dei greci, per gli ebrei, il termine indica "scendere in basso, cadere"; in effetti, per arrivare sulla terra, sono dovuti scendere e lo hanno fatto dopo che En.Ki, per primo, aveva ingravidato delle donne terrestri: il cattivo esempio fa subito proseliti.

3) La più importante: è vero che la bibbia non specifica esplicitamente la provenienza degli elohim però, in Gen 1.26 leggiamo: "E disse elohim facciamo il terrestre con immagine di noi..."; è abbastanza chiaro che provenivano da altrove e, creando una nuova specie vivente sulla Terra abbiano deciso di chiamarla terrestre; non avrebbe avuto alcun senso attribuire questo nome se gli stessi elohim fossero terrestri a loro volta.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12120
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/08/2014, 02:38 
In una conferenza, Biglino fa una considerazione molto interessante, la radice Nephila ha un unico e solo significato, ORIONE quindi Nephilm potrebbe significare gli Orioniani...



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/08/2014, 12:50 
Cita:
MaxpoweR ha scritto:

In una conferenza, Biglino fa una considerazione molto interessante, la radice Nephila ha un unico e solo significato, ORIONE quindi Nephilm potrebbe significare gli Orioniani...


Bisognerebbe capire se è solo Biglino a sostenerlo o se ci sono riscontri oggettivi al riguardo.

Inoltre resta sempre da capire se "Orione" indicasse una loro provenienza interstellare (personalmente ne dubito) o, come mi sto convincendo, il simbolo di appartenenza a un gruppo...

"Costellazione di Orione" come simbolo.

Come l'asinello per i democratici americani, la svastica per i nazisti tedeschi, la falce e martello dei comunisti...

Così come simboli potevano essere le Pleiadi (e i relativi Pleiadiani), la costellazione del Toro o altre rappresentazioni astronomiche.

Infine bisognerebbe capire, se quanto sopra fosse rispondente al vero, quale di queste fazioni abbia vinto e sia salita al vertice del NWO oggi.



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12120
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/08/2014, 13:16 
Cita:
Da notare che (come afferma anche Peake nei suoi commentari sulla Bibbia http://en.wikipedia.org/wiki/Nephilim#Anakim) nella cultura aramaica il termine "Nephila" si riferisce alla costellazione di Orione, e di conseguenza il termine "Nephilim" si riferisce ai discendenti semi-divini di Orione (gli Anakim, da Anak).


tratto da questo post: http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=4844

Cita:
"Costellazione di Orione" come simbolo.

Come l'asinello per i democratici americani, la svastica per i nazisti tedeschi, la falce e martello dei comunisti...

Così come simboli potevano essere le Pleiadi (e i relativi Pleiadiani), la costellazione del Toro o altre rappresentazioni astronomiche.

Infine bisognerebbe capire, se quanto sopra fosse rispondente al vero, quale di queste fazioni abbia vinto e sia salita al vertice del NWO oggi.



Si giusta osservazione, questi simboli ci aggiungerei il "caduceo" che forse è il più antico tra i simboli che identificano un gruppo, in particolare i "dottori" Annunaki.


Ultima modifica di MaxpoweR il 22/08/2014, 13:16, modificato 1 volta in totale.


_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8
Iscritto il: 03/05/2014, 21:36
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/08/2014, 22:20 
Cita:
Atlanticus81 ha scritto:

Cita:
MaxpoweR ha scritto:

In una conferenza, Biglino fa una considerazione molto interessante, la radice Nephila ha un unico e solo significato, ORIONE quindi Nephilm potrebbe significare gli Orioniani...


Bisognerebbe capire se è solo Biglino a sostenerlo o se ci sono riscontri oggettivi al riguardo.

Inoltre resta sempre da capire se "Orione" indicasse una loro provenienza interstellare (personalmente ne dubito) o, come mi sto convincendo, il simbolo di appartenenza a un gruppo...

"Costellazione di Orione" come simbolo.

Come l'asinello per i democratici americani, la svastica per i nazisti tedeschi, la falce e martello dei comunisti...

Così come simboli potevano essere le Pleiadi (e i relativi Pleiadiani), la costellazione del Toro o altre rappresentazioni astronomiche.

Infine bisognerebbe capire, se quanto sopra fosse rispondente al vero, quale di queste fazioni abbia vinto e sia salita al vertice del NWO oggi.


Attenzione.
Biglino fa questa ipotesi nel suo libro: "IL DIO ALIENO DELLA BIBBIA" solo per tentare di spiegare come mai nella bibbia dei greci i nephilim sono definiti giganti.
In effetti potrebbe essere un riferimento alla provenienza dei nephilim: Orione, un gigante, tuttavia, sono stati ritrovati diversi scheletri durante scavi archeologici, inoltre, anche la bibbia parla di giganti altri oltre 3 metri.
L'ipotesi più semplice (che tende ad essre anche la più vera) e che i nephilim (igigi) oltre ad essere scesi sulla Terra per unirsi alle donne terrestri, erano di grande statura.
Ciascuna delle due versioni ne ha riportato un attributo: discesi/caduti per i masoreti, giaganti per i greci; in entrambi i casi, la descrizione è corretta.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7155
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/08/2014, 23:10 
caro ado,
Cita:
unirsi alle donne terrestri, erano di grande statura

se ne era parlato in un altro topic, il problema era appunto la notevole differenza di..statura [;)]
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8
Iscritto il: 03/05/2014, 21:36
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/08/2014, 10:46 
Cita:
mauro ha scritto:

caro ado,
Cita:
unirsi alle donne terrestri, erano di grande statura

se ne era parlato in un altro topic, il problema era appunto la notevole differenza di..statura [;)]
ciao
mauro


Giusta osservazione.

Tuttavia, se ci si attiene alla bibbia, si scopre che questi giganti erano presenti solo in alcune zone: gli ebrei prima di combatterli, mandavano qualcuno in ricognizione; al loro ritorno gli esploratori manifestavano i propri timori per via della statura dei nemici definendosi locuste al confronto.

Tutto lascia pensare che la statura spropositata fosse il risultato delle unioni: un essere particolare che, tra le altre cose, non ha lasciato discendenti, presumibilmente, proprio per il problema da te segnalato. Non dimentichiamo che non è stato semplice per gli anunnaki generare il terrestre (il lulu=miscelato) ed è del tutto plausibile che unioni occasionali tra due razze compatibili ma differenti diano luogo a qualche problema.

Per quanto riguarda gli elohim/anunnaki, è ovvio che fossero di alta statura: se gli ominidi ibridati erano 120/130 cm, un essere umano è mediamente 175 cm (un tedesco anche 185/190 cm), è del tutto logico e verosimile suppore che loro (gli elohim) fossero sopra i 200 cm (già così potrebbero essere definiti giganti).

Sempre sulla bibbia leggiamo che i nephilim/igigi, prima di ingravidare le donne terrestri fanno un'affermazione che è la giusta chiave di lettura per comprendere la questione: le definiscono buone; basandoci sulla traduzione di Biglino, scopriamo che il termine è usato per indicare che sono adatte allo scopo: vi era quindi, una completa compatibilità anche per quanto riguarda la statura.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7155
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/08/2014, 14:11 
caro ado,
molto difficile ,avere ,per ora un quadro generale, poichè, anche se sono"notizie di frontiera", si parla di "piccolo popolo", (pochi centimetri)
e esseri giganti alti 20 metri!!
L'ipotesi, potrebbe essere anche ,che nel corso delle ere, la pressione atmosferica differente, abbia favorito o limitato la crescita.
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12120
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
Località: Agropoli (SA)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/08/2014, 15:13 
l'altezza, almeno sulla terra è influenzata in maniera maggiore dalla gravità del pianeta per quanto riguarda i vertebrati e dalla % di ossigeno per gli invertebrati; forse in u pianeta con una atmosfera più "densa" e pesante questa potrebbe essere un parametro decisivo (venere ad esempio) ma non penso che una pressione maggiore o minore dell'atmosfera sulla terra possa giustificare una variabilità di altezza dell'uomo così ampia :)

Io resto dell'idea che i VERI TERRESTRI fossero i "giganti" motivo per il quale gli Elohim assieme ai Sapiens li hanno tolti di mezzo anche con armi non convenzionali...



_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/09/2014, 17:58 
Ho cercato di realizzare uno schema che andrò a breve a pubblicare nel blog che riassume (o quantomeno cerca di farlo) l'argomento Anunnaki, Nephilim e Sapiens anche per un neofita, chiarendo l'utilizzo del termine "Giganti" che a mio avviso è fuorviante.

Potete scaricarlo da qui

http://www.mediafire.com/view/lhfaawx43 ... nnaka.xlsx

Spero possa essere utile anche a noi per affrontare efficacemente questo tema.

[:I]

PS:
se non riuscite a visualizzare il file scaricatelo sul vostro computer e apritelo da locale.

[:p]


Ultima modifica di Atlanticus81 il 06/09/2014, 18:11, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 13575
Iscritto il: 01/10/2009, 21:02
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/09/2014, 19:02 
Scaricato e ispezionato attentamente.
Che dire...
Secondo me hai un computer al posto del cervello per riuscire a fare uno schema cosi [:p]
Tutto molto chiaro comunque.
Piccola curiosità...quanto ci hai messo a costruirlo?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 78 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 22/05/2017, 21:20
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org