Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 815 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 51, 52, 53, 54, 55
Autore Messaggio

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3078
Iscritto il: 13/03/2016, 23:02
Località: WEST Prealpi OROBICHE
 Oggetto del messaggio: Re: Il Pentagono aveva un programma per gli UFO
MessaggioInviato: 07/01/2019, 14:18 
Quelli SOPRA 6 o 7 (1 su 1.000.000.000) che tramite
60/70 (1 su 100.000.000) che "usando"
600/700 (1 su 10.000.000) che comandano
60/70 milioni (1 su 100) "gestiscono/allevano"
NOI 7,5 miliardi.

Sono solo i numeri che cambiano, ma le percentuali dovrebbero essere tali da millenni e milleni.

E difficilmente si passa da una categoria all'altra, verso l'alto. [V]



_________________
(°-°)

Iniuriarum remedium est oblivio:
La miglior vendetta per un'ingiuria è dimenticarsene.

Postquam docti surrexerunt, boni viri desierunt:
Quando sono comparsi gli uomini istruiti, sono scomparsi quelli onesti.


(°-°)

"A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio" (O. Wilde)
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3128
Iscritto il: 29/03/2011, 20:52
Località:
 Oggetto del messaggio: Re: Il Pentagono aveva un programma per gli UFO
MessaggioInviato: 14/01/2019, 17:52 
Ex Senatore americano vuole portare al Congresso i rapporti sugli UFO

Ad un anno dalla decisione del Dipartimento della Difesa di declassificare i due video che mostravano un incontro tra due caccia da combattimento della Marina ed un oggetto volante non identificato (UFO), si riapre negli Stati Uniti il caso.

L'ex leader della maggioranza al Senato, Harry Reid, da sempre uno dei sostenitori nella ricerca degli UFO, ha chiesto al Congresso di rivedere i rapporti come l'incontro di cui vi abbiamo parlato sopra, che il Dipartimento della Difesa avrebbe raccolto per anni nell'ambito di un programma noto come "Black Money".

"Personalmente, non so se esistano dei piccoli uomini verdi. Ne dubito, ma credo che le informazioni che abbiamo richiedano una revisione ed uno studio più approfondito" ha affermato Reid a KNPR.

Il politico ha anche fatto sapere che successivamente ha tenuto una telefonata con un Senatore per discutere dei modi attraverso cui il Congresso potrebbe esaminare i rapporti del programma. "Quello che abbiamo scoperto in passato è che questi piloti, quando vedono qualcosa di strano come questa, sono inclini a non segnalarlo per paura che i loro capi pensano che non abbiano qualcosa a posto, il che potrebbe bloccare la promozione. Così. molte volte non proferiscono parola su questi strani avvistamenti" ha continuato Reid, secondo cui uno dei possibili motivi per cui questi avvistamenti non sono mai emersi o riportati sarebbe proprio da imputare alla paura di essere etichettati come non sani mentalmente.

Reid si è ritirato dalla politica nel 2017, ma ha comunque ancora forti legami con i membri del Congresso, e sostiene ancora che tali rapporti debbano essere rivisti, in quanto "il governo federale non ha fatto quasi nulla per fare luce".

https://tech.everyeye.it/notizie/ex-sen ... 59354.html


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 43880
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Il Pentagono aveva un programma per gli UFO
MessaggioInviato: 14/01/2019, 19:44 
(.. E come sempre, sono sempre EX a parlare, per cui .....) [:306]



_________________
Immagine (Ex Maresciallo - Operatore Radar Difesa Aerea)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 43880
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Il Pentagono aveva un programma per gli UFO
MessaggioInviato: 16/01/2019, 14:17 
Centro Ufologico Nazionale - CUN


LA SERIE TELEVISIVA DI HISTORY CHANNEL 'PROJECT BLUE BOOK' È BASATA SU UNA STORIA VERA. ECCO QUI:
articolo scritto da Ralph Blumenthal e Leslie Kean per il New York Times.


Con un omicidio da parte dello spionaggio russo, un auto-immolazione, teppisti governativi armati di fucili e altri fantasiosi complotti, "Project Blue Book", la famosa nuova serie di History sul programma dell'Aeronautica per indagare e smontare gli UFO, non è lo storico Project Blue Book.

Abbiamo visto i primi sei episodi dal punto di vista degli scrittori che hanno lavorato a lungo sul lato serio degli UFO. Abbiamo rotto l'esclusiva del New York Times nel dicembre 2017 su un programma segreto del Pentagono che investigava sul fenomeno, con la nostra collega Helene Cooper. Leslie Kean ha scritto il best-seller del 2010 (secondo il New York Times) "U.F.O.s: Generals, Pilots and Government Officials Go On the Record". Ralph Blumenthal ha scritto degli UFO per Vanity Fair e The Times.

Quindi, nonostante gli abbellimenti, eravamo interessati a scoprire parallelismi tra la versione televisiva e la realtà storica e attuale.

La serie di History, prevedibilmente sensazionalista e drammatizzante le indagini sui casi e le figure storiche coinvolte, aggiunge molti elementi della storia che semplicemente non sono mai accaduti. È già abbastanza difficile per coloro che cercano di capire la verità sul coinvolgimento del governo con gli UFO senza mescolare fatti e finzione.

Tuttavia, a parte il melodramma, la vera storia è lì:

Il Project Blue Book era il nome in codice per un programma dell'USAF (United States Air Force) creato nel 1952 del secolo scorso, dopo numerosi avvistamenti UFO accaduti durante l'era della Guerra Fredda, per spiegare o smascherare il maggior numero possibile di rapporti al fine di mitigare il possibile panico e proteggere il pubblico da un vero e proprio problema di sicurezza nazionale: un fenomeno apparentemente tecnologico che andava oltre il controllo umano e che non era russo, ma rappresentava una potenziale minaccia insondabile.

Il personaggio principale della serie televisiva, l'eminente astronomo J. Allen Hynek, interpretato da Aidan Gillen, fu reclutato come consulente scientifico del Blue Book e fu inizialmente impegnato a spiegare i dischi volanti come fenomeni naturali o identificazioni erronee. Ma gradualmente si rese conto che gli oggetti bizzarri erano reali e necessitavano di ulteriore attenzione scientifica. (Anche se non ha mai visto una presunta creatura aliena fluttuare in un carro armato o si è schiantato su un aereo durante la ricreazione in CGI di un combattimento con un UFO segnalato, come raffigurato nella serie.).

Mentre Hynek era coinvolto, il Blue Book compilò resoconti di 12.618 avvistamenti di oggetti volanti non identificati, di cui 701 rimangono inspiegabili fino ad oggi.

Tuttavia, ciò che è più importante studiare durante quell'epoca è ciò che è accaduto al di fuori del Project Blue Book, nella misura in cui è stato rivelato. Quando abbiamo riportato la notizia del Programma di Identificazione delle Minacce Aerospaziali Avanzate del Pentagono (Advanced Aerospace Threat Identification Program o AATIP), iniziato nel 2007, oggi abbiamo presentato uno sguardo su uno scenario simile: casi militari indagati e filmati senza la conoscenza da parte del pubblico. Questa volta, tuttavia, non esisteva un'agenzia pubblica in grado di accogliere segnalazioni di incidenti, anche quando erano coinvolti centinaia di testimoni.

Abbiamo appreso attraverso i documenti del programma del Pentagono e dalle interviste con i partecipanti che il mistero degli elusivi oggetti volanti è ancora lontano dalla soluzione, e che non è stato fatto abbastanza per affrontare quel problema quasi 50 anni dopo la chiusura del Blue Book.

Tutto iniziò nel 1947. Il tenente generale Nathan Twining, il comandante dell'Air Material Command, inviò un memo segreto sui "Dischi volanti" al comandante generale delle Forze aeree dell'esercito al Pentagono. Twining dichiarò che "il fenomeno riportato è qualcosa di reale e non visionario o fittizio". I silenziosi oggetti a forma di disco hanno dimostrato "estremi livelli di ascesa, manovrabilità (soprattutto in rollio) e movimento che devono essere considerati evasivi quando avvistati o contattati da radar e aerei amici."

Un nuovo progetto, il cui nome in codice "Sign", di stanza a Wright Field (ora Base Aerea Wright-Patterson), fuori da Dayton, Ohio, ricevette il mandato di raccogliere rapporti sugli UFO e valutare se il fenomeno fosse una minaccia per la sicurezza nazionale. Con la Russia esclusa come fonte d'origine di questi oggetti, lo staff scrisse una top secret "Stima della Situazione", concludendo che, sulla base delle prove, gli UFO avevano molto probabilmente un'origine interplanetaria.

Secondo i funzionari governativi dell'epoca, la stima fu respinta dal generale Hoyt Vandenberg, capo dello staff dell'Air Force statunitense. Da quel momento in poi, i sostenitori dell'ipotesi esterna al pianeta persero terreno, con Vandenberg e altri che insistevano sul fatto di trovare spiegazioni convenzionali.

Alla fine il Project Sign si è evoluto in Project Blue Book, con lo scopo di convincere il pubblico che i dischi volanti potevano essere spiegati.

Eppure dietro le quinte, le autorità si sono cimentate in qualcosa di molto sobrio: gli incontri UFO ben documentati hanno coinvolto molteplici osservatori esperti, dati radar, fotografie, tracce sul terreno ed effetti fisici sugli aerei.

Nel 1952, l'ufficio del maggiore generale John Samford, il direttore dell'intelligence dell'Air Force, informò l'FBI, dicendo che, secondo i documenti del governo, "non era del tutto impossibile che gli oggetti avvistati potessero essere navi provenienti da un altro pianeta come Marte". L'Intelligence delle forze aeree aveva in gran parte escluso una origine terrestre, come riportato da una nota dell'FBI.

Anche le preoccupazioni per la difesa nazionale stavano montando. Dopo che gli aerei dell'aeronautica militare decollavano in azione per intercettare degli oggetti brillanti visti e rilevati su un radar sopra Washington DC, nel 1952, Samford convocò una conferenza stampa per calmare il Paese.

Annunciò che tra 1.000 e 2.000 rapporti analizzati, la maggior parte erano stati spiegati. "Tuttavia",ammise, una certa percentuale "è fatta da osservatori credibili che hanno visto cose relativamente incredibili. È questo gruppo di osservazioni che stiamo tentando di risolvere."

Disse che non sono state tratte conclusioni, ma ha minimizzato qualsiasi "concepibile minaccia" per gli Stati Uniti.

Nello stesso anno, tuttavia, H. Marshall Chadwell, assistente direttore dell'intelligence scientifica della CIA, concluse in una nota al direttore della CIA, Walter Bedell Smith, che "avvistamenti di oggetti inspiegabili a grandi altitudini e in viaggio ad alta velocità nelle vicinanze delle principali installazioni di difesa degli Stati Uniti sono di natura tale da non essere attribuibili a fenomeni naturali o tipi noti di veicoli aerei."

Nel 1953, le autorità erano preoccupate che i canali di comunicazione stessero diventando pericolosamente intasati da centinaia di rapporti sugli UFO. Persino i falsi allarmi potevano essere pericolosi, le agenzie di difesa si preoccuparono, poiché i sovietici potevano approfittare della situazione simulando o mettendo in scena un'ondata di avvistamenti di UFO e poi attaccare.

I documenti mostrano che la CIA ha quindi escogitato un piano per una "politica nazionale", come a "ciò che dovrebbe essere detto al pubblico riguardo al fenomeno, al fine di minimizzare il rischio di panico".

Dopo una sessione a porte chiuse con un comitato consultivo scientifico presieduto da HP Robertson del California Institute of Technology, la CIA emise un rapporto segreto che raccomandava un ampio programma educativo per tutte le agenzie di intelligence, con l'obiettivo di "formazione e debunking".

La formazione significava più educazione pubblica su come identificare gli oggetti conosciuti nel cielo. "L'uso di casi veri che mostrino prima il "mistero" e poi la "spiegazione" sarebbe forte., afferma il rapporto.

Il debunking "sarebbe compiuto dai mezzi di comunicazione di massa come televisione, film e articoli popolari".

Quel piano prevedeva l'utilizzo di psicologi, esperti pubblicitari, astronomi dilettanti e persino cartoni animati Disney per creare propaganda per ridurre l'interesse pubblico. E i gruppi UFO civili dovrebbero essere "sorvegliati", ha affermato il rapporto, a causa della loro "grande influenza sul pensiero di massa se si dovessero verificare avvistamenti diffusi".

Il rapporto del Robertson Panel è stato classificato fino al 1975, cinque anni dopo la chiusura del Blue Book. Ma la sua eredità sopravvive nell'aura del ridicolo che circonda i rapporti sugli UFO, inibendo il progresso scientifico.

"L'implicazione nel rapporto del gruppo era che gli UFO erano una sciocchezza (non-scienza), da smentire a tutti i costi", scrisse Hynek. "Rende scientificamente irripetibile l'argomento degli UFO".

Hynek , l'ex scettico degli UFO, alla fine concluse che si trattava di un vero fenomeno che aveva un disperato bisogno di attenzione scientifica, con centinaia di casi nei file del Blue Book ancora inspiegabili. Persino molti dei casi "chiusi" sono stati risolti con spiegazioni ridicole e spesso esasperanti, a volte con lo stesso Hynek.

"L'intera operazione del Blue Book è stata un fallimento basato sulla premessa categorica che le cose incredibili riportate non potevano avere alcuna base di fatto", scrisse negli anni '70, quando finalmente fu libero di dire la verità.

Quando il Blue Book si chiuse alla fine del 1969, l'Air Force statunitense mentì in modo categorico al popolo americano, affermando che nessun UFO era mai stato una minaccia per la sicurezza nazionale; che gli UFO non rappresentavano "sviluppi tecnologici o princìpi al di là della portata delle conoscenze scientifiche attuali"; e che non c'erano prove che fossero "veicoli extraterrestri".

(Solo pochi anni prima, nel 1967, un oggetto rosso brillante a forma ovale aleggiava sopra la Malmstrom Air Force Base nel Montana, e tutti e 10 i missili nucleari sotterranei della struttura furono disabilitati quasi simultaneamente mentre l'UFO era presente, secondo quanto riferito dalle interviste ai testimoni e rapporti ufficiali del governo. I tecnici non hanno trovato spiegazioni convenzionali).

Ma qualunque cosa l'Air Force statunitense avesse detto al pubblico, in realtà non smise di investigare sugli UFO. Una volta un memorandum classificato, pubblicato segretamente nell'ottobre 1969, pochi mesi prima della chiusura del Blue Book, rivelò che erano già in vigore regolamenti per indagare sui rapporti UFO che "non facevano parte del sistema del Blue Book". Il memo, scritto da Carroll H. Bolender, un generale di brigata dell'aeronautica militare, continuò dicendo che "le segnalazioni di UFO che potrebbero influenzare la sicurezza nazionale continuerebbero a essere gestite attraverso le procedure standard delle forze aeree progettate per questo scopo."

Chiaramente, le agenzie governative hanno continuato ad avere un certo livello di coinvolgimento nelle indagini sugli UFO nei decenni successivi - e nel presente. Nonostante le dichiarazioni del governo dicano il contrario, documenti ufficiali una volta segreti includono resoconti dettagliati di eventi drammatici UFO all'estero. Molti casi statunitensi non sono stati indagati a fondo, incluso un evento del 2006 in cui un oggetto a forma di disco si librò sopra l'aeroporto O'Hare per più di cinque minuti e si lanciò attraverso le nuvole a una velocità incredibile.

I nostri rapporti per il New York Times nel 2017, che hanno portato a dei briefing per i membri dei comitati del Congresso USA, hanno dimostrato che non è cambiato molto dalla chiusura del Project Blue Book.

Gli scienziati possono sapere di più sul comportamento e le caratteristiche degli UFO e sono più vicini alla comprensione della fisica di come funziona la tecnologia, secondo i documenti AATIP e relative interviste. Ma il governo fa ancora di tutto per tenere segrete le indagini e le conclusioni, mentre nega qualsiasi coinvolgimento nei confronti dei cittadini americani.

Fonte: https://www.nytimes.com/…/project-blue-book-history-true-st…



_________________
Immagine (Ex Maresciallo - Operatore Radar Difesa Aerea)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 43880
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio: Re: Il Pentagono aveva un programma per gli UFO
MessaggioInviato: 17/01/2019, 16:39 
Centro Ufologico Nazionale - CUN


DOCUMENTI UFFICIALI BRITANNICI: "NON SI PUÒ ESCLUDERE CHE CI SIANO VISITE EXTRATERRESTRI E CHE GLI UFO POSSANO ANCHE RAPPRESENTARE UNA MINACCIA".


In alcuni documenti - ancora classificati fino alla fine del 2019 e che 'The Sun Online' ha visto in esclusiva, la politica sugli UFO ed extraterrestri, in terra britannica, era meno scontata di quella del previsto.

I documenti rivelano anche come i capi di intelligence e del Ministero della Difesa britannico fossero "in guerra" sull'opportunità di investigare sugli UFO.

In uno dei due documenti "bomba", gli esperti radar affermano: "... non possiamo escludere del tutto l'idea di una osservazione/visita extraterrestre, sia segreta che palese. (...) La nostra attuale politica di mantenere una mente aperta su questi argomenti è quindi probabilmente corretta."

In un altro rapporto del 1997, i funzionari dei servizi segreti del MoD affermano: "L'unica conclusione logica alla quale possiamo giungere è che non sappiamo se gli UAP (fenomeni aerei non identificati) rappresentino una minaccia per la Difesa del Regno Unito. Non possiamo comunque escludere tale possibilità."

I documenti mostrano come siano stati messi a dura prova i rapporti tra il Defence Intelligence Staff (DIS) - dalla mentalità aperta - la fazione dell'intelligence del Ministero della Difesa - e lo scettico dipartimento Sec(AS), che ha gestito i problemi politici degli UFO.

Recita una lettera del 1997 del Sec (AS):

"Come possiamo mantenere la linea secondo cui la politica del governo non consiste nell'esaminare ulteriormente i rapporti (sugli UFO) e che non abbiamo nulla da nascondere?"

Articolo completo su: https://www.thesun.co.uk/…/alien-visit-invasion-mod-docume…/



_________________
Immagine (Ex Maresciallo - Operatore Radar Difesa Aerea)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 815 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 51, 52, 53, 54, 55

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Oggi è 19/01/2019, 03:30
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org