Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 117 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40673
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Veleni quotidiani....
MessaggioInviato: 21/07/2010, 18:24 
DEODORANTI ALL'ALLUMINIO

Immagine

Quello che vi posto qui di seguito, è un articolo riguardante gli "effetti collaterali" dovuti all'uso dei deodoranti. LO SAI che al loro interno vi è l'alluminio? LO SAI quali danni può causare? Ovviamente scriveranno "clinicamente testato" che a quanto pare è l'inganno legale ai danni dei consumatori consumati pecoroni che grazie alla pubblicità ci hanno trasformati in beni da consumare (Tv al servizio del "cittadino" privato che non siamo certo noi)

Buona lettura e risveglio

L’ Alluminio è un oligoelemento presente in natura in numerosi alimenti, ma che può risultare pericoloso, e persine mortale, se assunto in quantità eccessive. È infatti stato implicato come fattore eziologico di alcune patologie come encefalopatia, osteopatia e anemia ed è inoltre stato ipotizzato come cofattore nell’insorgere di alcune malattie neurodegenerative, tra cui la malattia di Alzheimer. Viene poi sottolineato che la stampa riporta, quasi quotidianamente, che un uso ripetuto di questi prodotti comporta un’esposizione all’alluminio, e che quest’ultimo sembra svolgere, anche se finora non esistono evidenze sperimentali, un ruolo nell’insorgenza di diverse patologie (morbo di Alzheimer, cancro al seno ecc.). Mentre sono state ben individuate e studiate le fonti alimentari che possono causare un’assunzione critica di alluminio: pentole, contenitori, additivi ed altro, ancora poche conosciute sono le vie di contaminazione extra alimentari, come per esempio farmaci e cosmetici. Solo negli ultimi anni, l’interesse di alcuni ricercatori si è indirizzato verso i prodotti deodoranti/antitraspiranti, che possono contenere fino al 20% di sali di alluminio sotto forma di cloridrati d’alluminio e di idrati di zirconio, allo scopo di determinare i rischi legati all’impiego dell’alluminio nei prodotti cosmetici.

In particolare, tali studi hanno preso in esame la correlazione tra l’uso frequente di deodoranti contenenti alluminio e zirconio e il rischio d’insorgenza di tumori al seno. Secondo alcune ricerche, la combinazione di depilazione delle ascelle e uso frequente di deodoranti contenenti alluminio potrebbe essere una delle cause della proliferazione di cancro al seno sia negli uomini che nelle donne. Il meccanismo alla base di tale processo sarebbe dovuto alla capacità dei sali d’alluminio di danneggiare in modo significativo il dna delle cellule del seno, stimolando la loro degenerazione in cellule cancerose. Il rischio legato all’uso frequente di deodoranti-antitraspiranti non finisce qui, utilizzando le formulazioni spray, si faciliterebbe, attraverso il cavo nasale, l’accesso diretto dell’alluminio al cervello, causando un’intossicazione continua che può dare origine a patologie di grave entità, come il morbo di Alzheimer, i cui sintomi preclinici sono stati riscontrati in personale che per motivi professionali era esposto a tali prodotti. Per il momento, come spesso accadequando si toccano interessi commerciali di un certo rilievo, la ricerca accademica è prudente nel condannare definitivamente gli antitraspiranti a base di sali d’alluminio, diversi programmi di ricerca sono in atto nelle principali università europee per verificare con esattezza velocità e modalità d’assorbimento cutaneo dei sali d’alluminio, ma nel frattempo per evitare di fare da cavie è prudente fare a meno di prodotti antitraspiranti, e in particolar modo degli spray, contenenti ingredienti come «Aluminium zirconium tetrachlorohydrex» e «Aluminium chlorohydrate».

Fonte:
http://www.psichesoma.com/deodoranti-allalluminio/
http://losai.forumfree.it/?t=49525964



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 245
Iscritto il: 11/07/2009, 15:18
Località: milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/07/2010, 09:17 
BICARBONATO.

Il bicarbonato è il miglior ammazza puzza di sudore che esista!
Costa poco ed è efficacissimo!
Ovviamente DOPO essersi lavati, si mezze in zona ascelle come fosse talco...è perfetto e dura tutto il giorno.
In alternativa, nelle erboristerie, vendono dei criatalli di aspetto trasparente, che hanno lo stesso effetto. Un bel pezzo,grande circa come il mio pugno, costa 8 euro...che non è pochissimo, ma dura tantissimo...io ci faccio quasi 1 anno.
Provare per credere.....
E che dire dei dentifrici? ....lasciamo perdere....
Il bicarbonato va bene anche per quello, ma NON TUTTI I GIORNI....perchè si rovina lo smalto..solo 1 volta a settimana.
Invece l'argilla ventilata va benissimo ( la trovate dall'erborista)..lava i denti benissimo è antibatterica e alla lunga ha un leggero effetto sbiancante.


[:57] [:57]



_________________
Io ho vissuto con diversi maestri Zen:tutti gatti.Perfino le anatre mi hanno impartito importanti lezioni spirituali.Il solo osservarle è una meditazione. E.Tolle
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40673
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/07/2010, 09:36 
ASPARTAME

L'aspartame è un dolcificante artificiale. È composto da due amminoacidi, l'acido aspartico e la fenilalanina, e l'estremità carbossilica della fenilalanina è esterificata con il metanolo. Le composizioni percentuali sono le seguenti: acido aspartico (40%), fenilalanina (50%), metanolo (10%).

Pur avendo la stessa quantità di calorie dello zucchero il suo potere dolcificante è circa 200 volte maggiore, motivo per cui ne sono necessarie piccole quantità per dolcificare cibi e bevande. Per questo l'aspartame, come altri prodotti dolcificanti come il ciclamato e la saccarina, è utile a chi soffre di diabete e per le persone che vogliono ridurre l'apporto di calorie nella dieta.

Le persone che soffrono di fenilchetonuria, che hanno cioè difficoltà nell'assimilare la fenilalanina, devono controllare l'assunzione di aspartame in quanto fonte di fenilalanina.

L'aspartame è un additivo alimentare autorizzato a livello europeo e classificato col numero E951. La dose giornaliera ammissibile è stata fissata in 40 mg/kg di peso corporeo.

L'aspartame è prodotto e venduto in tutto il mondo dalla NutraSweet Company.


Fonte:
http://it.wikipedia.org/wiki/Aspartame



Aspartame... la scomoda verità!
Articolo a cura di Mark Gold mgold@holisticmed.com
Tratto da «Leva di Archimede» http://www.laleva.cc

L' aspartame non è stato approvato per l'utilizzo negli alimenti fino al 1981. Per oltre otto anni la FDA (Food and Drug Administration - Amministrazione degli Alimenti e dei Medicinali) ha rifiutato di approvare l'uso dell'aspartame a causa delle convulsioni e dei tumori al cervello che
questa sostanza ha provocato negli animali da laboratorio. L'FDA ha continuato a rifiutare di approvarlo fino a che il presidente Reagan non prendesse la carica (era molto amico della G. D. Searle - adesso Monsanto) e licenziasse il commissario della FDA che aveva negato l'approvazione dell'aspartame. Successivamente, il Dott. Arthur Hull Hayes fu nominato commissario. Ma la forte opposizione per l'approvazione di questa sostanza continuava a tal punto che venne nominata una Commissione Investigativa. Il responso della Commissione recitava così: "non approvare l' aspartame".
Tuttavia il Dott. Hayes passò sopra la decisione della commissione e approvò ugualmente l'aspartame.
Poco tempo dopo aver approvato l'utilizzo dell'aspartame anche nelle bevande gassate, il commissario Arthur Hull Hayes, firmò un contratto di collaborazione con l'agenzia delle pubbliche relazioni della G.D. Searle.

Danni a lungo termine
L'aspartame causa danni "lenti e silenziosi" in tutte quelle persone che sono così sfortunate da non avere reazioni immediate e che non hanno quindi un motivo per evitarlo. Potrebbero volerci una, cinque, dieci, quarant'anni, ma alla lunga si manifesteranno gravi problemi (alcuni reversibili e altri no) per tutte quelle persone che ne fanno uso abituale.
METANOLO (alcool metilico/veleno) (contenuto nell'aspartame almeno al 10%).
Il metanolo è un veleno mortale. Alcune persone ricorderanno che il metanolo causò la morte e la cecità di molti consumatori di vino qualche anno fa. Il metanolo viene liberato gradualmente nel piccolo intestino quando il gruppo metilico dell'aspartame incontra l'enzima chimotripsina.
L'assorbimento di metanolo nel corpo è accelerato considerevolmente quando viene ingerito metanolo libero. Il metanolo libero si forma nell'aspartame quando viene riscaldato oltre i 30° C. Questo avviene quando un prodotto contenente aspartame viene immagazzinato e conservato impropriamente o quando viene riscaldato (per esempio, come componente di un qualsiasi prodotto alimentare).
All'interno del corpo il metanolo si trasforma in acido formico ed in formaldeide. La formaldeide è una neurotossina mortale. Una valutazione dell'EPA (Enviromental Protection Agency - Agenzia per la protezione ambientale - USA) sul metanolo dichiara che il metanolo "viene considerato un veleno ad accumulo, grazie al bassissimo tasso di escrezione una volta assorbito. Nel corpo, il metanolo viene ossidato in formaldeide ed in acido formico; entrambi questi metaboliti sono tossici." I ricercatori dell'EPA raccomandano un limite massimo di consumo di 7,8 mg al giorno. Un litro di bevanda dolcificata con aspartame contiene circa 56 mg di metanolo.

I consumatori abituali di prodotti contenenti aspartame consumano fino a 250mg di metanolo al giorno, 32 volte il limite massimo suggerito dall' EPA. I problemi da avvelenamento di metanolo maggiormente conosciuti sono i problemi relativi alla vista. La formaldeide è un agente cancerogeno ben conosciuto e causa danni alla retina, interferisce con la riproduzione del DNA e causa difetti di nascita. Data la mancanza di alcuni enzimi chiave, gli esseri umani sono molto più sensibili agli effetti tossici del metanolo rispetto agli animali. Di conseguenza, le prove sull'aspartame e sul metanolo fatte a spese degli animali da laboratorio non riflettono correttamente il pericolo per gli esseri umani. Come precisato dal Dott Woodrow C. Monte, direttore del laboratorio di Scienza degli Alimenti e della Nutrizione dell'Università di Stato dell'Arizona, "non ci sono studi effettuati sugli umani o sui mammiferi per valutare possibili effetti mutageni, teratogenici, o cancerogeni causati dall'assunzione cronica dell'alcool metilico. "

E' stato precisato che i succhi di frutta e le bevande alcoliche contengono piccole quantità di metanolo. E' importante però ricordare che il metanolo contenuto nei prodotti naturali non compare mai da solo. In ogni caso, l'etanolo è presente, solitamente in quantità superiore a quella del metanolo. L'etanolo è un antidoto naturale per la tossicità del metanolo negli esseri umani. Le truppe americane durante la guerra del golfo furono dissetate con grandi quantità di bevande dolcificate con aspartame che erano state riscaldate oltre i 30° C dal sole dell'Arabia Saudita. Molti di loro tornarono a casa con numerosi disturbi simili a quelli riscontrati nelle persone avvelenate chimicamente dalla formaldeide. Il metanolo libero nelle bevande può essere stato uno dei fattori che hanno contribuito alla manifestazione di questi disturbi. Altri prodotti della scomposizione dell'aspartame come la dichetopiperazina (DKP), possono essere stati un'altro fattore scatenante.
In un atto del 1993 che può essere descritto soltanto come "incosciente", l'FDA approvò l'aspartame come ingrediente in numerosi prodotti alimentari che possono venire riscaldati al di sopra dei 30° C. Cosa ancora più grave, il 27 giugno 1996, senza un pubblico avviso, l'FDA ha rimosso tutte le limitazioni riguardanti l'impiego dell'aspartame permettendo così il suo utilizzo in tutto, compresi gli alimenti che vengono riscaldati o cotti. La verità circa la tossicità dell'aspartame è molto lontana e diversa da quello che la NutraSweet Company divulga e vuole far credere al pubblico. Nel febbraio del 1994, il DHHS (Department of Health and Human Services - dipartimento della salute e dei servizi umani) degli Stati Uniti ha reso pubblico l'elenco degli effetti collaterali segnalati alla FDA (DHHS 1994).

L'aspartame ha rappresentato più del 75% di tutti gli effetti collaterali segnalati all'ARMS (Adverse Reaction Monitoring System - Sistema di Controllo degli Effetti Collaterali) della FDA. La stessa FDA ammette che soltanto L'UN PER CENTO di coloro che hanno dei problemi relativi alla consumazione di quello che mangiano lo comunica all'amministrazione. Questo vuol dire che i 10.000 reclami ricevuti potrebbero in realtà quantificarsi intorno al milione. Tuttavia, l'FDA ha un grosso problema nel conservare e rispondere ai reclami che gli pervengono (non hanno mai risposto alla lettera raccomandata normalmente dal WEBMASTER di questo sito internet... una delle principali vittime!) e inoltre tendono a scoraggiare qualsiasi forma di protesta. La questione è che la MAGGIOR PARTE delle vittime non hanno nessun indizio o informazione sul fatto che possa essere l'aspartame la causa di molti dei loro problemi! Molte delle reazioni fisiologiche causate dall'aspartame sono pericolosissime e vanno fino alle convulsioni e la morte.


Continua>>>>
http://www.disinformazione.it/aspartame.htm



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40673
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 19:00 
L’avvelenamento tramite cosmetici

set 20th, 2010



Fonte:
http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/ ... etici.html

Dal canale youtube di aluises traggo questo video "La Storia dei Cosmetici" nella versione italiana (più sotto nell’articolo trovate anche il testo integrale del video). Il video è stato realizzato all’interno del progetto didattico e di denuncia "the stuff of things" e viene raccontato da Annie Leonard per conto della Tides foundation & Funders workgroup for sustainable production and consumption.
Si tratta di un video molto interessante che tutti dovrebbero vedere , ed è per questo che ne ho predisposto una versione in formato .avi scaricabile da internet cliccando qui.

Il video però contiene una piccola grande pecca; in esso si afferma infatti che l’avvelenamento così perpetrato sia casuale invece che intenzionale (la corretta interpretazione di questo avvelenamento continuo, costante ed a 360 gradi, è ovviamente un’altra). Non è un caso forse che chi traduce e diffonde in Italia il video fa riferimento ad uno dei tanti gatekeeper che nasconde al popolo italiano il problema delle scie chimiche (con ciò non voglio biasimarli, fino a prova contraria posso sempre pensare e sperare che siano in buona fede).

Leggiamo infatti che hanno lavorato intorno a questa ottima versione italiana del video "La Storia dei Cosmetici" le seguenti persone:

Traduzione: Paolo Sindaco – Meetup Gli Amici di Beppe Grillo di Napoli
Doppiaggio: Alice – MoVimento Cinque Stelle Palermo
Montaggio Audio: Clay – MoVimento Cinque Stelle Palermo

Dal canale youtube di aluises traggo anche questi link che possono aiutarci a cambiare in meglio le nostre abitudini quotidiane:
http://www.biodizionario.it/
http://www.saicosatispalmi.org/
http://lola.forumup.it/
http://www.youtube.com/user/carlitadolce
http://ecolista.wordpress.com/2010/01/0 ... r-la-casa/

Ed ecco la traduzione di Aldo Agutoli per Greenreport.
http://www.greenreport.it/_new//index.p ... 0ecologica



Con i trucchi e con l'inganno: quanto sono cancerogeni
i nostri cosmetici



Questa è la storia del mondo ossessionato dalle cose. È la storia di un sistema in crisi. Stiamo buttando il pianeta nella spazzatura. Stiamo buttando noi stessi nella spazzatura e non ci stiamo neanche divertendo. La cosa buona è che quando iniziamo a capire il sistema iniziamo a trovare vari modi per intervenire e trasformare i problemi in soluzioni. Ma iniziamo dal principio. Posso dirvelo? Adoro il mio shampoo Panten Pro V. Di circa una dozzina di prodotti per la cura personale che uso ogni giorno è quello senza il quale non potrei vivere. Dice di dare ai miei capelli opachi "i riflessi per splendere".
Ma come fa? Me lo sono chiesto un giorno mentre mi insaponavo i capelli. Così ho letto gli ingredienti: Laurisolfato di sodio (Sodium laureth sulfate), Tetrasodio EDTA, Metilisotiazolinone. Che cosa sono? Ho fatto una ricerca ed è venuto fuori che il mio "Pantene" contiene sostanze chimiche cancerogene. E molti altri prodotti che abbiamo in bagno, dalla protezione solare al rossetto di mia moglie e addirittura il baby shampoo contengono anch’essi sostanze chimiche cancerogene o legate ad altri problemi come disturbi d’apprendimento, asma ma anche dannosi per lo sperma.
Come molti genitori ho provato a tenere al sicuro la mia famiglia ma adesso ho scoperto che il bagno è un campo minato di tossine. Cosa dobbiamo fare? Per trovare una risposta dobbiamo tornare su uno dei fattori chiave della nostra economia dei materiali: "Toxics in Toxics out". Se in fabbrica versi sostanze chimiche tossiche in un prodotto come il baby shampoo finisci con il fare… baby shampoo tossico, e nell’intossicare lavoratori, comunità, e, (toh!) bambini. Diamo quindi un’occhiata più da vicino a questa minaccia tossica, dove si annida nella nostra vita di ogni giorno: in bagno.
La donna media negli USA utilizza quotidianamente circa 12 prodotti per la cura personale, l’uomo medio circa sei. Ogni prodotto contiene almeno dodici sostanze chimiche. Meno del 20% delle sostanze chimiche usate in cosmetica sono state valutate sicure (dagli esperti di sicurezza industriale). E non conosciamo i loro effetti quando li utilizziamo.
Voleresti mai con una compagnia che verifica solo il 20% dei suoi aerei? Ovviamente non tutte le sostanze chimiche sono dannose ma non sappiamo quali. Alcune sono cancerogene, altre sono neurotossine e tossine della riproduzione, il che vuol dire che possono intralciare lo sviluppo cerebrale e riproduttivo degli animali. Ma… anche noi siamo animali! È come un esperimento gigante stiamo utilizzando queste misteriose sostanze chimiche e aspettiamo di vedere che succede.
Una cosa che dobbiamo sapere è che penetrano nel nostro corpo. Siamo tutti portatori di una certa dose di mercurio, liquidi ritardanti, triclosano e piombo. Anche i neonati stanno nascendo pre-inquinati. Ora, so bene che non possiamo vivere in un mondo senza piombo, ma lo devono per forza mettere anche nel rossetto di mia moglie? Non lo so, forse mi sbaglio, forse ho solo comprato il prodotto sbagliato.
Nei negozi la scelta sembra infinita. Posso trovare rossetti in 49 sfumature o shampoo per capelli troppo secchi, grassi, sottili, sfibrati o mossi. Ma cosa ci dicono sulle scelte realmente importanti? Come la scelta di prodotti sicuri? Viene fuori che la decisione più importante non avviene quando decido di prendere un prodotto dallo scaffale. Ma avviene quando le compagnie e i governi decidono cosa deve essere messo sugli scaffali. Ma chi sono queste compagnie?
Una tra le più grandi è la Procter&Gamble. Sono quelli che producono "Herbal essences" (essenze alle erbe), il secondo shampoo più venduto in America. Contiene sostanze petrolchimiche tossiche estratte dal petrolio. Da quando il petrolio è un’erba? Sulle etichette dei cosmetici espressioni come "alle erbe", "naturale" e addirittura "biologico" non hanno definizione legale. Questo significa che chiunque può mettere qualsiasi cosa in una confezione e chiamarla "naturale" e lo fanno.
T’immagini un prodotto ultravenduto chiamato "essenza petrolifera"? Rozzo. Ciò che dà ancora più fastidio è una crema lisciante per capelli destinata a bambine di 5 anni, e creme sbiancanti per la pelle. Queste sono supertossiche sia negli ingredienti che nel messaggio che danno su cosa sia la bellezza. Ma non solo. C’è Estee Lauder che offre l’opportunità di aiutare la ricerca sul cancro al seno! Opportuno! Ma aspetta… anche loro utilizzano sostanze chimiche cancerogene.
Non pensate che il miglior modo per Estee Lauder di combattere il cancro sia in primis smettere di utilizzare sostanze chimiche cancerogene? Quindi veramente ci tocca scegliere fra affermazioni senza senso sulle confezioni mentre questi marchi hanno la reale possibilità di decidere cosa va in quelle confezioni. Perché i produttori di questi cosmetici usano tutte queste sostanze tossiche? Cercano di avvelenarci?
No, stanno semplicemente lavorando su una mentalità anni ‘50 quando la gente era totalmente travolta dal "vivere meglio grazie alla chimica". In quest’eccitazione si sono dimenticati di preoccuparsi dell’impatto sulla salute. Questo succedeva un po’ di anni fa ma loro continuano ad usare le stesse vecchie sostanze chimiche tossiche. Attualmente i grandi produttori di cosmetici sostengono che le dosi di veleno nei loro prodotti sono così piccole da essere innocue. Si! Forse se le usi una volta l’anno! Suppongo non abbiano mai notato che i loro prodotti vengono utilizzati e combinati con altri prodotti una volta al giorno: un po’ di sostanze tossiche sotto le ascelle, un altro po’ sui capelli e sulle labbra. Estetisti e parrucchieri ne sono a contatto tutto il giorno. Quindi l’industria è abituata a fare in questo modo e possono, poiché anche ora che i ricercatori hanno collegato i prodotti chimici che utilizzano a problemi di ogni tipo, non ci sono leggi per liberarsene.
Starai pensando: "Veramente? Ma dai! Nessuno si sta assicurando che le cose che ci spalmiamo su tutto il corpo siano sicure? No! La Food and drug administration (FDA, l’ente federale di controllo) non stabilisce la sicurezza dei prodotti di cura della persona o dei suoi ingredienti. Dal 1938 hanno vietato solo 8 di oltre 12.000 ingredienti usati in cosmesi.
Non sono neanche obbligati a indicare tutti gli ingredienti sull’etichetta. Questo è un esempio su cui possiamo essere tutti d’accordo, un ulteriore intervento da parte del governo sarebbe di grande aiuto!
La mancanza di regole lascia un buco enorme che l’industria cosmetica è fin troppo lieta di riempire. Hanno creato un loro comitato per auto-regolamentare i loro prodotti e l’osservanza alle loro "raccomandazioni" è volontaria! Così, l’industria cosmetica si fa le regole e poi decide se rispettarle o meno. Quindi capirai che non è colpa nostra se abbiamo tutte queste sostanze tossiche in bagno.
È un sistema totalmente guasto che ignora la semplice regola: Toxics in – Toxics out. Leggi più intelligenti forzerebbero le compagnie a sorpassare la mentalità degli anni ‘50. E a capire come farci essere puliti e splendenti senza sostanze chimiche tossiche. Possono? Assolutamente! Molte società di cosmesi stanno già immettendo sul mercato prodotti più sicuri. La "chimica verde" sta sviluppando sostanze studiate per essere prima di tutto sicure e non tossiche. I governi europei hanno richiesto la rimozione di molte sostanze chimiche tossiche e le compagnie hanno studiato come obbedire. Quando i cosmetici sono riformulati per essere sicuri e con un etichetta onesta possiamo finalmente sentirci a nostro agio con le scelte che facciamo nei negozi Possiamo scegliere capelli elastici o capelli folti, rossetti brillanti o matti.


Possiamo anche scegliere di sentirci belli senza utilizzare 20 prodotti. Ma sapremo che per qualsiasi cosa scegliamo, la scelta più importante, la scelta di essere sicuri e in salute, è stata già fatta.

Link
http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/ ... etici.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Connesso


Messaggi: 47988
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 19:17 
Altroché le famigerate scie "chimiche"! I veleni ce li abbiamo sotto il ... sedere!



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1067
Iscritto il: 14/07/2009, 10:52
Località: Bari
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:08 
Una domanda semplice semplice.... si può sapere il nome di UN alimento e di UN prodotto cosmetico che non contenga NESSUNA sostanza tossica?

Così giusto per sapere...



_________________
_.-._.-._Kaone_.-._.-._
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Connesso


Messaggi: 47988
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:10 
Io non me ne intendo, ma penso nessuna! (Sai, per fare soldi ...) Forse potrà dirti qualcosa Greenwarrior; se aspetti dieci minuti ...



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13425
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:31 
Cita:
calicò ha scritto:


BICARBONATO.

Il bicarbonato è il miglior ammazza puzza di sudore che esista!
Costa poco ed è efficacissimo!
Ovviamente DOPO essersi lavati, si mezze in zona ascelle come fosse talco...è perfetto e dura tutto il giorno.
In alternativa, nelle erboristerie, vendono dei criatalli di aspetto trasparente, che hanno lo stesso effetto. Un bel pezzo,grande circa come il mio pugno, costa 8 euro...che non è pochissimo, ma dura tantissimo...io ci faccio quasi 1 anno.
Provare per credere.....
E che dire dei dentifrici? ....lasciamo perdere....
Il bicarbonato va bene anche per quello, ma NON TUTTI I GIORNI....perchè si rovina lo smalto..solo 1 volta a settimana.
Invece l'argilla ventilata va benissimo ( la trovate dall'erborista)..lava i denti benissimo è antibatterica e alla lunga ha un leggero effetto sbiancante.


[:57] [:57]


Verissimo. [:D]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13425
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:33 
Sono "secoli" che usano l' alluminio come antitraspirante e ce ne accorgiamo solo adesso.[xx(]
Di per se non è dannoso, ma bisogna fare attenzione alle intolleranze.



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1646
Iscritto il: 11/05/2009, 20:21
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:37 
grazie TTE



_________________
L'amore è l'unica verità tutto il resto è una mera illusione.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1953
Iscritto il: 06/12/2008, 20:09
Località: Sul mare
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:43 
personale testimonianza:

Da sempre usavo un deodorante di marca conosciutissima logicamente senza aver mai letto cosa contenesse all'interno e senza mai avere problemi.
POchi mesi fa' inizio ad avere un dolore assurdo sotto all'ascella e nel giro di pochi giorni mi si forma come una bolla enorme sotto di essa. In pratica era la ghiandola sudorifera infiammata. Leggo a destra e sinistra e scopro che i deodoranti con all'interno alluminio (sostanza usata appunto per bloccare la sudorazione) possono provocare l'infiammazione di questa ghiandola. Leggo cosi il contenuto del fantomatico deodorante e cosa ti trovo??
Aluminium chlorohydrate
Non vi dico la fatica che ho fatto per trovare in commercio un deodorante senza all'interno dei metalli............

Fortunatamente ho smesso per una settimana di usare il deodorante e mi si è sfiammata la ghiandola, e con il nuovo deodorante senza alluminio è tutto ok................

Quello che mi ha fatto incazzare é stata la fatica per trovare un prodotto senza alluminio.........bha!!!!


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Connesso


Messaggi: 47988
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:52 
E' vero, l'unico ed efficente è il bicarbonato; non fa sentire alcun odore. L'ho provato questa estate. Tutto il resto, soldi buttati! Bisogna tornare ai vecchi rimedi ...



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40673
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 20:54 
Cita:
kaone ha scritto:

Una domanda semplice semplice.... si può sapere il nome di UN
alimento e di UN prodotto cosmetico che non contenga NESSUNA sostanza tossica?


Così giusto per sapere...



Ce ne sono molti caro kaone.... bisogna solamente cercarli.

Un esempio tra i più clamorosi (e tra i più pericolosi per le industrie farmaceutiche e cosmetiche) é un prodotto assolutamente naturale: l'olio estratto dalla pianta di Neem. Perchè dico pericoloso? Semplicemente perchè è un prodotto che costa poco e che ha una quantità di proprietà e di applicazioni per l'uomo (e non solo) talmente vasta, che se noi tutti lo usassimo giornalmente, non avremmo più bisogno di decine di prodotti per l'igiene personale, i quali, come abbiamo visto, sono TOSSICI E CANCEROGENI nella maggior parte dei casi.




Tratto da:
http://www.google.it/#hl=it&q=estratto+ ... 05c5d0c119

Immagine

"Nei semi e nella corteccia sono state ritrovate nimbina e azadiractina che conferiscono una spiccata resistenza alle malattie infettive. Gli estratti derivati dalle foglie e dai semi del Neem hanno potenti azioni antibatteriche, funghicide e antimalariche. I pericolosissimi distruttivi pesticidi chimici, oggi purtropo così diffusi, potrebbero essere sostituiti dal potentissimo ma assolutamente non tossico Neem.
Già da anni produciamo un antibatterico naturale utilizzato con ottimi risultati. È molto efficace per la pelle e si trova nella maggior parte delle creme cosmetiche per la cura di dermatiti allergiche ed eczemi. Ancora oggi in India i saponi al Neem sono largamente diffusi. Per le sue proprietà antibatteriche è anche ampiamente usato nelle paste dentifricie. Amrapur utilizza le foglie, le cortecce e l’olio di Margosa nei gialli e nei verdi a cui, oltre a dare una particolare gradazione di colore, dona alle lane tutte le meravigliose qualità di questo straordinario albero.

Con una vasta applicazione, gli estratti del Neem sono usati nelle creme per combattere le infezioni, nel dentifricio per le proprietà anitsettiche , la risultante è la riduzione delle carie e la guarigione dei disturbi gengivali. Il Neem nei saponi con la sue proprietà anti-batteriche lascia la pelle rinfrescata, nello shampo come anti-pidocchio controlla la forfora e il prurito della cute, quando viene mischiato in parti uguali con acqua e olii vegetali aiuta a mantenere i capelli sani e brillanti. L’olio di Neem inoltre, è curativo come pediluvio, per il piede d’atleta.

Comunque forse gli effetti più vantaggiosi del Neem sono sulla pelle. Acne, psioriasi, eczema e tigna in tutte le sue varietà, sono condizioni della pelle che sono trattate in modo efficace dai preparati a base di Neem. Secondo John Conrick, autore di “Neem the ultimate herb” il Neem è efficace quanto il cortisone per la psioriasi.

I suoi effetti molteplici si possono così riassumere:
- azione immunostimolante
- azione di purificazione del sangue ed eliminazione di tossine
- regolazione della glicemia
- prevenzione dei disturbi cardiovascolari
- azione antinfiammatoria.

Si puo quindi utilizzare per:
-infezioni batteriche e virali, parassiti intestinali, candida ed infezioni fungine, ulcera gastroduodenale
-problemi della pelle quali psoriasi, acne, eczema, herpes, orticaria, pruriti, forfora
-diabete e squiliblri dello zucchero nel sangue, sovrappeso
-disturbi del cavo orale, carie, piorrea
-febbre, dolori muscolari, malaria.





Io ad esempio, lo uso da tempo e ti posso assicurare che è un prodotto validissimo. Altro che quella ********** che ci viene rifilata al supermercato....

Domanda: pensate che faccia comodo a questi signori che deliberatamente ci intossicano con i prodotti della nostra igiene quotidiana, se noi cominciassimo ad usare prodotti naturali che hanno caratteristiche benefiche come in questo caso?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13425
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 21:07 
Quello che fà danni nei detergenti, è il Sodium Laureth sulfate.



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2052
Iscritto il: 03/12/2008, 23:26
Località: LA SPEZIA
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 22:50 
la sudorazione e' un processo fisiologico come la digestione, come respirare, come fare la pipi'.......
ma oggi l'uomo e' cosi' "distratto" , la tv che dice che puzzi e ti devi profumare le ascelle con le loro porcherie chimiche, che ti bloccano le ghiandole.
una delle tante pazzie collettive.

lavarsi con acqua e sapone naturale, se torni a puzzare..... rilavati ! [:D]



_________________
Se a ciascun l'interno affanno si vedesse in fronte scritto quanti che invidia fanno ci farebbero pietà
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 117 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 17/08/2019, 14:07
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org