Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 542 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 37  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio: Stato di Polizia e Controllo Orwelliano
MessaggioInviato: 16/10/2010, 02:07 
CRYPTO WARS! OBAMA VUOLE
NUOVE LEGGI PER SPIARE INTERNET


ott 15th, 2010

DI TOM BURGHARDT
globalresearch.ca

Fonte:
http://www.altrainformazione.it/wp/2010 ... -internet/

Riprendendo le guerre ai crittaggi degli anni ‘90, i servizi segreti Statunitensi stanno preparando un’ offensiva che forzerà le compagnie telefoniche a riprogettare i loro sistemi per facilitare lo spionaggio di internet. Spacciandolo per un semplice "ritocco" tecnico che "modernizzerà" la legislazione esistente verso le intercettazioni, funzionari della sicurezza di governo richiederanno alle compagnie telefoniche e di servizi internet di fornire alla polizia federale gli accessi con cui si possono bypassare i crittaggi e le funzioni di sicurezza interni delle comunicazioni elettroniche.

L’ amministrazione Obama uguaglia, se non addirittura sorpassa, le mosse antidemocratiche del regime Bush nel monitorare e sorvegliare le comunicazioni private degli americani. Il New York Times la settimana scorsa ha riferito che "polizia federale e funzionari della sicurezza governativa stanno cercando nuove norme radicali per internet".
Seguendo da vicino le orme dei raid dell’ FBI su pacifisti e attivisti internazionali, l’ amministrazione del "cambiamento" ora vuole che il Congresso richieda a tutti i provider di comunicazioni "di essere tecnicamente capaci di obbedire, se richiesto, ad un ordine di intercettazione."

Charlie Savage, giornalista del Times, ci informa che l’ amministrazione richiederà che i fornitori di software e comunicazioni realizzino una porta d’accesso per le agenzie federali e di intelligence, fornendo così alle spie che setacciano "trasmettitori di e-mail crittate come i BlackBerry, social network come Facebook e software che permettono di comunicare tramite piattaforme p2p come Skype" i mezzi "per intercettare e decodificare i messaggi crittati".

Chiamando queste nuove restrizioni legislative come "ragionevoli" e "necessari" strumenti per la polizia che "preverrà l’ erosione dei loro poteri investigativi", il portavoce del FBI, consulente generale, Valerie E. Caproni, dice sul Times: "Stiamo parlando di intercettazioni legalmente autorizzate".

Davvero?

L’ affermazione di Caproni sul fatto che il Bureau e agenzie di spionaggio varie, come l’ NSA (National Security Agency), non siano interessate ad "espandere la loro autorità" ma solo a "mantenere la loro capacità di svolgere le esistenti competenze per la sicurezza pubblica e nazionale" è un trito di bugie senza alcuna credibilità. Infatti le "esistenti competenze" dello stato per spiare le comunicazioni private sotto il Patriot Act e direttive presidenziali come il National Security- e il Homeland Security Presidential Directives (NSPD/HSPD), in settori come: la "continuità di governo" (NSPD 51/HSPD 20) , "cybersicurezza" (NSPD 54/HSPD 23) , "biometria" (NSPD 59/HSPD 24) , ha portato alla creazione di un elevato numero di programmi classificati come "servizi segreti" sotto Obama. Come ho scritto molte volte, più recentemente ad agosto (in: "Obama richiede l’accesso ai documenti internet, in segreto e senza l’autorizzazione della corte" su Antifascist Calling , 12 agosto 2010), già dalla sua inaugurazione nel 2009, il presidente Obama non ha fatto nulla per cambiare il corso delle cose. Invece ha fatto grossi passi verso il Comprehensive National Cybersecurity Initiative (CNCI), una versione considerata più accettabile del NSPD 54/HSPD 23, per assicurare che il "President’s Surveillance Program" (PSP) lanciato da Bush rimanga una caratteristica fissa nella vita giornaliera degli Stati Uniti.

In un report circolato largamente l’anno scorso, gli ispettori generali dalle cinque agenzie federali, incluse: Central Intelligence Agency, National Security Agency e l’ ufficio del Director of National Intelligence, è stato fatto notare che in seguito al consiglio proveniente dall’ Office of Legal Counsel sotto Jay Bybee e John C. Yoo, quelli che hanno abilitato la tortura, "il Presidente ha autorizzato l’ NSA ad assumere un numero di nuove attività di intelligence altamente riservate" ciò va ben oltre le regolari intercettazioni alla loro portata, comprendendo "attività" aggiuntive non specificate che mai verranno spiegate al pubblico.
Quelli che una volta erano considerati dai Democratici (e dalla loro sempre più piccola base di sostenitori, cheerleader e leccapiedi) crimini indicibili quando commessi dai rozzi Repubblicani, sono ora considerati come "pensieri lungimiranti", addirittura come politiche "visionarie", quando lanciate dai falsi "progressisti" che occupano lo Studio Ovale.
E con il "terrorismo cresciuto-in-casa" e la "cyber-sicurezza" come priorità principali nell’ agenda dell’ amministrazione, gli insensati della Casa Bianca e i loro amici del vecchio regime stanno dando sfogo a tutte le risorse disponibili.

La settimana scorsa, parlando all "Ideas Forum", a Washington D.C., l’ ex direttore del National Intelligence Mike McConnell, attualmente alto dirigente della misteriosa Booz Allen Hamilton, una società di sicurezza privata, ha detto che la cybersicurezza è "il lupo alla porta" e "un cyber-attacco su larga scala potrebbe avere un impatto sull’ economia globale maggiore di quanto abbiano fatto gli attacchi dell’11 settembre", così riferisce The Atlantic.

McConnell e l’ex consulente dell’ Homeland Security Council di Bush, Frances Fragos Townsend, attuale presidente del Intelligence and National Security alliance (INSA) , una lobby di Washington, hanno incoraggiato l’ amministrazione Obama a trasformare "ciò che ci difendeva dai cyber-attacchi", rivendicando che i servizi segreti non hanno la capacità organizzativa e l’ autorità di prevenire e rispondere a minacce verso la sicurezza informatica".

La loro ricetta? Ovviamente, liberare i pitbull del NSA. La Townsend ha detto che "l’ NSA è la vera risorsa di questo governo." Per quanto possa essere vero, nonostante la Townsend falsamente affermi che l’ NSA è legalmente proibita allo spionaggio interno, non ha prevenuto il suo ex capo dal reggere un apparato di sorveglianza interno al NSA attraverso programmi come STELLAR WIND e PINWALE, il programma dell’ agenzia per l’ intercettazione delle e-mail. Sia Townsend che McConnell dichiarano che la legge non riesce a tenere il passo della presunta minaccia di attacchi informatici e propone all’ amministrazione di dare maggiore autorità all’ NSA nel campo interno. Nessuna menzione è stata fatta dal reporter liberal dell’ Atlantic, Max Fisher, simpatizzante delle idee interventiste, sul fatto che la società di McConnell ha raccolto contratti da miliardi di dollari per il loro lavoro di sicurezza informatica svolto in segretezza per le agenzie.

Difficilmente si scompongono quando si tratta di intercettazioni elettroniche, l’ FBI sta cercando di espandere la sua già formidabile capacità attraverso i programmi "going dark". Come Antifascist Calling aveva precedentemente riportato (in: "FBI ‘Going Dark.’ Budget Request for High-Tech Surveillance Capabilities Soar", il 17 amggio 2009), il Bureau ha chiesto –e ottenuto– 233,9 miliardi di dollari nell’ anno fiscale 2010 per lo sviluppo di un nuovo programma avanzato di sorveglianza elettronica.

ABC News per prima aveva divulgato il programma l’ anno scorso, riferendo che "il termine ‘Going Dark’ non si riferisce ad una specifica risorsa, ma è il nome di un programma per una divisione del FBI, la Operational Technology Division (OTD), un programma di intercettazione legale condiviso da diverse agenzie federali".
Secondo l’ ABC, "il termine vale per la ricerca e lo sviluppo di nuovi strumenti, supporti tecnici e iniziative di formazione".

Il New York Times ha riportato la scorsa settimana che l’ OTD ha speso 9,75 milioni di dollari "aiutando compagnie di comunicazione" a sviluppare "capacità d’ intercettazione" per il Bureau.

Amministrazione Ipocrita
La pressione dell’ amministrazione per un maggior controllo è tanto più ironica se consideriamo che il Dipartimento di Stato, stando a quanto dice Reuters, ha detto in agosto che era "deluso" che "gli Emirati Arabi Uniti avessero pianificato di tagliare i servizi per BlackBerry, facendo notare che il paese del Golfo stava fissando un pericoloso precedente per la limitazione della libertà di informazione." Come ha detto il Washington Post tempo fa, influenti ufficiali degli Emirati Arabi hanno dichiarato che questo "bloccherà le caratteristiche chiave degli smartphone BlackBerry perché gli apparecchi operano fuori dalla portata di monitoraggio del governo".

Adducendo –per forza- "a timori per la sicurezza nazionale", la misura "potrebbe" essere motivata "in parte" dal timore che "il sistema di messaggistica potrebbe essere sfruttato da" –cosa?– "terroristi o altri criminali che non possono essere controllati dalle autorità locali". Quella lanterna di democrazia, l’ Arabia Saudita, ha detto che seguirà a ruota. In risposta, il portavoce del Dipartimento di Stato, P.J. Crowley ha detto che gli Stati Uniti "sono obbligati a promuovere il libero flusso di informazioni. Crediamo sia intrinseco ad una economia innovativa".

Con impassibilità, Crowley raccontando di un briefing al Dipartimento di Stato, ha detto: "pensiamo si tratti di un elemento molto importante per la democrazia, diritti umani e libertà di circolazione di informazioni nel 21esimo secolo". "Crediamo che questo possa rappresentare un pericoloso precedente", ha detto. "Dovrebbero aprire le società a queste nuove tecnologie che hanno l’ opportunità di dare più potere alla gente invece di cercare di vedere come limitare certe tecnologie."

A rimarcare l’ ipocrisia del regime Obama, Yousef Otaiba, Ambasciatore degli Emirati negli Stati Uniti, contrattacca dicendo che i commenti di Crowley sono stati "deludenti" e che "hanno contraddetto lo stesso approccio del governo statunitense sulla regolamentazione delle telecomunicazioni".

"Gli Emirati Arabi", ha detto Otaiba, "richiedono la stessa conformità degli Stati Uniti per le stesse ragioni: proteggere la sicurezza nazionale e dare assistenza alla polizia." La BBC ci ha informati a luglio che gli ufficiali degli Emirati Arabi erano preoccupati dal fatto che i software criptati e i network usati dalla Research in Motion, casa madre dei BlackBerry, "rendevano difficile al governo il monitoraggio delle comunicazioni".

Sebbene questa sia precisamente la mentalità che spadroneggia in casa, i media riportano identiche manovre fatte dal governo degli Stati Uniti, senza nemmeno una critica, fallendo nel rimarcare la disconnessione fra la retorica dell’ amministrazione e l’ evidenza dei fatti. Fra le proposte considerate dall’ amministrazione, il Times riporta che ufficiali "si stanno coalizzando" attorno diverse "probabili esigenze", tra queste si include che "i servizi di comunicazione che criptano messaggi devono avere un modo per poi decifrarli." La legge degli Stati Uniti verrà applicata anche agli affari oltremare, non solo alle società domestiche. Il Times afferma che "providers con base straniera che operano all’ interno degli Stati Uniti dovranno avere un servizio interno in grado di realizzare intercettazioni." E finalmente il colpo finale per il diritto alla privacy, "gli sviluppatori di software che permettono comunicazioni in p2p dovranno riprogettare i loro servizi per permettere le intercettazioni".

Le società che non riusciranno ad adeguarsi "andranno incontro a multe o altre penalità." Il Times ha dimenticato di dirci, comunque, che pene spettano agli sviluppatori di software o ai singoli utilizzatori che abbiano la temerarietà di progettare –o di utilizzare– sistemi che bypassino le chiavi d’ accesso dei servizi segreti.

Uno Stato di Polizia Elettronica
Più che essere un " dispositivo di sicurezza potenziato", la proposta dell’ amministrazione per lo spionaggio del p2p potrebbe essere una manna per hacker, ladri e malintenzionati vari che continuamente sfruttano qualunque "firewall" le compagnie e i loro alleati politici elaborano "per tenerci al sicuro". Infatti, ricercatori di sicurezza e privacy informatica come Christopher Soghoian e Sid Stamm, hanno rivelato nel loro documento: Certified Lies: Detecting and Defeating Government Interception Attacks Against SSL , che agenzie dei servizi segreti hanno già compromesso il processo di certificazione del Secure Socket Layer (SSL, il piccolo lucchetto che appare durante le transazioni criptate online che presumete "sicure"), e lo fanno sistematicamente.
A Marzo, Soghoian e Stamm hanno introdotto il pubblico ad "un nuovo attacco, un attacco alla creazione di certificati obbligati, dove agenzie governative costringono le autorità di certificazione a rilasciare un falso certificato SSL che viene poi usato da agenzie di intelligence per intercettare segretamente e dirottare le comunicazioni via internet".
Gli intrepidi ricercatori hanno fornito "prove allarmanti" suggerendo che "questo attacco è attivo", e che una società di sicurezza di nicchia, la Packet Forensics, sta già vendendo alle agenzie governative "un dispositivo segreto di sorveglianza per le reti estremamente piccolo".
Ora sembra che l’ amministrazione Obama sia alla ricerca dell’ autorizzazione del congresso per legalizzare spionaggi segreti da parte di ufficiali di sicurezza e da una cricca di mercenari appaltatori che ingrassano sovvertendo il nostro diritto alla privacy.

Commentando le proposte dell’ amministrazione in un recente post , Soghoian fa notare che quando richieste di segnalazione intercettazioni furono emendate nel 2000, discussioni simili ci furono sul fatto che una solida crittografia "avrebbe potuto danneggiato la sicurezza nazionale".
Il Congresso ha inserito una comunicazione che obbliga le agenzie come l’ FBI a "includere statistiche sul numero di ordini di intercettazione in cui ci siano dati crittati e se questi crittaggi ostacolano le agenzie dal ottenere il semplice testo della comunicazione intercettata".
Non è andata così.

In un replay delle crypto-wars degli anni ‘90, il consulente generale del FBI, Caproni, ha liquidato il fondo di timori sulla privacy e ha detto al Times che i fornitori di servizi "possono promettere un solido crittaggio. Devono solo capire come fornirci i semplici testi". Il senatore democratico del Vermont, Patrick Leahy, una decina di anni fa sostenne che la compilazione di statistiche sarebbe stata molto più attendibile per valutare i bisogni delle polizie e effettuare una politica efficace invece che affidarsi a voci infondate."

"Da allora", scrive Soghoian, "l’ Administrive Office (AO) della corte federale ha compilato un rapporto annuale sulle intercettazioni in cui viene rivelato che la crittografia non viene incontrata spesso nelle intercettazioni, e quando ciò avviene, non ferma in alcun modo il governo dal prendere le informazioni di cui ha bisogno".
Alla luce di prove statistiche fornite dal governo stesso, la richiesta che i provider delle comunicazioni diano i dati personali dei loro clienti a misteriose agenzie di spionaggio governative è decisamente una decisione politica, e non, come falsamente affermato, "applicazione della legge", figuriamoci un problema di "sicurezza nazionale".
In fatti, mentre la polizia e le agenzie di intelligence ogni anno "guardano dentro a migliaia di email, attraverso motori di ricerca, foto album, "non ricevono l’ordine di intercettare i dati in quel preciso istante, invece," ci dice Soghoian "loro semplicemente aspettano qualche minuto ed ottengono ciò che vogliono, dato che il fatto, è diventato una comunicazione memorizzata, come dice il href="http://www.law.cornell.edu/uscode/18/usc_sec_18_00002703—-000-.html">18 USC 2703”, lo Stored Communications Act.
"Sfortunatamente", afferma Soghaian, "mentre abbiamo una buona conoscenza di quante agenzie di spionaggio sono in vigore ogni anno, non abbiamo idea di quante volte siano andati dai providers ad obbligarli di svelare le comunicazioni e i dati personali dei loro clienti."
Quindi, "ci troviamo nella stessa situazione di 12 anni fa, dove ufficiali facevano affermazioni piene di aneddoti per le quali non c’erano prove che le potessero confutare.

Bruce Schneier, esperto di sicurezza, ha fatto notare che anche se la proposta può sembrare estrema… non è unica." Affermando che sinistre leggi di spionaggio sono state "un tempo riservate ai paese totalitaristi", Schneier scrive che "questa sorveglianza totale dei cittadini è passata in uso anche nel mondo democratico".Copiando le mosse di Svezia, Canada e Gran Bretagna, che hanno dato "alla loro polizia nuovi poteri per la sorveglianza di internet" obbligando "i provider di sistemi di comunicazioni a ridisegnare prodotti e servizi che vendono", influenti ufficiali, come è loro abitudine, stanno bramando la capacità di trasformare tutti gli aspetti della vita giornaliera in "informazioni sempre disponibili".

Oltretutto, come rivelato da Schneier e altri su Cryptohippie e Quintessenz, i paesi che si definiscono democratici, non i soliti sospetti come la Cina (il cui "Golden shield", dopo tutto, è stato progettato da società occidentali), "stanno passando leggi sul mantenimento dati, forzando le società a tenere in memoria i dati dei loro clienti nel caso in cui possano servire per prossime investigazioni".

Nel report del 2010, The Electronic Police State , Crypthippie ci ha informato che il mantenimento dei dati "è prova penale, pronta per essere usata in processo", viene raccolta universalmente (preventivamente) e solo dopo usata nel procedimento giudiziario.
Come funziona questo sistema? Quali sono le caratteristiche che differenziano uno Stato di Polizia Elettronica dalla precedente forma di governo oppressivo? Cryptohippie dichiara:

"In uno Stato di Polizia Elettronica, ogni registrazione di camera di sorveglianza, ogni email mandata, ogni sito visitato, ogni post lasciato, ogni appunto scritto, ogni strisciata di carta di credito, ogni messaggio dal cellulare… saranno tutte prove, tenute in database. L’ individuo potrà essere accusata quando il governo lo vorrà."

Il World Socialist Web Site fa notare che la proposta del regime Obama "va molto più in là di quanto immaginato dall’ amministrazione Bush". Mentre la Casa Bianca dichiara che sono necessarie nuove leggi per combattere il "crimine" e il "terrorismo", il critico socialista Patrick Martin scrive che "l’ amministrazione Obama ha dato una definizione di ‘terrorismo’ così ampia che con questo termine sono incluse varie di forme di opposizione politica protette dalla costituzione, come la possibilità di parlare, scrivere, fare manifestazioni, e anche schedare ricorsi legali." Basta chiedere agli attivisti che il mese scorso hanno subito le prepotenze e i raid del FBI a Minneapolis e Chicago!
La American Civil LibertiesUnion (ACLU) ha denunciato la proposta e ha chiamato in causa il Congresso per rifiutare la richiesta di "mettere internet sotto controllo".

Christopher Calabrese, consulente legale dell’ ACLU, ha deriso la mossa del governo, dicendo: "Spacciandosi per un riparazione tecnica, il governo cerca di fare un ulteriore passo verso una facile raccolta delle comunicazioni più private degli americani".

Giro di vite per il Freedom of Information Act
Le suppliche da parte dei sostenitori delle libertà civili, probabilmente, cadranno nel vuoto nel Congresso dominato dai Democratici. Mentre l’ amministrazione Obama si sta muovendo per mettere un ulteriore freno alla libertà di circolazione di informazioni, proprio mentre cerca gli accessi ai nostri dati, Politico ha riportato che l’ Office of Director of National Intelligence (ODNI) "sembra sul punto di prevalere nel tentativo di mettere alcune informazioni ricevute da altre agenzie di spionaggio fuori dalla portata delle richieste del Freedom of Information Act."

Michael Leiter, direttore del National Counterterrorism Center (NCTC), ha fatto approvare un gravoso articolo del Intelligence Authorization Act che esenta dalle istanze del FOIA i cosiddetti "operational files" da 4 agenzie dei servizi segreti, CIA, NSA, National Reconnaissance Office e Naional Geospatial-Intelligence Agency.

La popolazione americana, a lungo bersaglio di una rete di spionaggio illegale da parte di intelligence e apparati di sicurezza, troverà presto un altra porta che le si chiuderà in faccia mentre l’ amministrazione rivendica nuovi considerevoli poteri, tra cui il diritto di assassinare cittadini americani considerati "terroristi," ovunque essi siano, in segreto e senza il giusto processo.

E la chiamano trasparenza…


Fonte: http://www.globalresearch.ca
Link: http://www.globalresearch.ca/index.php? ... &aid=21295
Traduzione per http://www.comedonchisciotte.org a cura di REIO



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/10/2010, 02:09 
Il Grande Fratello avanza in gran Bretagna:
scuole con riconoscimento facciale e registro elettronico


ott 12th, 2010

Immagine

Fonte:
http://www.altrainformazione.it/wp/2010 ... ettronico/

Sul dailymail è apparso di recente (5 ottobre 2010) un articolo scritto da Andrew Levy intitolato School installs £9,000 facial recognition cameras to stop students turning up late… and teachers could be next target ovvero: "Scuola installa videocamere per il riconoscimento facciale dal costo di 9.000 sterline contro gli studenti ritardatari … ed i professori potrebbero essere il prossimo obiettivo"

In tale articolo si precisa che il nuovo avveniristico e costoso strumento potrebbe far diventare il famoso registro cartaceo un ricordo d’altri tempi.

In questa scuola proiettata nel futuro (orwelliano) i ragazzi entrano, si fanno riconoscere dalla telecamera mettendo la propria faccia davanti al visore e digitando un codice personale segreto di 4 cifre. In tale maniera si è sicuri dell’orario di arrivo di ciascuno, si controlla chi arriva in ritardo, e non ci possono essere errori umani come a volte capita con l’appello fatto all’inizio delle lezioni.


Questo sistema viene usato in alcune scuole del Northamptonshire, dell’Hertfordshire e del Cambridgeshire. La Sir Christopher Hatton School, un istituto comprensivo di Wellingborough, nel Northamptonshire, ha iniziato a provare tale sistema per i propri alunni del livello A. La tecnologia installata all’ingresso della scuola è costata 9.000 sterline.

Ma Daniel Hamilton, direttore della campagna Big Brother Watch (lo sguardo del grande fratello) afferma: che "questo è un’altro preoccupante sviluppo dell’espansione della stato di sorveglianza
".

Egli afferma che in confronto ai pochi benefici si corrono notevoli rischi; è facile che certi dati vengano rubato o che qualcuno poco scrupoloso abusi di queste tecnologie. Secondo Daniel Hamilton la scuola dovrebbe concentrarsi sull’istruzione piuttosto che spendere soldi per questa tecnologia, ed i genitori e gli alunni dovrebbero resiste a questa violazione delle libertà civili.

L’articolo puntualizza che i cittadini britannici sono soggetti al più elevato livello di sorveglianza elettronico del mondo, e che in media un cittadino della Gran Bretagna viene registrato da qualche telecamera circa 3.000 volte la settimana!


Un altro esempio di Grande Fratello orwelliano in funzione in Gran Bretagna lo troviamo persino nei parcheggi, vedi l’articolo Big Brother facial recognition cameras rolled NCP car parks nel quale possiamo leggere la dichiarazione di un altro attivista per le libertà civili che afferma che persino l’FBI ha lasciato perdere la tecnologia di riconoscimento facciale dal momento che risulta inadeguata.

Fin troppo evidenti quindi i rischi di tale tecnologia invasiva, il cui vero motivo non crediamo proprio sia quello di affrire sicurezza, ma al contrario di spiare ogni mossa dei cittadini (onesti o disonesti che siano) in vista della creazione di un regime tirannico di fatto ma formalmente democratico, un regime nel quale tutto viene digitalizzato e computerizzato.

Ma ciò che consiste solo di dati digitali registrati nel computer può essere abilmente e facilmente manipolato, specialmente da chi gestisce il sistema, ovvero da chi detiene il potere, ed in un mondo dove tutto è computerizzato e digitalizzato un adulatore del potere può diventare laureato con l’ausilio di un mouse ed una tastiera, mentre un ricercatore universitario che sia inviso al sistema può perdere persino la sua laurea nella medesima maniera (sono cose già successe a persone particolarmente invise al sistema in questa era dei registri cartacei, fuguratevi cosa potrà succedere nell’era delle documentazioni digitali computerizzate).

Se poi il sistema ha delle falle, come evidentemente accade a dispetto delle dichiarazioni rassicuranti della aziende che vendono tali tecnologie, un innocente può passare per ladro ed un ladro può farla franca. Ci troviamo quindi di fronte ad uno scenario quasi identico a quello previsto dal visionario Philip Dick nel suo libro Minority Report dal quale è stato tratto l’omonimo film.


Link
http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/ ... -gran.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/02/2011, 01:18 
USA: STATO DI POLIZIA (I)

Immagine

feb 10th, 2011

di Néstor García Iturbe - La pupila insomne

Fonte: http://www.vocidallastrada.com/2011/02/ ... zia-i.html

Chiunque ascolti la retorica dei principali governanti statunitensi potrebbe pensare che in quel paese si rispettano i diritti umani e che questa questione sarebbe una preoccupazione del sistema, così grave che si abrogano il diritto di stigmatizzare quelli che secondo loro sono diventati violentatori di tanto sacri diritti.

Tutto questo è relativo e se qualcosa le autorità statunitensi possono dire è il vecchio proverbio “Fai quello che dico ma non quello che faccio”.


I parametri che gli USA pretendono di applicare ad una serie di paesi, in linea di massima quelli che si oppongono ai loro piani, non li applicano ad altre nazioni, né tantomeno mettendoli in atto internamente per garantire i diritti dei propri cittadini.

L’apparato repressivo statunitense sta lavorando alla creazione di un sofisticato programma di intelligence interna che consente di raccogliere e analizzare informazioni su tutti i cittadini e residenti negli Stati Uniti. Le fonti di informazione utilizzate, oltre alle tradizionali FBI, CIA, la polizia locale, il Department of Homeland Security, uffici di polizia giudiziaria a tutti i livelli, incluse le agenzie che formano parte della United States Intelligence Community.

Oltre a queste fonti di informazioni su ogni individuo, si aggiunge quella che può scaturire dall’uso delle carte di credito per l’acquisto di medicamenti, abbigliamento, libri, frequentare teatri ed altri intrattenimenti, fare benzina, viaggiare, il modo in cui si fa questo, la bolletta telefonica ed il registro di tutte le persone con cui stabilisce una comunicazione. Anche gli alberghi dove alloggia, se affitta qualche veicolo, ristoranti frequentati, dove compra il cibo e che cibo compra, se aiuta economicamente un parente, protetto, chiesa, squadra, ed anche se va ad un centro di benessere e usa la sua carta di credito per queste operazioni.

In definitiva, poco resta della famosa privacy di cui tanto si parla negli Stati Uniti e che secondo loro è garantita dalla Costituzione e dalle leggi vigenti. Ciò che è interessante di tutto questo è che per essere schedati in questo modo, cioè essere inclusi in questo programma, non c’è bisogno di essere delinquente né sospettato di aver commesso qualche violazione delle leggi, basta semplicemente esistere negli Stati Uniti sia come cittadino che come residente del paese.

Una struttura di questa grandezza richiede smisurati fondi, sia per le apparecchiature che per il personale che tenga aggiornati tutti questi controlli. Il sistema è stato chiamato “Top Secret America” (http://www.vocidallastrada.com/2010/07/ ... erano.html) conta con più di 4.200 organizzazioni a livello federale, statale e locale, ognuna con le sue specifiche responsabilità all’interno del sistema, di queste circa 1000 sono state introdotte come parte del “rafforzamento” del sistema.

Nei parametri usati per l’analisi dell’informazione sono inclusi quelli che in un determinato momento possano condurre a cogliere con il dovuto anticipo qualche attività di carattere terroristico o contro la stabilità del sistema. Principalmente si prende in considerazione la religione della persona, l’origine, dove vive, razza, stato psichico e antecedenti di carattere violento.

Secondo il bilancio destinato a questa operazione, il Department of Homeland Security ha speso in meno di dieci anni 31 miliardi di dollari in questo programma, senza contare quanto possono aver speso a livello statale alcune agenzie coinvolte.

Il problema è che la tendenza a spendere questo denaro cresce a ritmo sostenuto, visto che già si stanno usando in aeroporti statunitensi e in paesi dai quali arrivano i viaggiatori, alcune tecniche sofisticate di scansione per scoprire bombe, per verificare l’identità ed altre che hanno creato un’importante linea di sviluppo per le imprese del Complesso Militare Industriale i cui profitti continuano a crescere.


Tradotto e segnalato per Voci Dalla Strada da VANESA

Leggi anche:

IL WASHINGTON POST RIVELA DOVE OPERANO LE AGENZIE DI SPIONAGGIO USA
http://www.vocidallastrada.com/2010/07/ ... erano.html

OBAMA CEDE ALLE PRESSIONI DELL’FBI: MAGGIORE CONTROLLO DELLE INTERCETTAZIONI (VoIP)
http://www.vocidallastrada.com/2010/10/ ... llfbi.html

CITTA’ CONTROLLATE: LIBERTA’ IN CAMBIO DI SICUREZZA
http://www.vocidallastrada.com/2010/08/ ... io-di.html

ALTI FUNZIONARI DEL GOVERNO BUSH E DELLA CIA, DIETRO LA VENDITA DEI BODY-SCANNER
http://www.vocidallastrada.com/2010/03/ ... ush-e.html

L’EUROPA DEL CONTROLLO
http://www.vocidallastrada.com/2010/12/ ... rollo.html

DIRITTI UMANI PRET A PORTER
http://www.vocidallastrada.com/2010/03/ ... orter.html

Link:
http://www.vocidallastrada.com/2011/02/ ... zia-i.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10064
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/02/2011, 02:24 
E poi dicevano che Obama era diverso, Obama era buono, Obama era meglio, Obama era er più, Yes we can se pò fa..... [:o)]

Quelli di sinistra, ovviamente, io lo avevo detto subito che non era tutta questa differenza, a parte la facciata... ripitturata.

Ma vallo a spiegare ai "democratici" de noantri....


Piovano tuoni e fulmini per aver detto le cose come stanno, come sempre. [:D]


A ben vedere, lo slogan corretto per l' amministrazione Obama potrebbe essere "NOI possiamo... alla faccia tua".

Saluti,

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/02/2011, 09:50 
Cita:
Aztlan ha scritto:

E poi dicevano che Obama era diverso, Obama era buono,
Obama era meglio, Obama era er più, Yes we can se pò fa..... [:o)]


Obama, per qualcuno, ha rappresentato una "speranza". Soprattutto perchè si usciva da 8 anni di presidenza Bush.... cioè da una amministrazione totalmente distruttiva, guerrafondaia e pericolosa per il mondo intero. Un'amministrazione di cui i posteri studieranno le gesta nei libri di storia.

Ciò che in pochi però hanno considerato è che un presidente, è e rimane solamente il burattino di facciata che ci mette la faccia. I burattinai, come sappiamo, sono ben altri. E quelli non hanno colore, schieramento o ideologia. Ma solo sete di potere e di denaro..... e, come vediamo dagli articoli postati, la necessità di controllare in modo capillare i loro "schiavi".


E' stato questo l'inganno di Obama.... e questo è il servizio
di Alex Jones che in USA oramai conoscono pure i sassi.... [;)]



Ne abbiamo parlato qui:
http://www.ufoforum.it/topic.asp?whichp ... Y_ID=58256



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13403
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/02/2011, 13:02 
Cita:
Aztlan ha scritto:

E poi dicevano che Obama era diverso, Obama era buono, Obama era meglio, Obama era er più, Yes we can se pò fa..... [:o)]

Quelli di sinistra, ovviamente, io lo avevo detto subito che non era tutta questa differenza, a parte la facciata... ripitturata.

Ma vallo a spiegare ai "democratici" de noantri....


Piovano tuoni e fulmini per aver detto le cose come stanno, come sempre. [:D]


A ben vedere, lo slogan corretto per l' amministrazione Obama potrebbe essere "NOI possiamo... alla faccia tua".

Saluti,

Aztlan




Se fosse stato diverso, a quest' ora starebbe cavalcando nelle verdi praterie. [:D]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/02/2011, 10:01 
Citazione:

"Il consenso attuale tra l'intellighenzia di governo - per esempio Cass Sustein, lo Zar della regolamentazione di Obama - è che, nella nuova era dei media, l'informazione debba essere filtrata. Le "Teorie del complotto" stanno diventando troppo prolifiche, e una elite intellettuale deve guidare la società verso il "modo giusto" di pensare. Questo tipo di ingegneria sociale è la filosofia trainante dietro molte delle iniziative in corso provenienti dalla Casa Bianca di Obama."

Daniel Taylor

http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2 ... della.html



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10064
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 15/02/2011, 10:15 
Cita:
greenwarrior ha scritto:

Cita:
Aztlan ha scritto:

E poi dicevano che Obama era diverso, Obama era buono, Obama era meglio, Obama era er più, Yes we can se pò fa..... [:o)]

Quelli di sinistra, ovviamente, io lo avevo detto subito che non era tutta questa differenza, a parte la facciata... ripitturata.

Ma vallo a spiegare ai "democratici" de noantri....


Piovano tuoni e fulmini per aver detto le cose come stanno, come sempre. [:D]


A ben vedere, lo slogan corretto per l' amministrazione Obama potrebbe essere "NOI possiamo... alla faccia tua".

Saluti,

Aztlan




Se fosse stato diverso, a quest' ora starebbe cavalcando nelle verdi praterie. [:D]



Come un certo John, detto JFK, uno che osava dire cose come "bisogna che il popolo sappia la verità".... e che infatti è stato fucilato da un "pazzo isolato"...

Saluti,

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/04/2011, 18:41 
Il Grande Fratello nel tuo Iphone

apr 21st, 2011

di Marco Pizzuti

http://www.altrainformazione.it/wp/2011 ... uo-iphone/

L’Iphone scheda ogni nostro movimento e lo registra in un file criptato su tutti i pc con cui viene sincronizzato. L’articolo del New York Times ammette che non è chiaro il motivo per cui l’Apple sta immagazzinando tutti questi dati. Informazioni riservate a cui per legge, si dovrebbe poter accedere solo con un provvedimento giudiziario. Erano solo fantasie quelle di Orwell?

Immagine

Qui l’articolo originale
http://www.nytimes.com/external/readwri ... =start-ups



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10064
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/04/2011, 18:57 
Cita:
Aztlan ha scritto:

Cita:
greenwarrior ha scritto:

Cita:
Aztlan ha scritto:

E poi dicevano che Obama era diverso, Obama era buono, Obama era meglio, Obama era er più, Yes we can se pò fa..... [:o)]

Quelli di sinistra, ovviamente, io lo avevo detto subito che non era tutta questa differenza, a parte la facciata... ripitturata.

Ma vallo a spiegare ai "democratici" de noantri....


Piovano tuoni e fulmini per aver detto le cose come stanno, come sempre. [:D]


A ben vedere, lo slogan corretto per l' amministrazione Obama potrebbe essere "NOI possiamo... alla faccia tua".

Saluti,

Aztlan




Se fosse stato diverso, a quest' ora starebbe cavalcando nelle verdi praterie. [:D]



Come un certo John, detto JFK, uno che osava dire cose come "bisogna che il popolo sappia la verità".... e che infatti è stato fucilato da un "pazzo isolato"...



E di cui ora salta fuori una lettera alla CIA in cui richiedeva le informazioni sugli UFO... dieci giorni prima che venisse ammazzato.

Guarda caso....

Ancora una volta i FATTI mi hanno dato ragione, nero su bianco, scripta manent.



@TTE:


Infatti meno si usano certe tecnologie e meglio è...

Io non sono uno di quelli che mettono tutti i dettagli personali su FB, ci sono giusto una foto del mio viso una e le info essenziali per farmi riconoscere da... Basta.

Poi salta fuori che le info che metti diventano di loro esclusiva proprietà, possono pure rivenderle a terzi, persino opere da te realizzate etc...


Meno regalate al Big Brother (quello vero, non quello della Marcuzzi) meglio è.

Saluti,

Aztlan



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/04/2011, 19:17 
Cita:
Aztlan ha scritto:

@TTE:

Infatti meno si usano certe tecnologie e meglio è...

Io non sono uno di quelli che mettono tutti i dettagli personali su FB, ci sono giusto una foto del mio viso una e le info essenziali per farmi riconoscere da... Basta.

Poi salta fuori che le info che metti diventano di loro esclusiva proprietà, possono pure rivenderle a terzi, persino opere da te realizzate etc...

Meno regalate al Big Brother (quello vero, non quello della Marcuzzi) meglio è.


Saggia decisione caro Aztlan [;)]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1953
Iscritto il: 06/12/2008, 20:09
Località: Sul mare
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/04/2011, 14:17 
Cita:
Thethirdeye ha scritto:


Il Grande Fratello nel tuo Iphone

apr 21st, 2011

di Marco Pizzuti

http://www.altrainformazione.it/wp/2011 ... uo-iphone/

L’Iphone scheda ogni nostro movimento e lo registra in un file criptato su tutti i pc con cui viene sincronizzato. L’articolo del New York Times ammette che non è chiaro il motivo per cui l’Apple sta immagazzinando tutti questi dati. Informazioni riservate a cui per legge, si dovrebbe poter accedere solo con un provvedimento giudiziario. Erano solo fantasie quelle di Orwell?

Immagine

Qui l’articolo originale
http://www.nytimes.com/external/readwri ... =start-ups


vero, ma se viene jailbreakato (in pratica lo craccate per far funzionare programmi non riconosciuti da apple) non dovrebbe inviare piu' questi dati.
fonte: un blog di iphone che non ricordo il nome.
e comunque una volta craccato potete fare a meno di itunes che è la causa dell'invio dei dati.

cmq triste storia perche' quel file viene inviato davvero......[:(]


Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1953
Iscritto il: 06/12/2008, 20:09
Località: Sul mare
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/04/2011, 14:24 
dimenticavo: ma internet fa' gia' la solita cosa!
avete mai usato il programma spybot search and destroy??
fatelo e vedrete quanti file malware vi si installano durante una normale navigazione. file che inviano in automatico dati, cookie e via discorrendo a qualche server.....giusto per scoprire i vostri gusti di navigazione, la vostra mail e dati sensibili nel computer.......se questa è privacy!!!


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 40672
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/04/2011, 15:23 
Cita:
CRASH3 ha scritto:

dimenticavo: ma internet fa' gia' la solita cosa!
avete mai usato il programma spybot search and destroy??
fatelo e vedrete quanti file malware vi si installano durante una normale navigazione. file che inviano in automatico dati, cookie e via discorrendo a qualche server.....giusto per scoprire i vostri gusti di navigazione, la vostra mail e dati sensibili nel computer.......se questa è privacy!!!


La Privacy è pura illusione.
Non esiste proprio.... [8D]



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 46361
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
Località: BRESCIA (ma ROMANO)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/04/2011, 19:48 
Cita:
CRASH3 ha scritto:

dimenticavo: ma internet fa' gia' la solita cosa!
avete mai usato il programma spybot search and destroy??
fatelo e vedrete quanti file malware vi si installano durante una normale navigazione. file che inviano in automatico dati, cookie e via discorrendo a qualche server.....giusto per scoprire i vostri gusti di navigazione, la vostra mail e dati sensibili nel computer.......se questa è privacy!!!



Scusa CRASH, ma allora conviene toglierlo ... (Visto che ce l'ho anch'io ...E ogni tanto ho problemi con il pc ... O non centra niente ..)



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Un Topic unico e completo): viewtopic.php?p=363955#p363955
Una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 542 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 37  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 17/06/2019, 19:19
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org