Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 210  Prossimo
Autore Messaggio

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 388
Iscritto il: 13/11/2009, 17:38
Località: Regno delle fate
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/09/2010, 06:49 
Siamo nelle mani di una classe politica, italiana ed europea, che pensa solo ai propri interessi!


Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/09/2010, 10:14 
Campi elisi e campi rom
[color=blue]L’Europa si attacca a una circolare goffa per l’affondo anti Sarkozy

Un documento del governo francese fa scattare il commissario Ue Reding contro la politica delle espulsioni[/color]

Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha "suggerito" al commissario Ue, Viviane Reding, di "accogliere i rom in Lussemburgo". La dichiarazione è stata riportata da un gruppo di senatori che hanno partecipato a una colazione di lavoro con il presidente francese. Ieri la Reding aveva minacciato una procedura di infrazione contro Parigi in seguito alle misure adottate nei confronti dei rom. Barroso ha espresso il suo "pieno sostegno personale" alla Reding.


http://www.ilfoglio.it/soloqui/6210


Maroni che aspetta a riproporre la legge sulle impronte anche a minori che delinquono, questa volta senza specificare 'rom' altrimenti le verginelle si scandalizzano?


Ultima modifica di rmnd il 16/09/2010, 10:16, modificato 1 volta in totale.


_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 1492
Iscritto il: 17/01/2009, 23:10
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/09/2010, 00:41 
Cita:
Diego ha scritto:

Cita:
BlitzKrieg ha scritto:

Cita:
Diego ha scritto:

Vi racconto una storiella da italiano.

Ho la residenza spagnola, e vivo alle canarie, dal 2009 i residenti comunitari non dovranno piu' fare il documento di identita' spagnolo, ma solo un foglio che confermi la loro residenza nella nazione.
Bene fin qui tutto oks, sta di fatto che il foglio deve essere accompagnato da un documento valido di identificazione della nazione di nazionalita'(in questo caso italia), con il piccolo problema che io per rinnovare il passaporto dove sono residente non posso!!! tramite il consolato italiano a Las Palmas(canarie), ma devo andare a Madrid all'ambasciata italiana o direttamente in italia nella questura della mia vecchia residenza.
Cioe' praticamente se non ho mezzi, o il mio passaporto e' scaduto o sono impossibilitato dal muovermi, lo stato italiano non ti da come tuo diritto un documento di identita' ( che pero' ti obbliga ad avere).
Quindi sequestrato su una isola senza documentazione.

PS: Il nuovo regolamento, e' stato fatto perche' il nuovo passaporto con chip magnetico, e' necessario per amndare in america.

concludendo , GRAZIE AMERICA CHE PER COLPA DELLE TUE FREGNACCE, IO SONOCOSTRETTO A PRENDERE UN AEREO , SPENDERE I SOLDI, PER AVERE UN DOCUMENTO ( CHE E' UN MIO DIRITTO) DELLA MIA NAZIONE, CHE FANNO SOLO NELLE AMBASCIATE CENTRALI.

MA VAAAAA VAAAA [xx(]




Ma lol... La verita e`: vivi in un posto disorganizzato, a me` il passaporto lo rinnovano per posta [8D]


Purtroppo no!!!, la nuova regolamentazione per i nuovi passaporti e' questa. " lo stato italiano, non da passaporti tramite consolati ma solo ambasciate"...

AAAAAAAAAA, dimenticavo di dirvi, chiaramente perche' sono italiano , ma se fossi un argentino per esempio con la doppia nazionalita', questo non succederebbe, lo darebbe tranquillamente il consolato.

hahahahahha, voglio essere extracomunitariooooooooo, almeno avro' molti piu' diritti, e meno doveri....ma stralolllllllllllll



Ho fatto un "giro", sulla web page della ambasciata italiana a Madrid, effettivamente le cose sono cambiate, ma non e` per una questione di microchip, che ti devi recare in loco, ma perche` vogliono le tue impronte digitali. Spero che almeno, non le richiedano tutte le volte del rinnovo, ed una sia sufficente.
Potevano pero` organizzarla meglio, tipo andare dalla polizia e li ti avrebbero preso le impronte, per spedirle poi all'ambasciata, no?

http://www.consmadrid.esteri.it/Consola ... aporti.htm



_________________
E molto piu` facile parlare di cospirazione, quando si ignorano le cause ed i motivi.

Pain is weakness leaving the body. US Marine Corps

Immagine
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20/09/2010, 10:18 
OT

(povera?)Europa...


Cita:
Un altro segnale per l'Europa
L'estrema destra nel Parlamento svedese


...Fuor di metafora: molte nuove formazioni di destra o estrema destra sono comparse nel circo politico europeo, favorite probabilmente dai malesseri sociali della crisi, hanno conquistato posizioni di spicco nelle elezioni e sono divenute decisive per la formazione dei governi...


...Democratici svedesi, gruppo di estrema destra che chiede solidarietà per l'Eurabia violentata dall'Islam, e propugna la cacciata di tutti gli immigrati extracomunitari a meno che non accettino «l'assimilazione culturale»...

...Nella vicina Finlandia, salgono nei sondaggi i «True Finns» («Veri finlandesi») che propugnano il «rispetto delle tradizioni silvane». Sembrano raccontar fole, ma in tre anni hanno raddoppiato i voti.

In Danimarca, il Partito del popolo si è reso famoso per aver diffuso le vignette satiriche su Maometto e da allora ha allargato le campagne a molti altri temi. In Olanda, il Partito della libertà di Geert Wilders ha 24 seggi in Parlamento, e collegamenti sempre più stretti con i colleghi del vicino Belgio: i fiamminghi ultranazionalisti del Vlaams Belang, anch'essi in crescita.
E così via: dall'Ungheria, con i nazionalisti di Jobbik in fortissima crescita, alla Romania con quelli di Grande Romania. Tutti costoro si riuniranno a fine ottobre ad Amsterdam, insieme con i club ultras del calcio di tutta l'Europa, per acclamare Geert Wilders...




http://www.corriere.it/esteri/10_settembre_20/svezia-estrema-destra-parlamento-offeddu_0cccdc1e-c47c-11df-be0b-00144f02aabe.shtml

/OT

---

giusto per ricordare alcune recenti episodi in Olanda
Cita:
Olanda: ucciso il regista Theo van Gogh
L'autore, nipote del pittore, assassinato per strada ad Amsterdam a colpi di pistola. Preso l'assassino: è marocchino


http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/11_Novembre/02/vangogh.shtml


Cita:
Assassinato Fortuyn
l'Haider di Rotterdam

http://www.repubblica.it/online/mondo/olanda/olanda/olanda.html



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/09/2010, 11:31 
http://www.davidegiacalone.it/politica/generatori-di-razzismo/

Cita:
[color=blue]Generatori di razzismo

Da una parte c’è il vaniloquio perbenista e ipocrita di quelli che si sentono buoni, giusti e colti, che scrivono sui giornali (a corto di lettori) o siedono nella Commissione Europea, sempre pronti a impartire lezioni sull’accoglienza degli immigrati e la fratellanza con i nomadi.
Dall’altra ci sono le lezioni della realtà, c’è un’opinione pubblica europea che la pensa in modo opposto e che rischia di scivolare sui ghiacci della xenofobia, solidificati dai venti gelidi che arrivano dall’Olanda, dal Belgio, dall’Austria e, da ultimo, dalla Svezia.
Nella nostra Europa è ovunque in crisi il modello di welfare state, divenuto troppo costoso e troppo inefficiente, e ovunque ci sono problemi relativi all’immigrazione.
Negare l’una e l’altra cosa, pensare di poter rimediare inutilmente aggrappandosi al passato o ridicolmente sermoneggiando d’accoglienza, propizia disastri politici.
Mentre l’assenza d’idee spendibili spinge al cortocircuito: siccome gli immigrati vengono per pesare sul nostro welfare ecco che il nostro bel paradiso s’azzoppa. Inutile stupirsi, allora, se crescono le formazioni politiche estremiste, che se non dispongono di una soluzione positiva forniscono, almeno, una bella spiegazione negativa.

Se si restasse sul piano della razionalità, le cose non sarebbero (dal punto di vista teorico) così complicate:
a. gli immigrati sono utili e creano ricchezza, ma il Paese che accoglie ha diritto a regolarne il flusso, facendo valere le proprie condizioni;
b. il rispetto della legalità vale per tutti, cittadini propri, comunitari o provenienti da ogni altra parte del mondo, ma se a delinquere è un ospite il Paese ospitante ha il diritto di punirlo e/o cacciarlo, impedendogli di tornare;
c. gli immigrati non sono dei rifugiati, e tutte queste associazioni che fanno confusione sembrano essere state inventate apposta per favorire l’ascesa dei razzisti.


Il caso francese è assai istruttivo, e segnala un pericolo collettivo.
E’ evidente che il presidente francese ha scelto di aprire il fronte dei Rom anche per indurre i francesi a non parlare solo degli affari e degli affaracci suoi.
E’ evidente che ha scelto quel tema perché sa di raccogliere un consenso quasi unanime.
Com’è evidente che la reazione della Commisione Europea e della pretesa intelligenza scrivana è stata cieca, violenta e dissennata, tipica di gente che non solo vive fuori dalla realtà, ma si ostina a credere che i propri pregiudizi siano il giusto e la realtà la loro corruzione.
Dei matti, insomma. Fra i due schieranti preferisco, di molto, Sarkozy, ma non al punto di credere che egli abbia proposto una qualche soluzione. Ha solo messo in atto un’azione dimostrativa.

Occorre essere cretini assai per parlare di “deportazioni”, ed occorre avere una coscienza piallata dall’ignoranza per far paralleli con le persecuzioni naziste.
Ma i rimpatri disposti dai francesi sono pochi e su base consensuale, per giunta pagati dallo Stato. Sono una pezza, non un modello.


Che fare, allora? Ripeto, dal punto di vista teorico è meno complicato di quel che sembra.
Io cittadino italiano non posso starmene senza fissa dimora, non vedo perché dovrebbe essere consentito ad uno zingaro.
Se abbandono mio figlio o lo riduco all’accattonaggio m’arrestano, non vedo perché i nomadi dovrebbero essere compresi e aiutati.
Se assegno mia figlia in sposa torno in galera, o vado al manicomio, non si capisce perché dovremmo consentirlo ad altri.
Se mi laureo negli Stati Uniti, dopo aver pagato salatissime rette a università private, ma poi non trovo un lavoro e non riesco a prolungare il permesso di soggiorno me ne devo andare, anche se ho contribuito alla ricchezza di quel Paese, così non c’è motivo che da noi rimangano quelli che non dichiarano un tallero di guadagni.
Questo banalissimo buon senso minaccia la fratellanza fra i popoli?
Temo che la minaccia venga dai forsennati che negano la realtà e parlano a vanvera.

Facciano accomodare la zingara corpacciuta al lindo tavolo del loro ristorante preferito e ne gustino l’insopportabile tanfo, così come già si ha occasione di fare sui mezzi pubblici (dove non pagano) e alle casse dei supermercati (dove la fila si ferma nel mentre la commessa conta monetine).
Io sono favorevole a che la signora resti, se si trova un lavoro onesto, una casa e una doccia.
Loro, invece, pretendono che rimanga a carico delle narici e delle tasche altrui.
Chi è, allora, il razzista e lo xenofobo?


Ecco, prima che il vento gelido soffi (più forte) anche da noi, propongono di andare presso tutte queste associazione di accoglitori in casa e nei quartieri altrui, affiggendo un avviso all’ingresso: qui operano i produttori di razzismo.[/color]



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Nonno sapienteNonno sapiente

Non connesso


Messaggi: 49592
Iscritto il: 27/12/2007, 11:23
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/09/2010, 11:34 
L'Europa? Non esiste ...[8D]



_________________
Immagine Operatore Radar Difesa Aerea (1962 - 1996)
U.F.O. "Astronavi da altri Mondi?" - (Opinioni personali e avvenimenti accaduti nel passato): viewtopic.php?p=363955#p363955
Nient'altro che una CONSTATAZIONE di fatti e Cose che sembrano avvenire nei nostri cieli; IRRIPRODUCIBILI, per ora, dalla nostra attuale civiltà.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41005
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/09/2010, 13:55 
Cita:
Ufologo 555 ha scritto:

L'Europa? Non esiste ...[8D]


Direi che sono gli stati (sovrani) a non esistere....
Non l'Europa...



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 575
Iscritto il: 08/12/2008, 22:17
Località: rimini
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/09/2010, 15:29 
esiste la francia,il regno unito e la ex unione sovietica e//o come cav. si fa chiamare adesso.csi,russia,etc..
cioè i vincitori dell'ultima guerra.
o meglio esistono solo quelli pieni di bombe nucleari da far schifo.
e basta.
tutti gl'altri messi insieme contano come il due fuori briscola.


Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 21/09/2010, 20:34 
La 'megera' insiste...

Cita:
Rom, la Reding insiste: "Ue, mai più deportazioni"
Il commissario europeo per i diritti e la cittadinanza, Viviane Reding, in una conferenza stampa all'europarlamento di Strasburgo: "Abbiamo costruito l’Europa su certi valori, per evitare che non fossero mai più deportate famiglie intere per colpire un individuo la cui attività non piaceva a un governo"

Strasburgo - Prosegue il braccio di ferro, a distanza, tra Unione europea e la Francia. "La settimana scorsa non ho mai parlato di alcun gruppo etnico o religioso. Ma ho detto che abbiamo costruito l’Europa su certi valori, per evitare che non fossero mai più deportate famiglie intere per colpire un individuo la cui attività non piaceva ad un governo". Lo ha detto Viviane Reding in una conferenza stampa tenuta all’europarlamento a Strasburgo.

[color=maroon]Valori da rispettare La Reding ha poi ricordato che "nella Carta dei Diritti Fondamentali ci sono due articoli: uno in cui si vietano le deportazioni di massa, l’altro che dice che non ci possono essere discriminazioni razziali". La commissaria europea ha quindi osservato: "La Ue si basa su certi valori. Siamo 500 milioni in Europa e abbiamo tutti gli stessi valori. La Commissione deve farli rispettare. Io ho parlato e parlerò sempre quando questi valori non sono rispettati".


Scusarmi? Perché dovrei La Reding ha negato di aver mai chiesto scusa per le affermazioni fatte martedì scorso annunciando la procedura d’infrazione contro la Francia. A chi gli chiedeva se lo avesse fatto, la vicepresidente della Commissione europea ha risposto in italiano: "No, perché avrei dovuto?. La settimana scorsa ho scritto, e non detto, che mi dispiaceva molto che le mie dichiarazioni fossero state distorte in modo tale che qualcuno potesse sentirsi offeso e distogliere così l’attenzione dal punto centrale del problema".
[/color]



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Premio Coerenza e ProfessionalitàPremio Coerenza e Professionalità

Non connesso


Messaggi: 12510
Iscritto il: 30/11/2006, 09:44
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 29/09/2010, 13:26 
No austerity day, centomila in piazza a Bruxelles

Manifestazioni in tutta Europa per dire no ai tagli ai diritti e allo stato sociale. In Belgio il corteo principale, sciopero generale in Spagna. Monks (Ces): "I governi sono in preda al panico, è un momento cruciale. L'austerità non diventi una moda"

Circa 100.000 persone per le strade di Bruxelles e altre migliaia in molte altre città in tutta Europa: così la Confederazione europea dei sindacati (Ces) annuncia la giornata di mobilitazione indetta per oggi (29 settembre). La parola d'ordine è "no all'austerità", proprio nel giorno in cui la Commissione Ue presenta una serie di proposte per inasprire i parametri sui conti pubblici dei paesi e nuovi meccanismi di controllo con pesanti sanzioni a carico degli stati che violano le regole. L'Euro-manifestazione di Bruxelles è composta da delegazioni di 50 organizzazioni sindacali di circa in rappresentanza di 30 paesi. Sono presenti anche le federazioni degli industriali di molte nazioni.

Occorre opporsi ai provvedimenti di austerità che sono diventati una sorta di "moda". Così John Monks, segretario generale della Ces. "I nostri governi, quasi tutti, si imbarcano su tagli consistenti alla spesa pubblica. Ma lo fanno in una fase in cui l'economia è molto vicina alla recessione e quasi certamente la vedremo ripiombare in recessione proprio sotto i colpi di questi tagli". I governi devono difendere l'occupazione, spendere di più per il welfare, tassare le transazioni finanziarie: sono queste le principali richieste della Ces elencate dallo stesso Monks durante la conferenza stampa tenuta stamani nella capitale belga.

Circa 10 milioni di lavoratori stanno partecipando allo sciopero generale in Spagna. È quanto risulta dai primi sondaggi e campionamenti effettuati in 1.000 aziende con oltre 250 dipendenti dal sindacato iberico. "Questi sono dati oggettivi e indiscutibili, come confermato dalla riduzione del 22 per cento del consumo di elettricità rispetto a ieri, sono molto simili a quelli dello sciopero generale 2002", ha detto il segretario del Ccoo, Antonio del Campo. A Roma ci sarà una manifestazione nazionale a partire dalla 17 a Piazza Farnese con le conclusioni del segretario generale Cgil, Gugliemo Epifani. Rassegna.it e RadioArticolo1 seguiranno l'intera giornata in diretta dalle piazze europee.

http://www.rassegna.it/articoli/2010/09 ... -bruxelles



_________________
« Nel regno di chi cerca la verità non esiste nessuna autorità umana. Colui che tenta di recitarvi la parte di sovrano avrà a che fare con la risata degli dei » (Albert Einstein)

« Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata »
(Margaret Mead)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Premio Coerenza e ProfessionalitàPremio Coerenza e Professionalità

Non connesso


Messaggi: 12510
Iscritto il: 30/11/2006, 09:44
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 29/09/2010, 17:11 
Italiani come ratti. Razzismo svizzero contro i lumbard

di Mazzetta

Se per i lumbard i meridionali sono oggetto di astio e scherno, per gli svizzeri il bersaglio più a tiro sono proprio i lumbard e i piemontesi.
E proprio di questi tempi in Svizzera sono apparsi manifesti che accusano gli italiani, definiti e rappresentati come topi , di rubare il lavoro ai locali. Se vi sembra di averla sentita è solo perché la storia ama ripetersi alla noia e in tempo di crisi la Svizzera agli Svizzeri, e la Lombardia ai lombardi, sono il riflesso tipico alle crisi economiche in molte delle aree o dei paesi che vedono scosso il loro benessere.

C'è anche il gruppo su Facebookche insulta i lavoratori transfrontalieri che dall'Italia e dall'Unione vanno a lavorare in Svizzera, e ci sono anche tre pirla con tre costumi da topi con la faccia cattiva (nella foto) che dovrebbero servire a sceneggiare le malvagità degli stranieri ad uso delle menti semplici.

Non si fanno mancare niente, nemmeno il sito internet, una vera e propria campagna xenofoba strutturata professionalmente e distribuita attraverso diversi canali, che ha come bersaglio proprio gli italiani che attraversano il confine: “I ratti esistono veramente ¬– sostiene Ferrise –. Inizialmente si muoveranno sui social network. Ma poi li vedremo in giro per le strade. Tra la gente. Agli eventi musicali, alle partite di calcio, al mercato. I ratti invaderanno il Ticino”. Il responsabile dell'agenzia di comunicazione che cura questa schifezza, e che non ha voluto rivelare quale "gruppo" abbia commissionato la campagna, non ci trova nulla di offensivo, dice che: "Un gruppo ci ha chiesto di trovare un’idea originale che portasse i ticinesi ad aprire gli occhi su determinate questioni. Non posso dirvi di più. Segreto professionale. Perché i ratti? Il ratto è qualcosa di spregevole. C’è il concetto di ‘derattizzazione’ dietro tutto ciò".

Il fatto che i topastri da derattizzare abbiano la bandiera italiana sul petto, sembra un'offesa, una minaccia e l'incitamento all'odio contro gli italiani in generale e contro i lombardi in particolare. Senza considerare le inquietanti analogie con gli slogan nazisti del tempo che fu, quando nel Mein Kampf Hitler descriveva il nazismo come: "nemico naturale dell’orrenda infestazione” dei ratti ebrei". La polemica è già partita dal basso, si aspettano a momenti gli assi di briscola.
La Lega ticinese ha smentito ogni coinvolgimento in questa campagna e con loro tutta la politica istituzionale. Quale che sia lo scopo della campagna pubblicitaria, politico o commerciale, l'offesa c'è tutta ed è anche peggiore di quella di Bossi che da dei maiali ai romani.

Non resta che vedere se il Ministro della Difesa La Russa mostrerà il fiero petto agli alpini che ci danno del topo terrone e se Bossi lancerà i suoi venti milioni di fucili all'assalto del Ticino per difendere l'onore ferito dei lumbard. Avanti i patrioti e i difensori della razza.

http://mazzetta.splinder.com/post/23376 ... -i-lumbard



A Lecce si dice: oru oru ognunu a casa loru....



_________________
« Nel regno di chi cerca la verità non esiste nessuna autorità umana. Colui che tenta di recitarvi la parte di sovrano avrà a che fare con la risata degli dei » (Albert Einstein)

« Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata »
(Margaret Mead)
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 2052
Iscritto il: 03/12/2008, 23:26
Località: LA SPEZIA
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 29/09/2010, 19:11 
chissa' un ratto leghista cosa prova in questi momenti che la vita riserva e insegna a vivere....... mi dispiace per i non leghisti.
ma se uno vive al polo nord.... puo' dare del terrone a tutto il pianeta ? [:D] oppure valgono anche gli astronauti?



_________________
Se a ciascun l'interno affanno si vedesse in fronte scritto quanti che invidia fanno ci farebbero pietà
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5107
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/10/2010, 23:06 
Il premier Wen Jiabao si impegna a migliorare rapporti con l'Ue
Cina in soccorso dell'Ue, comprerà titoli di Stato greci

La Cina è pronta a far uso delle sue grandi riserve monetarie per aiutare i paesi dell'Unione europea, a cominciare dalla Grecia, per superare l'attuale crisi. L'offerta arriva direttamente da Wen Jiabao: Pechino acquisterà titoli del debito pubblico che saranno emessi dal Governo di Giorgio Papandreou, promette il premier cinese.

La Cina è pronta a far uso delle sue grandi riserve monetarie per aiutare i paesi dell'Unione europea, a cominciare dalla Grecia, per superare l'attuale crisi. L'offerta arriva direttamente da Wen Jiabao: Pechino acquisterà titoli del debito pubblico che saranno emessi dal Governo di Giorgio Papandreou, promette il premier cinese.

Wen Jiabao: migliorare rapporti con l'Ue
Discorso di fronte al parlamento in Grecia Il primo ministro cinese Wen Jiabao, in visita ufficiale ad Atene, si è impegnato a "rafforzare" e "migliorare" le relazioni tra la Cina e l'Unione europea, durante un discorso di fronte al parlamento greco alla vigilia di importanti riunioni europee a Bruxelles.

"Sono convinto che un'Europa forte è insostituibile (...), la Cina vuole promuovere e rafforzare la relazione strategica con l'Unione europea", ha detto Wen, che partecipa questa settimana a Bruxelles a un vertice Asia-Europa e a un vertice Ue-Cina. Il suo discorso è durato quasi un'ora.

La Cina si impegna "a facilitare gli investimenti, garantire il diritto della proprietà intellettuale e sviluppare la cooperazione nel settore della tecnologie", ha affermato Wen. "Spero che l'Europa lo riconosca e provi a limitare il protezionismo", ha aggiunto. "Non c'è un conflitto di interesse tra Ue e Cina ma c'è una complementarità tra le due parti, la Cina opererà per proseguire la sua apertura" verso l'Europa, ha aggiunto.

Wen ha indicato che nel primo semestre 2010 "le esportazioni europee verso la Cina sono aumentate del 42 per cento" ed entro la fine dell'anno raggiungeranno "500 miliardi di dollari".

Arrivato ieri ad Atene, prima tappa di un tour europeo di nove giorni, Wen ripartirà domani dalla capitale greca alla volta di Bruxelles, per partecipare il 4 ottobre all'ottavo vertice Asia-Europa (Asem) e il 6 ottobre al tredicesimo vertice Ue-Cina. Conclude il suo tour con una visita il 7 ottobre in Turchia e l'8 in Italia.

Fonte
http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=145902


Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/10/2010, 14:44 
Cita:
rmnd ha scritto:

http://www.davidegiacalone.it/politica/generatori-di-razzismo/

Cita:
[color=blue]Generatori di razzismo

Da una parte c’è il vaniloquio perbenista e ipocrita di quelli che si sentono buoni, giusti e colti, che scrivono sui giornali (a corto di lettori) o siedono nella Commissione Europea, sempre pronti a impartire lezioni sull’accoglienza degli immigrati e la fratellanza con i nomadi.
Dall’altra ci sono le lezioni della realtà, c’è un’opinione pubblica europea che la pensa in modo opposto e che rischia di scivolare sui ghiacci della xenofobia, solidificati dai venti gelidi che arrivano dall’Olanda, dal Belgio, dall’Austria e, da ultimo, dalla Svezia. ...


[/color]







AUSTRIA
[color=blue]Il vento di destra su Vienna la rossa
La Fpoe dello xenofobo Strache al 27%

"Non siamo estremisti ma basta immigrati". La gente vota per noi perché è insoddisfatta e stanca dell'arroganza e della prepotenza dei socialisti[/color]
Cita:

...Mancano 120mila schede di voto per posta, ma comunque dopo Paesi Bassi e Scandinavia, il nuovo vento di destra sconvolge gli equilibri politici anche in Austria, e si conferma come trend europeo.

"Cinque anni fa, quando assunsi la guida del mio partito, eravamo macerie, al 3 per cento", dice Strache....


http://www.repubblica.it/esteri/2010/10/11/news/elezioni_austria-7934461/?ref=HREC2-2



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/10/2010, 19:50 
Sondaggio,10% tedeschi rivuole dittatura

13 Ottobre 2010 19:31

(ANSA) - BERLINO - Un terzo dei tedeschi ritiene che in Germania ci sia un influsso eccessivo di stranieri, mentre il 10% di loro sogna un nuovo fuhrer. Un sondaggio della Friedrich-Ebert-Stiftung rivela che in 2 anni in Germania il consenso per i movimenti di estrema destra e' cresciuto molto a causa della crisi. 'Nel 2010 c'e' stato un aumento delle posizioni antidemocratiche e razziste: il 30% degli intervistati pensa che gli stranieri dovrebbero 'tornare a casa'' perche' rubano il posto ai tedeschi.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Sondaggio-tedeschi-rivuole-dittatura/13-10-2010/1-A_000132574.shtml



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 210  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 30/10/2020, 06:26
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org