Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 183 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13  Prossimo
Autore Messaggio

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 374
Iscritto il: 07/03/2009, 14:53
Località: ferrara
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/06/2009, 23:25 
Cita:
leo48 ha scritto:

Il luogo dove erano ubicate con certezza le città di Sodoma e Gomorra non è stato
ancora individuate con certezza, ma si sa che Abramo abbia trascorso una parte
della sua vita nella valle dell' Indo e quindi le probabilità che Mohenjo Daro e Harrappa
siano Sodoma e Gomorra sono molto alte.
leo48


e si e c'è chi suppone che nella valle dell'indo possa essere esistita la civiltà di atlantide [:)]



_________________
Una grande civiltà viene conquistata dall'esterno solo quando si è distrutta dall'interno. ..nota quello che nessun altro nota, e saprai ciò che nessun altro sa..
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 2033
Iscritto il: 04/12/2008, 16:16
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/06/2009, 08:17 
Cita:
Teschio ha scritto:

Cita:
-Angel- ha scritto:

Il link è sbagliato, puoi postare quello giusto che sono interessato? [:)]



it.wikipedia.org/wiki/Società_segreta_dei_nove_uomini_sconosciuti


Fai copia e incolla sulla barra degli indirizzi, purtroppo il forum mette il link diretto in modo errato.

[;)]


a si, cosi funziona. Grazie mille!


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4524
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/06/2009, 14:30 
Cita:
giancarlo selvatico ha scritto:

Cita:
leo48 ha scritto:

Le date indicate nei post precedenti fanno pensare che l'esplosione
sia avvenuta al periodo dell'ultimo passaggio di Nibiru che siano stati
loro a distruggere Mohenjo Daro, Creta ed altre civiltà?.
leo48


bazzecole ,ma non pensate anche voi che quello che è successo a Mohenjio Daro possa in qualche modo assomigliare alla distruzione di Sodoma e Gomorra?


E' celebre l'episodio biblico di Sodoma e Gomorra, le due città punite per la disubbidienza a certi "angeli divini", che dopo aver salvato Lot dalla prepotenza degli abitanti di Sodoma (Genesi 19, 1-29), abbagliandoli con "armi divine", comunicano al loro fedele uomo, Lot appunto, di abbandonare la città, poichè i Nefilim hanno deciso di distruggerla entro quella notte. Quegli esseri lo incitano: "Su, prendi tua moglie e le tue due figlie qui presenti ed esci per non essere travolto nel castigo della città!" e gli urlano, una volta usciti: "Fuggi! Si tratta della tua vita! Non guardare indietro e non fermarti nell'ambito della valle; fuggi sulla montagna, per non essere travolto!". Ma Lot indugia, sostiene: "io non riuscirò a fuggire sul monte, senza che la sciagura mi raggiunga e muoia". Così, Lot e gli "angeli" si accordano affinchè la distruzione si rimandi fino a quando Lot non raggiunga il monte. Quando Lot arriva al monte, è scritto che: "I Nefilim fecero piovere sopra Sodoma e sopra Gomorra zolfo e fuoco, proveniente dal cielo. Distrusse queste città e tutta la valle con tutti gli abitanti della città e la vegetazione del suolo". La moglie di Lot, però, che rimase indietro, si voltò e divenne una "colonna di sale", travolta dal fuoco. Si tratta di radiazioni? Prosegue: "Abramo andò di mattino presto dove si era fermato dinanzi ai Nefilim, per guardare dall'alto il panorama di Sodoma e Gomorra e di tutta la terra del circondario e vide che saliva un fumo, come il fumo della fornace". Fungo atomico? Ma allora, è possibile che Sodoma e Gomorra vennero bombardate con ordigni nucleari dalla civiltà dei Nefilim? In effetti, nelle tavolette sumere si narra della distruzione da parte degli Annunaki (corrispondenti ai Nefilim degli ebrei) di due città ribelli... tra cui Aratta. Poichè nè Sodoma nè Gomorra sono state rinvenute, è possibile che Moenjo-Daro e Harappa siano in realtà le equivalenti delle città bombardate, o che comunque la nube radioattiva raggiunse quei luoghi e gli abitanti furono costretti a fuggire: il cosiddetto "vento malvagio" narrato nei testi sacri dei Sumeri, che raggiunse anche Ur.



A dire il vero Sodoma e Gomorra, secondo la Bibbia, furono distrutte perché erano città abitate solo da "peccatori" (senza ulteriori specificazioni).
Furono mandati due Angeli in casa di Lot, a Sodoma, per vedere se almeno lui era giusto, in mezzo a una popolazione di corrotti.
Allora tutti i maschi della città, vecchi e giovani, si presentarono alla porta di Lot per chiedergli di mandare fuori i due angeli, che avevano assunto l'aspetto di uomini, affinchè loro tutti potessero violentarli a turno....
Lot, per calmarli, non seppe fare meglio che dire loro: "non preferireste le mia figlie? Sono vergini, ve le dò in sostituzione..."
Ma i Sodomiti, che evidentemente avevano tutti quanti certi gusti, si arrabbiarono molto perchè Lot non voleva soddisfarli, e lo minacciarono di fare a lui peggio che ai suoi ospiti.
Allora i due Angeli sono intervenuti e li hanno resi tutti ciechi, per poi dire a Lot di scappare, perché presto le due città sarebbero state distrutte.
L'episodio, poi, è stato utilizzato dalle tre religioni monoteistiche per far credere che Dio odia e punisce gli omosessuali (oggigiorno la critica biblica seria respinge l'idea che si possa giustificare la condanna dell'omosessualità con il racconto di Sodoma).
Cosa sia stato a distruggere Sodoma e Gomorra non è stato ancora chiarito. Ci sono diverse tesi, fra cui la più accreditata sarebbe stata che la regione è una zona vulcanica, e quindi in realtà sarebbe stata una particolare forma di vulcanismo a distruggere le città.
Penso che si potrà fare luce sull'episodio solo quando verranno trovate le rovine delle due città, e per il momento questo non è ancora avvenuto, anche perché sembra che non sia affatto facile esplorare il fondo del Mar Morto, dove appunto si troverebbero i loro resti....


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 374
Iscritto il: 07/03/2009, 14:53
Località: ferrara
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/06/2009, 19:01 
Cita:
Endiku ha scritto:

A dire il vero Sodoma e Gomorra, secondo la Bibbia, furono distrutte perché erano città abitate solo da "peccatori" (senza ulteriori specificazioni).
Furono mandati due Angeli in casa di Lot, a Sodoma, per vedere se almeno lui era giusto, in mezzo a una popolazione di corrotti.
Allora tutti i maschi della città, vecchi e giovani, si presentarono alla porta di Lot per chiedergli di mandare fuori i due angeli, che avevano assunto l'aspetto di uomini, affinchè loro tutti potessero violentarli a turno....
Lot, per calmarli, non seppe fare meglio che dire loro: "non preferireste le mia figlie? Sono vergini, ve le dò in sostituzione..."
Ma i Sodomiti, che evidentemente avevano tutti quanti certi gusti, si arrabbiarono molto perchè Lot non voleva soddisfarli, e lo minacciarono di fare a lui peggio che ai suoi ospiti.
Allora i due Angeli sono intervenuti e li hanno resi tutti ciechi, per poi dire a Lot di scappare, perché presto le due città sarebbero state distrutte.
L'episodio, poi, è stato utilizzato dalle tre religioni monoteistiche per far credere che Dio odia e punisce gli omosessuali (oggigiorno la critica biblica seria respinge l'idea che si possa giustificare la condanna dell'omosessualità con il racconto di Sodoma).
Cosa sia stato a distruggere Sodoma e Gomorra non è stato ancora chiarito. Ci sono diverse tesi, fra cui la più accreditata sarebbe stata che la regione è una zona vulcanica, e quindi in realtà sarebbe stata una particolare forma di vulcanismo a distruggere le città.
Penso che si potrà fare luce sull'episodio solo quando verranno trovate le rovine delle due città, e per il momento questo non è ancora avvenuto, anche perché sembra che non sia affatto facile esplorare il fondo del Mar Morto, dove appunto si troverebbero i loro resti....



Miti e storie,raccontati da opere e poemi epici, hanno percorso secoli e sono stati quasi sempre considerati frutto di fantasia.
Avviene pero’, che accanto alla lettura ufficiale, esistano correnti che supportate da dati scientifici, concorrono a dare a quei miti insperata credibilita’ e a noi una massiccia dose di dubbi. E’ quanto sta succedendo ad esempio a testi come la Bibbia,come siano andate le cose a Sodoma e Gomorra e quali siano state le cause della loro distruzione,solo Dio lo sa ,quello che la Bibbia ci dice sulla loro fine e per come puo essere interpretata,potrebbe avere dei riscontri molto assomiglianti alla distruzione di Mohejio Daro nella valle dell'indo.


Ultima modifica di giancarlo selvatico il 13/06/2009, 19:03, modificato 1 volta in totale.


_________________
Una grande civiltà viene conquistata dall'esterno solo quando si è distrutta dall'interno. ..nota quello che nessun altro nota, e saprai ciò che nessun altro sa..
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4524
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 13/06/2009, 23:07 
Non credo. Infatti è solo Mohenjo-Daro che si suppone sia stata distrutta da un'esplosione atomica, e non anche Harappa.
Non vedo poi come sia possibile identificare Sodoma e Gomorra con Mohenjo-Daro e Harappa, in quando le prime si trovavano sul Mar Morto, cioè nella zona della Palestina e della Giordania, in Medio Oriente, mentre le altre due si trovano in Pakistan, in un paese completamente diverso.
Che poi Abramo sia stato nella valle dell'Indo.... beh, questa è la prima volta che sento una storia del genere... da dove è saltata fuori? Mi si può fornire una fonte attendibile?


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 374
Iscritto il: 07/03/2009, 14:53
Località: ferrara
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/06/2009, 22:18 
Cita:
Endiku ha scritto:

Che poi Abramo sia stato nella valle dell'Indo.... beh, questa è la prima volta che sento una storia del genere... da dove è saltata fuori? Mi si può fornire una fonte attendibile?






http://www.antikitera.net/news.asp?numnews=2172


Ultima modifica di giancarlo selvatico il 16/06/2009, 22:19, modificato 1 volta in totale.


_________________
Una grande civiltà viene conquistata dall'esterno solo quando si è distrutta dall'interno. ..nota quello che nessun altro nota, e saprai ciò che nessun altro sa..
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 424
Iscritto il: 09/01/2009, 01:26
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/06/2009, 10:42 
ho letto l'articolo e devo dire che è davvero interessantissimo.
mi permetto di postarlo per coloro che non volessero vedersi il link e per arricchire il nostro archivio. La fonte originale è il sito del ricercatore Alberto Arecchi http://www.liutprand.it :


Cita:
CHI ERA ABRAMO ? Trovate nuove connessioni con l'antica India
06 Marzo 2009 -

Nella sua Storia degli Ebrei, l'erudito e teologo ebreo Flavio Giuseppe (37 – 100 d.C.) scrive che il filosofo greco Aristotele aveva detto: "… Questi ebrei sono derivati dai filosofi indiani; sono chiamati dagli indiani Calani" (Libro I, 22).
Clearco di Soli ha scritto: "gli Ebrei discendono dai filosofi dell'India. In India i filosofi sono chiamati Calaniani e in Siria sono detti Ebrei. Il nome della loro capitale è molto difficile da pronunciare. Si chiama Gerusalemme".
"Megastene fu mandato in India da Seleuco Nicator circa trecento anni prima di Cristo. I suoi racconti stanno trovando ogni giorno nuove conferme da nuove ricerche. Egli dice che gli Ebrei "erano una tribù o setta indiana, chiamata Kalani…" (Godfrey Higgins, Anacalypsis, vol. I, p. 400). Martin Haug, Ph.D., ha scritto in The Sacred Language, Writings, and Religions of the Parsis, "si dice che i Magi chiamassero la loro religione Kesh–î–Ibrahim. Essi attribuivano i loro libri religiosi ad Abramo, che si diceva li avesse portati dal cielo" (p. 16).
Ci sono certe notevoli somiglianze, che sono più di pure coincidenze, fra il dio indù Brahma e la sua consorte Saraisvati e l'Abramo e la Sara ebrei.
Nel suo libro Moisés y los Extraterrestres, l'autore messicano Tomás Doreste ricorda che Voltaire era dell'opinione che Abramo fosse il discendente di qualcuno dei numerosi sacerdoti Brahmani che avevano lasciato l'India per diffondere i loro insegnamenti nel mondo intero; a sostegno della sua tesi ricorda la somiglianza dei nomi ed il fatto che la città di Ur, terra dei patriarchi, era vicino al confine della Persia, lungo la strada verso l'India, in cui quel Brahmano era nato.
Anche se in tutta l'India c'è soltanto un tempio dedicato a Brahma, questo culto è la terza setta più grande degli Indù. Il nome di Brahma era altamente rispettato in India e la sua influenza si espandeva, attraverso la Persia, sino alle terre bagnate dai fiumi Eufrate e Tigri. I Persiani adottarono Brahma e ne fecero una propria divinità. Successivamente avrebbero detto che il dio era arrivato dalla Bactria, una regione montagnosa situata a metà strada sul percorso verso l'India. (pp. 46–47). La Bactria o Battriana (una regione dell'antico Afghanistan) era la sede di una primitiva nazione ebrea denominata Juhuda o Jaguda, ed anche Ur–Jaguda. Ur significava "il luogo" o "la città". Di conseguenza, la Bibbia era corretta nel dichiarare che Abraham era venuto "da Ur dei Caldei". "Caldeo", più correttamente Kaul–Deva (santo Kaul), non era il nome di un'appartenenza etnica specifica, ma il titolo di un'antica casta sacerdotale indù di Bramani, che viveva nella zona ora compresa tra l'Afghanistan, il Pakistan e lo stato indiano del Kashmir.
"La tribù di Ioud o del Brahmino Abramo fu espulsa o lasciò il Maturea del regno di Oude in India e, stabilendosi a Goshen, o la casa del Sole o Heliopolis nell'Egitto, diede a quella località il nome del posto che aveva lasciato in India, Maturea". (Anacalypsis, vol. I, p. 405).
"Egli era della religione o della setta della Persia e di Melchizedek". (Ibidem, Vol. I, p. 364).
"I Persiani inoltre pretendono che Ibrahim, cioè Abraham, fosse il loro fondatore, così come gli Ebrei. Così vediamo che secondo tutta la storia antica i Persiani, gli Ebrei e gli Arabi sono discendenti di Abramo. (p. 85)… dicono che Terah, il padre di Abramo, fosse venuto in origine da un paese dell'Est chiamato Ur, dei Caldei o dei Culdei, per abitare in una regione denominata Mesopotamia. Qualche tempo dopo che abitava là, Abraham, o Abramo, o Brahma e sua moglie Sara o Sarai, o Sara–iswati, lasciarono la famiglia del loro padre ed entrarono in Canaan. L'identificazione d'Abramo e di Sara con Brahma e Saraiswati in primo luogo è stata precisata dai missionari Gesuiti". (Vol. I, p. 387).
Nella mitologia indù, Sarai–Svati è sorella di Brahma. La Bibbia presenta due versioni della storia d'Abramo. Nella prima versione, Abramo ammise di al Faraone aver mentito quando gli aveva presentato Sara come sua sorella. Nella seconda versione, disse anche al re di Gerar che Sara era realmente sua sorella. Tuttavia, quando il re lo rimproverò per aver mentito, Abramo rivelò che Sara era in realtà sia sua moglie sia sua sorellastra! "… ma effettivamente è mia sorella; è stata generata da mio padre, ma non è figlia di mia madre; ed è diventata mia moglie". (Genesi, 20,12).
Le anomalie non terminano qui. In India, un affluente del fiume Saraisvati è Ghaggar. Un altro affluente dello stesso fiume si chiama Hakra. Secondo le tradizioni ebree, Hagar era la serva di Sara; i musulmani dicono che era una principessa egiziana. Si notino le somiglianze di Ghaggar, Hakra e Hagar.
La Bibbia afferma anche che Ishmael, il figlio di Hagar, ed i suoi discendenti vissero in India.
"… Ishmael trasse il suo ultimo respiro e morì e si riunì alle sue parentele… Abitarono a Havilah (India), a Shur, che è vicino all'Egitto, e lungo tutta la strada che porta ad Asshur". (Genesi, 25,17–18).
È un fatto interessante che i nomi d'Isacco e d'Ismaele derivino dal Sanscrito: (Ebreo) Ishaak = Ishakhu (Sanscrito) = "amico di Shiva". (Ebreo) Ishmael = Ish–Mahal (Sanscrito) = "grande Shiva". Una terza mini–versione della storia d'Abramo lo trasforma in un altro "Noé". Sappiamo che un'inondazione guidò Abramo dall'India. "… Così disse il signore Dio d'Israele, i vostri padri abitavano anticamente dall'altro lato dell'inondazione, Even Terah, il padre d'Abramo e il padre di Nachor; ed hanno servito altri dei. Ed ho preso il vostro padre Abramo dall'altro lato dell'inondazione e l'ho condotto per tutta la terra di Canaan". (Giosuè, 24,2– 3.)
Genesi 25 accenna ad alcuni discendenti della sua concubina Ketura (nota: I musulmani sostengono che Ketura è un altro nome di Hagar): Jokshan; Sheba; Dedan; Epher. Alcuni discendenti di Noé erano Joktan, Sheba, Dedan e Ophir. Queste varianti mi hanno indotto a sospettare che gli autori della Bibbia stessero provando ad unire vari rami di giudaismo.
Verso il 1900 a.C., il culto di Brahm fu portato nel Medio e nel Prossimo Oriente da vari gruppi indiani, dopo una terribile pioggia e un terremoto che imperversarono sull'India del Nord, cambiando persino i corsi dei fiumi Saraisvati e Indo. Il geografo classico Strabone dice quanto l'abbandono dell'India nord–occidentale fosse stato quasi totale. "Aristobolo dice che, quando egli fu inviato in India per una certa missione, vide un paese di più di mille città, insieme ai villaggi, che erano stati abbandonati perché l'Indo aveva abbandonato il proprio letto naturale". (Strabone, Geografia, XV, I.19).
"L'essiccamento del Sarasvati intorno al 1900 a.C., che condusse ad uno spostamento importante della popolazione concentrata intorno al Sindhu e alle valli del Sarasvati, potrebbe essere l'evento che causò un'emigrazione verso ovest dall'India. Subito dopo quel tempo l'elemento Indico comincia a comparire dappertutto in Asia occidentale, in Egitto e in Grecia".
(Subhash Kak, Indic Ideas in the Graeco–Roman World, in IndiaStar online literary magazine, p.14)
Lo storico indiano Kuttikhat Purushothama Chon ritiene che Abramo fosse stato cacciato dell'India e dichiara che gli Ariani, incapaci di sconfiggere gli Asura (la casta mercantile che comandava un tempo nella valle dell'Indo, o Harappani), s'impegnarono per molti anni a combattere segretamente contro gli Asura, sino a distruggere il loro enorme sistema di laghi d'irrigazione, causando l'inondazione distruttiva, che Abramo e la sua famiglia se ne andarono e marciarono verso l'Asia Occidentale. (v. Remedy the Frauds in Hinduism).
Di conseguenza, oltre ad essere cacciati dall'India del Nord dalle inondazioni, gli Ariani costrinsero anche i commercianti indiani, gli artigiani e le classi istruite a fuggire in Asia Occidentale.
Edward Pococke scrive in India in Greece: "… in nessun caso simile sono accaduti eventi carichi di conseguenze di tale importanza, come negli eventi successivi alla grande guerra religiosa che, per un lungo periodo d'anni, infuriò in lungo e in largo per l'India. Quel confronto si concluse con l'espulsione d'ampi gruppi di popolazione; molti dei quali esperti nelle arti e civilizzati e molti di più guerrieri di professione. Stretti a nord dalle montagne himalayane, e bloccati verso sud a Ceylon, la loro ultima fortezza, invasero la valle dell'Indo ad ovest, e questi loro spostamenti generarono i germi delle arti e delle scienze europee. La vigorosa marea umana passò la barriera del Punjab e si diresse verso l'Europa ed il resto dell'Asia, per compiere la propria missione nell'evoluzione morale del mondo. L'ampiezza del movimento migratorio era così grande, il cambiamento dei nomi così completo e le informazioni – che abbiamo da parte dei Greci – riferite in modo talmente fuorviante, che nulla di meno di una negligenza totale dei principi teoretici e la risoluzione della ricerca indipendente, hanno dato la minima probabilità di chiarimento di tale mistero". (p. 28)

Se tutti quei popoli immigrati e dominanti erano esclusivamente di origini indiane, perché mai la storia non ne fa menzione?
continua su ....http://www.liutprand.it/articoliMondo.asp?id=219

Fonte: liutprand.it, del 4 marzo 2009


Che dire! Fantastico e potrebbe spiegare molte cose tanto sulla civiltà di Mohenjo Daro quanto sul perchè il popolo ebraico possedesse conoscenze così elevate, sommandole anche a quelle detenute dalla casta sacerdotale egiziana di cui Mosé fece parte. [:D]


Ultima modifica di Arturo il 17/06/2009, 10:45, modificato 1 volta in totale.


_________________
Artu[:)]ro

"Dubitando ad veritatem pervenimus" (Cicerone)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 374
Iscritto il: 07/03/2009, 14:53
Località: ferrara
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/06/2009, 21:02 
Cita:
Arturo ha scritto:

Che dire! Fantastico e potrebbe spiegare molte cose tanto sulla civiltà di Mohenjo Daro quanto sul perchè il popolo ebraico possedesse conoscenze così elevate, sommandole anche a quelle detenute dalla casta sacerdotale egiziana di cui Mosé fece parte. [:D]



Sono contento che altre persone non scartino questa ipotesi riguardo alla storia di Abramo,purtroppo non ci sono molti riscontri a proposito per andarne a fondo all'argomento [:)]



_________________
Una grande civiltà viene conquistata dall'esterno solo quando si è distrutta dall'interno. ..nota quello che nessun altro nota, e saprai ciò che nessun altro sa..
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 400
Iscritto il: 17/12/2008, 22:04
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/06/2009, 23:48 
Cita:
Sono contento che altre persone non scartino questa ipotesi riguardo alla storia di Abramo,purtroppo non ci sono molti riscontri a proposito per andarne a fondo all'argomento

Un mio amico diceva (ora non c'è più) quando si fà riposare la lingua e lavorare
il cervello si ottiene quello che si cercava"

leo48



_________________
-Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
-La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Difensore della logicaDifensore della logica

Non connesso


Messaggi: 4524
Iscritto il: 05/12/2008, 22:51
Località: Padova
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/06/2009, 23:51 
Eh sì.... non ci sono riscontri! Soprattutto non c'è nessun dato storico concreto! L'articolo crede di poter dimostrare una presunta origine indiana degli Ebrei solo dalla somiglianza di qualche nome e niente più.
Di fatto, poi, si tratta di somiglianze molto "ballerine" e tirate per i capelli. Che Brahma assomigli a Abraham e sua moglie Sara a Sarasvati è un'affermazione che non ha nessun riscontro.
Io posso dire di conoscere abbastanza bene la storia delle religioni e delle civiltà antiche per dire che non c'è nessun dato archeologico, storico o linguistico che possa far pensare a un'origine indiana degli Ebrei.
Gli Ebrei sono un popolo semitico, e per la Bibbia Abramo veniva dalla città di Ur, che era una città dei Sumeri. Gli storici e gli archeologi non hanno trovato, che io sappia, nessun valido motivo per dubitare che fosse quella la sua origine.
I popoli indiani non hanno nulla a che vedere con gli Ebrei, infatti non sono popoli semitici. L'unico legame che forse si potrebbe trovare, è con l'antica civiltà dell'Indo, nel senso che, se la cultura ebraica deriva in parte da quella sumerica, e se quella dell'Indo è imparentata a sua volta con quella sumerica, forse si possono trovare delle tracce di somiglianze fra civiltà dell'Indo e civiltà ebraica, ma devo dire che questa volta la sto stiracchiando io.
Non c'è nessuna somiglianza fra la religione ebraica e quella induista, che si fondano su concetti e dottrine completamente diversi.
I Persiani, per certi aspetti, possono essere considerati un trait d'union, ma per motivi anch'essi abbastanza stiracchiati. Gli antichi Persiani avevano una religione monoteistica, il Mazdeismo, che era imparentata in parte con l'Induismo (in parte, beninteso!) e che ha influenzato la formazione dell'Ebraismo e sicuramente anche del Cristianesimo, ma non c'è nessun motivo per pensare che la religione mazdea derivi da Abramo.
Essa deriva da Zarathustra, profeta persiano al cento per cento, e non c'è motivo per pensare che fosse ebreo, anche se i suoi seguaci hanno sicuramente influenzato gli ebrei.
Quindi, sinceramente, penso che non ci siano motivi storici per pensare che Abramo fosse un indiano anziché un Semita o forse un Sumero i cui discendenti si semitizzarono vivendo in Palestina.


Ultima modifica di Enkidu il 17/06/2009, 23:53, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 142
Iscritto il: 10/03/2010, 12:10
Località: Firenze
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/04/2010, 12:30 
questione davvero molto affascinante che riserva ancora moltissime sorprese. sono molti anni che seguo e studio approfonditamente la cosa e ho avuto la fortuna di conoscere individui che furono amici di Davenport come nel caso di Giulio Perrone.
E' curioso vedere come sull'intera vicenda sia calata, o sia stata fatta calare, una cortina di silenzio impareggiabile. Ancora moltissimo deve essere detto e ancora tanto deve essere scritto. spero nel tempo di poter rendere partecipe il forum di qualche scoperta fatta e di contatti che hanno portato a nuove piste e a interessantissime conferme.

Enrico B.


Ultima modifica di EnricoB il 07/04/2010, 12:31, modificato 1 volta in totale.


_________________
http://www.enricobaccarini.com
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Lo Storico dai mille nomiLo Storico dai mille nomi

Non connesso


Messaggi: 13941
Iscritto il: 01/10/2009, 21:02
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/04/2010, 12:56 
Be, non aspettiamo altro [:)]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/04/2010, 23:26 
"Il Mahabharata descrive chiaramente una esplosione catastrofica che scosse il continente. "Un proiettile unico carico di tutta la potenza dell'Universo... Una colonna incandescente di fumo e fiamme brillanti come 10.000 soli, esplose in tutto il suo splendore... era un'arma sconosciuta, un fulmine di ferro, un gigantesco messaggero di morte che ridusse in cenere una razza intera.

"I cadaveri erano così bruciati da essere irriconoscibili. I capelli e le unghie caddero, il vasellame si ruppe senza alcuna causa apparente, e gli uccelli diventarono bianchi.
Dopo poche ore, tutti i prodotti alimentari erano stati infettati. Per uscire da quel fuoco, i soldati si gettarono nel fiume"
cosi'il mahabarata


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/04/2010, 13:38 
Cita:
ubatuba ha scritto:

"Il Mahabharata descrive chiaramente una esplosione catastrofica che scosse il continente. "Un proiettile unico carico di tutta la potenza dell'Universo... Una colonna incandescente di fumo e fiamme brillanti come 10.000 soli, esplose in tutto il suo splendore... era un'arma sconosciuta, un fulmine di ferro, un gigantesco messaggero di morte che ridusse in cenere una razza intera.

"I cadaveri erano così bruciati da essere irriconoscibili. I capelli e le unghie caddero, il vasellame si ruppe senza alcuna causa apparente, e gli uccelli diventarono bianchi.
Dopo poche ore, tutti i prodotti alimentari erano stati infettati. Per uscire da quel fuoco, i soldati si gettarono nel fiume"
cosi'il mahabarata


http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=5579



_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/04/2010, 00:29 
quella e' la parte piu'"strana"oserei dire di tutto il mahabarata con nozioni che danno piu'che un impressione di un fatto nucleare,cmq leggendo tutto il testo vi sono altri casi molto strani se rapportati a quel tempo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 183 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 21/10/2018, 22:56
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org