Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 370 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 25  Prossimo
Autore Messaggio

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 31/07/2012, 15:47 
Cita:
Pegasus ha scritto:

Ora per il tarantino comprare le cozze rasenta il colmo: per stare sicuro, deve comprare quelle provenienti da Bari....

Non credo di essere off-topic, dato che quella diossina intossicante c'è l'ha portata l'ILVA....insomma, quella fabbrica di m***a ci ha levato tutto, ora Taranto è solo un riflesso di ciò che era.

Però San Vito vanta tuttora il primato della spiaggia più pulita del litorale Tarantino: ma prendi la mia notziia con le pinze, sono 4 anni buoni che non sfioro nè un granello di sabbia nè una goccia di acqua salata, il mare non mi piace.
Però per l'onore della presenza di TTE potrei fare un'eccezione [^].


Ti ringrazio moltissimo per l'invito. Sei gentile.... [:)] [;)]

Purtroppo, mi è stato appena confermato da un amico che lavora a Taranto (proprio nel settore alimentare), che le famose "cozze tarantine", sono solo una favola che si potrà raccontare ai nostri nipoti. E' altissimo il rischio. Inoltre, mi è stato confermato che l'approvigionamento di cozze, per Taranto, è di appannaggio della città di Bari. Proprio come hai detto tu....

Lo stesso amico mi ha detto un'altra cosa importante. Non è SOLO (si fa per dire) l'ILVA a destare forti preoccupazioni. Ma c'è anche l'ENI... [8)]

Tratto da:
http://nonlavorarestanca.blog.lettera43 ... deo-shock/

“La gravità dell’inquinamento nella zona in cui Matacchiera ha ha prelevato il campione è gravissima ed è attestata da una relazione scientifica del 2009 a cura di Nicola Cardellichio del Cnr diTaranto e di Luigi Lopez dell’Università di Bari, che definisce i sedimenti come “una fase di accumulo di inquinanti e sede di importanti processi chimico-fisici che influenzano la biodiversità e la speciazione”, ha spiegato in un comunicato Angelo Bonelli, leader dei Verdi. “Nella zona di mare limitrofa a Ilva ed Eni gli scarichi industriali, secondo la relazione, ammontano a 3.480.000 metri cubi al giorno per Ilva, mentre quelli Eni sono 240 mila metri cubi ogni giorno.

In totale verrebbero scaricati ogni ora 13,2 chilogrammi di idrocarburi alifatici (definiti anche come “grassi”) di cui il 7% proviene dagli scarichi Eni e il 93% dagli scarichi Ilva. Dai dati della relazione gli Ipa (Idrocarburi Policiclici Aromatici) dell’Eni ammonterebbero a 5 grammi/ora, mentre quelli dell’Ilva a 3 chili e 460 grammi/ora”.



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 31/07/2012, 17:15 
Mettiamoci pure l'Arsenale allora. E diciamo anche che l'inquinamento dell'Ilva è cominciato quando era ancora pubblica.

Comunque, lo ripeto: con l'esecuzione del sequestro chiuderanno gli altoforni. Ciò significa che, se anche li terranno in funzione per non buttare via tutto, si fermerà l'intera produzione. La quasi totalità della produzione di ricchezza di Taranto e provincia si fermerà, sia direttamente che indirettamente. Per esempio, il porto lavora quasi completamente per l'Ilva. E, dato che la gran parte dell'industria italiana dipende dalle produzioni dell'Ilva, significa chiudere l'industria italiana.

Ripeto la considerazione: chiudere non è la soluzione. La soluzione è ammodernare e rendere l'industria italiana (mica solo l'Ilva!) compatibile con l'ambiente e la sicurezza, e competitiva. Chiudere non crea nè modernità, nè sicurezza nè lavoro, bonificare e rinnovare sì.


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4656
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 00:45 
Quasi quasi questa mi sfuggiva (forse [;)]).

Cita:
Pegasus ha scritto:


Tutti lo sanno che l'amministrazione di Riva è qualcosa che tende al male più assoluto, il classico esempio dell'imprenditore senza scrupoli in assoluto e strafottente, un'entità demoniaca a tutti gli effetti.





Ispirato da queste tue parole e da un'immagine riportata da Thethirdeye, ecco qui:


Immagine








____________________________________________________
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯





Cita:
MarcoFranceschini ha scritto:


A vedere quel documento filmato mi sembra di rivedere lo stesso pseudo positivismo che pervade i documentari di altra triste opera italica...la diga del Vajont...anch`essa magicamente doveva portare un benessere generalizzato...tutto fatto pero` in sfregio alla Natura, senza regole per gli ecosistemi distrutti e via di seguito.

Marco71.



Quoto. [;)]




____________________________________________________
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯



Cita:
Pegasus ha scritto:


Eh, le cozze....prima potevi farlo, oggi non più: per quanto ne so gli allevamenti sono stati dichiarati non idonei alla salute e di conseguenza ne è stata vietata la pesca (ed anche l'allevamento se non sbaglio) causa diossina.
Ora per il tarantino comprare le cozze rasenta il colmo: per stare sicuro, deve comprare quelle provenienti da Bari....






Cita:
Thethirdeye ha scritto:


Purtroppo, mi è stato appena confermato da un amico che lavora a Taranto (proprio nel settore alimentare), che le famose "cozze tarantine", sono solo una favola che si potrà raccontare ai nostri nipoti. E' altissimo il rischio. Inoltre, mi è stato confermato che l'approvigionamento di cozze, per Taranto, è di appannaggio della città di Bari. Proprio come hai detto tu....







Questo lo apprendo da voi. Comunque, un vero peccato. [:(]
Sono quasi due lustri che non vado a Taranto.










Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

No one
Can
Eat
Money
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9691
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 09:47 
Io vi voglio mettere una pulce nell'orecchio.
Questo documento che risale al 2004
Leggetelo e dite cosa ci intravvedete.


http://www.peacelink.it/disarmo/a/3078.html

Una mia idea maliziosa me la sono fatta, alla NATO non è che serve un porto in più ?

Era l'anno 2009

[BBvideo]http://www.youtube.com/watch?v=SmMH0Lp3Nn4[/BBvideo]


Ultima modifica di Wolframio il 01/08/2012, 09:59, modificato 1 volta in totale.


_________________
ImmagineImmagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”ImmagineImmagine
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1365
Iscritto il: 07/03/2010, 18:29
Località: Lucca
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 10:55 
http://misteri.esoterya.com/i-misteri-d ... sta/11489/

L`immagine mi richiama alla mente il film "Holocaust 2000" con il grandissimo Kirk douglas.

Marco71.



_________________
Talpy, Lincy, Rossy e Trippy di Mamma Rossina. Gimpsy.
Silvestro...Briciola...Mamma Gojira e Bimbina.
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 01/08/2012, 20:41 
Comunicato di Legambiente

http://www.legambiente.it/contenuti/com ... iderurgico

"Tutti quanti dobbiamo essere consapevoli del fatto che, indipendentemente da quali saranno gli esiti del Riesame, c’è una realtà incontrovertibile che emerge dalle perizie approntate per questa inchiesta e dalle condanne ricevute negli anni dall’Ilva e dai suoi dirigenti in processi nei quali Legambiente è stata parte civile: l’Ilva inquina in maniera intollerabile per la salute dei cittadini e per l’ambiente di questa città ed ha reiterato per anni il reato"

"A questa situazione si deve necessariamente porre rimedio nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini. Sono passati gli anni della contrapposizione tra ambiente e lavoro. Oggi esistono le tecnologie per adeguare gli impianti in modo da abbattere drasticamente l’enorme impatto ambientale del siderurgico cominciando, ovviamente, dagli interventi che affrontino le problematiche evidenziate nella perizia dei chimici del marzo scorso"

"Diciamo dunque a voi lavoratori che siete le prime vittime dell’inquinamento, che la vostra controparte non è la magistratura, ma l’azienda e vi diciamo anche che un’altra Ilva è possibile, come dimostra la vicenda della diossina: l’azienda si è opposta in tutte le sedi alla legge regionale antidiossina, sostenendo che fosse impossibile abbattere le emissioni di questo pericolosissimo inquinante: invece le emissioni di diossina, dopo gli interventi cui l’Ilva è stata costretta, sono scese ai livelli più bassi tra tutti gli stabilimenti siderurgici europei. L’azienda vanta i suoi investimenti in campo ambientale (un miliardo e trecento milioni), ma questi investimenti li ha fatti solo perché costretta dalla pressione della città e delle istituzioni. Altrettanto deve fare ora sulle altre parti dello stabilimento che ancora oggi inquinano in modo evidente e voi lavoratori siete i primi a doverlo pretendere per tutelare la vostra salute e il vostro posto di lavoro"


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4656
Iscritto il: 04/12/2008, 01:10
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 02/08/2012, 00:53 
Cita:
Wolframio ha scritto:


Era l'anno 2009

<EMBED WIDTH="420" HEIGHT="315" SRC="http://www.youtube-nocookie.com/v/SmMH0Lp3Nn4?version=3&hl=it_IT&rel="0" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true"" HIDDEN="false" AUTOSTART="true" LOOP="true" volume="100"></EMBED>







Sempre nell'anno 2009:




Scorie provenienti dall'Ilva di Taranto
finivano a Crotone accanto a scuole e case


«Black mountains» il nome dell'inchiesta che ha svelato l'utilizzo degli scarti d'altoforno per i sottofondi stradali



TARANTO - Montagne nere, la terra a Crotone ne era piena e nascondeva non in superficie ma nel sottosuolo e accanto a scuole e abitazioni, scorie provenienti dagli stabilimenti della crotonese Pertusola Sud e dall'Ilva di Taranto: «Black Mountains». Così, nell'ambito dell'inchiesta omonima, relativa all'utilizzo del conglomerato idraulico fatto con scorie provenienti dalle due industrie, il suolo ed il sottosuolo di 23 aree a Crotone sono state sequestrate. Il sottosuolo di 18 aree, la gran parte delle quali vicino a scuole ed abitazioni, era stato già sequestrato nel settembre dell'anno scorso ed ora la procura ha provveduto anche al sequestro del suolo. In altre cinque aree, di cui una vicino ad una scuola, tre campi agricoli ed una zona vicino a case popolari, si è provveduto al sequestro di suolo e sottosuolo.



Il sequestro, disposto dal procuratore Raffaele Mazzotta e dal suo sostituto Pierpaolo Bruno, è stato eseguito dal personale del Nucleo ambientale della procura di Crotone, dai carabinieri e dai militari della guardia di finanza. L'indagine ha avuto inizio nove anni fa dopo l'esposto di un imprenditore edile e ruota intorno all'utilizzo del conglomerato idraulico catalizzato, impiegato per la realizzazione di rilevati e sottofondi stradali. Da una consulenza tecnica della procura è emerso che per la realizzazione del conglomerato idraulico veniva utilizzata una miscela di scorie, che dovevano essere trattate e smaltite in discariche speciali, prodotte dal forno cubilot della Pertusola Sud di Crotone e la loppa d'altoforno dell'Ilva di Taranto.



fonte








Immagine



_________________
नमस्ते

•Skywatchate più che potete•

____________________________
Time to eat all your words
Swallow your pride
Open your eyes. (Tears for Fears)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Tutto l'acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino.

No one
Can
Eat
Money
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 02/08/2012, 12:54 
Ilva: contestazioni a Taranto, scontri e tensione
Irruzione dei Cobas nel corteo, l'ira della Camusso

Immagine

http://notizie.tiscali.it/articoli/cron ... sione.html

Manifestazione bloccata dopo l'incursione di circa cento contestatori di Cobas e centri sociali. Polizia e carabinieri in tenuta antisommossa hanno impedito che raggiungessero il palco. Migliaia i manifestanti muniti di fischietti, bandiere e striscioni hanno sfilato nel centro cittadino per la manifestazione di protesta dopo il sequestro di sei impianti a caldo dello stabilimento. La leader Cgil: "Tolta la piazza ai lavoratori". Ripreso il comizio. Dal palco erano riusciti a parlare il leader della Cisl Buonanni e della Uil Angeletti, e il leader della Fiom, Landini. Domani la decisione del Riesame sul dissequestro dell'impianto



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 02/08/2012, 13:08 
Credo che sarebbe stato giusto che tu, TTE, dicessi anche che la violenza non è mai una cosa buona.

"Il problema dell'Ilva è il problema dell'assetto industriale del nostro Paese. Dobbiamo sapere che se non si trovassero soluzioni saremmo costretti a importare acciaio dall'estero". Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, che partecipa ad uno dei due cortei organizzati dai sindacati a Taranto dopo il sequestro dell'area a caldo del siderurgico. "E' essenziale che l'azienda cambi atteggiamento, perché troppo spesso ha avuto quello di chi voleva fare tutto ciò che desiderava, senza attenzione ai problemi e anche all'innovazione tecnologica fondamentale per fare produzione di qualità". "Speriamo - ha aggiunto - che i segnali di questi giorni siano positivi, perchè occorrono risorse, scelte e rispetto per tutti i soggetti in campo".

"E' fallito il tentativo di oscurare la manifestazione", ha commentato il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni. "Chi ha organizzato questo blitz violento è contro i lavoratori dell'ilva e non vuole il futuro di Taranto. E' solo una forma di protesta violenta, figlia dell'estremismo e forse anche di infiltrazioni di mercenari". Per Bonanni "si dovrebbero vergognare perché in piazza c'erano migliaia di lavoratori pacifici con le famiglie. Ma la piazza vera era tutta con noi. Questo è quello che conta. Chi alimenta l'estremismo e l'antagonismo dovrà riflettere, perché quando si semina odio si raccoglie solo tempesta".

"Non è giusto e legittimo impedire lo svolgimento di una manifestazione", ha detto la Camusso quando la situazione è tornata alla normalità e dopo aver tenuto il suo comizio. "Hanno ottenuto una visibilità che altrimenti non avrebbe avuto - ha aggiunto Camusso - questa non è una gara a chi grida di più". Camusso ha sottolineato che "è sempre facile dire che si poteva fare qualcosa in più. Non è accettabile che in una vicenda così complicata si faccia del sindacato e dei lavoratori il capro espiatorio". Sull'incerto futuro dell'Ilva, Camusso ha spiegato: "Non si risana uno stabilimento semplicemente fermandolo perchè così facendo si mette una croce su uno stabilimento mentre servono interventi con l'impianto in marcia".

Faccio notare che questi teppisti hanno sostenuto che la colpa della situazione è dei sindacati, e hanno letto un comunicato sulla strage di Bologna. Se non fossi educato, chiederei loro che cosa si sono fumati.


Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/08/2012, 01:15 
Cita:
sezione 9 ha scritto:

Credo che sarebbe stato giusto che tu, TTE,
dicessi anche che la violenza non è mai una cosa buona.


In linea di massima non è mai una cosa buona.
Ma ci sono casi e casi.....

Cita:
Faccio notare che questi teppisti hanno sostenuto che la colpa della situazione è dei sindacati, e hanno letto un comunicato sulla strage di Bologna. Se non fossi educato, chiederei loro che cosa si sono fumati.


Diciamo che se dovessimo ragionare sulla base di quello che i sindacati hanno permesso di fare in questi ultimi anni, dovremmo solamente che stendere un velo pietoso. E diciamo pure che...i ragazzi sono stati educati e hanno solo tirato qualche uovo....



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1365
Iscritto il: 07/03/2010, 18:29
Località: Lucca
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/08/2012, 17:16 
http://www.youtube.com/watch?v=UeMSEoLm ... ure=g-vrec



_________________
Talpy, Lincy, Rossy e Trippy di Mamma Rossina. Gimpsy.
Silvestro...Briciola...Mamma Gojira e Bimbina.
Top
 Profilo  
 

Marziano
Marziano

Non connesso


Messaggi: 1365
Iscritto il: 07/03/2010, 18:29
Località: Lucca
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/08/2012, 17:44 
http://www.youtube.com/watch?v=v0PDc-bg ... re=related



_________________
Talpy, Lincy, Rossy e Trippy di Mamma Rossina. Gimpsy.
Silvestro...Briciola...Mamma Gojira e Bimbina.
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Non connesso


Messaggi: 3020
Iscritto il: 07/05/2011, 21:43
Località: rovigo
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/08/2012, 19:21 
TTE, l'Ilva era fino a poco tempo fa quasi completamente desindacalizzata. Senza iscritti, il sindacato forza non ne ha. Se la gente non si iscrive (perchè ha paura, in questo caso, oppure perchè, come dice qualcuno non lontano dalla tua stima, i sindacati non servono) la colpa di chi è? Si fa passare sottotraccia l'idea secondo cui i Riva hanno fatto tutto quello che hanno fatto con la complicità dei sindacati. Quando invece sono stati proprio i sindacati a lavorare di più sulla messa in sicurezza dell'Ilva. Questa tendenza (s)fascista al macello di tutto e tutti (tranne di se stessi: si vive nella realtà ma non si ha mai alcuna responsabilità della realtà!) lo trovo alquanto ingiusto. Furbo, ma ingiusto.

Oltretutto, i contestatori venivano da fuori. Come i No Tav che vengono da Torino? Guardate, chi ha contestato può anche aver avuto mille ragioni (e magari avere pure LA ragione), ma non è ammissibile che, per una pura questione di visibilità, si cerchi di sopperire alla propria debolezza rovinando le manifestazioni (riuscite) di chi quella forza e quella rappresentanza ce l'ha. Quei contestatori erano, dicono, 200. Questa è dunque la loro forza. 200 persone contro 5000, e tutte, o in gran parte, non di Taranto. Non hanno alcuna rappresentanza, non contano cioè nulla, ecco perchè non hanno organizzato una loro manifestazione. Se fossero davvero "maggioranza", se davvero rappresentassero il pensiero della città, la loro piazza sarebbe stata piena e sarebbe stata quella dei sindacati a rimanere vuota. Questi signori sono NULLA e sono violenti proprio perchè sono NULLA.

Intanto, 336 milioni per la bonifica, ed è previsto un tavolo per stabilire cosa l'Ilva deve fare per la messa in sicurezza. La magistratura non può risolvere la questione, non è compito suo (qualunque decisione verrà presa), ma può essere molto utile e dare forza alla volontà politica (se c'è) di obbligare l'Ilva a rimodernare e rendere il tutto compatibile con l'ambiente.


Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9691
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 03/08/2012, 20:52 
Diciamo le cose come stanno, Chiudere le basi NATO in Sardegna dove crepa la gente che abita nei dintorni non interviene nessuno, TV e giornali non fanno scoop sensazionalistici?

L' ILVA deve chiudere per lasciare i moli alla NATO, quindi morte all'ILVA.

Chi rovina le manifestazioni trasformandole in violenza è lo Stato



_________________
ImmagineImmagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”ImmagineImmagine
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 41008
Iscritto il: 22/06/2006, 23:58
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/08/2012, 00:45 
Cita:
sezione 9 ha scritto:
Intanto, 336 milioni per la bonifica, ed è previsto un tavolo per stabilire cosa l'Ilva deve fare per la messa in sicurezza.


Sì.... ma di chi sono quei soldi?



_________________
"…stanno uscendo allo scoperto ora, amano annunciare cosa stanno per fare, adorano la paura che esso può creare. E’ come la bassa modulazione nel ruggito di una tigre che paralizza la vittima prima del colpo. Inoltre, la paura nei cuori delle masse risuona come un dolce inno per il loro signore". (Capire la propaganda, R. Winfield)

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

UfoPlanet Informazione Ufologica - Ufoforum Channel Video
thethirdeye@ufoforum.it
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 370 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 25  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 25/11/2020, 12:19
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org