Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 388 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23 ... 26  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10821
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 05/11/2019, 18:05 
bleffort ha scritto:
sottovento ha scritto:
TheApologist ha scritto:
Pensa a cosa si potrebbe fare in Africa... Campi sterminati di pannelli solari. Tanto nel deserto non darebbero fastidio a nessuno.

Già, l'Africa diventerebbe uno dei più grossi fornitori di energia elettrica! [:264]

Basta solo istallarle dalle mie parti l'irradiazione Solare l'abbiamo 12 mesi l'anno per produrre energia elettrica per tutta l'Italia.


Ma non diciamo fesserie. Non è fisicamente possibile mandare avanti un Paese moderno, industrializzato, col solo solare.

Figurarsi con una sola Regione a rifornire tutti.

Ripeto, un conto è il discorso casa/auto e un conto tutto il resto.


CMQ siamo tutti OT da 3 pagine. Parliamo di Cina o nucleare? La Cina ha GWs di Nucleare. Caso chiuso!


E come spiegavo a pagina 1, adesso è vicina ad ottenere energia dalla Fusione... mentre fa Nuove Centrali a fissione.

...mentre noi costruiremo Iter "tra 50 anni" che sono sempre 50 già da 30 di fila... Ah ma dobbiamo smettere di "fissarci" [:246]
e seguire l' esempio tetesco, tornando al carbone... [:302]

tanto Doich Banke sta già fallendo, i rottami diesel truccati non li compra più nessuno e il giochino dell' euro ha esaurito i soldi da rubare in Italia e Grecia...

Sono d' accordo, facciamoci una Lira Coloniale Africana! [:D]



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12880
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 05/11/2019, 18:18 
Aztlan ha scritto:
bleffort ha scritto:
sottovento ha scritto:
TheApologist ha scritto:
Pensa a cosa si potrebbe fare in Africa... Campi sterminati di pannelli solari. Tanto nel deserto non darebbero fastidio a nessuno.

Già, l'Africa diventerebbe uno dei più grossi fornitori di energia elettrica! [:264]

Basta solo istallarle dalle mie parti l'irradiazione Solare l'abbiamo 12 mesi l'anno per produrre energia elettrica per tutta l'Italia.


Ma non diciamo fesserie. Non è fisicamente possibile mandare avanti un Paese moderno, industrializzato, col solo solare.

Figurarsi con una sola Regione a rifornire tutti.

Ripeto, un conto è il discorso casa/auto e un conto tutto il resto.


CMQ siamo tutti OT da 3 pagine. Parliamo di Cina o nucleare? La Cina ha GWs di Nucleare. Caso chiuso!

E come spiegavo a pagina 1, adesso è vicina ad ottenere energia dalla Fusione...
mentre noi costruiremo Iter "tra 50 anni" che sono sempre 50 già da 30 di fila... Ah ma dobbiamo smettere di "fissarci" [:246]

Non solo pannelli solari vi sono in Sicilia, anche molte Pale Eoliche, basterebbe che se ne istallassero migliaia se non milioni di ettari di terreni vuoti che ne abbiamo in abbondanza per avere una potenza in Kw adeguata per poterla trasferire pure al Nord.
Un'Industria di Catania a sperimentato un Pannello Solare molto più efficiente di quelli attuali e che può ricevere energia da tutte e due i lati.


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10821
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 05/11/2019, 20:44 
Ma no, non ci siamo neanche lontanamente...

Poi occhio che se vuoi che la tua terra diventi la Luna tappezzarla di pannelli che rubano il sole al terreno è l' ideale.
Un conto è montarli sui tetti e mettere finalmente sul mercato i pannelli integrati nei vetri per le finestre, altro fare il deserto.

Per poco o nulla, poi, non ci risolvi il problema energetico italiano.


Ripeto, siamo OT.

Parliamo della superpotenza Cinese che è meglio, fingendo che loro non vadano a nucleare se aiuta a svegliarsi... [:246]



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 05/11/2019, 21:24 
Aztlan ha scritto:
CMQ siamo tutti OT da 3 pagine. Parliamo di Cina o nucleare? La Cina ha GWs di Nucleare. Caso chiuso!

Caso chiuso si... anche perché in Cina le aziende aprono mentre da noi chiudono!!!



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 05/11/2019, 21:26 
bleffort ha scritto:
Un'Industria di Catania a sperimentato un Pannello Solare molto più efficiente di quelli attuali e che può ricevere energia da tutte e due i lati.

Ottima notizia! tuttavia giusto per rimanere a confronto con la Cina, direi che voi avete un tesoro che i cinesi nemmeno si sognano: arte, mare, paesaggi, prodotti tipici, storia... ed è tutta roba che non inquina nemmeno!!!



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 9564
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 11/11/2019, 20:30 
Guarda su youtube.com



_________________
ImmagineImmagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”ImmagineImmagine
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 11/11/2019, 21:12 
Premesso che non digerisco i limiti e i difetti delle auto elettriche ad ogni modo per esser bella è bella non c'è che dire, anzi è un vero miracolo dell'ingegno umano, ma nasce sempre e comunque da un progetto di altri, senza i quali i cinesi da soli non sarebbero stati capaci di giungere dove sono e quindi torna il teorema che ho scritto altre volte: chi crea qualcosa è sempre libero di distruggerla semplicemente commissionando quel lavoro ad altri e la festa finisce.



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4403
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 12/11/2019, 12:20 
L'auto roboelettrica con computer di bordo è il passo verso l'auto elettro-anti-G che loro già USAno sotto forma di dischi volanti, il passo verso il futuro androidico, ma in tale evenienza tutto cadrà nel baratro, e allora vi ricorderete di un detto di Lao Tsu:

"Se le genti non rivaleggiano i demoni sono inerti".

Al contrario, il rivaleggiare, la concorrenza tanto cara agli USA, scatena i demoni fino alla totale autodistru-zione.



_________________
Immagine

Offtopic (fuori argomento)
Correte correte... che per pagare i mercanti e i loro camerieri dovrete rubare sempre di più, e attenti a non dimenticarvi la carta di credito a casa... che se vi rompete il muso per strada neppure il carroattrezzi viene più a prendervi.
Mi raccomando: Votate, umili e silenti.
.
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10821
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 12/11/2019, 20:50 
sottovento ha scritto:
è un vero miracolo dell'ingegno umano, ma nasce sempre e comunque da un progetto di altri, senza i quali i cinesi da soli non sarebbero stati capaci di giungere dove sono e quindi torna il teorema che ho scritto altre volte:

chi crea qualcosa è sempre libero di distruggerla semplicemente commissionando quel lavoro ad altri e la festa finisce.

Ragionamento ineccepibile sul lavoro, ma i cinesi è dal tempo della bussola che hanno dimostrato di essere svegli almeno quanto se non più di noi...


Infatti fatto salvo l' errore passato di isolarsi, come se noi non ci stessimo suicidando come Civiltà Occidentale nell' aprirsi il c...,


hanno dimostrato di saper evolvere più velocemente di noi non mettendo limiti etici alla ricerca (azzardato, ma prova il loro ingegno)

Vedasi alla voce bioetica... i cinesi si stanno già modificando geneticamente come "noi" occidentali facciamo coi nostri pomodori...


Ve la ricordavate questa:

Cita:
Cina-choc: Ecco i primi bambini con il DNA modificato - Avvenire.it

L'esperimento annunciato su Youtube da uno scienziato di Shenzhen, He Jiankui, ma per ora non [ poi ] confermato da fonti indipendenti.

Le gemelle sono state programmate "per “resistere” al virus Hiv"



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 12/11/2019, 21:00 
Quindi fatemi capire: noi occidentali (inteso come grandi aziende), per risparmiare e guadagnare di più sulle produzioni low-cost, abbiamo fornito know-how e macchinari ai cinesi i quali a un certo punto (essendo molto intelligenti, gli va riconosciuto), hanno acquisito/acquisiranno un livello tale di conoscenze che in altre parole domineranno il mondo, ergo quando l'allievo supera il maestro.

Per quanto mi riguarda ritengo che la civiltà occidentale sia una civiltà vecchia, antica, certamente affascinante, culla di storia e cultura ma comunque destinata a soccombere vuoi per la profonda crisi demografica, vuoi per lo straordinario sviluppo economico e demografico di altri paesi (Cina, India, Africa).

Nb: del resto è l'evoluzione della specie e dobbiamo accettarlo, oltre che il risultato della globalizzazione, ma il sistema capitalistico regnerà comunque sovrano.



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 10821
Iscritto il: 04/12/2008, 15:57
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 13/11/2019, 01:46 
sottovento ha scritto:
Per quanto mi riguarda ritengo che la civiltà occidentale sia una civiltà vecchia, certamente affascinante, ma comunque destinata a soccombere
Nb: del resto è l'evoluzione della specie e dobbiamo accettarlo, oltre che il risultato della globalizzazione, ma il sistema capitalistico regnerà comunque sovrano.


[:302] [:297]

Pensa che io invece non mi voglio estinguere e se per salvare la Nostra Civiltà che ha dato origine a praticamente tutto
con l' eccezione dei Cinesi che hanno fatto in parallelo,

devo cambiare un sistema marcio che ci ha portato al suicidio come il capitalismo, che cambi eccome e regni sovrana la nostra Civiltà
col nuovo sistema!

[:298]



_________________
Per quanto possa essere buia la notte sulla Terra, il sole sorgerà quando è l' ora, e c' è sempre la luce delle stelle per illuminarci nel cammino.

Non spaventiamoci per quando le tenebre caleranno, perchè il momento più buio è sempre prima dell' alba.

Noi siamo al tramonto, la notte è ancora tutta davanti, ma alla fine il sole sorgerà anche stavolta. Quello che cambia, è quello che i suoi raggi illumineranno. Facciamo che domani sotto il Sole ci sia un mondo migliore.
_________________________________________________________________________

Rivoluzioni democratiche, governi del cambiamento... Sta già albeggiando!
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12999
Iscritto il: 04/01/2017, 18:06
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 22/11/2019, 13:58 
Ma non dovevano darci scacco matto come titola il topic??? .......

https://it.businessinsider.com/la-cina- ... a-globale/



_________________
niente è come sembra, tutto è come appare
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Connesso


Messaggi: 5101
Iscritto il: 10/01/2009, 13:06
Località: Barletta
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 10/12/2019, 16:43 
Guerra del tech, Xi risponde
«Solo pc cinesi per il governo»
Trenta milioni di computer da sostituire in tre anni. Duro colpo per le aziende Usa



L’ordine del Partito sembra una tattica calcistica: «3-5-2». Ma lo schema non è sportivo, è rivolto a tutti gli uffici governativi e alle istituzioni pubbliche cinesi: eliminare computer e software stranieri entro tre anni. Al ritmo del 30% delle apparecchiature nel 2020, 50% nel 2021 e il restante 20% entro il 2022. Ecco spiegata la formula «3-5-2». In totale andrebbero rottamati tra i 20 e i 30 milioni di hardware (le componenti fisse dei computer) e il software (i dati che dicono alla memoria come funzionare). Il Financial Times, che ha ricevuto la notizia da anonimi dipendenti cinesi di agenzie di cyber-sicurezza, osserva che la direttiva del Partito-Stato colpirà i grandi produttori americani del settore, in particolare Hp, Dell e Microsoft e favorirà l’industria tecnologica della Repubblica popolare.

I gruppi tecnologici Usa dei computer ricavano almeno 150 miliardi di dollari all’anno sul mercato cinese, anche se il grosso del fatturato dipende dalle forniture al settore privato e la direttiva autarchica al momento riguarderebbe solo l’amministrazione pubblica, che peraltro ha numeri giganteschi in Cina. Gli uffici governativi cinesi impiegano già di preferenza materiale fornito dal campione nazionale Lenovo, che ha acquisito la divisione computer della IBM. I chip per i processori Lenovo sono fatti dalla Intel americana e i dischi fissi dalla Samsung coreana. Nel mondo tecnologico globalizzato definire la nazionalità del prodotto finale è complicato.

Ma sembra chiara la tendenza della Cina, sfidata nella guerra commerciale dall’America di Donald Trump. Una guerra cominciata sul fronte dei dazi ma che ha come obiettivo strategico la supremazia tecnologica. Quale delle due superpotenze prevarrà è oggetto di speculazione, l’effetto finale che si prospetta intanto è il «decoupling», il disaccoppiamento dei sistemi americano e cinese. Nel mondo globalizzato e interconnesso l’ipotesi solo cinque anni fa sembrava improponibile, ma la tendenza anti-globalizzazione e unilateralista ha messo all’ordine del giorno il «decoupling», a partire dal commercio dei beni fino alle catene di approvvigionamento per l’industria e alle frontiere dell’innovazione e della tecnologia.

Resta da vedere se il piano di sostituzione dei computer del governo cinese andrà avanti o se si tratti solo di una minaccia. Le prime mosse le ha fatte l’amministrazione Trump, vietando alle aziende americane di fare affari con Huawei, facendo pressioni sugli alleati perché non aprano le porte al 5G made in China. Washington ormai parla di sottoporre gli «avversari stranieri» a severi controlli per motivi di sicurezza nazionale.

Nel dossier dazi i negoziatori di Trump e Xi Jinping si muovono al rallentatore verso una «fase uno» di accomodamento minimo. Ma nessuno si illude che si possa tornare al «business as usual». Nell’analisi di Pechino la cooperazione è il passato. Prima della guerra commerciale, dicono gli esperti citati dalla stampa comunista «cooperazione e competizione erano in equilibrio, 50 e 50, ora siamo al 30 contro 70». E soprattutto, prima, l’interdipendenza commerciale agiva da stabilizzatore delle tensioni politiche. Ora lo «stabilizzatore dei rapporti bilaterali è la forza militare: la paura di distruggersi reciprocamente, non si punta più a raggiungere benefici mutui», sostiene il professore Jin Canrong della Renmin di Pechino. Il dottore An Gang, ricercatore del think tank Pangoal avverte: «Prima non credevo al decoupling, ma ora ci stiamo arrivando».



https://www.corriere.it/esteri/19_dicem ... 46d9.shtml


Top
 Profilo  
 

Pleiadiano
Pleiadiano

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 4403
Iscritto il: 21/12/2018, 19:11
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 12/12/2019, 00:45 
sottovento ha scritto:
Quindi fatemi capire: noi occidentali (inteso come grandi aziende), per risparmiare e guadagnare di più sulle produzioni low-cost, abbiamo fornito know-how e macchinari ai cinesi i quali a un certo punto (essendo molto intelligenti, gli va riconosciuto), hanno acquisito/acquisiranno un livello tale di conoscenze che in altre parole domineranno il mondo, ergo quando l'allievo supera il maestro.

Non sono i cinesi "molto intelligenti", ma i cristioti molto idioti, avendo la sindrome di Giuda si sono avvitati nella complessità che genera guadagno facile in monopolio, ed infine esportando sono stati superati dalla semplicità dell'economia onesta.
sottovento ha scritto:
Per quanto mi riguarda ritengo che la civiltà occidentale sia una civiltà vecchia, antica, certamente affascinante, culla di storia e cultura ma comunque destinata a soccombere vuoi per la profonda crisi demografica, vuoi per lo straordinario sviluppo economico e demografico di altri paesi (Cina, India, Africa).

Per quel che vedo io non è mai stata una civiltà, ma una continua viltà fratricida, e i fratelli coltelli finiscono sempre male, la demenza senile è solo una conseguenza.
sottovento ha scritto:
Nb: del resto è l'evoluzione della specie e dobbiamo accettarlo, oltre che il risultato della globalizzazione, ma il sistema capitalistico regnerà comunque sovrano.

Davvero? E tu dove sei finito, in una pioggia di detriti aerei?



_________________
Immagine

Offtopic (fuori argomento)
Correte correte... che per pagare i mercanti e i loro camerieri dovrete rubare sempre di più, e attenti a non dimenticarvi la carta di credito a casa... che se vi rompete il muso per strada neppure il carroattrezzi viene più a prendervi.
Mi raccomando: Votate, umili e silenti.
.
Top
 Profilo  
 

Galattico
Galattico

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 20135
Iscritto il: 08/07/2012, 15:33
 Oggetto del messaggio: Re: La Cina è vicina a darci scacco matto
MessaggioInviato: 04/02/2020, 13:35 
Cita:
Coronavirus, la lezione della sanità pubblica cinese

https://www.lantidiplomatico.it/resizer/resiz/public/coronavirus.png/700x350c50.jpg

Ristabiliamo finalmente la verità sul sistema sanitario cinese (quello che in poche settimane costruisce tre ospedali, tanto per intendersi).


Ristabiliamo finalmente la verità sul sistema sanitario cinese (quello che in poche settimane costruisce tre ospedali, tanto per intendersi).


In questo modo potremo contrastare con più efficacia l'indecente campagna razzista nei confronti di quel grande popolo nostro fratello (una campagna che trova proseliti anche in parte consistente della cosiddetta "sinistra" nostrana, piena di pregiudizi e luoghi comuni in merito a quanto accade nella grande potenza socialista asiatica) che sta coprendo di vergogna e di discredito il nostro paese. (Mauro Gemma)


di Dario Dongo

da https://www.egalite.org


L’allarme coronavirus è valso a erigere una nuova Grande Muraglia nei confronti della Cina e della sua popolazione, 1 su 5 abitanti del pianeta terra. In un periodo storico che si connota, guarda caso, per le tensioni commerciali scatenate dall’amministrazione di Donald Trump nei confronti dell’Impero di Mezzo. Al di là dell’isteria collettiva, il coronavirus mieterà probabilmente meno vittime di quelle causate ogni anno dalle zoonosi che affliggono la filiera agroalimentare negli Stati Uniti.


La lezione cinese sulla sanità pubblica, a ben vedere, va oltre la brillante gestione di un’emergenza in metropoli e province ad alta densità abitativa. Riguarda invece gli straordinari investimenti pubblici per garantire la Universal Health Coverage (UHC). Vale a dire la copertura sanitaria universale, in un Paese che ospita quasi 1,5 miliardi di persone. (1) E una politica, sui farmaci e le cure, che apporterà sicuro beneficio al sistema sanitario globale.


Copertura sanitaria universale, la lezione cinese


Il governo cinese – l’unico capace a programmare politiche di lungo corso – ha stabilito l’impegno di migliorare efficacia, efficienza e accessibilità del servizio sanitario pubblico. Gli investimenti in sanità pubblica sono quadruplicati, tra il 2008 e il 2017, fino a raggiungere € 197,4 miliardi. Con un tasso di crescita annua pari al 150% rispetto al PIL (+12,2% vs. +8,1%). La quota di PIL destinata alla sanità è così salita, dal 4,5% (2008) al 6,4% (2017).


I finanziamenti degli ospedali pubblici, raddoppiati negli ultimi cinque anni, ammontano ora a € 34,3 miliardi/anno. Con l’obiettivo di raddoppiarne le capacità, entro il 2030, per un valore complessivo atteso in € 2,1 mila miliardi. Il tasso di ospedalizzazione è salito dal 7,4% del 2010 al 13,5% del 2016, senza registrare differenze di rilievo legate ai redditi della popolazione. Sono così diminuite in maniera significativa sia le rinunce alle cure ospedaliere, sia le differenze tra provincie in termini di mortalità materna (con riduzione spiccata nelle aree più povere.


L’impegno pubblico per finanziare la copertura sanitaria universale ha comportato una radicale modifica della composizione della spesa sanitaria complessiva. La sua copertura è attualmente garantita in primis da assicurazione pubblica (42%) e spesa sanitaria pubblica (30%). Con una drastica diminuzione della componente di spesa a carico dei cittadini (dal 50 al 28% tra il 2008 e il 2017), in corso di ulteriore riduzione. (2)


Prezzi dei farmaci


Il raggiungimento degli obiettivi ha richiesto e tuttora comporta investimenti straordinari in infrastrutture, tecnologia, risorse umane e professionali. Ma il governo cinese è altresì intervenuto sul controllo dei costi dei farmaci, imponendo a Big Pharma una drastica riduzione dei loro prezzi per garantire il loro accesso alla più ampia popolazione del pianeta. Grazie a questa politica – che si traduce anche in un’economia di scala senza pari, in una logica win-win – gli stessi farmaci costano ora in Cina meno della metà rispetto agli USA.


Alcuni esempi (fonte Drugs.com):

– Entecavir (farmaco usato per il trattamento dell’epatite B), 0.5mg, 28 compresse. Prezzo in USA CNY 83,16 (10,81 €), prezzo in Cina CNY 17,36 (2,26 €),

– Atorvastatin (per il trattamento dell’ipercolesterolemia), 20mg, 7 compresse. Prezzo in USA CNY 58 (7,54 €), prezzo in Cina CNY 6,6 (0,86 €).


L’impatto della Cina sul sistema sanitario globale


I prezzi dei farmaci generici sono più che dimezzati in Cina rispetto a quelli vigenti in USA (-52% in media), quelli di alcune case farmaceutiche (es. Pfizer, Roche, Merck) ridotti fino al 70% e a volte ancor più. Grazie a programmi governativi di acquisto collettivo. I colossi farmaceutici registrano nell’Impero di Mezzo un tasso di crescita e un volume complessivo delle vendite che non può venire trascurato. In un percorso di bilanciamento senza precedenti, che avrà sicuro impatto sul mercato globale.

Pechino ha inoltre rinnovato il suo sistema di approvazione dei nuovi farmaci, ora più rapido che in molti altri Paesi. Attraendo, tra l’altro, nuovi finanziamenti in capitale di rischio – quadruplicati negli ultimi 4 anni, fino a raggiungere € 15,9 miliardi – a favore di start-up nel settore delle biotecnologie (fonte ChinaBio LLC). Ai farmaci a prezzi equi si aggiungono quindi gli investimenti (privati, oltreché pubblici) nella ricerca.

‘La posta in gioco non è solo il benessere di milioni di cinesi, ma il futuro del settore sanitario globale. La Cina ha puntato gli occhi sulla creazione di un sistema sanitario del Santo Graal che soddisfi le esigenze dei pazienti e controlli i costi, incoraggiando al contempo la ricerca all’avanguardia – e il mondo sta guardando.’ (3)


Note

(1) E sarà infatti la Cina il primo, forse l’unico dei 194 Stati membri WHO (World Health Organization, o OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità) a raggiungere l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile n. 3, in Agenda ONU 2030. Una breve sintesi dei Sustainable Development Goals (SDGs) in Agenda ONU 2030 su https://www.egalite.org/category/sdgs/.

In merito allo SDG 3, si veda https://sustainabledevelopment.un.org/sdg3

(2) Per approfondimenti si veda Gavino Maciocco. Cina: 10 e 70. Salute internazionale, 16.10.19,

(3) Dong Lyu, Rachel Chang e Adrian Leung. China Is Striving for the World’s Best, Cheapest Healthcare. Bloomberg News, 20.10.19

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-coronavirus_la_lezione_della_sanit_pubblica_cinese/82_32912/




_________________
la prima religione nasce quando la prima scimmia, guardando il sole, dice all'altra scimmia: "LUI mi ha detto che TU devi dare A ME la tua banana. (cit.)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 388 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23 ... 26  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 20/10/2020, 01:36
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org