Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 103 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio: A cosa servono le Tasse?
MessaggioInviato: 05/12/2012, 16:42 
L'ultima dichiarazione del ministro Clini

http://www.corriere.it/ambiente/12_dice ... 9faf.shtml

mi spinge in modo incalzante a cercare di rispondere alla retorica domanda

"Ma allora le nostre tasse a cosa servono?"

Retorica, perchè io lo so... servono a pagare un debito creato in modo artificioso dal potere finanziario, snaturando di fatto il significato e la funzione civica della tassazione che risiede in primis nella ridistribuzione della ricchezza e nel finanziare servizi pubblici prodotti dallo Stato:
- Sanità e Previdenza
- Istruzione e Cultura
- Sicurezza
- Tutela del Patrimonio pubblico
- Amministrazione Pubblica
- Trasporti e Infrastrutture
- Stato sociale

Esiste peraltro un rapporto direttamente proporzionale tra il "volume" di servizi offerti e il "peso" della tassazione - in caso contrario il principio di "tassazione" diventa "vessazione".

Ergo, maggiore è la % di tassazione richiesta ai cittadini, maggiore è il livello quantitativo e qualitativo atteso di feedback.

Ora siccome in Italia siamo in presenza di una elevata tassazione ci si aspetterebbe una "fornitura di servizi" da parte dello Stato adeguata e coerente.

Ma...

- La tenuta del sistema sanitario non è garantita
- L'età pensionabile si allunga sempre di più
- Le scuole sono faticenti
- Lo stato sociale viene continuamente ridotto e minacciato
- Del patrimonio pubblico non ne parliamo
- Le infrastrutture sono ferme a decenni fa (e non parlo di TAV e/o Ponte sullo Stretto, ma di opere che sarebbero molto più utili - vedi potenziamento linee per pendolari)
- L'Amministrazione Pubblica è totalmente inefficiente

E nonostante questo, le tasse e le operazioni di facciata, come quella presentata da Clini, a tutto vantaggio di assicurazioni e banche, continuano ad aumentare.

Per cui, ciò che mi domando è questo:

1) A cosa servono le nostre tasse?

Se le risposte fornite al punto 1 non dovessero risultare coerenti con le funzioni del principio di tassazione:

a) redistribuzione della ricchezza
b) finanziamento produzione di servizi pubblici

automaticamente dovremmo chiederci se

2) E' giusto pagare le tasse laddove queste non adempiano alla loro funzione sociale e al ruolo civico?



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/12/2012, 16:49 
Qualcuno racconta che le tasse siano un patto tra stato (o enti pubblici in generale) e cittadini (individuali e imprese).

Poichè lo stato italiano vìola costantemente questo patto non si vede perchè i cittadini non possano essere da meno.



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/12/2012, 17:34 
Nel sistema economico EURO sembra che le tasse, specialmente nei paesi con elevato debito, vengano utilizzate non più come strumento di redistribuzione della ricchezza e di eguaglianza sociale, ma bensì come strumento "coloniale" da parte di chi detiene il potere economico per impoverire il tessuto socio-produttivo.

L'Europa, e intendo tutta l'Europa, diventa quindi una mera "colonia" della BCE e, di conseguenza, di chi la controlla, ovvero delle grandi banche private che a loro volta detengono importanti partecipazioni nel comparto assicurativo e di private equity.
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=12224

Tutti strumenti del NWO.
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=12779

Europa = Colonia del NWO

E alllora mi viene in mente cosa fece Gandhi per liberare l'India dal dominio britannico

E cosa fecero le colonie inglesi oltreoceano per liberarsi dalla madre patria, fondando il primo embrione di Stati Uniti
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=12206



_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 14885
Iscritto il: 26/12/2009, 12:30
Località: ravenna
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/12/2012, 18:51 
a cosa servono le tasse,ad aumentare levasione.....il governo fallimonti anke sull'evasione ha fallito

----------------------------------------------------------------------------------

Il fallimento di Monti: l'evasione fiscale è cresciuta

L'aumento dell'aliquota Iva al 21% ha peggiorato una situazione già gravissima. E così spunta un buco per lo Stato di 7 miliardi

http://www.liberoquotidiano.it/news/pol ... ciuta.html


x questo ammanco la risoluzione e'semplice.....un altra tassazione [;)]


Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12600
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/12/2012, 19:11 
Cita:
rmnd ha scritto:

Qualcuno racconta che le tasse siano un patto tra stato (o enti pubblici in generale) e cittadini (individuali e imprese).

Poichè lo stato italiano vìola costantemente questo patto non si vede perchè i cittadini non possano essere da meno.




Noi popolo sottomesso. Sig !!!!! [B)]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 7188
Iscritto il: 01/11/2011, 19:28
Località: Astana
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/12/2012, 19:31 
E si continua a pagarle seppur brontolando, ma le si continuano a pagare [8D].



_________________
Immagine“El saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!”
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/12/2012, 19:39 
Cita:
greenwarrior ha scritto:

Cita:
rmnd ha scritto:

Qualcuno racconta che le tasse siano un patto tra stato (o enti pubblici in generale) e cittadini (individuali e imprese).

Poichè lo stato italiano vìola costantemente questo patto non si vede perchè i cittadini non possano essere da meno.




Noi popolo sottomesso. Sig !!!!! [B)]


Miglio diceva sempre... [:D]
http://www.youtube.com/watch?v=CHCeEz65P7s&t=1m25s


Purtroppo Miglio fu un profeta inascoltato anche all'interno dei vertici leghisti

http://archiviostorico.corriere.it/1993/maggio/19/Miglio_faro_processare_resto_disobbediente_co_0_9305196038.shtml

Cita:
LA LEGA NORD E GLI INVITI ALLA DISOBBEDIENZA FISCALE
[color=blue]Miglio: mi faro' processare, ma resto disobbediente

l' ideologo leghista insiste nel boicottaggio dell' ISI e si dichiara disponibile a subire conseguenze giudiziarie

Il professor Nosferatu, come qualcuno chiama per via della somiglianza impressionante il senatore della Lega Gianfranco Miglio, ha escogitato per domani, nell' aula di Palazzo Madama, un numero davvero pirotecnico.

"Lancero' . spiega con un ghigno . un piccolo candelotto di dinamite...". Il professore ricorre, come e' nel suo stile, a un' immagine forte per dire che dalla tribuna della Camera alta pronuncera' un discorso "in difesa dei diritti indisponibili del cittadino", tra i quali colloca la liberta' di esprimere opinioni senza per questo finire sotto processo.

Ed e' proprio per questo motivo che domani l' assemblea di Palazzo Madama discutera' se concedere o meno l' autorizzazione a procedere nei suoi confronti, richiesta dalla Procura di Milano per avere istigato i cittadini alla disobbedienza fiscale.

Gli episodi contestati a Miglio riguardano la campagna di boicottaggio dell' Isi (l' imposta straordinaria sugli immobili decisa dal governo Amato la scorsa estate) e l' invito rivolto, rammenta ora il senatore leghista, "ai miei connazionali a rinunciare a investire soldi in titoli dello Stato italiano, suggerendo invece loro di acquistare titoli di Paesi della Cee, che certo avrebbero offerto un rendimento inferiore, 6 7% in luogo dell' 11 12%, ma garantito da Stati assai piu' affidabili di quello italiano". In questo secondo caso, Miglio e' accusato di avere provocato artificialmente un abbassamento dei valori al solo scopo di specularci sopra.

"Si figuri . commenta sarcastico . se io mi dispongo a operazioni del genere, proprio io che considero poco serio fare soldi con attivita' finanziarie piuttosto che con quelle produttive". Miglio annuncia che non si opporra' alla richiesta dei giudici e auspica invece di finire presto in un' aula di tribunale e li' condurre la battaglia confidando di vincerla. Dalla sua, il professore cita una sentenza della corte di Verbania secondo la quale non pagare le tasse non sarebbe reato:

"Mi battero' perche' il diritto di critica venga salvaguardato per tutti i cittadini. E' necessario ingaggiare una battaglia perche' dal codice penale . il cui impianto, ricordo, risale al codice Rocco . siano eliminati i reati di opinione". All' appuntamento di domani il senatore si e' preparato col puntiglio di chi lo considera un' opportunita' da non lasciarsi sfuggire ("La mia richiesta di assecondare . afferma . i giudici di Milano taglia gli attributi al Parlamento").

Ha addirittura scritto per la Mondadori un pamphlet sulla "Disobbedienza civile" che prende spunto dal celebre saggio di Henry David Thoreau. Thoreau e' un pensatore sui generis vissuto in America nella prima meta' dell' Ottocento. Lo scritto per il quale ha un posto di rilievo nella storia delle idee ha poi influenzato la coscienza di gente come Gandhi e Martin Luther King. "Disobbienza civile" e' una sorta di compendio della resistenza passiva e il suo autore lo scrisse nel 1849 dopo essere stato in galera per essersi opposto a un' imposta del governo americano perche' non ne condivideva la politica imperialistica.

Miglio lo ha riesumato cogliendo nel suo messaggio elementi ancora attuali e che legittimano moralmente la battaglia per la disobbedienza fiscale: "Spero che desti quella porzione di cittadini che non ha udito la sveglia del 18 aprile". Lorenzo Fuccaro

Fuccaro Lorenzo

Pagina 5
(19 maggio 1993) - Corriere della Sera
[/color]


http://www.youtube.com/watch?v=p_w6b5yllFM&t=25s
Estratto di un intervento di Miglio , 1994



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 12044
Iscritto il: 05/02/2012, 12:22
Località: Milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/12/2012, 11:58 
Propongo di seguito una interessante analisi della composizione del gettito fiscale italiano

Entrate tributarie: breve analisi.
Scritto il 25 gennaio 2012 alle 15:06 da lampo

Immagine

La scorsa settimana mi è capitato di leggere questa news della Reuters in merito al gettito delle entrate tributarie del nostro Paese:

In novembre le entrate tributarie sono ammontate a 30,048 miliardi, secondo i dati della Banca d’Italia, portando il gettito dei primi unidici mesi a 330,592 miliardi in crescita dell’1,17% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Leggendola così, la notizia appare positiva, soprattutto per le casse dello Stato (meno per le tasche dei contribuenti… ma non si può accontentare tutti).

Infatti c’è stato un aumento rispetto all’anno scorso.

Poi nel seguito leggo:

Le statistiche della Banca d’Italia sul gettito fiscale differiscono da quelle del Tesoro, che calcola le entrate con il metodo contabile della competenza economica e tiene conto anche del gettito riscosso dagli enti locali.

A questo punto divento curioso… anzi, come oramai sapete, lo sono già!

Cioè cerco cosa dice il Tesoro a riguardo, in particolare il Ministero dell’Economia e delle Finanze sul “Rapporto sulle entrate tributarie – Novembre 2011“:

Le entrate tributarie del periodo gennaio—novembre 2011 evidenziano una crescita del gettito rispetto all’andamento registrato nel corrispondente periodo del 2010 di 2.514 milioni di euro, pari al +0,7 per cento.

Come vedete… il dato è lievemente inferiore… siamo allo “zero virgola qualcosa”.

Qui uno schema riassuntivo:

http://intermarketandmore.finanza.com/e ... .html/1-12
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Faccio notare che l’apporto maggiore deriva dalle imposte provenienti dagli enti locali (territoriali) e dagli incassi dei Ruoli.

Ma rispetto alle previsioni delle entrate tributarie come siamo messi?

Non bene… come evidenziato nello stesso rapporto:

http://intermarketandmore.finanza.com/e ... 7.html/2-8
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze

Come vedete sono superiori rispetto alle previsioni solo l’IRES (Imposta sul Reddito delle Società) e quelle provenienti dal… gioco del Lotto.

Adesso andiamo ad esaminare il dettaglio delle entrate tributarie del bilancio dello Stato:

http://intermarketandmore.finanza.com/e ... 7.html/3-7
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze

E’ evidente che le imposte dirette sono diminuite. Praticamente il contributo di aumento delle entrate che citavamo ad inizio articolo, deriva essenzialmente da imposte indirette: aumento delle accise sui carburanti (oli minerali), tabacchi, lotterie ed altre indirette.

Lascio a voi giudicare se, con tutte le manovre finanziarie dell’anno scorso, questi dati sono da considerare positivi o negativi…

Provate a rileggere adesso la notizia della Reuters che citavo all’inizio.

Sperando che, con tutti questi dati… non vi siate persi per strada, adesso voglio mostrarvi alcuni grafici.

Provengono dal rapporto Entrate Tributarie Internazionali (novembre 2011) del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Raffronta le entrate tributarie a livello internazionale sulla base dei bollettini economici mensili di diversi Paesi: Francia, Germania, Irlanda, Italia, Portogallo, Regno Unito, Spagna.

Il periodo considerato è sempre lo stesso: gennaio-novembre 2011.

Questo grafico evidenzia le entrate tributarie rispetto allo stesso periodo dell’anno prima:

http://intermarketandmore.finanza.com/e ... 7.html/4-5
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze

Noi siamo la linea blu.

Come vedere sono tutte positive: la Germania è la migliore.

Noi assieme alla Spagna siamo i peggiori.

Ma vista la congiuntura economica, con l’attuale entrata in fase recessiva, è interessante anche il seguente grafico. Riguarda l’IVA.

http://intermarketandmore.finanza.com/e ... 7.html/5-3
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanza

Migliori: Regno Unito e Germania.

Peggiori: Irlanda, Italia e Spagna.

Concludo con due notizie (rispettivamente 5 e 20 gennaio 2012):

Reuters – Italia, governo vede Pil 2012 ancora a -0,4%, punta su export:

Per il Pil italiano la strada rimane impervia ma qualche segnale di stabilizzazione, soprattutto grazie all’export, sta emergendo. Per questo la previsione governativa del dato 2012 rimane a -0,4%, nonostante i numeri poco confortanti relativi al terzo trimestre e le recenti stime di altri previsori in area -1,5% diffusi in seguito.

Milano Finanza – Fmi, Italia in recessione anche nel 2013:

L’Italia sarà in recessione anche nel 2013. La previsione è del Fondo Monetario Internazionale… ritiene che il Pil decelererà nel 2013 di uno 0,3%. L’Fmi ha peggiorato le previsioni anche per il 2012… dovrebbe contrarsi del –2,2%. Le stime risultano peggiorate rispetto a quelle rilasciate a settembre di oltre 1,5 punti.

Chissà chi avrà ragione?

Buona riflessione.

Fonte: http://intermarketandmore.finanza.com/e ... 40727.html

----

Ora che abbiamo capito un po' meglio come funzionano le entrate... che ne dite di dare un occhio alle uscite, considerato il titolo del thread, e capire a cosa servono questi quasi 400 miliardi di euro che lo Stato riceve ogni anno dai cittadini e dalle imprese per far funzionare il paese?



PS: avrei voluto mettere direttamente le immagini di tabelle e grafici al posto dei link ma non ci sono riuscito... [:(]

Se qualcuno può aiutarmi gliene sarei grato!


[:p]


Ultima modifica di Atlanticus81 il 07/12/2012, 12:06, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero. (Goethe)
Top
 Profilo  
 

Bannato
Bannato

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 5539
Iscritto il: 11/09/2009, 10:39
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 00:50 
Giusto per fare due chiacchiere da bar, e in effetti la conversazione è avvenuta due giorni fa nel sud della Germania con un proprietario (e gestore) di un bar dove mi ero fermato per farmi una weiss.

Il sunto del discorso ai fini della tassazione è stato:

In Germania, lo stato lascia respirare chi fa impresa e non pretende che si batta lo scontrino per qualsiasi 'sciocchezza' (e infatti le consumazioni le ho pagate senza scontrino..[8D]). Perchè allo stato tedesco al contrario di quello italiano interessa far girare i soldi e l'economia, e non ci pensa neanche lontanamente a strozzare l'imprenditoria.

Poi i soliti discorsi tipo che le cose (servizi) in Germania funzionano (vero), esempio la classica pratica automobilistica. Nel giro di un quarto d'ora si effettua passaggio di proprietà e anche cambio di targa eventualmente, e il tutto con meno di 20 euro (contro i 600 in media da noi).

Oppure i genitori possono ricevere contributi (Kindergeld) per ogni figlio a carico. Nel suo caso con due figli , i contributi sono pari a 400 euro al mese fino all'età di 25 anni (se ancora studenti).

Poi gli stipendi sono più alti e tutto il personale in regola.

Le sue dipendenti (tre) gli costano tra contributi e stipendio , 2500 euro al mese a testa (sottolineando la differenza di quanto avviene in Italia, dove spesso i dipendenti di un bar sono in nero e pagati una miseria).

Confermava che un operaio alla volkswagen può tranquillamente guadagnare 2400 euro al mese, e poi i premi di produzione a fine anno, e via dicendo.

Confermava che la tassasione complessiva di un'impresa è molto inferiore a quella italiana (che può arrivare a sfiorare punte del 66% -70% ).
Confermava che la qualità della vita è molto buona specie nella sua regione (Baden-Württemberg) e ovviamente anche in Baviera.

e così via discorrendo, chiacchiere da bar, ma significative x l'approccio differente.

Un'esercente che è contento di pagare le tasse , di avere in regola i dipendenti, e di poter anche in certi casi , per piccoli importi, non battere lo scontrino, perchè ha la consapevolezza che il patto tra stato e cittadino è rispettato ed è vantaggioso per entrambi, perchè la tassazione la si reputa giusta, perchè i servizi che si ricevono come contropartita ricompensano e di molto quanto versato.

Uno stato e un fisco visti non come vessatori , ma vicini a cittadini ed imprese. Uno stato intelligente che non spreme nel caso in questione il piccolo barista di turno, ma lo lascia respirare e crescere, ma in compenso non transige e pretende che tutto sia fatto come legge comanda (anche in tema di sicurezza, con poche pratiche, chiare, rapide, snelle , e non interpretabili, come da noi, favorendo di fatto la corruzione dell'ispettore di turno, ) e che i suoi dipendenti siano in regola con i contributi percependo uno stipendio dignitoso (sempre per la questione "facciamo girare l'economia, consentendo ai cittadini di spendere".

La Germania non sarà certo il paradiso in terra, ma è sicuramente una realtà molto differente dalla nostra.

Ripeto chiacchiare da bar ma interessanti non tanto per i luoghi comuni (che però alla fine rispecchiano nella loro apparente banalità il vivere quotidiano) ma per quell'empatia dell'imprenditore e cittadino verso il fisco. Empatia da noi ovviamente per ovvie ragioni impossibile.



_________________
[^]The best quote ever (2013 Nonsense Award Winner):
«Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Way hay and up she rises, Early in the morning!»
© Anonymous/The Irish Rovers
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3145
Iscritto il: 25/03/2010, 16:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 09:46 
Secondo me bisognerebbe sostituiretasse dirette e indirette con un abbassamento dei salari e di tutti i costi.

Vi faccio un esempio:

salario annuale 100

tasse 50

togliamo le tasse dirette,quelle indirette,sui prodotti,ecc..

Già ci sarebeb un abbassamento dei prezzi di moltissimi prodotti,dalla benzina all'alcool,dal tabacco alle auto,ecc..

Naturalmente il salario non resterebbe a cento,diciamo che,per pareggiare la situsazione precedente,scenderebbe adesmepio a 35.

Fin qui la situazione sarebbe invariata ma...
pensate al risparmio in termini di burocrazia.

Poi,un'altra cosa: io stipendierei tutti quanti

A me la favola del comunismo non fa paura...quindi...tutti con un salario corrispondente alla qualità del lavoro in termini di responsabilità.,ecc... MA SENZA TROPPE CHIACCHIERE E SPEREQUAZIONI

Pensate anche qui,quanti soldi RIGUADAGNATI che erano PRIMA RUBATI ALLE TASSE!!!

Bene,andiamo avanti.

La questione dello stato:

a)ridurrei i servizi dello stato al minimo indispensabile

b)i soldi per lo stato non li prenderei dai salari naturalmente ma SOLTANTO DALLE IMPRESE E AZIENDE STATALI:

intnendo dire,se la posta é statale,deve essere perlormeno alla pari alla fine di ogni anno,e fornire essa stessa
i soldi per autopagarsi.

Anche qui,servizi al minimo indispensabile

Tutti i servizi dello stato dovrebbero funzinoare come minimi indispensabili senza interferire o chiedere o dare
piÙ di quel tanto.

Oltre all'autofinanziamento di alcuni servizi,che non sarâ mai sufficiente,ovviamente,per coprire spese e salari,lo stato dovrebbe cercarsi i soldi dai cittadini ma...non attraverso le tase,ma attraverso un pagamento diretto:

ad esempio,se io ho bisogno di un aiuto X vado al servizio X,PAGO e sono aiutato.
NESSUNA GRATUITÀ

Per quanto riguarda l'economia,io ABOLIREI BORSE E FINANZA,lascerei solo le BANCHE a condizio nr che si orientino alla PRDUZIONE CONCRETA,INDUSTRIALE,AZIENDALE .


Quindi obbligherei le banche a finanziare NUOVA IMPRENDITORIA,IMPRENDITORIA ESISTENTE ,in modo tale che il settore più importante dell'economia stessa sarebbe il SECONDARIO E IN PICCOLA PARTE,MA MOLTO MAGGIORE DI ADESSO,IL PRIMARIO

IL TERZIARIO SAREBBE RIDOTTO DI MOLTO E NON ESISTEREBBERO PIÛ BORSE,SPECULAZIONI,ECC...

Orienterei poi la produzione SUI BENI DI CONSUMO ESSENZIALI AMPLIANDONE LA VARIETÀ E LA QUANTITÀ,L'OFFERTA,MILGIORANDONE LO SMERCIO,IL TRASPORTO,ECC...

ORGANIZZEREI UN AIUTO SISTEMATICA E MIRATO AI PAESI POVERI,CON UNA ESPORTAZIONE OCULATA E STRACONTROLLATA DI TECNICI,MEZZI E FINANZE ORIENTATE ALL'INDISPENSABILE IN QUEI PAESI.

BENE,sono felice di aver scritto queste cose:

a questo punto,potrei perfino scrivere un saggio in titolato MEIN KAMPF DUE ...miuah...non per i contenuti ma perché,per poter poi applicare tutto questo..bisognerebbe avere l'esercito dalla mia parte e instaurare una dittatura alla Giulio Cesare.

Cosa che farei più che volentieri!!!

ciau [:D]



_________________
IL MIO SITO SPACEART:
http://thesky.freeforumzone.leonardo.it ... 1&f=183131

Inoltre,un ottimo sito per scrivere quello che volete!

http://www.scrivendo.it

eheheh....la verità prima o poi viene a galla no?!
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8423
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA Sud Occ./le
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 10:28 
Tanti ancora non vogliono capire che il mondo per andare avanti nella situazione in cui è,non vi è altro Sistema che un Comunismo globale,che se cominciassimo ad averlo noi Italiani,saremmo avvantaggiati rispetto ad altre nazioni.
Ora emerge Ufologo e dice: ( "la Russia.......morti.......milioni.....Gulag......altro che Gulag darei a chi ha sfasciato il mondo e ci ha ridotto in questo stato.) [:D]



_________________
Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria.
Si distruggono i loro libri,la loro cultura,la loro storia.
E qualcun'altro scrive loro altri libri,li fornisce un'altra cultura,inventa per loro una storia.
Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che è stato.
E il mondo attorno a lui lo dimentica.
MILAN KUNDERA
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3145
Iscritto il: 25/03/2010, 16:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 10:45 
bleffort,sono parzialmente d'accordo con te

Come ho scritto prima :

a)stipendierei tutti quanti,stabilendo però una scala tra un minimo di meritocrazia ed un massimo

Per meritocrazia ,non intendo ,ovviamente,favoritismi clientelari,giochetti tra colleghi d'ufficio con ruoli diversi,operazioni di potere,ecc...

Intendo una valutazione definita e condivisa della qualità del lavoro IN MERITO AI RISULTATI OTTENUTI come qualità globale:

ad esempio,un quadro aziendale medio,che ottiene buoni risultati sul piano del suo proprio specifico compito,delle relazioni interpersonali nell'ambiente di lavoro,delle iniziative e creatività,ecc... meriterebbe più soldi di uno che ottenesse risultati molto minori.

Oggi si dà,ad esempio,all'intelligenza emotiva sul luogo di lavoro, una pari importanza rispetto ad altre forme di intelligenza professionale.

Un quadro dotato di una buona intelligenza emotiva,ottiene risultati qualitativi molto migliori di uno che non ce l'ha.

b)una volta stabilito il ventaglio degli stipendi,uno dei problemi maggiori delle tasse é risolto!!!

Nessuno può evaderle,dato che le paga in base ad un salario chiaro ,alla luce del sole.

Già fare questo sarebbe un grande passo in avanti

Naturalmente ,i berlusca griderebbero al comunismo...ma il loro grido sarebbe del tutto ipocrita,DATO CHE LORO IL POTERE CE L'HANNO IN MANO E LO ESERCITANO IN ECONOMIA ALMENO QUANTO LO FAREBBE UNO STATO COMUNISTA CON LA PROPRIA DI ECONOMIA

Vi consiglio di leggere un libro scritto da un bravo economista ticinese,Marazzi,che lavora per lo stato(!!),dal titolo "IL COMUNISMO ...DEL CAPITALISMO ATTUALE" , dove denuncia , senza mezzi termini e con dati alla mano ,quello che ho appena scritto sopra.

AH,UNA CHIARIFICAZIONE:

qualcuno potrebbe chiedermi,ma chi darebbe i soldi ai cosiddetti liberi professionisti?

Io rispondo,LORO STESSI,ma dovrebbero muoversi DENTRO LIMITI MINIMI E MASSIMI PRESTABILITI!

Inoltre ,dovrebbero essere controllati a VISTA,
monitorati al puntino e i loro conti verificati da esperti di polizia finanziaria con la prospettiva di multe astronomiche.

Mi rendo conto dell'autoritarismo di questa proposta,o meglio ,del suo rigore,ma,quando io parlo di economia,penso alla natura umana e alle possibilità di INFINITI imbrogli che il sistema attuale permette.

Quindi,pur non rovesciando totalmente questo sistema,che ha dei lati positivi,io lo riformerei,come ho detto,alla Giulio Cesare.

Questo riforma che propongo ABBATTEREBBE L'EVASIONE FISCALE
IN MODO DRASTICO E DAREBBE ALLO STATO TANTI DI QUEI SOLDI DA...permettergli di gestire i servizi suoi molto meglio,informatizzare tutto quanto e restando all'<ATTIVO!!

Per quanto riguarda le tasse,poi,si potrebbero almeno in parte ridurre di un poco,visto l'aumento delle entrate,e QUESTO RENDEREBBE I CITTADINI UN PO' PIÙ TRANQUI E SODDISFATTI.

Come,vedete,basta poco...che ce vo' ?!


ciau [^] [^] [^] [^] [^]

BIBLIOGRAFIA

Christian Marazzi é un buon economista di sinistra,e non certo di sinistra edulcorato all'aspartame..

Lavoro per l o stato ticinese,indisturbato,e scrive cose molto interessanti.

Vi consiglio di leggere questi suoi articoli e libri,é un pensatore che vale la pena di conoscere:

http://www.google.it/#hl=it&gs_nf=3&gs_ ... 30&bih=587


Ultima modifica di star-man il 10/12/2012, 11:04, modificato 1 volta in totale.


_________________
IL MIO SITO SPACEART:
http://thesky.freeforumzone.leonardo.it ... 1&f=183131

Inoltre,un ottimo sito per scrivere quello che volete!

http://www.scrivendo.it

eheheh....la verità prima o poi viene a galla no?!
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8423
Iscritto il: 03/12/2008, 20:45
Località: SICILIA Sud Occ./le
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 14:56 
Quello che hai detto è quello che propongo io,un Comunismo nel quale potranno esistere i liberi professionisti,però con un tetto limite del loro guadagno,il più andrebbe allo Stato Sociale.
Con questo metodo non creando grandi "Nababbi",questi non potranno controllare la politica a loro piacimento e cambiare le carte in tavola e inoltre vi sarebbe lavoro per tutti e i cittadini avendo un lavoro sicuro potranno spendere,facendo sviluppare le Industrie e facendo aumentare il PIL della Nazione.[;)]



_________________
Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria.
Si distruggono i loro libri,la loro cultura,la loro storia.
E qualcun'altro scrive loro altri libri,li fornisce un'altra cultura,inventa per loro una storia.
Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che è stato.
E il mondo attorno a lui lo dimentica.
MILAN KUNDERA
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3145
Iscritto il: 25/03/2010, 16:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 15:16 
Il motto centrale marxista originario recita così:

DA OGNUNO SECONDO LE SUE CAPACITÂ,AD OGNUNO SECONDO I SUOI BISOGNI

Questo siignifica che ogni persona può e deve dare SECONDO LE SUE PROPRIE REALI CAPACITÀ .

In cambio,RICEVE SECONDO I SUOI BISOGNI.

BISOGNI ovviamente definibili nei termini di un BUON ESSENZIALE PER OGNUNO,laddove l'essenziale viene definito sia in termini sociali che personali,atraverso una contrattualizzazione dal basso e un continuo adeguamento all'evolvere sociale.

Mi ricordo che Cossiga,in un intervista,aveva dichiarato molto seriamente che:

IL MIGLIOR STATISTA DEL NOVECENTO Ê STATO LENIN

Poi ha spiegato che,secondo lui,il sistema dei soviet era ben pensato e avrebeb potuto funzionare bene,se l'avvento di Stalin non l'avesse trasformato in una dittatura dall'alto.

Detto da Cossiga...

Le democrazie hanno fatto della ...democrazia una virtualità burocratica ,una mimetica astuta di poteri nascosti,occulti,striscianti,di imbrogli e di intrallazzi,di interessi personali e di gruppi...

Questo é il loro peccato capitale.

Un sistema come quello sovietico,intendendo per sovietico ,l'organizzazione originale leninista dei soviet ,dal più piccolo al maggiore,se fosse preservato dalla sete di potere personale e di gruppo,probabilmente sarebeb il miglior sistema diretto di democrazia mondiale.

Con l'ausilio di una rete di comunicazione continua,capillare,aperta,una in formatica sociale e socializzata,una impostazione dell'economia sull'essenziale e basta,salari per tutti,pensioni per tutti,ecc...probabilmente é un sistema che potrebbe funzionare meglio delle democrazie fossilizzate attuali.

Certo,però non dovrebbe essere permeato da censure,poteri,partigianerie..

Dovrebeb essere un sistema neutrale,dal punto di vista ideologico,ma non neutrale dal punto di vista delle sue caratteristiche essenziali,descritte sopra.

In pratica,SAREBEB PIÙ UN MODELLO DINAMICO che contenutistico,avrebbe bisogno solo come base della carta dei diritti umani e la dovrebbe realizzare e far rispettare alla lettera.

nel contempo ,la dovrebbe anche rivedere un attimo,spogliare dalle ridondanze romantiche e dalle parolone,e farne uno STRUMENTO TEORICOPRATICO utile,traducibile e tradotto in COMPORTAMENTI SPECIFICI.

Non sarebbe una cosa così difficile da fare...e sarebbe anche,secondo,molto diversa da quelle del passato,democrazie comprese.

ciau



_________________
IL MIO SITO SPACEART:
http://thesky.freeforumzone.leonardo.it ... 1&f=183131

Inoltre,un ottimo sito per scrivere quello che volete!

http://www.scrivendo.it

eheheh....la verità prima o poi viene a galla no?!
Top
 Profilo  
 

Rettiloide
Rettiloide

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 3145
Iscritto il: 25/03/2010, 16:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/12/2012, 17:08 
vi propongo una battutina per sdrammatizzare:

LE TASSE SERVONO ANCHE PER SODDISFARE I....TASSI !



eh eh he [:o)]



_________________
IL MIO SITO SPACEART:
http://thesky.freeforumzone.leonardo.it ... 1&f=183131

Inoltre,un ottimo sito per scrivere quello che volete!

http://www.scrivendo.it

eheheh....la verità prima o poi viene a galla no?!
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 103 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 26/07/2017, 16:44
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org