Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio: Il mondo ideale
MessaggioInviato: 21/11/2009, 22:56 
IL MONDO IDEALE

Spesso critichiamo... poche volte, invece, proponiamo delle alternative.

Cosa vorreste cambiare in questo mondo? Parlate del vostro.. mondo ideale.
Vi prego di non farlo in modo sintetico o poco approfondito. Non soffermatevi su concetti astratti, proponete alternative ad interi sistemi, principalmente a quelli istituzionali.


Il discorso, per quanto mi riguarda, è molto lungo. Per questo, oggi, mi soffermo sul Sistema Economico mondiale, sperando poi, in futuro, di poter ampliare il discorso e toccare tutti gli altri punti ugualmente importanti della nostra società. Spero voi facciate lo stesso ed assecondiate questa mia iniziativa, così da poterci confrontare l'uno con l'altro.


------------------------------


1° Capitolo; SISTEMA ECONOMICO GLOBALE


Non sono, ahimè, un economista.
Sono una persona comune, come chiunque altra, che si pone delle domande. Quanto segue non vuole affatto proporsi come nuovo sistema economico globale (non avrei le premesse per crearne uno solido), ma piuttosto filosofare ed invitare al ragionamento le persone.

Cos'è il sistema economico, che noi tutti diamo per scontato?
Ecco come viene descritta, dal dizionario, l'Economia;
"Per economia - dal greco #959;#7988;#954;#959;#962; (oikos), "casa" inteso anche come "beni di famiglia", e #957;#972;#956;#959;#962; (nomos), "norma" o "legge" - si intende sia l'utilizzo di risorse scarse per soddisfare al meglio bisogni individuali e collettivi contenendo la spesa, sia un sistema di organizzazione delle attività di tale natura poste in essere da un insieme di persone, organizzazioni e istituzioni (sistema economico)."

Ecco invece il Denaro;

"Il denaro è uno strumento economico, che può assumere le funzioni di:

* mezzo di scambio
* unità di conto
* riferimento per pagamenti dilazionati
* riserva di valore
"

E la retribuzione (il salario);

"La retribuzione è il corrispettivo che spetta al lavoratore per l'attività lavorativa svolta. È la principale obbligazione in capo al datore di lavoro. La retribuzione connota il rapporto di lavoro come un contratto oneroso di scambio (o a prestazioni corrispettive)."


Ogni stato di diritto che si rispetti deve permettere ad ognuno dei propri cittadini di poter lavorare (al limite delle proprie capacità), e di poter essere retribuito per la propria fatica.
Perchè si lavora?
Il lavoro è necessario per poter sostenere l'alimentazione, l'igiene, la salute, l'educazione, la ricerca.. lo svago.

Se ognuno di noi dovesse provvedere a questi bisogni da solo, non riuscirebbe a soddisfarne nemmeno uno. Ecco da dove nasce il contratto sociale; da un bisogno reciproco, dell'essere umano, di soddisfare tutti i propri bisogni primari, dividendo in parti eguali il lavoro necessario attribuendolo anche in rapporto alla capacità del singolo individuo.

Ecco come è suddiviso attualmente il patrimonio mondiale;

1° Bill Gates; 27.000.000.000€
...
Ultimi in classifica; 0€

C'è qualcosa di strano.
Come fa, una sola persona, a possedere il capitale di un intero continente?

Procedendo per logica, bisognerebbe affermare; Bill Gates produce quanto tutti gli Africani messi insieme.
Eppure tutti sappiamo che non è affatto così.

Nel nostro sistema economico capitalista, la Retribuzione (il Salario), non è principalmente basato sulla quantità di lavoro, ma è basato sull'importanza capitalista di tale lavoro. Un agricoltore non arriverà mai a guadagnare quanto Bill Gates, neppure se impiegasse lo stesso intuito, la stessa furbizia, proprio perchè appartenente ad un campo differenziato (si potrebbe poi discutere sul perchè un individuo debba essere considerato economicamente inferiore solo per essere nato con un.. livello intellettivo inferiore rispetto ad altre).
Qualcuno potrebbe affermare; "Nel nostro sistema economico, più sei intelligente, più guadagni.".. stupidaggini.
Bill Gates ha avuto una intuizione, ma ci sono persone in questo mondo estremamente più sveglie di lui, persone che han cambiato il corso della storia e persone che han sfruttato la loro intelligenza per qualcos'altro.. persone che nonostante la propria intelligenza, valgono meno di zero.
Ma anche se fosse? Perchè una intuizione geniale dovrebbe avere il potere di rendere un uomo.. un Dio?

Perchè mai una persona sola.. può arrivare a possedere così tanto?
Non è affatto strano, è il nostro sistema capitalistico che lo permette. Non è assicurato supporto a chi non trova lavoro. Non è assicurato un massimo alla retribuzione del singolo individuo.
Non c'è legge che regoli il salario, che nella maggior parte dei casi è delegato al privato. Ad esempio, nelle università americane, i professori vengono pagati con un salario scelto dall'università. Cosicchè un professore può arrivare (ipoteticamente) a guadagnare miliardi su miliardi, pur svolgendo lo stesso lavoro di un altro professore, anche se magari con più efficacia (non così tanta da giustificare, comunque, tale dislivello).

L'intero patrimonio mondiale è basato sulla somma del bisogno potenziale di ogni individuo.
Cosa significa? Significa che quei 27 miliardi non son soldi spuntati dal nulla, ma son soldi, in un certo senso, presi alle altre persone. Quei 27 miliardi contengono il potenziale del bisogno di milioni di altre persone, che, per la legge di conservazione, non riescono ad avere.




Ma la gente ancora manifesta stupore alla notizia!
"Ehi, più di un miliardo di persone muore di fame, non ha reddito! Come sarà mai possibile? Noi sprechiamo così tanto!"
E' un discorso comune, la gente non si rende conto che...
In realtà non dovrebbero meravigliarsi delle persone povere, ma di quelle RICCHE!


R = O x D

Semplice, intuitiva, razionale.
La retribuzione DEVE equivalere alla quantità di lavoro svolta (ore), per la densità (qualità, difficoltà) del lavoro svolto!
Certo, ci vogliono dei paletti.

La densità del lavoro deve avere un limite.
Esempio; [1;2]
La densità del lavoro deve essere compresa tra 1 e 2. Così chè (cifre totalmente inventate) un medico avrebbe una densità di lavoro di 1.7, un artigiano di 1.3, un allenatore di calcio.. 1.
Chi non lavorasse affatto, per incapacità o non volontà, avrebbe comunque diritto ad un 0.5, ovvero alla metà dello stipendio di un lavoratore che svolgesse il più banale dei lavori. Chi invece svolgesse un ruolo estremamente importante per la società, quale alto livello di ricerca, alto livello informatico.. o non saprei, alta ricerca medicinale, rientrerebbe in un altro tipo di range, tuttavia sempre non estremo, del tipo [2;2.5].

In questo modo la persona più capace del mondo, se lavora 8 ore al giorno ha una retribuzione pari a;
R = OxD
8 ore (per) 2.5 (densità lavoro) = 20 ore al giorno.

Chi non lavora affatto;
8 ore (per) 0.5 (densità lavoro) = 4 ore al giorno.

(i range possono.. e devono essere cambiati, questo è soltanto un esempio)
Ecco un sistema economico decente. La più furba delle persone non può arrivare a guadagnare più di 5 volte rispetto ad una persona inefficiente. Ed invece 2.5 volte in più rispetto ad una persona che svolge il lavoro più banale di tutti (anche perchè, diciamocelo, il bisogno primario è il sostentamento, al giorno d'oggi, e specialmente in futuro, le macchine possono/potranno badare a questo in maggior parte, con minima fatica dell'uomo).


Immaginate di poter sostituire la moneta con la "ORA". Tutto verrebbe quantificato in base allo sforzo che si è dovuto compiere per poterlo ottenere.
Ad esempio, una casa, verrebbe a costare il quantitativo di ore impiegate dagli operai a costruirla, più il quantitativo di ore impiegate a costruire i materiali (e ad averli estratti), più un minimo di tassa allo stato necessaria a mantenere attiva la supervisione di quest'ultimo.

Ragionateci.
Tutto ciò che compriamo, o la maggior parte di ciò che compriamo, in realtà ha un valore ESTREMAMENTE inferiore a quello che dovrebbe avere, o un valore ESTREMAMENTE superiore a quello che dovrebbe avere.
Una piccola radio, che si può pagare 5€ da un venditore su strada, in realtà ha necessitato molto più tempo per essere creata. Al contrario, una casa ha necessitato molto meno tempo e fatica rispetto al prezzo cui viene venduta.


Certo, tutto ciò può sembrare irrealistico e fantasioso, ma le migliori idee nascono sempre da un ideale e da un pensiero.. coerente.
Tutto ciò può sembrare ridicolo; ed infatti per gran parte, lo è. Questo ragionamento richiede molto più tempo e molto più approfondimento (ad esempio ho ignorato totalmente il fattore aziende, anche se ho comunque in mente un modo elegante per uscirne fuori).
Quanto descritto è solo un abbozzo dell'abbozzo, ci sarebbero moltissime ed infinite altre cose da considerare.. ma preferisco soffermare l'attenzione su questo semplice ideale, per puntualizzare il sistema;

La retribuzione deve supportare un potere d'acquisto pari alle ore di lavoro svolte per la qualità del lavoro svolto. Un'ora di retribuzione, equivale ad un'ora di lavoro (considerato) il più semplice dei lavori, e quest'ora deve poter essere merce di scambio (come una moneta), del suo pari. Un'ora deve poter comprare un'altra ora con lo stesso potere d'acquisto. Non ha senso, che, ad esempio, una villa costi 100 volte in più rispetto ad una casa, per la quale son state impiegati gli stessi materiali, le stesse fondamenta, le stesse ore.

Con un sistema del genere viene premiata la volontà dell'individuo di lavorare, e l'impegno che l'individuo mette nel proprio lavoro (tradotto nelle ore di lavoro compiute quotidianamente). Infatti, c'è una lieve differenza di guadagno tra persone che spendono la stessa quantità di ore lavorando, che compiono tuttavia lavori diversi, proprio perchè.. ognuno può e riesce a fare ciò che può, fisicamente e intellettualmente, fare.



A voi le belle cose! Spero di avervi almeno stuzzicato con tutte queste sciocchezze! [:p]



_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Grigio
Grigio

Avatar utente

Premio impegno per il forum!Premio impegno per il forum!

Non connesso


Messaggi: 2241
Iscritto il: 01/02/2009, 13:35
Località: Cagliari
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 10:06 
ok, concordo in toto

dove devo firmare? [:2]



_________________
Immagine
UFO & ABDUCTIONS

Le atrocità in nome (e della) chiesa
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13491
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 10:13 
Non si puo certo essere sintetici su un argomento cosi vasto, per questo motivo mi propongo di essere più esaustivo nei prossimi post. Nel frattempo mi limito a fornire quello che per il sottoscritto è il prologo di un lungo discorso. Per farlo utilizzo un vecchio proverbio " Mogli e buoi dei paesi tuoi" [:D] che ricalca secondo me non tanto un idea conclusiva, ma quanto un punto di partenza per ricostruire la società in modo equo. Dopotutto, anche il figliol prodigo dopo lungo peregrinare è rientrato a casa. [;)]



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 11:42 
Cita:
Lawliet ha scritto:
Cosa vorreste cambiare in questo mondo? Parlate del vostro.. mondo ideale.


Non limitatevi a commentare, proponete! [:p] Son sicuro che ognuno di noi vuole cambiare qualcosa, qualche sistema.. [:)]

P.S. Scusate per gli errori di sintassi/grammatica, ma il post è stato scritto tutto di getto prima di andare a nanna, e ora non posso modificarlo.. [:p]


Ultima modifica di Lawliet il 22/11/2009, 11:43, modificato 1 volta in totale.


_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 13:39 
Dimenticato di scrivere;

Un sistema economico del genere prevede, ovviamente, che non siano le banche a gestire la "stampa" del denaro.
Inoltre, ogni "ora" dovrebbe essere una moneta (o qualcosa di più leggero), con abbastanza oro (o altro minerale) all'interno, abbastanza quanto basti per equiparare 1 ora di di esso (raccolta, valore). Come accadeva fino al secolo scorso, oggi invece il denaro, di per sè, non ha alcun valore.



_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13491
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 14:35 
Sempre se in un ipotetico sistema economico perfetto, ci fosse ancora il denaro, dovrebbe per lo meno essere ancorato a dei beni materiali (come era l' oro una volta).
Ma visto che la mia idea di economia è più vicina a quella dei Mormoni che non a quella dei sistemi finanziari attuali, trovo difficile proporre un idea che ai più sembrerà pura fantaeconomia. Cercherò di assemblare un sistema che racchiuda i buoni valori di una volta, con le esigenze moderne dell' economia, (mi sono infilato in un ginepraio [xx(]).

Nei miei pensieri, rimane saldo il principio che qualsiasi bene debba avere una vera utilità e che debba essere condiviso nei limiti del possibile (niente comunismo moderno però [:D]). Uno dei principi, che secondo il mio parere, porterebbero dei benefici in termini di solidità economica, è il federalismo (quello vero). Esprimo la mia visione portando un semplice esempio. Conoscendo la volubilità e la bramosia di possesso dell' uomo, bisognerebbe costringerlo a rendere conto alla comunità delle sue azioni, senza che un controllo centrale dell' economia possa "mimetizzare"i suoi evidenti errori; o per lo meno evitare che le sue corbellerie possano arrecare danni alla comunità. Se in un condominio, l' amministratore è una persona corretta, tutti i condomini ne trarranno beneficio. Se invece chi amministra è disonesto, immaginate le conseguenze economiche per tutti. Se ogni condomino gestisce il suo appartamento, e cede una parte minima di controllo a chi amministra, i rischi di un crollo generalizzato sarà minima e sarà possibile comunque gestire in piena autonomia l' aiuto a chi è in difficolta.
Tornare allo scambio in natura sarebbe la soluzione ideale, e non contrasterebbe assolutamente il progresso sociale, renderebbe meno egoista la gente e consentirebbe loro una socializzazione meno tecnologica. Per arrivare a tutto ciò, si dovrebbe superare lo scoglio delle banche e di chi gestisce a suo piacimento l' economia, indirizzandola a suo piacimento e consentirebbe ad ognuno di noi il riappropriarsi del vero valore del denaro. In conclusione (almeno per il momento), la mia ricetta è il ritorno alle comunità autogestite (non autarchiche), con la super visione non invasiva di un organo centrale di monitoraggio.
Se sbaglio, non deve pagare la comunità ma solo il sottoscritto.


Ultima modifica di greenwarrior il 22/11/2009, 14:36, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Astronave
Astronave

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 990
Iscritto il: 03/12/2008, 16:32
Località: Cadarafagno - Valsesia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 18:15 
in effetti non è semplice il discorso, e se pensi che in più bisogna scrivere invece di usare la parola, per me è ancora più complesso.
In prima battuta, a mio parere, visto che il mondo è formato da miliardi di persone, posso esprimere un'idea pensando al mio piccolo mondo, quello che mi circonda ad al massimo 30 km, poi le realtà come la mia possono essere a migliaia sulla Terra, e quindi si potrebbe tentare di esportare l'idea, mentre ci sono realtà, così ormai artificiose e dipendenti da ogni tecnologia (città, megametropoli, ecc...) ed allora lì lascio il campo ai più esperti ed eruditi.
Cercando in ogni modo di esprimere un'idea in un mondo che oramai ci ha instradato e ci governa con le regole delle leggi di ogni Nazione!
Primo, vorrei dire che ognuno dovrebbe avere il vero "peso" del proprio bisogno, cioè quantificarlo in modo certo ed appropriato, e quindi misurare il valore del bene voluto, in base alla propria necessità, e non con la regola economica della domanda/offerta; da qui si può partire a iniziare il baratto con un'altra persona che parte dalle stesse basi di valutazione. Pongo degli esempi reali che io cerco di portare avanti, ma che purtroppo sono solo un millesimo di quello che si potrebbe fare se ci fosse più partecipazione.
Esempio.
Io ho patate, olio di noci, frutta, miele, propoli, formaggi, latte, legname,...., tutto prodotto da me in quantità minime, il mio vicino ha attrezzi in ferro che fabbrica lui, l'altro vicino sà aggiustare le cose che si rompono e così via; ognuno di noi può avere bisogno dell'altro in ogni momento della quotidianità, e tra noi si stabilisce un rapporto di io ti faccio e tu mi dai e viceversa. Tutto questo è fattibile sino a pochi Km da casa (per non dipendere troppo dai mezzi a benzina), ma se si riuscisse a fare ciò a cerchi concentrici, si riuscirebbe a non usare il tipo di mercato che ci hanno imposto sino ad ora, od almeno a usarne sempre meno in percentuale. Non è solo fantasia,( perchè io ho iniziato e con fatica, per fare capire agli altri questo) almeno da 6 anni ed ho allargato sempre di più il baratto tra i miei bisogni ed i bisogni degli altri.
Purtroppo devo dipendere sempre dal vil denaro, vorrei vedere andare all' ASL e pagare il tiket con miele o formaggi!! [:0] [:0]
Magari ho espresso pensieri insensati per gli altri, ma io sono partita da 0 ora sono a 5, a 100 non ci arriverò mai, ma quando sarò a 20 per me sarà un gran successo di vita e di ideali.
Non bisogna sempre e solo parlare, bisogna anche iniziare a fare e confrontarsi con la materialità delle cose e delle idee. [^]
cinzia



_________________
http://www.vecchimeli.it

viewtopic.php?f=26&t=5058

viewtopic.php?f=45&t=18452&p=430060&hilit=unicorno#p430060

topic.asp?TOPIC_ID=7098&whichpage=1
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 8182
Iscritto il: 03/12/2008, 18:42
Località: romagnano sesia
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 18:58 
cari amici ,
purtroppo parecchie di queste "utopie" sono state proposte anche da vari filosofi cito alcuni: Thomas More,(Utopia) Butler(Erewhon)Campanella(La città del sole) ecc ecc tuttavia l'aplicazione pratica,
diventa impossibile, poichè ciò che veramente si deve cambiare sono le "nostre coscienze" [;)]
Infatti non è detto che chi "dichiara"0 Euro" sia, in realtà, povero [;)]
ciao
mauro



_________________
sono lo scuro della città di Jaffa
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13491
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 20:14 
Modificare un sistema economico vecchio di millenni, è praticamente impossibile. Forse si puo renderlo un po più umano.


Ultima modifica di greenwarrior il 22/11/2009, 20:14, modificato 1 volta in totale.


_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 20:19 
Cita:
mauro ha scritto:

Infatti non è detto che chi "dichiara"0 Euro" sia, in realtà, povero [;)]


Certamente, ma c'è anche (e soprattutto) chi lo è effettivamente.

Cita:
greenwarrior ha scritto:

Modificare un sistema economico vecchio di millenni, è praticamente impossibile. Forse si puo renderlo un po più umano.


Del tutto impossibile credo proprio di nò, molto improbabile sicuramente sì.
Tuttavia, nel mio "progetto-abbozzo" iniziale, non si prevede un intero cambio di sistema, si intende più che altro un ritorno al sistema pre-19° secolo, con qualche miglioria.
In realtà il capitalismo attuato nel nostro, ed in parte nel precedente, secolo non è vecchio di millenni, ma è decisamente nuovo, e praticabile solo grazie allo sfruttamento e al malessere di altre nazioni.
Il mio sistema prevede un ritorno alla moneta di propria valuta (e quindi di valore), mediante l'oro o l'inserimento di altro materiale, il mio sistema prevede un ritorno ad un sistema privo dallo schiavismo bancario (che comunque mantengono un ruolo di investimento importante). L'ora non è altro che un sostituto della moneta, che dovrebbe, in teoria, sensibilizzare le persone e far capire che in realtà ciò che conta è il lavoro utilizzato per un certo prodotto, e nient'altro.
E qui riporto l'esempio;

Cita:
Lawliet ha scritto:
Non ha senso, che, ad esempio, una villa costi 100 volte in più rispetto ad una casa, per la quale son state impiegati gli stessi materiali, le stesse fondamenta, le stesse ore di lavorazione.


Il lusso esiste solo in un mondo di povertà.


Ultima modifica di Lawliet il 22/11/2009, 20:23, modificato 1 volta in totale.


_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13491
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 20:35 
Insomma, era meglio quando era peggio.[:D]

1) Ritornare al concetto di comunità.
2) Incentivare il ritorno allo scambio etico.
3) Razionalizzare le energie disponibili ed affidare alle comunità la loro gestione.
4) Accorciare le filiere.
5) Dare maggior importanza alla politica locale e meno a quella statale.
6) Eliminare carte di credito ed affini.
8) Sopprimere il concetto di banca.
9) Lavorare 6 ore al giorno a parità di stipendio, e per compensare le "perdite delle aziende" ridurre le aliquote.
10) dare la possibilità di scaricare dalle tasse la spesa quotidiana.
11) Consumare in primis i prodotti locali, senza andare a cercarsi alimenti esotici che comportano un via vai di mezzi altamenti inquinanti.
12) gli eccessi produttivi, scambiarli senza transazioni finanziarie con paesi che possono fornire in cambio beni da noi poco prodotti.
13) dare un grosso impulso al ritorno dell' agricoltura eco compatibile (quella dei nonni per intenderci).



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Viral Marketing Discoverer!Viral Marketing Discoverer!

Non connesso


Messaggi: 5038
Iscritto il: 03/12/2008, 15:07
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 22:59 
Quindi gli unici a credere che ci sia qualcosa da cambiare siam io, greenwarrior e donnacinzia? Dai ragazzi, un po' di collaborazione! [:p]

Bel lavoro green.. ma il discorso è sicuramente da ampliare, c'è il sistema politico, il sistema religioso.. [:)]



_________________
"Chiedere a chi ha il potere, di riformare il potere!? Che ingenuità!" - Giordano Bruno

Indice "Tracce di UFO nella Letteratura"; topic.asp?TOPIC_ID=4630
Top
 Profilo  
 

Stellare
Stellare

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 13491
Iscritto il: 05/12/2008, 22:49
Località: Laveno Mombello (Va)
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 22/11/2009, 23:08 
Cita:
Lawliet ha scritto:

Quindi gli unici a credere che ci sia qualcosa da cambiare siam io, greenwarrior e donnacinzia? Dai ragazzi, un po' di collaborazione! [:p]

Bel lavoro green.. ma il discorso è sicuramente da ampliare, c'è il sistema politico, il sistema religioso.. [:)]


Razionalizzato il primo, seguirà a ruota anche il secondo.



_________________
Nutrirsi di fantasia, ingrassa la mente.

Immagine
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 97
Iscritto il: 08/12/2008, 02:20
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/11/2009, 00:22 
Il sistema può essere cambiato da una società più evoluta, che metta al primo posto il valore dell'esistenza, della vita prima di ogni altra cosa.

Salvaguardia della terra in quanto è la nostra fonte di vita
Totale indipendenza energetica per ogni individuo: luce, calore, movimento con mezzi meccanici, tutto auto-ricavabile da fonti naturali come es. il sole.
Sistema di raccolta e depurazione anche delle acque piovane per l'auto-approvvigionamento.
Tutti gli uomini devono essere in grado di avere casa, cibo ed energia in modo autonomo e senza obbligo di lavorare ne di barattare nulla.
Per "esistere" non deve essere necessario essere ridotti in schiavitù anche solo per mangiare e avere un tetto sulla testa.
La costrizione al lavoro anche per i beni primari è una forma di schiavitù...moderna ma è sempre schiavitù.
Abolizione totale del lavoro obbligatorio e del denaro per vivere.

Ogni uomo che nasce deve essere libero di esistere, noi non lo siamo, serviamo ad alimentare un sistema.

Giustamente mi chiederete ma se non c'è qualcuno che lavora come ci procuriamo il cibo, i vestiti etc...
Con il volontariato organizzato.
Io ad esempio amo studiare, dipingere...però posso dedicare un tot la settimana alla coltivazione dei campi perchè amo stare a contatto con la natura;
dopo un anno mi propongo per passare alla panificazione per un altro periodo...e così via, posso rimanere in un certo ambito perchè mi piace o cambiare perchè voglio fare altre esperienze.

[:p]....c'è da lavorarci sopra....ma si può fare


Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 245
Iscritto il: 11/07/2009, 15:18
Località: milano
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 23/11/2009, 06:53 
Il mio mondo migliore è un mondo fatto d'AMORE...con la parola AMORE abbiamo detto tutto..pace rispetto risorse cibo cure e benessere per tutto e per tutti.. equilibri ristabiliti....AMORE solo AMORE. Se mettessimo in pratica solo questa "paroletta" TUTTI i problemi sarebbero risolti dall'oggi al domani.

Paroloni e discorsi inutili,accademici..li abbiamo già fatti in molte migliaia di anni..sono stufa di discorsi..basta!


[:173]



_________________
Io ho vissuto con diversi maestri Zen:tutti gatti.Perfino le anatre mi hanno impartito importanti lezioni spirituali.Il solo osservarle è una meditazione. E.Tolle
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Time zone: Europe/Rome [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 22/10/2019, 05:44
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org