Time zone: Europe/Rome




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 140 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo
Autore Messaggio

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/02/2011, 14:31 
http://albertocottignoli.over-blog.it/p ... 71447.html

Qui in pratica "presenta" le sue pubblicazioni sulla storia dell'arte, e naturalmente accenna soltanto alle sue scoperte e alle sue denunce contro i restauri-killer. Ma la questione è MOLTO PIU' VASTA E RIGUARDA UNA QUANTITà ENORME DI SCOPERTE, TUTTE ALL'INTERNO DELLO STESSO QUADRO, E TUTTE INCREDIBILMENTE FRUIBILI DA UN BAMBINO DI DIECI ANNI!!!!!E ti viene il nervoso perchè pensi "Cavolo come ho fatto a non vederlo, è lì!"
Cottignoli è l'esatto contrario della "visionarietà", i suoi ragionamenti sono chiari, logici, basati soltanto su ciò che è visibile nel quadro e sulle prove che il Maestro ci ha lasciato.
A mio parere, i geni si muovono per insiemi di meccanismi semplici che danno una via di decodificazione priva di complessità oscure, proprio perchè vuole essere capito da tutti e in tutti i tempi. Naturalmente questa "complessità di dati semplici"segue sempre una linea di cui va individuato l'inizio e lo sviluppo che non sarà mai visionario, ALTRIMENTI CHIUNQUE PUO' VEDERE QUALSIASI COSA!!!La difficoltà sta nel capire cosa vuole comunicarci il genio, dove ha messo le chiavi per la lettura dei suoi quadri,il significato che Leonardo ha dato a queste chiavi di lettura, e di trovare anche le prove di questo significato che genialmente Leonardo ci lascia nel dipinto.Per esempio NELL'ANNUNCIAZIONE COTTIGNOLI SCOPRE CHE UNA DECORAZIONE è CONFORMATA A TESTA D'AQUILA E CI FA VEDERE ANCHE LE PROVE DELLA VOLONTà DI LEONARDO DI CONFORMARLA IN TAL MODO, PROPRIO PERCHè LO STESSO LEONARDO TEME CHE QUESTA CONFORMAZIONE POSSA ESSERE PRESA PER UN CASO.
Paradossalmente però, ciò che è semplice e normalissimo non viene visto!Ecco perchè in 500 anni nessuno ha mai fatto grandiose scoperte.
Cottignoli inoltre è anche pittore, e questa cosa non è da sottovalutare, lui sa come si lavora a una tela.
Adesso scannerizzo alcune pagine del libro sull'Annunciazione e ve le faccio vedere.[:)]



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/02/2011, 15:36 
Cita:
Messaggio di barionu


Urca ! Ecco uno studioso , in questo caso anche " addetto ai lavori "

che merita si essere seguito.

Il suo blog :

http://it.over-blog.com/profil/blogueur-3477051.html

Kore, parlavi di un suo studio su l' Annunciazione di Leonardo,
ma sul blog non lo vedo. Ci pensi tu ?



zio ot [;)]

UFFA...NON RIESCO A CARICARE LE IMMAGINI...SONO UNA FRANA. sARANNO TROPPO GRANDI. LE HO ZIPPATE MA...COME SI PRENDONO?!?!?!?E' UNA GIORNATACCIA, FEBBRE, CERVELLO COMPLETAMENTE INABILE...AIUTOOOOO!!! [:(]



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/02/2011, 15:45 
Altrimenti se mi date una mail ve le mando e saprete voi come inserirle...[xx(]



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9906
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 06/02/2011, 18:23 
Cita:
kore ha scritto:

Altrimenti se mi date una mail ve le mando e saprete voi come inserirle... [xx(]


Contatta Thethirdeye ! E' l' amministratore .

Infatti di solito la fa anche per me


zio ot [;)]


Ultima modifica di barionu il 06/02/2011, 18:26, modificato 1 volta in totale.


_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 07/02/2011, 23:31 
Cita:
Messaggio di barionu
Kore, parlavi di un suo studio su l' Annunciazione di Leonardo,
ma sul blog non lo vedo. Ci pensi tu ?


Diomio... non è possibile...

Cottignoli:
"Le vesti per esempio, dal tessuto luminosissimo di Leonardo, nulla hanno più in comune con le originali, persino la gonna e il mantello di Maria da VERDI sono diventati BLU. "

Ma dove si è documentato questo Cottignoli? Ha mai visto DAL VERO l'Annunciazione prima del restauro? Secondo me no perché altrimenti non avrebbe scritto che il vestito della Madonna era verde!
Il vestito è sempre stato rosso e blu anche prima dei restauri della fine degli anni '90. Rosso e blu come in quasi tutte le Annunciazioni medievali e rinascimentali.
http://www.google.it/images?q=annunciazione
http://www.google.com/images?q=annunciation

Appare verde purtroppo in quella indecorosa immagine che sembra vista attraverso un filtro giallo (blu+giallo=verde) che propone nel suo blog.
Immagine
Anche in libri pubblicati negli anni '60 (quindi prima del restauro) il vestito è chiaramente blu, come sto vedendo in questo momento nel fascicolo su Leonardo pubblicato nel 1965 nella collana "I Maestri del colore" della Fratelli Fabbri e nel volume "L'opera pittorica completa di Leonardo" a cura di Angela Ottino della Chiesa, edito da Rizzoli nel 1967.

E quale "prova" porta Cottignoli per dimostrare che il misterioso "monte bianco" sullo sfondo è stato rovinato? Una orrenda scansione presa da un libro con una riproduzione sicuramente molto piccola, perché si vede tutta la retinatura tipografica!

Immagine

Qui invece una recente riproduzione ad alta definizione, probabilmente la migliore reperibile in internet:
http://www.googleartproject.com/museums ... ciation-77

Perlomeno Cottignoli è sincero e nel suo blog non nasconde che "Il 4-12-2001 Carlo Pedretti, massimo esperto mondiale di Leonardo da Vinci, gli dedica un articolo a due colonne sul Corriere della Sera per contraddire in parte le sue opinioni sull’Annunciazione. Nello stesso periodo anche la Galleria degli Uffizi dedica al Cottignoli un grande articolo sul suo giornale interno, articolo con cui tenta di contraddire le sue ipotesi, fondamentalmente riguardo ai problemi di restauro che avevano coinvolto l’ “Annunciazione” di Leonardo."


Ultima modifica di Learco Pignagnoli il 08/02/2011, 00:13, modificato 1 volta in totale.


_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/02/2011, 16:46 
Per Learco. [:)]
E' certo che non hai letto il libro ma solo l'APPROSSIMATIVISSIMA presentazione che Cottignoli (o chi per lui) ne fa sul blog.
Ho scannerizzato delle pagine dal suo libro ma non riesco ad inserirle qui (sono grosse e non so come "comprimerle") ho chiesto aiuto ma non mi risponde ancora nessuno...
Cerchiamo di fare senza per adesso.
Per quanto riguarda le vesti di Maria, Cottignoli dice (dal suo libro):

"la gonna di Maria, prima di un blu-verde cangiante è adesso di un incombente blu monocromatico che non tiene assolutamente conto dell'ambiente in cui è collocato, non riceve cioè nessun riflessodal verde del prato come invece accadeva nell'originale ( un blu collocato all'interno di un habitat verde non può non arricchirsi di questo colore, e Leonardo infatti in questo modo aveva operato)".

Cottignoli lamenta il fatto che tutte le VELATURE di VERDE presenti nell'originale sono state ASPORTATE DAI RESTAURI e ciò che resta è il colore di base che era sicuramente il blu.
E l'asportazione delle velature (che sono sottilissimi strati di colore che vengono sovrapposti l'uno sull'altro una volta che il precedente si sia seccato. Ma la velatura non copre del tutto la base perchè l'olio rende questa velatura trasparente, da semplicemente delle sfumature che fanno in modo di integrare l'oggetto trattato nell'ambiente che lo circonda) è stato attuato su tutta la superficie del quadro! Infatti se guardi bene le foto del libro che hai tu e che ho pure io della Rizzoli (anche Cottignoli utilizza i classici della Rizzoli per le foto prima dei restaurie quelle ufficiali degli Uffizi dopo i restauri) e le confronti con quelle del dopo-restauro, diresti un'enorme MENZOGNA affermando che i colori sono uguali o semplicemente simili!! Nel blog Cottignoli vorrà sottolineare il fatto che una variazione tonale del genere altera completamente la percezione che l'autore vuole che si abbia del quadro. Cmq quello che dice nella presentazione del libro non serve per dare prove, lui le da all'interno del libro, e poi una persona con un minimo di buon senso e che non si lasci influenzare dalla prima cosa che gli viene detta, le immagini e le differenze se le va a guardare dove è sicuro che le foto siano le più vicine possibile all'originale. Ciò vale anche per le foto della Montagna. Infatti tu hai notato che si vedeva la retinatura e sei andato a guardare una foto migliore, ma ciò non toglie che quello che Cottignoli afferma sia falso, ANZI, L'AVRAI VISTO MEGLIO lo sfacelo! Basta guardarsi due buone foto e vedi le enormi differenze fra le versioni pre e post restauri, sfacelo, come già detto, che riguarda tutta la superficie del quadro compresa l'asportazione di particolari, pieghe nelle vesti, lumeggiature e via dicendo. Cottignoli sostiene a ragione che chiunque abbia visto le foto ufficiali degli Uffizi comparate ha creduto di trovarsi (riguardo al quadro restaurato), non più davanti all'originale ma davanti ad una copia
Per quanto riguarda i dubbi sul fatto che lo studioso abbia visto o meno l'opera agli Uffizi, te lo faccio dire da lui (dal libro):

"Quando, alcuni mesi or sono, il direttore del reparto Rinascimentale degli Uffizi, Natali, accompagnò me e James Beck (aggiungo io se tu non lo sapessi, massimo esperto mondiale del Rinascimento Italiano deceduto qualche anno fa, docente alla Columbia University nonchè presidente di ArtWatch International, associazione per la difesa dei beni artistici. Fu egli stesso che nominò Cottignoli Direttore della Sezione Analisi Estetiche della suddetta associazione, proprio perchè aveva una grande stima nei suoi confronti e nelle sue capacità di "vedere ciò che gli altri non vedono")nella sala in cui è ora esposto il massimo dei capolavori di Leonardo da Vinci, l'Annunciazione, appena restituito al pubblico dopo il recente restauro, per poterlo finalmente vedere nella sua NUOVA, mi diceva Natali, SPLENDIDA veste, mi accadde una cosa che sul momento non seppi spiegarmi: entrato nella sala" ... "NON MI RIUSCI' DI VEDERLA pur conoscendola benissimo, e fu solo perchè vidi James avvicinarsi sicuro alla mia destra che riuscii ad indirizzare lo sguardo nella direzione giusta" ... "Io ricordavo un caleidoscopio di ARMONICI CROMATISMI, un amalgama di CALDI RIFLESSI, frutto di STRATI INFINITI DI OLII COLORATI, ricordavo LUMINOSITA' DELICATE" ... "Ciò che mi stava davanti adesso non era che il CADAVERE dell'immagine che io conoscevo!"... "DANNO PIU' IMPORTANTE CHE QUEST'OPERA HA SUBITO.." "...è stato cancellato per sempre il PARTICOLARE SIMBOLICO da cui tutta la VERA LETTURA iconografica di quest'opera prende origine."

Per quanto riguarda Pedretti e il suo articolo, mi veniva da ridere quando l'ho letto!Lui prima di tutto dice che i restauri vanno benissimo, poi vuole smontare l'interpretazione della montagna-donnavelata dicendo:

"Con l'analisi del Cottignoli in mente, è facile scoprire cosa può averlo ingannato, cominciando proprio al vertice (della montagna) che si configura come Sfinge ( quindi la vede pure lui!!) solo perchè un piccolo tratto orizzontale di sporco-come ce ne sono tanti nella zona-pone l'accento sull'ingannevole effetto antropomorfo dell'immagine. "

Ragazzi dice PONE L'ACCENTO non CREA DI SANA PIANTA!!! Se fosse stato un solo tratto a configurare la montagna come umana (non vedo comunque come avrebbe potuto...) allora sono leciti tutti i dubbi del mondo. Ma quella montagna ha VISO con occhi e naso, MANTELLO,SCOLLATURA, LIBRO...e no, altro che un segno di sporco!!! Inoltre la tesi su cui si fonda il commento del Pedretti è che non è possibile l'interpretazione di Cottignoli perchè il quadro è di tema RELIGIOSO!!! Il massimo esperto di Leonardo da Vinci!!Ma in mano a chi siamo!?!?Leonardo non ci pensava minimamente a credere in Dio, Cristo e compagnia bella, era un Umanista!!

Comunque vi consiglio di leggerlo questo libro [;)]
ps:guardate nei classici Rizzoli la montagna ingrandita prima del restauro e state certi che la donna velata la vedrete pure voi.



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 08/02/2011, 17:59 
Cita:
kore ha scritto:

Per Learco. [:)]
E' certo che non hai letto il libro ma solo l'APPROSSIMATIVISSIMA presentazione che Cottignoli (o chi per lui) ne fa sul blog.


Infatti commentavo proprio quelle frasi che ho ricopiato dal blog che avevi segnalato. Cottignoli (o chi per lui) dovrebbe perlomeno spiegare più accuratamente quello che intende dire, e con esempi migliori di quelli che fa vedere. Altrimenti rischia di essere frainteso. Grazie per aver riportato brani più lunghi dal libro.
Comunque trovo lo stesso poco credibile questa storia dei riflessi del prato verde sull'abito blu della Madonna. A differenza dell'Angelo infatti la Madonna non si trova sul prato ma sul selciato all'esterno dell'edificio, e dal prato la divide pure l'ara che sostiene il leggio.

Per quanto riguarda Beck, non mi è mai piaciuto niente di ciò che ho letto scritto da lui. Ricordo i suoi articoli contro il restauro della Cappella Sistina, e tanto mi basta per dire che non sono minimamente d'accordo. Per Beck anche la "patina del tempo" doveva rimanere a far parte integrante dell'opera d'arte, e io non la penso così.

Cita:
Comunque vi consiglio di leggerlo questo libro [;)]


Lo farò, cercandolo in qualche biblioteca comunale.

Cita:
ps:guardate nei classici Rizzoli la montagna ingrandita prima del restauro e state certi che la donna velata la vedrete pure voi.


Ce l'ho qui davanti e... no... sinceramente non riesco a vedere nessuna donna velata. Il becco d'aquila nelle decorazioni scultoree, più o meno, posso pareidolicamente riuscire a vederlo, se mi sforzo. La donna nella montagna proprio no.


Ultima modifica di Learco Pignagnoli il 08/02/2011, 18:00, modificato 1 volta in totale.


_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/02/2011, 16:41 
Le velature di verde sulla veste di Maria sono dovute, oltre ai riflessi del sole sul prato e che arrivano sulle sue vesti, anche al fatto che Leonardo, da gran pittore che era, deve integrare il blu all'interno di un contesto verde e anche luminosissimo, perciò non può la gonna essere solo blu con sfumature di chiaroscuro, sarebbe come una macchia che non si amalgama col resto(come appare adesso dopo i restauri). Ma questo procedimento non riguarda solo la gonna di Maria...ma tutto il quadro, i vari oggetti hanno velature (come richiede la pittura Rinascimentale)che consentono di fare in modo che l'occhio non venga "offeso" da contrasti evidenti.
In ogni caso, anche se il prato non ci fosse, non capisco la tua contestazione, la velatura c'era e si vedeva bene, per cui o viene dal prato o semplicemente piaceva a Leonardo, ciò non ci deve interessare. La velatura c'era e ora non c'è più!!Il vero problema è questo.
Riguardo agli articoli del Beck sulla Sistina, le hai viste le foto comparate dei vari personaggi? Nelle muscolature, soprattutto delle schiene, dove ci sono 8 o 12 segni dei muscoli ne sono rimasti in media solo 4, cioè le masse muscolari fondamentali che erano dipinte a fresco.Tutte le masse muscolari più piccole sovrastanti e dipinte a secco sono state asportate!!Per non parlare di barbe e capelli, dove sono rimaste le masse maggiori chiaroscurali sempre dipinte a fresco, e tutti i fili dei peli dei capelli e delle barbe dipinti dopo a secco, sono completamente scomparsi!Un massacro inenarrabile e incredibile!!Potesse rinascere il povero Tintori, l'ultimo vero grande restauratore,sai che pianti si farebbe!!!!

Quindi dire "non sono d'accordo" è assolutamente assurdo, come vedere un pullman schiantato in un burrone con 40 cadaveri sbudellati, uno ti dice "guarda quanti cadaveri che ci sono!" e tu rispondi: "...non sono daccordo".

Per non parlare poi dello stesso problema di cui parlavo prima, dell'Annunciazione, e cioè che tutti i colori della Sistina erano stati velati a secco al fine di renderli compatibili l'uno con l'altro, e pure le lumeggiature e le zone più scure furono lavorate a secco: tutto questo è stato completamente e delinquenzialmente asportato. Per informazione ti dico che in Vaticano esistono le fatture d'acquisto dei colori di Michelangelo e questi erano per l'80% colori da usare a secco!Pensa un po' quanta roba si son portati via i restauri!!!

Riguardo alla montagna, servono diverse successive visioni intervallate("incubazioni") per riuscire a vederla, soprattutto se non hai pratica pittorica.Se vedrai il libro, Cottignoli aiuta attraverso una serie di immagini del monte coi contorni più evidenziati ad arrivarci prima.In ogni caso la struttura si presenta come un insieme di assurdi geologici (e Leonardo conosceva bene anche la geologia) che il maestro non poteva concepire se non perchè voleva rappresentare qualcosa. Di questi assurdi geologici porta le prove nel libro uno studioso del campo.
Anche Natali, il direttore degli Uffizi, ha pubblicato un testo in cui definisce la montagna come antropomorfa, esattamente come "prefigurazione del Cristo", ma non dà determinazioni specifiche della sua strutturazione perchè il restauro massacratore non solo ha cancellato gran parte dei particolari, ma le ha pure steso sopra una nuvola prima debolissima e impercepibile.
Beh insomma, per poter impostare una discussione seria sull'Annunciazione è assolutamente necessario che ti procuri il libro di Natali "l'Annunciazione di Leonardo, la montagna sul mare"(o comunque foto ufficiali degli Uffizi post-restauri).Paragonando le due immagini, questa e quella dei Classici Rizzoli, se hai una minima sensibilità pittorica, ti capotti giù dalla Torre Eiffel!!

Comunque non voglio perdere troppo tempo con questi discorsi...mi piacerebbe, come dice il "titolo" di questa pagina, parlare dell'interpretazione che Cottignoli da dell'Annunciazione e di Leonardo.
Ma ora sono stanca, vado a misurarmi la febbre... [xx(]
ah...qualcuno mi aiuti a inserire le foto quiiiiiii!!!L'amministratore non mi risponde! [:(] Se sono grosse come le "rimpicciolisco"?



_________________
kore
Top
 Profilo  
 

Ufetto
Ufetto

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 87
Iscritto il: 16/11/2010, 04:13
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/02/2011, 18:14 
ciao Kore, non so se il programma che usi ti dà l'opzione "salva per web"(cerca nel menu a cascata sotto "file", dovrebbe ridurti automaticamente la definizione e quindi rendere l'immagine meno pesante.
interessante la faccenda della montagna...io mi divertivo a contare gli alberi tutti differenti tra loro, sullo sfondo (e uno in disparte sulla destra), ma non mi tornano i conti...proprio come nel cenacolo, guardacaso [;)]



_________________
melusina
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 09/02/2011, 20:58 
Cita:
kore ha scritto:
Leonardo, da gran pittore che era...

L'Annunciazione è una delle primissime opere di Leonardo, realizzata quando l'artista aveva una ventina d'anni ed era da poco uscito dalla bottega del Verrocchio. E proprio a un'opera del suo maestro è ispirata l'ara con le zampe

http://it.wikipedia.org/wiki/File:San_l ... ici_02.JPG

Capisco il rispetto per l'artista, ma non l'adorazione incondizionata e supina che se ne fa. Leonardo non era infallibile, onnisciente e onnipotente.

Cita:
Riguardo agli articoli del Beck sulla Sistina, (...) Un massacro inenarrabile e incredibile!!


Ripeto, non sono d'accordo, e ho il diritto di non esserlo. Tra l'altro sono in buona compagnia perché non erano d'accordo con Beck sulle critiche a quei restauri la stragrande maggioranza degli storici dell'arte. In particolare io trovavo odiosa la criminalizzazione dei restauratori che veniva fatta in quegli articoli.
E ricordo pure quando Beck polemizzava sul restauro della Cappella Brancacci e diceva che si sarebbero dovute lasciare le foglie a coprire le nudità di Adamo e Eva perché potevano essere state dipinte da Masaccio! Ri-non sono d'accordo, e in questo caso proprio Michelangelo aiuta perché al Louvre c'è un suo disegno a sanguigna che riproduce l'Adamo di Masaccio... nudo.

Cita:
Beh insomma, per poter impostare una discussione seria sull'Annunciazione è assolutamente necessario che ti procuri il libro di Natali "l'Annunciazione di Leonardo, la montagna sul mare"(o comunque foto ufficiali degli Uffizi post-restauri).


Cercherò anche questo, l'ho già individuato nel catalogo di una biblioteca non molto lontana.



_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/02/2011, 15:31 
(Learco)L'Annunciazione è una delle primissime opere di Leonardo, realizzata quando l'artista aveva una ventina d'anni ed era da poco uscito dalla bottega del Verrocchio. E proprio a un'opera del suo maestro è ispirata l'ara con le zampe

(mia risposta)Lo so che era una delle primissime opere di Leonardo...e quindi?E so pure che il Clark,predecessore di Pedretti, l'ha pure tacciata di essere "ABOMINIO DELL'ARTE PITTORICA"!!!! perchè a suo dire è piena di errori pittorici.Dimmi cosa mai ha capito questo individuo??Leonardo prima di fare un quadro se lo studiava e ristudiava minuziosamente e tutto quello che rappresentava è VOLUTO e SIGNIFICANTE.

(Learco)http://it.wikipedia.org/wiki/File:San_lorenzo,_verrocchio,_tomba_di_giovanni_e_piero_de'_medici_02.JPG

(mia risp)Qui si vede perfettamente che le due parti sopra le zampe sono assolutamente simmetriche.Leonardo invece ha trasformato solo la parte sinistra in un rapace.

(Learco)Capisco il rispetto per l'artista, ma non l'adorazione incondizionata e supina che se ne fa. Leonardo non era infallibile, onnisciente e onnipotente.

(Mia risposta)Quando dico che Leonardo era un GRANDE artista lo dico perchè mi baso su ciò che ha fatto, cose indiscutibilmente GRANDIOSE.
Hai relativamente ragione quando dici che però non era infallibile.Ma non lo era nei METODI, non nella rappresentazione delle figure o degli oggetti!Ma la sua infallibilità nei metodi è normalissima, SPECIALMENTE SE CI RICORDIAMO CHE OPERA NEL 1400!!!!!!Era uno scienziato, lui sperimentava e poteva anche sbagliare, come sperimentano e sbagliano gli scienziati di oggi con tutte le tecnologie che hanno a disposizione!!

(Learco)Riguardo agli articoli del Beck sulla Sistina, (...) Un massacro inenarrabile e incredibile!!
Ripeto, non sono d'accordo, e ho il diritto di non esserlo.
In particolare io trovavo odiosa la criminalizzazione dei restauratori che veniva fatta in quegli articoli.

(Mia risp)Certo, hai il diritto di non essere d'accordo, ma dovresti dirmi il perchè visto che ti ho pure spiegato perchè sono stati criminalizzati!Hanno fatto sparire tutti i particolari di barbe, capelli, muscolature...velature!!Così come hanno fatto sparire velature, pieghe delle vesti ecc...nell'Annunciazione!

(Learco)Tra l'altro sono in buona compagnia perché non erano d'accordo con Beck sulle critiche a quei restauri la stragrande maggioranza degli storici dell'arte.

(Risposta)Gli Storici dell'Arte?!? questi sono individui burocratizzati e collusi che non sanno manco tenere un pennello o una matita in mano!!!!Cosa vuoi che capiscano di un restauro?!?!Loro sono solo capaci di attribuire un quadro e quindi riconoscere la mano di un pittore;conoscono date, vita degli artisti...ma non sanno come si disegna una virgola.Non capiscono una mazza, sblaterano qualcosa sulle tecniche, sui colori più o meno vivi,imparano a memoria iconografie e simbologie, ma se devono vedere oltre, scoprire nuovi significati ecc...non sanno da dove cominciare!!
Ma cosa più importante, devono stare bene attenti a quello che dicono perchè potrebbero trovarsi il giorno dopo a chiedere l'elemosina davanti alle chiese...!Ti faccio l'esempio di Beck(che come il resto degli storici d'arte non era un genio, ma sui restauri-ammazza-Sistina aveva ragione):
quando è uscito con gli articoli sulla Sistina, il Metropolitan, con una scusa, ha pensato bene di estrometterlo dal Consiglio d'Amministrazione, perchè certe cose non si devono dire...
Anche l'arte è governata da meccanismi burocratici e politici!!Zitto e muto vai avanti, denuncia e te la mettono in quel posto.

A questo punto apro una parentesi sui restauri che non voglio più aprire in seguito, e racconto un paio di episodi a cui ho assistito.

Un annetto fa,sono andata a vedere una mostra,non ricordo il tema,e mi pare se non ricordo male, a Forlì.Beh insomma, arrivo in una sala con delle belle sculture e dei quadri dell'800.Mi giro e c'è un quadro grande molto strano.Era una sorta di Venere sdraiata a mo' di Maja desnuda, circondata da erba, alberi...La stranezza stava nel fatto che era sbiadito, si vedevano 2 teste della stessa persona,inclinate in modo diverso, 4braccia, non so quanti piedi..."Beh,è ovvio" mi sono detta,"è un'opera incompiuta, il pittore non è riuscito a finirla". Giusto in quel momento arriva una coppia di signori e lui guardando l'opera dice a sua moglie "vedi, questa è un'opera futurista".Io allora gli faccio notare la data,'800, e che quindi non era possibile fosse un quadro futurista e quindi del '900.Lui allora mi domanda perchè ha due teste,più braccia ecc...e io gli espongo la mia teoria dell'incompiuto, perchè MAI MI SAREI ASPETTATA CIò CHE CI RIVELARONO DOPO.
Infatti il signore ancora poco convinto, domanda ad una guardiana del museo.Questa va ad informarsi in direzione e torna tutta contenta a spiegarci la questione.Disse: "E' stato appena restaurato.i restauratori hanno evidenziato gli ERRORI DELL'ARTISTA!Vedete, prima aveva pensato di inclinare la testa da quel lato, poi l'ha cancellata e l'ha ridipinta dall'altra parte."
VOLEVO MORIRE. Gli imbecilli hanno operato come al solito:tamponano il quadro con dei solventi, e poi quando li tolgono quello che c'è c'è, quello che non c'è non c'è più!!!In questo caso si son portati via mezzo quadro, son saltati fuori i ripensamenti del pittore,non possono ridipingerlo interamente, e si inventano che l'hanno fatto apposta per farci vedere quali schifezze c'erano prima!!!!e il bello è che quel quadro non ritornerà mai più come prima!!!
Ma ve l'immaginate una Gioconda con 2 o 3 teste,4 nasi, 5 occhi,6 braccia...e sentire"Vedete, qui a Leonardo non piaceva come gli era venuto l'occhio e lo ha rifatto meglio qui..." WOOOW!!!Un artista si accoppa per creare una meraviglia e 4 incompetenti distruggono l'opera e ci dicono che ORA è più interessante perchè si vedono gli errori!!
Volevo vedere se ai tempi di un Lorenzo De Medici chi compiva certi scempi alle sue opere non si ritrovava il giorno dopo a penzolare da una corda!!!
Ma qui i restauratori se la sono cavata perchè si trattava di un artista minore, il quadro appartiene a un museo pubblico che, piuttosto di sputtanarsi perchè è responsabile di tutto ciò che succede alle opere,si inventa stronzate da farci credere, perchè tanto la maggior parte della gente si beve qualsiasi cosa, si dividono i soldi stanziati per i restauri (e così fanno stare zitti anche chi vorrebbe parlare) e insabbiano tutto.

Queste cose succedono anche perchè spesso i responsabili del restauro ingaggiano ragazzi dell'accademia,non ancora "abilitati",che prendono il minimo di paga e fanno quello che gli dicono:Tamponare, tamponare...e poi succede quello che ho detto prima.I soldi che restano se li dividono i pezzi grossi, se qualcuno denuncia i danni subiti dall'opera, cercano di insabbiare(come è successo per l'Annunciazione, Cottignoli ha fatto nomi e cognomi e nessuno di quelli ha fiatato, silenzio tombale, anche perchè è l'unico modo per far dimenticare la questione, e poi volevo vedere, se lo denunciavano magari per diffamazione, a portare in tribunale l'Annunciazione chi doveva pagare i danni...!!!!)infatti, pur avendo massacrato metà del patrimonio artistico italiano, nessuno ha mai pagato le conseguenze!

Learco dice che non è d'accordo con le criminalizzazioni ma non contesta mica il fatto che nelle opere in questione sono spariti dettagli importantissimi.
Certo, non si può fare di tutta l'erba un fascio, lo so benissimo che esiste ancora gente seria, restauratori capaci ecc...(ho visto restauri impeccabili), ma poveretti sono in netta minoranza.

Chiusa parentesi restauri altrimenti non andiamo avanti.


Ultima modifica di kore il 10/02/2011, 16:40, modificato 1 volta in totale.


_________________
kore
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10/02/2011, 23:34 
Ultimo messaggio, poi vi lascio a giocare alle belle statuine con le figure ritagliate dell'Ultima Cena.

1° tempo.

- Secondo me Giuda in realtà è Pietro, e Pietro è Giuda
- No secondo me Giuda è Giovanni, mentre Giovanni in realtà è Maddalena
- Ma cosa dici? Giovanni in realtà è la Madonna, e Giuda non c'è, di lui si vede solo il coltello
- Ma dai... Giuda in realtà stava prendendo la mira per lanciare il coltello che non è in mano a Pietro, si vede benissimo la posa nella ricostruzione di quella che era in realtà la prima versione originale di Leonardo.
- Impossibile, chi ha in mano il coltello in realtà è nascosto, acquattato tra tra Giuda e Pietro, come nell'altra ricostruzione...

2° tempo

Consiglio a chi parla dell'Annunciazione di Leonardo di andarsela a vedere nella più straordinaria riproduzione fotografica mai realizzata, si vede ogni più piccola pennellata, ogni sfumatura, ogni scaglia di colore, come se la potessimo osservare a pochi centimetri di distanza con la lente d'ingrandimento

Dimensione: 10.278.737.724 pixel (68.203 x 150.708)
Profondità di colore: 16 bit per canale
Data scatti: Febbraio 2010
Numero di scatti: 533

http://www.haltadefinizione.com/magnifi ... idopera=12
Per arrivare al dettaglio maggiore è necessario iscriversi al sito.

3° tempo (eh, sì, è uno di quei filmoni di una volta)

Mi sono ricordato di aver letto anni fa un libro con diversi saggi su Leonardo, uno in particolare sull'Annunciazione, e questo pomeriggio sono andato a cercarlo in Biblioteca.

Antonio Natali, "Leonardo. Il giardino di delizie".

"Accostiamoci di nuovo all' Annunciazione; e riguardiamola, a restauro compiuto, con gli occhi che ora vedono con nitore quello che prima un velo scuro rendeva a dir poco nebuloso; ma soprattutto riguardiamola con la mente guardinga, e disponibile a seguire le tracce di una simbologia teologica, che potrebbe fors'anche condurre a ipotesi utili pure sul piano strettamente storico..."

Natali parla poi della camera da letto che si trova all'interno dell'edificio "che prima del restauro a mala pena si intravedeva", ma soprattutto fa una lunga e dettagliata analisi letteraria e iconografica della montagna bianca. Ma non voglio togliervi il piacere di leggere questo bellissimo saggio, così mi fermo qui senza rivelare altro.

Intanto, come lieto finale, torno al sito Haltadefinizione a godermi tutti i particolari dell'Annunciazione di Leonardo.
Restaurata.
In barba ai talebani della fuliggine.



_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

Essere Interdimensionale
Essere Interdimensionale

Avatar utente

Il saggioIl saggio

Non connesso


Messaggi: 9906
Iscritto il: 03/12/2008, 13:35
Località: GOTHAM
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/02/2011, 00:23 
Cita:
Citaz da Learco

Secondo me Giuda in realtà è Pietro, e Pietro è Giuda
- No secondo me Giuda è Giovanni, mentre Giovanni in realtà è Maddalena
- Ma cosa dici? Giovanni in realtà è la Madonna, e Giuda non c'è, di lui si vede solo il coltello
- Ma dai... Giuda in realtà stava prendendo la mira per lanciare il coltello che non è in mano a Pietro, si vede benissimo la posa nella ricostruzione di quella che era in realtà la prima versione originale di Leonardo.
- Impossibile, chi ha in mano il coltello in realtà è nascosto, acquattato tra tra Giuda e Pietro, come nell'altra ricostruzione...



Caro Pigna.

Sono commosso da questa tua descrizione .

Continuiamo in questo sito ? :

http://www.renneslechateau.it/public/fo ... &start=120


zio ot [:X]



_________________
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=57
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 208
Iscritto il: 22/06/2009, 21:34
Località:
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/02/2011, 09:33 
Immagine:
Immagine
157,75 KB

http://www.haltadefinizione.com/magnifi ... idopera=12



_________________
Vorrei proporre alla benevola considerazione del lettore una teoria che potrà sembrare paradossale e sovversiva. La teoria è questa: che sarebbe opportuno non prestare fede a una proposizione fino a quando non vi sia un fondato motivo per presupporla vera. (Bertrand Russell)
Top
 Profilo  
 

U.F.O.
U.F.O.

Avatar utente

Non connesso


Messaggi: 290
Iscritto il: 02/02/2011, 17:43
Località: Khalousion
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/02/2011, 15:28 
AHAHAHAAH!!!!!Learco ho capito tutto!!! [:D] Cosa fai nel tempo libero, il restauratore per caso?!?!?! [:o)] Si potrebbe intuire dal fatto che continui a negare o meglio ignorare quello che dico e continui a difendere i restauri.Magari mi sbaglio e se è così non te la prendere!! Io cerco solo di fare discorsi che hanno una logica,mi baso sulle mie esperienze e su ciò che è EVIDENTE.
Sulla montagna per esempio, fai vedere l'immagine dopo i restauri e non metti vicino quella prima del restauro, hai visto nei classici l'ingrandimento del prerestauro e avresti il coraggio di dire che è diventata così perchè hanno tolto lo sporco??Visto che le linee del bordo sinistro della montagna erano perfettamente definite dalla cima ai piedi, come poteva esserci una nuvola enorme davanti a queste linee??Mi sembra ovvio che queste linee sono state completamente asportate o coperte dalla nuvola.In ogni modo è facilissimo capire che dalla montagna prerestaurata non si può arrivare alla montagna di adesso se non facendo un massacro!!

Natali è il direttore degli Uffizi,ha degli interessi da difendere, se si fanno cavolate lui è il responsabile e ci va di mezzo.Non ci si deve basare soltanto su ciò che afferma lui, restauratori e compagnia bella, ma sull'impressione che tutti hanno, parlo anche della gente comune che non guadagna e non perde nulla nel dire la verità su quello che vede, quando si trovano davanti alle due immagini paragonate.
Cmq nessuno ha detto che i quadri non debbano essere restaurati, ma ciò deve essere fatto con criterio e serietà.

Vorrei sentire anche un'opinione dello zio ot che ha sempre delle cose interessanti da dire. Vorrei sapere anche se i miei interventi e le mie opinioni sono gradite nel forum,perchè capisco che spesso certe verità contrastano con le opinioni generali di chi non ha riflettuto ancora su certe cose.
Ad ogni modo, se vi interessa, vi espongo le teorie di Cottignoli sull'Annunciazione..sempre se le volete sentire, visto che ci sono di mezzo i restauri.Per esempio, quel nuvolone sulla montagna(che ora è un iceberg) che si vede nell'immagine che Learco ci mostra sopra, Leonardo lo aveva solamente accennato, era semi-invisibile e serviva semplicemente a giustificare alcuni tratti che davano alla montagna le sembianze di una donna velata. spero di riuscire a inserire quest'accidenti d'immagine prerestauro...così notate le differenze.

Immagine:
Immagine
37,79 KB
Cmq nel libro si parla di una miriade di cose interessanti...in particolare della vera iconografia del quadro.Il libro infatti si intitola: "Dichiarazione d'amore, il vero significato dell'Annunciazione di Leonardo da Vinci".

Ah, un GRAZIE A MELUSINA CHE HA CERCATO DI AIUTARMI a proposito della mia ignoranza su come caricare le foto. [:I]


Ultima modifica di kore il 11/02/2011, 16:32, modificato 1 volta in totale.


_________________
kore
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 140 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo

Time zone: Europe/Rome


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Oggi è 25/10/2020, 11:04
© 2015 UfoPlanet di Ufoforum.it, © RMcGirr83.org